Trasparenza Rifiuti Ornago
Trasparenza Rifiuti Ornago

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Ornago

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Ornago

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Ornago
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, segnalazioni di disservizi, prenotazioni del servizio di ritiro su chiamata, richieste di riparazione delle attrezzature per la raccolta domiciliare, nonché recapiti e orari degli sportelli online e fisici (ove presenti).
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Per segnalazione di disservizi sulla raccolta porta a porta dei rifiuti o sullo spazzamento stradale deve contattare direttamente il gestore del servizio CEM Ambiente all'indirizzo di posta elettronica info@cemambiente.it (possibilmente allegando una fotografia), oppure il seguente numero verde, indicando tipo di disservizio, via e numero civico. Il numero verde è attivo nei seguenti orari:

 

dal lunedì al venerdì: 9.00 -12.30 / 14.30 - 17.00

sabato: 9.00 - 12.00


Per segnalare l'abbandono di rifiuti sul territorio comunaleproposte innovative o consigli al fine di migliorare il servizio di igiene urbana, può contattare direttamente l'Ufficio Ecologia ai seguenti recapiti:

Ufficio Ecologia - 2 Piano del Municipio - via Santuario 6

telefono: 039.62.86.324 oppure inviando una mail a m.mendozza@comune.ornago.mb.it


Per segnalazioni e ulteriori informazioni è possibile contattare il gestore del servizio di raccolta rifiuti CEM AMBIENTE al numero verde 800.342.266 o sul sito internet www.cemambiente.it

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

In allegato è possibile consultare il calendario della raccolta differenziata porta a porta 2022/2023.

Sono indicate, inoltre, informazioni sugli orari di apertura della piattaforma ecologia e informazioni generali sulla raccolta differenziata.


INFORMAZIONI SULLA DISTRIBUZIONE MASSIVA ANNUALE della dotazione di ecuosacco, multipack e umido:

Ogni anno avviene la distribuzione della dotazione prevista per le famiglie e le attività presenti sul territorio comunale.

Solitamente avviene:

-         PRESSO L’AUDITORIUM DEL CENTRO SOCIALE (Via C. Porta 2)

-         PER DUE SETTIMANE (dal lunedì al sabato) nel mese di FEBBRAIO o MARZO

Per il ritiro è necessario presentarsi con la Carta Regionale dei Servizi (tessera sanitaria) oppure, per le utenze NON DOMESTICHE o le abitazioni secondarie, la tessera CEM per l'accesso alla discarica.


LE INFORMAZIONI DEFINITIVE, SUL PERIODO E GLI ORARI DELLA DISTRIBUZIONE ANNUALE DEI SACCHETTI,  VERRANNO PUBBLICATE SUL SITO E SUL PANNELLO LUMINOSO (di fronte al municipio) UN MESE PRIMA DELLA CONSEGNA.

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Di seguito è possibile trovare tutte le informazioni utili per una corretta raccolta differenziata.
Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani di cui all’articolo 5 del TQRIF, liberamente scaricabile.

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Esempio utenza domestica - 1 componente
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Esempio utenza domestica - 2 componenti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Esempio utenza domestica - 3 componenti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Esempio utenza domestica - 4 componenti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Esempio utenza domestica - 5 componenti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Esempio utenza domestica - più di 5 componenti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

La tari viene calcolata su base annuale ed è così determinata:

 

Alle utenze domestiche (abitazioni e pertinenze) è applicata una tariffa composta da:

- una quota fissa calcolata moltiplicando la superficie dell’immobile (mq) per la tariffa unitaria annua (€/mq) stabilita in relazione alla composizione del nucleo familiare;

-  una quota variabile determinata come tariffa unitaria annua stabilita secondo la composizione del nucleo familiare.

 

Alle utenze non domestiche (attività) è applicata una Tariffa composta da:

una quota fissa e una quota variabile legate alla metratura dell’immobile ed alla categoria di appartenenza dell’attività svolta.


Le tariffe applicate annualmente sono disponibili consultando il sito istituzionale - delibere di consiglio 

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 2.203,68 t
Cluster: Comuni con medio-alto livello di benessere e attrazione economica localizzati nelle zone pianeggianti del nord-est - € 0,186495108
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 88,44%
Fattori di contesto del comune: € 8,240086817
Economie e diseconomie di scala: € 0,62333
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 8
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 15,077 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 46,89%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 36,4%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,76%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Regolamento TARI o regolamento per l’applicazione di una tariffa di natura corrispettiva
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza della modalità di pagamento gratuita prevista dal TQRIF.
Modello Semplificato F24
Gratuita
ATTENZIONE!! NON è POSSIBILE EFFETTUARE IL PAGAMENTO DELLA TASSA SUI RIFIUTI CON BONIFICO BANCARIO O POSTALE.    
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
16/09/2022
50,00%
2° rata
16/11/2022
50,00%
Unica
16/09/2022
100,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Il contribuente che non ha pagato il tributo dovuto (IMU o TARI) entro le scadenze stabilite, ha la possibilità di ovviare a tale ritardo utilizzando l'istituto giuridico del Ravvedimento Operoso.

Il Ravvedimento operoso consente al contribuente di pagare l'imposta dovuta con una piccola sanzione, ridotta rispetto alla sanzione stabilita dalla legge e applicata dall’Ente in fase di emissione di atti di accertamento (30% sull’importo dovuto e non versato).

A seconda del ritardo il contribuente potrà pagare sanzioni ridotte ed interessi sulla base del numero di giorni di ritardo.

Il ravvedimento operoso è disciplinato dall'Articolo 13 del D.lgs 472/97.


In caso di ravvedimento, le sanzioni e gli interessi vanno versati sommandoli all'imposta e quindi con lo stesso codice tributo.

Ci sono diverse tipologie di ravvedimento:

1.    Ravvedimento Sprint: possibilità di sanare la propria situazione versando l'imposta dovuta entro 14 giorni dalla scadenza con una sanzione dello 0,1% giornaliero del valore dell'imposta più interessi legali giornalieri.

2.    Ravvedimento Breveapplicabile dal 15° al 30° giorno di ritardo, prevede una sanzione fissa del 1,5% dell'importo da versare più interessi legali giornalieri.

3.    Ravvedimento Medio: è applicabile dopo il 30° giorno di ritardo fino al 90° giorno, e prevede una sanzione fissa del 1,67% dell'importo da versare più interessi legali giornalieri.

4.    Ravvedimento Lungo: è applicabile dopo il 90° giorno di ritardo all’anno della violazione una sanzione fissa del 3,75% dell'importo da versare più interessi legali giornalieri.


Con la conversione in Legge del Decreto Fiscale 2020 viene esteso ai tributi locali il ravvedimento oltre l'anno dopo la scadenza. Quindi adesso è possibile effettuare versamenti per imposte dopo un anno (fino a 2 anni) con una sanzione pari al 4,29% e dopo due anni con una sanzione del 5%.
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rettifica degli importi addebitati, liberamente accessibile e scaricabile, nonché le tempistiche e le modalità di rettifica degli importi non dovuti da parte del gestore.
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
I recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento, gli interventi di competenza del gestore, con indicazione di quelli che possono essere attivati direttamente dall’utente, secondo quanto previsto dall’articolo 52 del TQRIF.
Il posizionamento della gestione nell’ambito della matrice degli schemi regolatori, di cui all’Articolo 3 del TQRIF.
Gli standard generali di qualità di competenza del gestore ai sensi del TQRIF, ivi inclusi gli eventuali standard aggiuntivi o migliorativi individuati dall’Ente territorialmente competente e il grado di rispetto di tali standard, con riferimento all’anno precedente.
La tariffa media applicata alle utenze domestiche e l’articolazione dei corrispettivi applicati alle utenze domestiche e non domestiche.
Modalità e termini per l’accesso alla rateizzazione degli importi.
Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.