Trasparenza Rifiuti Cuglieri
Trasparenza Rifiuti Cuglieri

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cuglieri

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cuglieri

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Cuglieri

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti

Dal 2019  è attivo il nuovo appalto di igiene urbana che ricomprende i seguenti 10  Comuni dell'Unione del Montiferru e Alto Campidano:

Bauladu, Bonarcado, Cuglieri, Milis, Nurachi,  Santu Lussurgiu, Seneghe, Sennariolo, Tramatza, Zeddiani. 

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

Per eventuali campagne di raccolta straordinarie contattare il gestore del servizio https://www.unionemontiferrualtocampidano.it/it/

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

La liquidazione del tributo avviene d'ufficio ad opera del Comune sulla base degli elementi dichiarati o accertati.

Le tariffe sono diverse e si dividono in due categorie:

        -   utenze domestiche, ovvero tutte quelle superfici che sono predisposte ad abitazioni civili e pertinenze.

       -   utenze non domestiche, quelle appartenenti alle varie attività: industriali, professionali, artigianali e   commerciali

Le tariffe  dipendono dal costo del servizio reso e sono composte di due parti, una parte fissa e una variabile.

La parte fissa deve coprire i costi fissi, riferiti in particolare agli investimenti per le opere e dai relativi ammortamenti, la parte variabile, invece, serve a finanziare quei costi, per l’appunto variabili, come il trasporto dei rifiuti, la raccolta, il riciclo e lo smaltimento, è calcolata in relazione alla quantità di rifiuti attribuiti, al servizio fornito e all’entità dei costi di gestione (art. 3 c. 2 d.p.r. n. 158/1999).

C’è da aggiungere, poi, che alla TARI viene applicato anche l’addizionale provinciale, nella misura del 5% dell’imposta. Tale cifra sarà corrisposta alla Provincia per i servizi che svolge per la protezione, tutela e igiene ambientale (articolo 19 del Decreto Legislativo 30/12/1992, n. 504).

Le tariffe devono coprire tutti i costi afferenti al servizio di gestione dei rifiuti urbani.

In attesa di poter effettuare una misurazione dei rifiuti prodotti vengono utilizzati i coefficienti di cui al D.P.R. 158/1999 e precisamente i coefficienti Ka, Kb, Kc e Kd

UTENZE DOMESTICHE PARTE FISSA

Il coefficiente di adattamento di cui al D.P.R. 158/99 da utilizzare è il Ka

Il parametro da calcolare per ottenere la quota fissa delle utenze domestiche è il Quf   €/m2

Quota fissa unitaria (Quf): Per il calcolo del Quf si devono determinare le superfici degli immobili presenti nel Comune adattate al coefficiente Ka, quindi si dividono i costi fissi delle utenze domestiche per dette superfici e si ottiene la quota unitaria €/m2

A questo punto è possibile calcolare la parte fissa moltiplicando la superficie calpestabile  per il Quf per  il coeff. Adattamento Ka  di cui al D.P.R. 158/1999

 

UTENZE DOMESTICHE PARTE VARIABILE

il coefficiente di adattamento di cui al D.P.R. 158/1999 da utilizzare è il Kb

I parametri da calcolare per ottenere la quota variabile delle utenze domestiche sono il Kuv e il Cu

Quota unitaria (Kuv): si ottiene dal rapporto tra quantita rifiuti utenze domestiche e n. totale utenze domestiche in funzione del numero dei componenti il nucleo familiare corretta da un coeff. Proporzionale di produttività (Kb)

costo unitario €/Kg (Cu): si ottiene dal rapporto tra costi variabili utenze domestiche e la quantità dei rifiuti prodotti utenze domestiche

A questo punto è possibile calcolare la parte variabile delle utenze domestiche moltiplicando la quota unitaria (Kuv) per il costo unitario  (Cu) per il Kb

Esempio di calcolo

Famiglia di 2 persone residente in un appartamento di 100 mq,

parte fissa: mq. 100 (superficie calpestabile) * 0,32995 (quota fissa unitaria) * 0,88 (Ka) = 29,04

parte variabile:181,363 (quota unitaria Kuv) * 1,80 (Kb) * 0,289 (Costo Unitario Cu) = 94,61

Totale annuo € 29,04 (quota fissa) + € 94,61 (quota variabile) + 5% = 130,00

 


UTENZE NON DOMESTICHE PARTE FISSA

il coefficiente di adattamento di cui al D.P.R. 158/1999 da utilizzare è il Kc

Il parametro da calcolare per ottenere la quota fissa delle utenze non domestiche è il qapf (quota unitaria €/m2)

Quota unitaria (Qapf): si ottiene dal rapporto tra costi fissi attribuiti a utenze non domestiche e  la superficie totale utenze non domestiche corretta da coefficiente Kc di cui al D.P.R. 158/99

la parte fissa utenza non domestica si ottiene come prodotto della quota unitaria (€/m2) per la superficie dell'utenza (m2) per il coefficiente potenziale di produzione Kc


UTENZE NON DOMESTICHE PARTE VARIABILE

il coefficiente di adattamento di cui al D.P.R. 158/1999 da utilizzare è il Kd

Il parametro da calcolare per ottenere la quota variabile delle utenze non domestiche è il Costo Unitario CU

Costo Unitario €/Kg (CU): si ottiene dal rapporto tra i costi variabili attribuiti alle utenze non domestiche e la quantità di rifiuti prodotti.

la parte variabile utenza non domestica si ottiene come prodotto del costo unitario (€/mKg) per la superficie dell'utenza per il coefficiente di produzione Kd che tiene conto della quantità di rifiuti per tipologia

Esempio di calcolo

Consideriamo un negozio di abbigliamento di 100 m², su base annua (365 gg)

 

Parte fissa: 0,46905 (quota unitaria) * 100 mq * 0,94 (kc) = 44,09

Parte variabile: 0,26648 (Cu) * 100mq. *9,23 (Kd) = € 246,00

Totale annuo € 44,09 + € 246,00 + 5% = 305,00

 


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: t
Cluster: - €
Tariffa nazionale di base:
Raccolta differenziata: %
Fattori di contesto del comune:
Economie e diseconomie di scala:
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento:
Impianti di trattamento meccanico biologico:
Discariche:
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: %
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: %
Rifiuti smaltiti in discarica: %
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Il bollettino per il pagamento perviene da Agenzia Entrate riscossione che riscuote la TARI per conto del Comune di Cuglieri utilizzando servizio pago PA
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
30/11/2021
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
30/11/2021
25,00%
2° rata
31/01/2022
25,00%
3° rata
31/03/2022
25,00%
4° rata
31/05/2022
25,00%

Scadenze per il pagamento della Tassa rifiuti riferita all'anno 2021


Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti