Trasparenza Rifiuti Chivasso
Trasparenza Rifiuti Chivasso

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Chivasso

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Chivasso

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Chivasso

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti
Lavaggio strade


A SEGUITO DELL'EMERGENZA CORONAVIRUS, GLI ORARI SOTTO INDICATI POSSONO SUBIRE VARIAZIONI E SI RICEVE SOLO SU APPUNTAMENTO

 CONTATTARE GLI UFFICI TELEFONICAMENTE OPPURE VIA MAIL



Per informazioni in merito alla GESTIONE DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI:

Ufficio Ambiente: Dirigente Ing. Francesco LISA -  Referente: Geom. Amalia Negro

Contatti e Recapiti: Palazzo Comunale Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa, 8 - Secondo piano

Telefono: 011-9115409/405

Fax: 011-9112989

E-mail:ambiente@comune.chivasso.to.it

PEC: protocollo@pec.comune.chivasso.to.it

Orari di ricevimento:

Lunedì-Mercoledì-Giovedì-Venerdì: dalle 9.00 alle 12.00

Martedì: dalle 9.00 alle 11.00 e dalle 15.00 alle 17.00

I Tecnici ricevono esclusivamente su appuntamento


Per informazioni in merito alla TARI:


Consorzio di Bacino 16

Contatti e Recapiti: Via Cairoli, 4/A – Sportello di Chivasso

Telefono: 011-9103627

Fax: 011-9131987

E-mail:sportello.chivasso@consorziobacino16.it

Orari di ricevimento:

lunedì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 17.00

mercoledì dalle 9.00 alle 12.00

giovedì dalle 14.30 alle 17.00

venerdì dalle 9.00 alle 12.00


Per informazioni in merito alla  TARI GIORNALIERA ed alle AGEVOLAZIONI PER DISAGIO ECONOMICO-SOCIALE:

Ufficio Tributi:

Responsabile: Dott.ssa Roberta Pesca

Contatti e Recapiti: Palazzo Comunale Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa, 8 – Primo piano

Telefono: 011-9115252-254-255-243-245

Fax: 011-9112989

E-mail:tributi@comune.chivasso.to.it

PEC: protocollo@pec.comune.chivasso.to.it

Ricevimento su appuntamento per le prenotazioni contattare l'Ufficio ovvero lo Sportello Unico Polivalente (0119115370-371-377) in P.zza C.A. Dalla chiesa 4 (locali ex biblioteca) nei seguenti giorni ed orari:

lunedì - mercoledì - giovedì - venerdì dalle 9.00 alle 12.00

martedì dalle 9.00 alle 11.00 e dalle 15.00 alle 17.00

sabato dalle 9.00 alle 11.00













Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta




IN AGGIORNAMENTO

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Abitazione con 1 occupante
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Abitazione con 4 occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Categoria 24 - Bar, caffè, pasticceria
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Categoria 13 - Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta e altri beni durevoli
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Abitazione con 1 occupante
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Abitazione con 4 occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Categoria 13 - Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta e altri beni durevoli
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Categoria 24 - Bar, caffè, pasticceria
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:


Si riportano alcuni esempi pratici di calcolo della TARI.

Le tariffe applicate nei primi 4 esempi sono quelle relative alla Tari 2019 approvate con Deliberazione del Consiglio Comunale  n. 13 del 04 marzo 2019, utilizzate per liquidare l'acconto TARI anno 2020, secondo i criteri e le modalità stabilite con deliberazione del Consiglio Comunale n. 4 del 10 febbraio 2020.

 

Le tariffe applicate nei successivi esempi sono quelle relative alla Tari 2020 approvate con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 44 del 29 settembre 2020.


L’emissione relativa al SALDO avverrà in tempo utile per garantire il pagamento entro la scadenza del 2 DICEMBRE 2020.

 

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 11.705,03 t
Cluster: Poli Urbani - € 38,49239349
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 56,59%
Fattori di contesto del comune: € 53,70990172
Economie e diseconomie di scala: € 0,11564
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 2
Impianti di trattamento meccanico biologico: 10
Discariche: 14
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 10,338 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 28,57%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 21,08%
Rifiuti smaltiti in discarica: 23,08%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

TARI 2020 - Agevolazioni “COVID-19” per utenze NON domestiche

RIAPERTURA TERMINE DI CONSEGNA DELLE AUTOCERTIFICAZIONI DI CUI ALL’ART. 23 COMMI 10 E 11 DEL REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA TARI

30 GIUGNO 2021


Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 14 del 29 marzo 2021 è stata disposta la riapertura dei termini per la presentazione dell’autocertificazione o della richiesta previste per la conferma o il riconoscimento alle utenze non domestiche delle riduzioni TARI anno 2020, a seguito delle misure adottate a livello nazionale e locale per contrastare la diffusione del virus COVID-19, di cui all’art. 23 commi 9, 10 e 11 del vigente regolamento disciplinante il tributo, approvato con deliberazione Consiglio Comunale n. 41 del 28 settembre 2020, facendo coincidere la nuova scadenza con quella per la presentazione delle dichiarazioni TARI anno 2020, fissata al 30 giugno 2021 dall’art. 29 comma 6 del regolamento comunale.

Saranno oggetto di recupero le riduzioni concesse d’ufficio ad utenze non domestiche i cui titolari non provvederanno entro il termine perentorio del 30 giugno 2021 alla presentazione dell’autocertificazione di cui al comma 10 dell’art. 23 del regolamento, ovvero qualora dalla stessa risultasse il superamento delle soglie massime consentite per gli aiuti di Stato, ovvero la carenza degli altri presupposti per fruirne.


Si rammenta che, con il regolamento Comunale disciplinante la TARI a decorrere dal 1° gennaio 2020, in considerazione delle misure adottate a livello nazionale e locale per contrastare la diffusione del virus COVID-19, il Comune di Chivasso ha previsto, per le utenze non domestiche, le seguenti riduzioni TARI per l’anno 2020:

a)                  riduzione del 25%, alle utenze non domestiche sottoposte a sospensione totale o parziale dell’attività a seguito di provvedimenti nazionali o locali;

b)                  riduzione del 18 %, alle utenze non domestiche non sottoposte a sospensione dell’attività a seguito di provvedimenti nazionali o locali, ma che abbiano autonomamente deciso la momentanea sospensione della stessa.

La riduzione di cui alla lettera a) è stata applicata d’ufficio, sulla scorta dei codici ATECO dell’attività principale risultante alla Camera di Commercio alla data del 1° gennaio 2020, ovvero sulla scorta di eventuali ulteriori elementi utili noti agli uffici. Entro il termine perentorio originariamente fissato al 15 dicembre 2020, i titolari delle utenze non domestiche destinatarie di tale riduzione avrebbero dovuto presentare autocertificazione sugli appositi moduli predisposti dagli uffici per l’attestazione di tutti i requisiti per poterne usufruire, ovvero per segnalare la prosecuzione dell’attività, previa comunicazione alla Prefettura, recapitati unitamente all’avviso di pagamento od al discarico a SALDO della TARI dovuta per l’anno 2020. Entro lo stesso termine poteva essere richiesta l’applicazione della riduzione di cui alla lettera a), qualora non fosse stato possibile riconoscerla d’ufficio. 

La riduzione di cui alla lettera b) è stata applicata su richiesta documentata degli interessati  presentata entro il termine originariamente fissato al 15 dicembre 2020.

Poiché le autocertificazioni pervenute al Protocollo dell’Ente entro il suddetto termine rappresentano meno del 20% delle utenze interessate, l’Amministrazione ha ritenuto di offrire un’ultima possibilità alle utenze non domestiche alle quali è stata riconosciuta d’ufficio la riduzione in questione, per evitare il recupero della stessa.



L’autocertificazione, opportunamente compilata e sottoscritta, deve essere trasmessa, unitamente a copia del documento d’identità del dichiarante ed alla eventuale documentazione a corredo, al seguente indirizzo PEC:

protocollo@pec.comune.chivasso.to.it


In caso di impossibilità ad utilizzare la PEC può essere presentata direttamente al

SUP – Sportello Unico Polivalente

Piazza C. A. Dalla Chiesa, 4 - 10034 Chivasso • (TO)

Tel. 011/9115370 – 377

previo apposito appuntamento da concordare

perentoriamente entro e non oltre il 30 GIUGNO 2021






RICHIESTE AGEVOLAZIONI TASSA RIFIUTI


Scadenza presentazione domande 31 ottobre 2020

Novità

Agevolazioni ANCHE per nuclei famigliari con almeno 4 figli a carico e ISEE compreso tra 14.001 e 20.000 euro

Con deliberazione Consiglio Comunale n. 41 del 28 settembre 2020, immediatamente eseguibile, nelle more della definizione dei principi e dei criteri del “bonus sociale TARI” di cui all’art. 57-bis comma 2 del DL n. 124/2019 convertito in L. n. 157/2019, oltre ad essere state confermate le agevolazioni già vigenti fino al 2019, è stata prevista la possibilità di ottenere la riduzione del 10% della TARI per i nuclei famigliari con indicatore ISEE in corso di validità da 14.000,01 € a 20.000,00 € ed almeno quattro figli a carico.


Si riepilogano qui di seguito tutte le agevolazioni correlate all’ISEE applicabili alle utenze domestiche per l’anno 2020:


INTERVALLI REDDITO ISEE

% RIDUZIONE DELLA TASSA

da zero

a 8.000,00 Euro

90%

da 8.000,01 Euro

a 12.000,00 Euro

70%

da 12.000,01 Euro

a 14.000,00 Euro

40%

da 14.000,01 Euro

ed almeno quattro figli a carico

a 20.000,00 Euro

ed almeno quattro figli a carico

10%


Si evidenzia in proposito che, in base alla normativa disciplinante l’ISEE, è possibile richiedere l’ISEE CORRENTE, qualora ricorrano uno dei seguenti requisiti:

·                Variazione della situazione lavorativa (es. perdita, sospensione o riduzione del lavoro) per almeno 1 componente il nucleo famigliare;

·                Variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo famigliare, superiore al 25%, rispetto alla situazione reddituale individuata nell’ISEE ordinario.


Il modulo per richiedere le agevolazioni è scaricabile dal sito www.comune.chivasso.to.it Lo stesso, debitamente compilato, sottoscritto e corredato dai documenti ivi indicati, nonché della copia del documento di riconoscimento, dovrà essere inviato all’Ufficio Tributi, entro il termine del 31 OTTOBRE 2020, tramite:

·         servizio postale (Comune di Chivasso – Ufficio Tributi, Piazza C.A. Dalla Chiesa 8, 10034 Chivasso);

·         PEC (protocollo@pec.comune.chivasso.to.it);

·         E-mail (protocollo@comune.chivasso.to.ittributi@comune.chivasso.to.it)

·         consegna diretta allo Sportello Unico Polivalente (SUP), fissando preventivamente apposito appuntamento, chiamando il numero 011 9115370-71-72-73-74 nei seguenti giorni ed orari: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 13.00 alle 17.00, martedì dalle 13.30 alle 14.30 e giovedì dalle 13.30 alle 15.30


Modulistica disponibile dal seguente link: https://www.comune.chivasso.to.it/uploads/ckeditor/attachments/1/0/6/8/3/7/Agevolazione_Tari_settembre_2020_SALVA.pdf







AGEVOLAZIONI “COVID-19” PER UTENZE NON DOMESTICHE 

(art. 23 commi da 9 a 13)

In deroga alle misure di tutela per le utenze non domestiche previste con deliberazione dell’ARERA n. 158 del 5 maggio 2020, per il solo anno 2020, ai sensi dell’art. 1 comma 660 della Legge n. 147/2013, in considerazione delle misure adottate a livello nazionale e locale per contrastare la diffusione del virus COVID-19, per le utenze non domestiche sono previste le seguenti riduzioni, applicate sia alla parte fissa, sia alla parte variabile della TARI:

a)    alle utenze non domestiche sottoposte a sospensione totale o parziale dell’attività a seguito di provvedimenti nazionali o locali è riconosciuta la riduzione del 25%;

b)    alle utenze non domestiche non sottoposte a sospensione dell’attività a seguito di provvedimenti nazionali o locali, ma che abbiano autonomamente deciso la momentanea sospensione della stessa è riconosciuta la riduzione del 18 %;


La riduzione di cui alla lettera a) è applicata d’ufficio, sulla scorta dei codici ATECO dell’attività principale risultante alla Camera di Commercio alla data del 1 gennaio 2020, ovvero sulla scorta di eventuali ulteriori elementi utili noti agli uffici. Entro il termine perentorio del 15 DICEMBRE 2020 i titolari delle utenze non domestiche destinatari di tale riduzione, ai sensi dell’art. 61 comma 7 del DL n. 34/2020 convertito in Legge n. 77/2020, dovranno presentare autocertificazione sugli appositi moduli predisposti dagli uffici, attestante di non essere beneficiari di aiuti di stato per importi complessivamente superiori alle soglie massime consentite. Contestualmente, occorrerà presentare apposita autocertificazione attestante di non essere ricomprese tra le attività, funzionali ad assicurare le filiere di cui all’allegato 1 del DPCM 22/3/2020, ovvero agli ulteriori provvedimenti nazionali o locali con i quali è stata disposta la sospensione, che hanno continuato ad esercitare, previa apposita comunicazione alla Prefettura. Saranno oggetto di recupero le riduzioni concesse ad utenze non domestiche i cui titolari non provvederanno alla presentazione dell’autocertificazione di cui ai precedenti periodi, ovvero qualora dalla stessa risultasse il superamento delle soglie massime consentite per gli aiuti di Stato, ovvero la prosecuzione dell’attività.


La riduzione di cui alla lettera b) è applicata su richiesta documentata degli interessati da presentare entro il termine perentorio del 15 DICEMBRE 2020. Entro lo stesso termine potrà essere richiesta l’applicazione della riduzione di cui alla lettera a), qualora non sia stato possibile riconoscerla d’ufficio. Anche tali richieste dovranno essere corredate della sopra indicata autocertificazione .


Le imprese di pubblico esercizio di cui all'articolo 5  della  legge  25 agosto 1991, n. 287, titolari  di  concessioni  o  di  autorizzazioni concernenti l'utilizzazione  del  suolo  pubblico, che, ai sensi dell’art. 181 comma 1 del DL n. 34/2020 convertito in L. n. 77/2020, come modificato dall’art. 109 del DL n. 104/2020, che già usufruiscono dell’esonero della TOSAP dal 1° maggio al 31 dicembre 2020, sono altresì esonerati  dal pagamento della TARI dovuta per le occupazioni poste in essere su suolo pubblico per lo stesso periodo. Tale agevolazione è applicata d’ufficio, ferma restando la presentazione dell’autocertificazione di cui sopra.


I titolari di concessioni o autorizzazioni concernente l’utilizzazione del suolo pubblico per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, di cui al decreto legislativo 31 marzo 1998 n. 114, che, ai sensi dell’art. 181 comma 1bis del DL n. 34/2020 convertito in L. n. 77/2020, già usufruiscono dell’esonero della TOSAP dal 1° marzo al 30 aprile 2020, sono altresì esonerati  dal pagamento della TARI giornaliera dovuta per le occupazioni poste in essere su suolo pubblico per lo stesso periodo. Tale agevolazione è applicata d’ufficio, ferma restando la presentazione dell’autocertificazione di cui sopra.






Estremi degli atti di approvazione della tariffa per l’anno in corso con riferimento all’ambito o ai comuni serviti

Per il combinato disposto delle disposizioni contenute nell’art. 138 del D.L. n. 34/2020 e nell’art. 107 comma 2 del DL n. 18/2020 convertito in Legge n. 27/2020, il regolamento e le tariffe della TARI per l’anno 2020 dovranno essere approvati entro il 31 luglio 2020, salvo eventuali ulteriori differimenti. Si provvederà alla loro tempestiva pubblicazione.

Ai sensi delle disposizioni contenute nell'art. 15bis del D.L. 30 aprile 2019 n. 34 convertito con modificazioni dalla Legge 28 giugno 2019 n. 58, concernenti l’efficacia delle deliberazioni regolamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie degli enti locali, l'acconto TARI per l'anno 2020 è stato liquidato applicando le tariffe ed il regolamento TARI vigenti nell'anno 2019  

Regolamento TARI o regolamento per l’applicazione di una tariffa di natura corrispettiva

Per il combinato disposto delle disposizioni contenute nell’art. 138 del D.L. n. 34/2020 e nell’art. 107 comma 2 del DL n. 18/2020 convertito in Legge n. 27/2020, il regolamento e le tariffe della TARI per l’anno 2020 dovranno essere approvati entro il 31 luglio 2020, salvo eventuali ulteriori differimenti. Si provvederà alla loro tempestiva pubblicazione.

Ai sensi delle disposizioni contenute nell'art. 15bis del D.L. 30 aprile 2019 n. 34 convertito con modificazioni dalla Legge 28 giugno 2019 n. 58, concernenti l’efficacia delle deliberazioni regolamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie degli enti locali, l'acconto TARI per l'anno 2020 è stato liquidato applicando le tariffe ed il regolamento TARI vigenti nell'anno 2019  

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita

TARI:

Il Consorzio di Bacino 16, assieme all’avviso TARI, invia i modelli F24 per il pagamento, utilizzabili presso sportelli bancari, postali e più in generale presso gli intermediari abilitati.


TARI GIORNALIERA:

 Il Comune di Chivasso invia lettere contenenti la quantificazione della Tari Giornaliera con le occupazioni poste in essere nel corso dell’anno con versamento su C/C POSTALE.

Il pagamento tramite PagoPa è in fase di implementazione, ma per ora ancora non attivo.

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
ACCONTO UNICA SOLUZIONE UTENZE DOMESTICHE
31/05/2020
75%
ACCONTO 1° RATA UTENZE DOMESTICHE
30/04/2020
25,00%
ACCONTO 2° RATA UTENZE DOMESTICHE
31/05/2020
25,00%
ACCONTO 1° RATA UTENZE NON DOMESTICHE
31/07/2020
25,00%
ACCONTO 2° RATA UTENZE NON DOMESTICHE
31/07/2020
25,00%
ACCONTO 3° RATA UTENZE DOMESTICHE
30/09/2020
25,00%
ACCONTO 3° RATA UTENZE NON DOMESTICHE
30/09/2020
25,00%
SALDO
02/12/2020
100%

Con Deliberazione Consiglio Comunale n. 4 del 10 febbraio 2020 sono state stabiliti i seguenti criteri, modalità e scadenze di pagamento per l'anno 2020:


ACCONTO (parametrato in proporzione alle tariffe ed alle disposizioni regolamentari TARI 2019, nella misura del 75% dell’importo complessivamente dovuto su base annua, tenendo conto della variazioni nel frattempo dichiarate o comunicate al Consorzio di Bacino 16)

Tre rate di pari importo, aventi le seguenti scadenze: 31 MARZO 2020, 31 MAGGIO 2020, 30 SETTEMBRE 2020, con facoltà per il contribuente di effettuare il pagamento dell’acconto in unica soluzione entro la scadenza della seconda rata (31 MAGGIO 2020).


SALDO: da versare entro il 2 DICEMBRE 2020, sulla base delle tariffe e delle disposizioni regolamentari che verranno adottati entro il termine di legge, a saldo della tassa dovuta per l'intero anno e con applicazione del conguaglio sull’importo già addebitato a titolo di acconto


PERTANTO NON E' PREVISTA LA POSSIBILITA' DI EFFETTUARE IL PAGAMENTO DELLA TARI ANNUALE IN UNICA SOLUZIONE

 

A seguito dell'emergenza COVID-19, la scadenza della prima (per utenze domestiche e non domestiche) e della seconda rata (per utenze non domestiche) sono state sospese come qui di seguito indicato:

 

UTENZE DOMESTICHE (Deliberazione Giunta Comunale n. 49 del 12 marzo 2020): la prima rata avente scadenza il 31 marzo 2020 è stata sospesa sino al 30 APRILE 2020


UTENZE NON DOMESTICHE (Deliberazione Giunta Comunale n. 43 del 5 marzo 2020):

 la prima e la seconda rata aventi scadenza il 31 marzo ed il 31 maggio sono state sospese sino al 31 LUGLIO 2020


L’art. 28 comma 8 del nuovo regolamento, oltre a richiamare per l’anno 2020 le scadenze e le modalità di pagamento già stabilite con deliberazione del Consiglio Comunale n. 4 del 10 febbraio 2020 e delle successive deliberazioni di Giunta Comunale n. 43 del 5 marzo 2020 e n. 49 del 12 marzo 2020, che, a seguito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, hanno disposto la sospensione del pagamento della prima rata delle utenze domestiche e delle prime due rate delle utenze non domestiche, ha previsto la facoltà del contribuente di versare il tributo dovuto per l’acconto in unica soluzione entro la scadenza del saldo (2 DICEMBRE 2020).

Pertanto, coloro che non avessero ancora provveduto ad effettuare il pagamento delle tre rate dell’acconto TARI 2020, potranno provvedervi, senza applicazione di sanzioni ed interessi, ENTRO IL 2 DICEMBRE 2020, contestualmente al pagamento del saldo che verrà inviato dal Consorzio di Bacino 16, nel mese di novembre p.v.


Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto


SANZIONI ED INTERESSI APPLICABILI IN CASO DI OMESSO, TARDIVO O INSUFFICIENTE VERSAMENTO DEI TRIBUTI COMUNALI

L’articolo 13, comma 1, del d.lgs. n. 471 del 1997 dispone che:

  • Il mancato o insufficiente versamento in acconto o saldo, entro le scadenze ordinarie, è punito con una sanzione amministrativa del 30% per ogni importo non versato;
  • Per i versamenti effettuati con un ritardo non superiore a 90 giorni, la sanzione del 30% è ridotta alla metà, ossia diventa pari al 15%;
  • Per i versamenti effettuati con un ritardo non superiore a 15 giorni, la sanzione del 15% è ulteriormente ridotta a un importo pari a 1/15 per ciascun giorno di ritardo.

Sono altresì dovuti gli interessi calcolati al tasso legale (attualmente pari allo 0,05% annui) calcolati dal giorno dell'omissione al giorno di effettuazione del pagamento ovvero dell'emissione dell'avviso di accertamento.



RAVVEDIMENTO OPEROSO DELL’ OMESSO, TARDIVO O INSUFFICIENTE VERSAMENTO DEI TRIBUTI COMUNALI

A seguito delle modifiche apportate all’art. 13 del D.Lgs. 472/1997 e s.m.i. dall’art. 10bis del DL n. 124/2019 convertito con modificazioni in L. n. 157/2019, sono stati notevolmente ampliati i termini entro i quali il contribuente può regolarizzare l’omesso od il parziale pagamento di tributi comunali (IMU, TASI, TARI, TOSAP, Imposta sulla Pubblicità).


Se il versamento dei tributi comunali avviene in modo spontaneo prima della notifica di avvisi di accertamento, ovvero di richieste di informazioni o di esibizione di documenti, il contribuente ha diritto ad usufruire di sensibili riduzioni rispetto alla sanzione prevista dalla Legge. 


Gli eventuali ritardi di pagamento rispetto alla scadenza ordinaria o differita sono sanabili attraverso l’istituto del“ravvedimento operoso”.


Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile


A SEGUITO DELL'EMERGENZA CORONAVIRUS, GLI ORARI SOTTO INDICATI POSSONO SUBIRE VARIAZIONI E SI RICEVE SOLO SU APPUNTAMENTO

 CONTATTARE GLI UFFICI TELEFONICAMENTE OPPURE VIA MAIL

 

Per informazioni in merito alla TARI:

Consorzio di Bacino 16

Contatti e Recapiti: Via Cairoli, 4/A – Sportello di Chivasso

Telefono: 011-9103627

Fax: 011-9131987

E-mail:sportello.chivasso@consorziobacino16.it

Orari di ricevimento:

lunedì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 17.00

mercoledì dalle 9.00 alle 12.00

giovedì dalle 14.30 alle 17.00

venerdì dalle 9.00 alle 12.00

Per informazioni in merito alla  TARI GIORNALIERA ed alle AGEVOLAZIONI PER DISAGIO ECONOMICO-SOCIALE:

Ufficio Tributi:

Responsabile: Dott.ssa Roberta Pesca

Contatti e Recapiti: Palazzo Comunale Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa, 8 – Primo piano

Telefono: 011-9115252-254-255-243-245

Fax: 011-9112989

E-mail:tributi@comune.chivasso.to.it

PEC: protocollo@pec.comune.chivasso.to.it

Ricevimento su appuntamento per le prenotazioni contattare l'Ufficio ovvero lo Sportello Unico Polivalente (0119115370-371-377) in P.zza C.A. Dalla chiesa 4 (locali ex biblioteca) nei seguenti giorni ed orari:

lunedì - mercoledì - giovedì - venerdì dalle 9.00 alle 12.00

martedì dalle 9.00 alle 11.00 e dalle 15.00 alle 17.00

sabato dalle 9.00 alle 11.00



 


 

 



 

 

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
A decorrere dalla prossima emissione massiva gli utenti potranno richiedere la trasmissione dei
documenti di riscossione in formato elettronico. Le informazioni saranno inserite sugli avvisi di
pagamento. Sin da subito gli utenti interessati potranno ricevere alla casella mail o PEC indicata i
documenti di riscossione, facendo richiesta ai contatti indicati al punto 3.1b