Trasparenza Rifiuti Chiaravalle
Trasparenza Rifiuti Chiaravalle

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Chiaravalle

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Chiaravalle

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Chiaravalle
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, segnalazioni di disservizi, prenotazioni del servizio di ritiro su chiamata, richieste di riparazione delle attrezzature per la raccolta domiciliare, nonché recapiti e orari degli sportelli online e fisici (ove presenti).
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade

Il servizio tributi del Comune di Chiaravalle è collocato al primo piano della sede comunale di Piazza Risorgimento n. 11 ed è aperto al pubblico nei seguenti giorni e orari:

  • dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00;
  • il martedì e giovedì anche nel pomeriggio, dalle15.00 alle 17.30.

Per qualsiasi informazione o chiarimento in materia di TARI è possibile anche contattare, nei giorni e orari sopra indicati, i seguenti numeri telefonici:

071/9499239 - 242 - 225

Per inviare una PEC è possibile utilizzare il seguente indirizzo:

info@pec.comune.chiaravalle.an.it



Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Per i reclami relativi al servizio di igiene urbana è possibile inviare una mail ai seguenti indirizzi: 


info@comune.chiaravalle.an.it

info@riecospa.it

serviziorifiuti@atarifiuti.an.it

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani di cui all’articolo 5 del TQRIF, liberamente scaricabile.
La Carta della Qualità del servizio di gestione delle tariffe e dei rapporti con gli utenti è in fase di predisposizione e sarà presto disponibile.
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Abitazione con 2 occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Abitazione con 5 occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Bar, caffè e pasticcerie
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Negozi abbigliamento e calzature
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Le tariffe applicate per gli esempi sopra riportati sono quelle relative alla TARI 2019.
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 6.282,87 t
Cluster: Comuni con medio-alto livello di benessere e attrazione economica localizzati nelle zone pianeggianti del nord-est - € 10,02119044
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 76,38%
Fattori di contesto del comune: € 90,37452795
Economie e diseconomie di scala: € 0,21171
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 0
Impianti di trattamento meccanico biologico: 5
Discariche: 10
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 30,079 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 0%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 14,71%
Rifiuti smaltiti in discarica: 51,84%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Per informazioni sulle agevolazioni e riduzioni applicate presso il Comune di Chiaravalle in favore di utenze domestiche e non domestiche, invitiamo a prendere visione del vigente Regolamento in materia di TARI,  pubblicato nella sezione M.


Si ricorda comunque che nel Regolamento TARI del Comune di Chiaravalle è prevista una riduzione tariffaria in favore di utenti di età avanzata e in stato di disagio economico. In particolare, i nuclei di una persona ultrasessantacinquenne, o due persone, entrambe ultrasessantacinquenni alla data del 1 gennaio di ciascun anno, possono richiedere, mediante istanza corredata da dichiarazione ISEE da produrre entro il mese di giugno di ciascun anno, una riduzione sulla quota variabile della tariffa della TARI pari al 100% per valori ISEE fino a 6.000,00 Euro, all’80% per valori superiori a 6.000,00 Euro e sino a 7.500,00 Euro, al 60% per valori superiori a 7.500,00 Euro e sino a 9.000,00 Euro e al 40% per valori superiori a 9.000,00 Euro e sino a 10.500,00 Euro. 

La relativa istanza, compilata e sottoscritta dall’utente, può essere consegnata a mano presso l’Ufficio Protocollo dell’Ente, negli orari di apertura al pubblico, oppure inviata ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

PEC:  info@pec.comune.chiaravalle.an.it 


MAIL: tributi@comune.chiaravalle.an.it

  




Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza della modalità di pagamento gratuita prevista dal TQRIF.
Modello Semplificato F24
Gratuita
PagoPA
Costi dipendenti dal prestatore di servizio scelto
ATTIVO DAL 2021

Il Comune di Chiaravalle provvede ogni anno all’invio ai contribuenti di un apposito invito di pagamento, con annessi i modelli di pagamento  F24 precompilati, contenente l’importo dovuto per la TARI e il tributo provinciale, l’ubicazione e la superficie dei locali e delle aree su cui è applicato il tributo, la destinazione d’uso, le tariffe applicate, l’importo di ogni singola rata, le scadenze nonché tutte le indicazioni contenute nella delibera ARERA n. 444/2019.

Il versamento della TARI può essere effettuato utilizzando i Modelli F24 precompilati inviati ogni anno dall’Ente contestualmente agli avvisi di pagamento oppure, su richiesta dell’utente, attraverso il servizio di pagamento con PAGO PA.

 Nel caso in cui l'utente preferisca effettuare il pagamento con PAGO PA, invitiamo a contattare telefonicamente il Servizio Tributi.



Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
18/07/2022
33,00%
2° rata
16/09/2022
34,00%
3° rata
16/12/2022
33,00%

È consentito all'utente di procedere al pagamento in unica soluzione entro il 16 luglio di ogni anno di competenza del tributo.

In conformità con quanto previsto dall’art. 15 bis del D.L. 34/2019, l’importo delle prime due rate della TARI, con scadenze 16 luglio e 16 settembre, è calcolato applicando le tariffe approvate per l’anno precedente mentre l’importo della terza e ultima rata, con scadenza il 16 dicembre, è calcolato a saldo applicando le tariffe approvate per l’anno di riferimento, con eventuale conguaglio rispetto a quanto già versato.


Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

 Il contribuente che abbia omesso, anche parzialmente, il pagamento della TARI entro le scadenze prefissate può versare il dovuto avvalendosi del cd. "RAVVEDIMENTO OPEROSO", sempre che la violazione non sia già stata constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche amministrative di accertamento da parte del Servizio Tributi dell' ente.

Per regolarizzare la propria situazione avvalendosi del ravvedimento operoso, il contribuente dovrà versare, oltre alla tassa dovuta e ai relativi interessi, la sanzione ridotta calcolata sulla tassa nella seguente misura:

  • del 0,1% giornaliero per i primi 15 giorni;
  • del 1,5% dal 16 esimo al 30 esimo giorno;
  • del 1,67% dal 31 esimo al 90 esimo giorno;
  • del 3,75% entro un anno;
  • del 4,29% entro due anni;
  • del 5% oltre due anni.

ACCERTAMENTO PER OMESSA/INFEDELE DICHIARAZIONE O PER OMESSO O INSUFFICIENTE VERSAMENTO

In caso di accertamento della violazione da parte del Servizio Tributi dell'ente, saranno applicate le seguenti sanzioni:

  • in caso di omesso o insufficiente versamento, si applica la sanzione del 30% dell'importo dovuto, oltre a interessi e spese di notifica;
  • in caso di omessa presentazione della dichiarazione originaria o di variazione si applica la sanzione dal 100 per cento al 200 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 Euro, oltre a interessi e spese di notifica;
  • in caso di infedele dichiarazione, si applica la sanzione dal 50 per cento al 100 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 Euro, oltre a interessi e spese di notifica.
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rettifica degli importi addebitati, liberamente accessibile e scaricabile, nonché le tempistiche e le modalità di rettifica degli importi non dovuti da parte del gestore.

Per segnalare errori nella determinazione degli importi addebitati o errori e/o variazioni nei dati relativi all'utente o alle caratteristiche dell'utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa è possibile contattare, nei giorni e orari di ufficio, i seguenti numeri telefonici:

071/9499239 - 242 - 225

oppure inviare una mail ai seguenti indirizzi:

MAIL: tributi@comune.chiaravalle.an.it

PEC: info@pec.comune.chiaravalle.an.it

Ogni mail ricevuta dall'ente sarà registrata a protocollo e pertanto con una procedura tracciabile sia in entrata che in uscita.




Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Il Comune di Chiaravalle provvede ogni anno all’invio ai contribuenti di un apposito invito di pagamento, con annessi i modelli di pagamento precompilati, contenente l’importo dovuto per la TARI e il tributo provinciale, l’ubicazione e la superficie dei locali e delle aree su cui è applicato il tributo, la destinazione d’uso, le tariffe applicate, l’importo di ogni singola rata, le scadenze nonché tutte le indicazioni contenute nella delibera ARERA n. 444/2019.

Gli inviti di pagamento vengono inviati:

  • con posta cartacea per le utenze domestiche e per le utenze non domestiche per le quali non risulta un indirizzo PEC attivo;
  • con PEC per tutte le altre utenze non domestiche.

Qualora l’utente che abbia ricevuto il documento in formato cartaceo preferisca riceverlo in formato elettronico, può rivolgere all’Ente specifica richiesta con le modalità e ai contatti indicati sia nel presente Portale che nell'avviso di pagamento.



Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
I recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento, gli interventi di competenza del gestore, con indicazione di quelli che possono essere attivati direttamente dall’utente, secondo quanto previsto dall’articolo 52 del TQRIF.
Il posizionamento della gestione nell’ambito della matrice degli schemi regolatori, di cui all’Articolo 3 del TQRIF.
SCHEMA REGOLATORIO I
Gli standard generali di qualità di competenza del gestore ai sensi del TQRIF, ivi inclusi gli eventuali standard aggiuntivi o migliorativi individuati dall’Ente territorialmente competente e il grado di rispetto di tali standard, con riferimento all’anno precedente.
La tariffa media applicata alle utenze domestiche e l’articolazione dei corrispettivi applicati alle utenze domestiche e non domestiche.
Modalità e termini per l’accesso alla rateizzazione degli importi.

Qualora l'utente si trovi in situazioni di obiettiva difficoltà finanziaria, è possibile richiedere la rateizzazione degli importi dovuti a titolo di TARI presentando al Servizio Tributi la relativa istanza con le modalità indicate nel presente Portale.

La rateizzazione può essere richiesta:


  • per max 12 rate mensili per importi inferiori a 600,00 Euro;
  • per max 24 rate mensili per importi superiori a 600,00 Euro e inferiori a 1.200,00 Euro;
  • per max 36 rate mensili per importi superiori a 1.200,00 Euro.

Per importi superiori a 10.000,00 Euro è richiesta la prestazione di idonea garanzia mediante fideiussione bancaria o assicurativa.



Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.