Trasparenza Rifiuti Piano di Sorrento
Trasparenza Rifiuti Piano di Sorrento

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Piano di Sorrento

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Piano di Sorrento

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Piano di Sorrento

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Come effettuare reclami, proposte e suggerimenti

1) Per i Servizi di Raccolta e trasporto rifiuti e di Lavaggio strade le modalità sono indicate sul sito internet del soggetto gestore Penisolaverde spa  https://www.penisolaverde.com/

2) Per il servizio di Tariffe e rapporti con gli utenti in capo al Comune di Piano di Sorrento:

mediante il modulo appositamente predisposto ogni utente può presentare al dirigente responsabile dell’Ufficio Tributi reclami, proposte di miglioramento e suggerimenti relativamente all’erogazione del servizio.

Il modulo dovrà essere consegnato all’Ufficio Tributi con le seguenti modalità:

-        mediante consegna diretta o per posta al seguente indirizzo: Ufficio Tributi del Comune di Piano di Sorrento – Piazza Cota – 80063 Piano di Sorrento (NA);

-        per posta elettronica al seguente indirizzo e-mail: tributi@comune.pianodisorrento.na.it

-        mediante consegna all’Ufficio Protocollo al seguente indirizzo: Piazza Cota – 80063 Piano di Sorrento (NA);

Qualora sul modulo siano state indicate le generalità della persona che lo ha redatto, con indirizzo ed eventuale numero di telefono e la sua firma, il Responsabile provvede con la massima celerità, e comunque entro trenta giorni dalla presentazione dello stesso, a rispondere riguardo al contenuto del reclamo. L’eventuale presentazione anonima sarà considerata in ogni caso, ma alla stregua di semplice segnalazione.

I moduli sono liberamente scaricabili dalla lista degli allegati della presente sezione, nonché disponibili presso l’Ufficio Tributi del Comune.







Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Ogni informazione al riguardo è reperibile sul sito internet del soggetto gestore dei Servizi di Raccolta e trasporto rifiuti Penisolaverde spa all'indirizzo web  https://www.penisolaverde.com/ 

E' possibile reperire ogni informazione al riguardo anche consultando il sito internet del Comune all'indirizzo http://www.comune.pianodisorrento.na.it/ nella sezione Servizi/Ufficio Ecologia.

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta saranno pubblicizzate mediate appositi avvisi pubblicati sui siti internet del Comune e del Soggetto gestore del Servizio di Raccolta e Trasporto rifiuti.
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Ogni informazione al riguardo è reperibile sul sito internet del soggetto gestore dei Servizi di Raccolta e trasporto rifiuti Penisolaverde spa all'indirizzo web  https://www.penisolaverde.com/ 
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

Per i Servizi di Raccolta e trasporto rifiuti e di Lavaggio strade le modalità consultare il sito internet del Soggetto gestore Penisolaverde spa  https://www.penisolaverde.com/


Per il servizio di Tariffe e rapporti con gli utenti in capo al Comune di Piano di Sorrento, la Carta di qualità del servizio è liberamente scaricabile dalla lista degli allegati della presente sezione.


Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso

Per maggiori informazioni consultare il sito internet del soggetto gestore dei Servizi di Raccolta e trasporto rifiuti Penisolaverde spa all'indirizzo web  https://www.penisolaverde.com/ ovvero consultando i dati dell'Osservatorio Regionale sulla Gestione dei Rifiuti in Campania all'indirizzo internet  http://www.orr.regione.campania.it/

Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Ogni informazione al riguardo è reperibile sul sito internet del soggetto gestore dei Servizi di Raccolta e trasporto rifiuti Penisolaverde spa all'indirizzo web  https://www.penisolaverde.com/ 
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Attività di ristorazione
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Banche ed istituti di credito, studi professionali
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Nucleo familiare con n. 1 occupante
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Nucleo familiare con n. 6 o + occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Per l’anno 2020, in base all’art. 107, comma 5, del D.L. 18/2020, il Comune si è avvalso della possibilità di approvare le tariffe della TARI adottate per l'anno 2019, anche per l'anno 2020, provvedendo entro il 31 dicembre 2020 alla determinazione ed approvazione del piano economico finanziario del servizio rifiuti (PEF) per il 2020.

Le regole per la determinazione delle tariffe hanno fatto riferimento ai criteri definiti nel Dpr. n. 158/98, salvo la possibilità di deroga in caso di commisurazione della tassa alle quantità e qualità medie dei rifiuti prodotti per unità di superficie (principio del “chi inquina paga”), prevedendo la copertura integrale dei costi d’investimento e di esercizio relativi al servizio di raccolta rifiuti, compresi anche quelli per lo smaltimento in discarica, con esclusione dei rifiuti speciali il cui costo di smaltimento è sostenuto direttamente dal produttore. Al fine della ripartizione dei costi del servizio tra le utenze domestiche e quelle non domestiche si è proceduto in proporzione alla quantità dei rifiuti attribuibili alle utenze non domestiche, calcolate applicando alle superfici tassate i coefficienti Kd di cui alla tabella 4a dell’allegato 1 al D.P.R. 158/1999 ed utilizzati per il calcolo delle tariffe, rispetto al totale dei rifiuti raccolti. Per la determinazione delle tariffe, poi, non sono stati considerati, così come espressamente consentito dall’art. 1, comma 652, della legge n. 147/2013, i coefficienti di cui alla tabella 1a per l’attribuzione della parte fissa delle utenze domestiche, potendo distribuire il totale della quota dei costi fissi attribuiti a tali utenze sulla base della sola superficie tassabile, non essendo quest’ultimi legati ai volumi di rifiuti prodotti  e, quindi, al numero dei componenti del nucleo familiare. Inoltre sono stati fissati i coefficienti Kb, Kc e Kd di cui al D.P.R. 158/1999 in misura diversificata, nell’ambito dei valori minimi e massimi di quelli previsti nelle tabelle 2, 3a e 4a del D.P.R. 158/1999, così come previsto dal menzionato articolo 1, comma 652, della legge n. 147/2013, prevedendo i coefficienti massimi superiori a quelli indicati nelle tabelle 3a e 4a del D.P.R. 158/1999 del 50 per cento per le categorie classificate nelle voci nn. 3, 4, 5, 7, 11, 12 e 13 e i coefficienti inferiori a quelli minimi del 50 per cento, invece, per le categorie di cui alle voci nn. 22, 24 e 27.

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 7.135,58 t
Cluster: Comuni a forte vocazione turistica con alto livello di benessere, bassa densità abitativa e con localizzazione prevalente in zone montane o litoranee - € 78,941238
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 67,05%
Fattori di contesto del comune: € 73,097801
Economie e diseconomie di scala: € 0,194291
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 1
Impianti di trattamento meccanico biologico: 7
Discariche: 2
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 43,141 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 34,24%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 3,18%
Rifiuti smaltiti in discarica: 4,82%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Per le utenze domestiche residenti, che versino in condizioni di grave disagio economico-sociale, il Comune riconosce il bonus sociale, di cui all’art. 57-bis del D.L. n. 124/2019.

L’agevolazione viene erogata dal Comune direttamente “in bolletta” con la cadenza di pagamento prevista, mediante l’applicazione di una componente tariffaria compensativa, espressa in euro, a decurtazione dell’intero importo della quota variabile della tariffa. L’agevolazione viene erogata solo su richiesta dell’utente, che attesti, ai sensi del D.P.R. 445/2000, il possesso delle condizioni di ammissibilità allegando idonea documentazione ISEE o ulteriore documentazione (quale ad esempio una bolletta o la comunicazione di ammissione ad altro bonus sociale elettrico e/o gas e/o idrico). Ciascun nucleo familiare può usufruire dell’applicazione di un’unica agevolazione a compensazione della spesa per il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani con riferimento ad ogni annualità. Il Comune verifica l’ammissibilità dei predetti beneficiari e provvede all’applicazione delle decurtazioni previste per i seguenti nuclei familiari:

a.           nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;

b.           nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;

c.            nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza;

d.           nucleo familiare in presenza di un componente con invalidità al 100% e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;

Il venir meno dei requisiti previsti, con decadenza dall'agevolazione, deve essere comunicato dai soggetti interessati.

Estremi degli atti di approvazione della tariffa per l’anno in corso con riferimento all’ambito o ai comuni serviti

Il Comune si è avvalso della facoltà prevista dall’art. 107, comma 5, del D.L. 18/2020, che, in deroga all'articolo 1, commi 654 e 683, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, ha consentito di approvare per l'anno 2020 le medesime tariffe della TARI adottate per l'anno 2019, giusta deliberazione di Consiglio Comunale n. 21 del 29/03/2019. Entro il 31 dicembre 2020 si provvederà alla determinazione ed approvazione del piano economico finanziario del servizio rifiuti (PEF) per il2020, in conformità al metodo tariffario rifiuti (MTR) di cui alla deliberazione n. 443/2019 di ARERA, precisando che l’eventuale conguaglio tra i costi risultanti dal PEF per il 2020 ed i costi determinati per l'anno 2019 potrà essere ripartito in tre anni, a decorrere dal 2021.

Regolamento TARI o regolamento per l’applicazione di una tariffa di natura corrispettiva

Il regolamento Tari, integrato all'interno del Regolamento IUC, è liberamente scaricabile dalla lista degli allegati della presente sezione.


Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
nessun costo di transazione
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
31/10/2020
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
31/10/2020
33,33%
2° rata
16/12/2020
33,33%
3° rata
16/02/2021
33,34%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Il Comune provvede all’invio ai contribuenti di un apposito avviso di pagamento, con annessi i modelli di pagamento precompilati, sulla base delle dichiarazioni presentate e degli accertamenti notificati, contenente l’importo dovuto per la tassa sui rifiuti ed il tributo provinciale, l’ubicazione e la superficie dei locali e delle aree su cui è applicato il tributo, la destinazione d’uso dichiarata o accertata, le tariffe applicate, l’importo di ogni singola rata e le scadenze. Il pagamento degli importi dovuti deve essere effettuato in 3 rate normalmente trimestrali, assicurando che almeno 1 rata sia prevista dopo il 1° dicembre per consentire il rispetto di quanto disposto dall’art. 13, comma 15-ter del D.L. n. 201/2011, come modificato dall’art. 15-bis del D.L. n. 34/2019. Fino all’approvazione delle tariffe dell’anno di riferimento è facoltà dell’amministrazione provvedere alla liquidazione di acconti sulla base delle tariffe deliberate l’anno precedente, salvo conguaglio nella prima rata utile. Eventuali conguagli di anni precedenti o dell’anno in corso possono essere riscossi anche in unica soluzione. L’importo complessivo del tributo annuo dovuto da versare è arrotondato all’euro superiore o inferiore a seconda che le cifre decimali siano superiori o inferiori/pari a 49 centesimi, in base a quanto previsto dal comma 166, art. 1, della Legge 27/12/2006, n. 296. L’arrotondamento, nel caso di impiego del modello F24, deve essere operato per ogni codice tributo.

In caso di mancato o parziale versamento dell’importo richiesto alle prescritte scadenze, il Comune provvede alla notifica, anche mediante servizio postale con raccomandata con ricevuta di ritorno o posta elettronica certificata, di un sollecito di versamento, contenente le somme da versare in unica soluzione entro il termine ivi indicato. In coso di inadempienza il comune procederà alla notifica dell’avviso di accertamento d’ufficio con irrogazione delle sanzioni previste dall’art. 1, comma 695 della Legge 27/12/2013, n. 147 e l’applicazione degli interessi di mora.

Misura delle sanzioni:

OMESSO / INSUFFICIENTE VERSAMENTO 30% dell'importo non versato

OMESSA DICHIARAZIONE dal  100% al 200% del tributo non versato con un minimo edittale di € 50,00

INFEDELE DICHIARAZIONE dal  100% al 200% del tributo non versato con un minimo edittale di € 50,00

Le sanzioni sono per omessa o infedele dichiarazione sono ridotte ad  un  terzo  se,  entro  il  termine  per  la proposizione del ricorso, interviene l'acquiescenza del  contribuente, con  pagamento  del  tributo,  se dovuto, della sanzione e degli interessi.


Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani  e assimilati. Sono soggetti a tassazione i locali comunque denominati, esistenti in qualsiasi specie di costruzione stabilmente infissa al suolo o nel suolo, chiusi o chiudibili da ogni lato verso l’esterno, qualunque sia la loro destinazione o il loro uso, suscettibili di produrre rifiuti urbani, insistenti nel territorio del Comune. Parimenti sono soggette al tributo tutte le aree scoperte occupate o detenute, a qualsiasi uso adibite, la cui superficie insiste nel territorio comunale, suscettibili di produrre rifiuti urbani, escluse quelle aventi destinazione accessoria o pertinenziale a locali a loro volta assoggettati al prelievo.

Il tributo è dovuto con vincolo di solidarietà, in particolare, tra i componenti del nucleo anagrafico o i loro eredi o tra coloro che usano in comune i locali o le aree stesse.

I soggetti passivi dei tributi presentano la dichiarazione entro il termine del 30 giugno dell’anno successivo alla data di inizio del possesso o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo. Deve essere dichiarata ogni circostanza rilevante per l’applicazione del tributo e in particolare, l’inizio, la variazione e la cessazione dell’utenza, la sussistenza delle condizioni per ottenere agevolazioni o riduzioni, il modificarsi o il venir meno delle condizioni per beneficiare di agevolazioni o riduzioni. Nell’ipotesi di più soggetti obbligati in solido, la dichiarazione può essere presentata anche da uno solo dei possessori o detentori. Ai fini dell’applicazione del tributo la dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, sempreché non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo, per cui occorre presentare apposita dichiarazione di variazione.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Qualora si volesse optare per la ricezione in formato elettronico dell'avviso di pagamento TARI, occorre inoltrare la richiesta di cui al Modello/file sotto riportato debitamente compilato:


-        mediante consegna diretta o per posta al seguente indirizzo: Ufficio Tributi del Comune di Piano di Sorrento – Piazza Cota – 80063 Piano di Sorrento (NA);

-        per posta elettronica al seguente indirizzo e-mail: tributi@comune.pianodisorrento.na.it

-        mediante consegna all’Ufficio Protocollo al seguente indirizzo: Piazza Cota – 80063 Piano di Sorrento (NA);

I moduli sono disponibili presso l’Ufficio Tributi e sono anche scaricabili dal sito Internet www.comune.pianodisorrento.na.it.