Trasparenza Rifiuti Pontedera

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Pontedera

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Pontedera

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie

AVVISI

Sono in fase di verifica le misure da adottare a beneficio degli utenti Tari per il riconoscimento delle riduzioni tariffarie a seguito emergenza Covid-19 in attuazione degli indirizzi espressi con Deliberazione di Giunta comunale n. 35 del 2/05/2020.

Si informa che con deliberazione di C.C. n. 15 del 21/05/2020 sono state prorogate le scadenze per il pagamento della Tari.

Ad oggi le nuove scadenze sono le seguenti:

- 30/09/2020 e 31/10/2020 per il periodo gennaio-giugno;

30/11/2020 e 31/12/2020 per il periodo luglio-dicembre;

Gli avvisi non sono stati ancora inviati.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti

Per informazioni in merito alla GESTIONE DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI potete rivolgervi all’Ufficio Ambiente 

il martedì dalle ore 16:00 alle 18:00  solo su appuntamento- mercoledi dalle ore 11:00 alle 13:00 -venerdì dalle ore11:00 alle 13:30

Telefono: 0587/299649 - 0587/299210

e-mail: s.rosati@comune.pontedera.pi.it

e-mail: a.terreni@comune.pontedera.pi.it


Per informazioni in merito alla TARIFFAZIONE TARI potete rivolgervi all’Ufficio Abaco presso il Comune di Pontedera, situato al piano terra del Palazzo Comunale, in Corso Matteotti n. 37.

A causa dello stato di emergenza COVID-19 ed in ottemperanza alle normative correlate,Il concessionario ABACO SpA ha disposto una diversa modalità di accesso ai propri uffici a tutela della salute della cittadinanza e dei propri dipendenti.

Il ricevimento del pubblico sarà pertanto garantito con le seguenti modalità:

  •  TELEFONICAMENTE : tel. 0587 299370 - 0587 299371  nei seguenti orari: lunedì, martedì, mercoledì e giovedì dalle 8.30 alle 13.00. 
  • VIA E-MAIL :  e-mail: tari.pontedera@abacospa.it
  • COLLOQUIO CON L’INCARICATO ABACO :  Il colloquio con l’incaricato ABACO avverrà nei soli casi in cui la questione sia urgente e indifferibile e che non sia trattabile con la modalità indicata al precedente punto e previo appuntamento e conferma telefonica. Il ricevimento avverrà nel locale concordato con l’operatore e con le modalità previste dai recenti decreti ministeriali (accesso contingentato e distanza di almeno un metro tra i presenti).
Per ogni comunicazione urgente ed indifferibile è possibile contattare lo sportello telefonico chiamando lo 0423-601755 oppure scrivere al seguente indirizzo e-mail centro@abacospa.it



Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

MODULISTICA PER L'INVIO DI RECLAMI RELATIVI AL SERVIZIO DI RACCOLTA RIFIUTI: consultare sito inernet di Geofor spa http://www.geofor.it/index.php?id=81


MODULISTICA PER L'INVIO DI RECLAMI RECLAMI RELATIVI AL SERVIZIO DI GESTIONE TARIFFE E RAPPORTI CON GLI UTENTI: consultare sito di Abaco Spa http://comunepontedera.abacospa.it/


MODULISTICA PER L'INVIO DI RECLAMI RELATIVI AL SERVIZIO SPAZZAMENTO/LAVAGGIO STRADE: consultare sito internet della società Manutencoop http://www.manutencoop.coop/


Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Il  Comune di Pontedera svolge il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti urbani.

Il calendario per l'anno 2019/2020 è consultabile al seguente link:http://www.geofor.it/index.php?id=182

Per l'anno 2020 sono programmate le seguenti variazioni:

- Nessun servizio: 1 Gennaio, 1 Maggio, 25 Dicembre;

- l'ndifferenziato si raccoglie il 2 Maggio e il 26 dicembre


Informazioni aggiuntive circa la variazione dei servizi di raccolta per effetto di festività nazionali e/o eventuale estensione dei giorni di raccolta per specifiche matrici di rifiuti saranno disponibili mediante informazioni sul sito internet del gestore http://www.geofor.it/index.php?id=1


CENTRI DI RACCOLTA


Tutti i rifiuti differenziati, compresi olio minerale e vegetale esausto, batterie delle auto, neon, grandi sfalci di potatura e tutti i rifiuti ingombranti possono essere portati da tutti i cittadini residenti presso il CENTRO DI RACCOLTA  in Via Don Mei a Pontedera http://www.geofor.it/index.php?id=1


E' IN PROGRAMMA LA REALIZZAZIONE DI UN NUOVO CENTRO DI RACCOLTA ubicato in Viale Africa in funzione da novembre-dicembre 2020




Oltre al consueto punto di raccolta presso l’isola ecologica sono stati ubicati altri punti raccolta differenziata per gli oli alimentari esausti sul territorio comunale mappa contenitori-oli


Ritiro ingombranti

Per la raccolta degli ingombranti, rivolgersi a Geofor Spa (vedi link sottostante)

http://www.geofor.it/index.php?id=22

https://www.comune.pontedera.pi.it/centro-di-raccolta-dall8-giugno-aperto-per-dodici-ore-consecutive-dal-lunedi-al-sabato-necessaria-la-prenotazione/


Vetro

Gli imballi in vetro (bottiglie,flaconi,vasetti, etc. vuoti e privi di tappo) devono essere conferiti nelle campane verdi presenti sul territorio


Sfalci e potature


Gli sfalci e potature non devono essere conferiti con gli avanzi di cucina e mense.

per l'anno 2020 sono previste le raccolte nei giorni: 15/01, 12/02, 04/03, 25/03, 01/04, 15/04, 06/05, 20/05, 03/06, 17/06, 01/07, 15/07, 05/08, 26/08, 02/09, 09/09, 16/09, 30/09, 14/10, 04/11, 25/11, 09/12

Per ogni ritiro si possono conferire fino ad un massimo di 7 colli di sfalci e potature dal peso di 10 kg ciascuno. Il Centro e i Villaggi devono conferire gli sfalci e le potature presso il Centro di Raccolta.




Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Al momento non sono previste nuove campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani.
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

Informazioni sintetiche per una corretta raccolta differenziata

PER IL RIFIUTO ORGANICO

Sacchetti biocompostabili piccoli per la raccolta dei rifiuti di origine animale o vegetale come avanzi di cucina, frutta e verdura, pane, gusci di uova, fondi di caffè, tovaglioli usati e bustine di tè, etc. Un mastello marrone dove mettere i sacchetti pieni, ben chiusi; questo dovrà essere messo fuori dalla porta, su strada pubblica, nei giorni di raccolta, con il manico “antirandagismo” rivolto sul davanti.

PER LA CARTA

Buste di carta per la raccolta di giornali, fogli e cartoncini di ogni genere, imballaggi di cartone per alimenti e scatole di cartone che devono essere liberate da eventuali imballi di plastica, polistirolo o PVC e quindi ben schiacciate. È possibile utilizzare anche sporte in cartoncino, come quelle rilasciate dai negozi oppure scatole di cartone che fungono da contenitore. Schiacciare i rifiuti consente di ridurne il volume.

PER L’INDIFFERENZIATO

Mastello grigio per la raccolta dei rifiuti indifferenziati. Qui finiscono i rifiuti che non possono essere riciclati, come tubi per innaffiare, mozziconi di sigaretta, cassette audio/video, CD, DVD e relative custodie, posate di plastica, assorbenti igienici, pannolini e pannoloni, bastoncini per le orecchie, cosmetici, giocattoli, lettiere per animali, sacchetti per aspirapolvere, penne, etc.

PER IL MULTIMATERIALE

Sacchi di colore azzurro per la raccolta del multimateriale qui è possibile riporre bottiglie, flaconi, contenitori in plastica, imballi plastici, lattine e scatolette in alluminio, tetrapak; tutti i contenitori devono essere svuotati e schiacciati laddove possibile. Altri tipi di plastica diverse dagli imballaggi non possono essere raccolte.

Mastello di colore azzurro dove mettere i sacchetti pieni, ben chiusi; questo dovrà essere messo fuori dalla porta, su strada pubblica, nei giorni di raccolta, con il manico “antirandagismo” rivolto sul davanti.


PER INFORMAZIONI  SUL CORRETTO CONFERIMENTO DEI RIFIUTI E' POSSIBILE CONSULTARE IL "RIFIUTARIO" AL SEGUENTE LINK: http://www.geofor.it/fileadmin/SCUOLA/Rifiutario_luglio_2019.pdf


Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

Carta del SERVIZIO di ABACO SPA - Concessionario per la Gestione dei servizi di accertamento e riscossione anche coattiva di TARI e TARES per il COMUNE DI PONTEDERA: http://comunepontedera.abacospa.it/uploads/1/0/9/2/109294671/carta_dei_servizi_pontedera.pdf


Carta del SERVIZIO raccolta rifiuti di Geofor SPA- concessionario per la raccolta dei rifiuti urbani: in preparazione 


Carta del servizio spazzamento e lavaggio strade: in preparazione



Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso



Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso: http://www.geofor.it/?id=dati_differenziata




Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Notizia in aggiornamento
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

Il Tributo è composto da una quota fissa ed una variabile calcolate secondo il c.d. “metodo normalizzato” di cui al D.P.R. 158/99. Sono pertanto considerati sia la superficie che il numero dei componenti, (se si tratta di utenze domestiche), oppure la categoria tariffaria di appartenenza (se si tratta di utenze non domestiche).  La quota della tassa destinata a coprire i costi del servizio di gestione dei rifiuti è composta da una quota determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio di gestione dei rifiuti, riferite in particolare agli investimenti per le opere ed ai relativi ammortamenti, e da una quota rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, al servizio fornito e all'entità dei costi di gestione, in modo che sia assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio.

Si rimanda al Regolamento Comunale TARI per il dettaglio delle tariffe applicate e per la verifica circa eventuali possibilità di usufruire di riduzioni e/o agevolazioni sul carico tariffario.

ESEMPIO DI CALCOLO DELLA TARIFFA

1) Per un'utenza Domestica composta da due persone,  di 100mq,   il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 249,40 calcolato applicando:

Tariffa fissa: € 0,57827
Tariffa variabile: € 179,69918
Quota fissa: € 0,57827* 100 * (365/365) = € 57,82
Quota variabile: 179,69918 *(365/365) = € 179,69918
Totale imposta: € 57,827 + € 179,69918 = € 237,526

Totale: € 237,526 + 5,00% = € 249,40


2) Per un'utenza Non domestica "Bar, caffè, pasticcerie" di 100mq  il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a  2154,20 calcolato applicando:

Tariffa fissa: € 5,33763
Tariffa variabile: € 15,17864
Quota fissa: € 5,33763 * 100 * (365/365) = € 533,763
Quota variabile: € 15,17864 * 100 * (365/365) = € 1517,864
Totale imposta: € 533,763 + € 1517,864 = € 2051,627
Totale: € 2051,627 + 5,00% = € 2154,20





Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 15.209,67 t
Cluster: Poli urbani - € 38,492393
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 67,19%
Fattori di contesto del comune: € 77,959885
Economie e diseconomie di scala: € 0,070656
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 6
Impianti di trattamento meccanico biologico: 16
Discariche: 9
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 5,953 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 11,89%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 15,18%
Rifiuti smaltiti in discarica: 28,92%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Per informazioni sulle riduzioni tariffarie applicate consultare il Regolamento Tari del Comune di Pontedera. Nel regolamento stesso sono indicati i modi e i termini per presentare tutta la documentazione necessaria al fine dell’ottenimento dell’agevolazione richiesta.

Link al Regolamento: http://comunepontedera.abacospa.it/uploads/1/0/9/2/109294671/regolamento_19-02-2019.stamped.pdf.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Il Comune di Pontedera assieme all'avviso TARI, invia i modelli F24 per il pagamento, utilizzabili presso sportelli bancari, postali e più in generale presso gli intermediari abilitati; inoltre può essere utilizzato per il pagamento con Home Banking.

Per l'anno 2020 il pagamento della TARI è stato prorogato a causa dell'emergenza Coronavirus

Ad oggi il Comune non ha ancora inviato gli avvisi, che avranno, salvo ulteriori proroghe o modifiche, scadenze al 31 luglio e 2 dicembre.


Il pagamento tramite PagoPa è in fase di implementazione, ma per ora ancora non attivo.

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

Si informa che con deliberazione di C.C. n. 15 del 21/05/2020 sono state prorogate le scadenze per il pagamento della Tari.

Ad oggi le nuove scadenze sono le seguenti:

- 30/09/2020 e 31/10/2020 per il periodo gennaio-giugno;

30/11/2020 e 31/12/2020 per il periodo luglio-dicembre;

Gli avvisi non sono stati ancora inviati.
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Il concessionario emette durante l'anno due avvisi bonari di liquidazione: il primo relativo al periodo gennaio-giugno, e comprendente l’eventuale conguaglio per i periodi precedenti, entro il mese di aprile da pagarsi in due rate scadenti nel mese di aprile e nel mese di maggio; il secondo, relativo al periodo luglio-dicembre, e comprendente l’eventuale conguaglio per i periodi precedenti, entro il mese di ottobre da pagarsi inin due rate scadenti nel mese di ottobre e nel mese di novembre.

PER L'ANNO 2020 LE SCADENZE DELLE DUE RATE TARI SONO STATE PROROGATE COME INDICATO NELLA LETTERA "O".


L’utente deve provvedere al pagamento dell’avviso bonario di liquidazione, salva la facoltà dirichiederne la rettifica che, qualora accolta dal concessionario, sarà oggetto di conguaglio almomento dell’emissione del successivo avviso. In deroga al periodo precedente, il concessionariodeve provvedere alla rettifica dell’avviso bonario di liquidazione in caso di dichiarazione dicessazione del possesso, dell’occupazione o della detenzione dell’immobile.

In caso di mancato o tardivo versamento all'utente sarà notificato l’avviso di liquidazione del tributo in luogo dell’avviso bonario con spese postali a carico del contribuente con l’addebito delle relative sanzioni e dei relativi interessi così come stabilito dalla normativa nazionale e ribadito dal Regolamento TARI del Comune (“Regolamenti e Tariffe”).

Tuttavia, nel caso in cui il contribuente volesse provvedere al pagamento oltre la scadenza indicata in bolletta, ma comunque nei termini previsti per legge, è possibile usufruire dell’istituto del Ravvedimento Operoso

RAVVEDIMENTO OPEROSO:
Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento (cd. RAVVEDIMENTO OPEROSO) dell’imposta dovuta, degli interessi calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito e della sanzione in misura ridotta.

Il contribuente che abbia quindi omesso il pagamento dell'imposta o della tassa comunale entro i termini previsti dalle disposizioni vigenti, può effettuare il ravvedimento operoso, sempre che la violazione non sia stata già constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche amministrative di accertamento da parte del Servizio Tributi, per le quali l'autore o i soggetti solidalmente obbligati non ne siano venuti a conoscenza.

Ci sono quattro tipologie di ravvedimento (il "Ravvedimento Medio" è stato introdotto dalla Legge di Stabilità 2015) di cui le prime tre modificate nell'entità della sanzione dal DLgs 158/2015:

  1.  Ravvedimento Sprint: prevede la possibilità di sanare la propria situazione versando l'imposta dovuta entro 14 giorni dalla scadenza con una sanzione dello 0,1% giornaliero (in precedenza era 0,2%) del valore dell'imposta più interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale.
  2. Ravvedimento Breve: applicabile dal 15° al 30° giorno di ritardo, prevede una sanzione fissa del 1,5% (in precedenza era 3%) dell'importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale.

  3. Ravvedimento Medio: è applicabile dopo il 30° giorno di ritardo fino al 90° giorno, e prevede una sanzione fissa del 1,67% (in precedenza era 3,33% - sanzione minima ridotta ad 1/9) dell'importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale (Comma 637 Legge di Stabilità 2015).

  4. Ravvedimento Lungo: è applicabile dopo il 90° giorno di ritardo, ma comunque entro i termini di presentazione della dichiarazione relativa all'anno in cui è stata commessa la violazione. In mancanza di Dichiarazione, nei casi in cui non c'è nuova dichiarazione (*), la data di riferimento è quella della scadenza del versamento.
    Prevede una sanzione fissa del 3,75% dell'importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale.

Con la conversione in Legge del  Decreto Fiscale 2020 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24/12/2019) viene esteso ai tributi locali il ravvedimento lungo oltre l'anno dopo la scadenza, già disponibile per i tributi erariali.

Quindi oltre al normale ravvedimento operoso, adesso è possibile effettuare versamenti per imposte dopo un anno (e fino a due anni) con una sanzione pari al 4,29% (1/7 della sanzione) e dopo due anni con una sanzione del 5% (1/6 della sanzione). Il ravvedimento lungo è possibile solo se la violazione non sia stata già contestata.


Gli interessi sono da calcolarsi giorno per giorno a partire dal giorno successivo a quello in cui il versamento doveva essere eseguito, al tasso legale annuo:


dal 01/01/2014 al 31/12/2014: 1%

dal 01/01/2015 al 31/12/2015: 0,5%

dal 01/01/2016 al 31/12/2016: 0,2%

dal 01/01/2017 al 31/12/2017: 0,1%

dal 01/01/2018 al 31/12/2018: 0,3%

dal 01/01/2019 al 31/12/2019: 0,8%

dal 01/01/2020: 0,05%



  IL CONCESSIONARIO ABACO è disponibile per fornire informazioni e assistenza al riguardo (per i contatti e orari di ricevimento del concessionario vedere lettera a)





Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

La modulistica per la presentazione di istanze di rimborso, segnalazione errori, denunce di variazioni dell'utenza, è disponibile al seguente link: http://comunepontedera.abacospa.it/tari.html#moduli.

Si ricorda che, a norma del Regolamento Tari del Comune di Pontedera, i soggetti che occupano, detengono o possiedono i locali o le aree scoperte, anche se esentidalla tassa sui rifiuti, devono presentare apposita dichiarazione al concessionario:

a)entro 60 giorni dall’inizio del possesso o della detenzione dei locali o delle aree assoggettabilialla tassa;

b)entro 60 giorni dal verificarsi di variazioni sull’immobile o dalle condizioni soggettive, nonchédalla cessazione del possesso, dell’occupazione o detenzione.

La dichiarazione ha ha effetto anche per gli anni successivi, qualora gli elementi impositivi rimangano invariati, ad eccezione di agevolazioni ed esenzioni.

La decorrenza della tassa per inizio occupazione, variazione e cessazione, ha effetto dal mese successivo a quello in cui si è verificato il relativo evento.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Al momento tale possibilità non è attiva.