Trasparenza Rifiuti Adria

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Adria

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Adria

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade

Per informazioni in merito alla TARIFFAZIONE TARI potete rivolgervi all’Ufficio Tari

Corso Vittorio Emanuele II°, 49 nei seguenti orari:

lunedì e martedì dalle 09:00 alle 12:00  e dalle 15,00 alle 17,00

mercoledì, giovedì e venerdì dalle 09,00 alle 12,00

Telefono: 0426/901720 - 941208

e-mail: tariadria@as2srl.it


Per altre infoprmazioni relative alla TARI potete rivolgervi all'Ufficio Tributi

Corso Vittorio Emanuele II°°, 49 - 45011 Adria (RO) nei seguenti orari:

lunedì e mercoledì dalle 8,30 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 17,00

martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 8,30 alle 13,00

Tel: 0426/941237 - 941253

e-mail: ufftributi@comune.adria.ro.it


Si ricorda che a tutt'oggi, a seguito dell'emergenza COVID - 19 l'Ente riceve solo su appuntamento

PERTANTO CONTATTARE GLI UFFICI TELEFONICAMENTE OPPURE VIA MAIL

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti


Presso il Comune di Adria è presente l'Ufficio TARI al seguente indirizzo:

Corso Vittorio Emanuele II°, 49 nei seguenti orari:

lunedì e martedì dalle 09:00 alle 12:00  e dalle 15,00 alle 17,00

mercoledì, giovedì e venerdì dalle 09,00 alle 12,00

Telefono: 0426/901720 - 941208

e-mail: tariadria@as2srl.it



Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

 MODALITÀ DI SEGNALAZIONE DISSERVIZI

I disservizi della “raccolta porta a porta” devono essere segnalati dopo le ore 18:00 del giorno previsto per il servizio.

I disservizi saranno recuperati entro le 24h successive dalla presa in carico della segnalazione da parte dei nostri operatori, per permettere un celere servizio chiediamo che la frazione soggetta a disservizio venga lasciata esposta.

I disservizi possono essere segnalati tramite numero verde 800 186622 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 ed il sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00) oppure tramite mail all'indirizzo info@ecoambienterovigo.it.

Per segnalare disservizi in merito ai centri di raccolta potete inviare una mail all’indirizzo  info@ecoambienterovigo.it.

Precisiamo che l’unica modalità di segnalazione del disservizio è rivolgendosi direttamente a Ecoambiente mediante i canali sopra proposti.


E' disponibile inoltre la nuova APP di Ecombiente - è possibile scaricarla gratuitamente per smartphone e tablet con sistemi operativi Android, iOS e Windows dai relativi store


http://www.ecoambienterovigo.it/app


Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
In allega il calendario di raccolta e i relativi orari suddiviso per le zone del Comune di Adria
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

Servizio non soggetto a programmazione.

In correlazione al servizio non sono stati istituiti specifici divieti relativi alla viabilità e di sosta.

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
ECOCENTRO
L’Ecocentro è uno spazio dedicato alla raccolta di alcuni rifi uti che, per dimensioni o tipologia, non possono essere conferiti al servizio di raccolta “porta a porta” o stradale.
In allegato la modalità di raccolta ed il corretto conferimento estrapolato dal calendario di Ecoambiente 2020.
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

La Carta dei Servizi

La Carta dei servizi per la gestione dei rifiuti urbani ed assimilati è il documento attraverso il quale il gestore ECOAMBIENTE Srl, in qualità di erogatore di pubblico servizio, indica i principi fondamentali e gli standard di qualità del servizio e dichiara agli utenti gli impegni che assume per garantire il miglioramento della qualità del servizio, sulla base di quanto definito dai Comuni e dagli Enti di regolazione del servizio.

La Carta dei servizi in particolare:
- individua i principi fondamentali cui deve attenersi il gestore nella gestione del servizio rifiuti urbani;
- individua standard di qualità del servizio che il gestore si impegna a rispettare nel condurre le proprie attività;
- definisce il rapporto tra il gestore e gli utenti per quanto riguarda i diritti di partecipazione ed informazione di questi ultimi;
- definisce le procedure di reclamo attivabili da parte degli utenti stessi.


Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
2 componenti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
4 componenti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Alberghi con ristorante
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Banche, Istituti di credito, studi professionali
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Negozi Abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramnta, e altri beni durevoli
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Bar, caffè, pasticceria
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al tagkio
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

MODALITA’ DI CALCOLO TARI UTENZE DOMESTICHE:

Quota Fissa:

(Mq X TARIFFA FISSA AL MQ) X (giorni calcolati nel presente avviso).

Quota Variabile:

(TARIFFA VARIABILE/365) X giorni calcolati nel presente avviso.

Sul totale imponibile così ottenuto (QF+QV), viene calcolato il 5% a titolo di Tributo Provinciale (TEFA) in favore della Provincia di Rovigo.

MODALITA’ DI CALCOLO TARI UTENZE NON DOMESTICHE:

Quota Fissa:

(Mq X TARIFFA FISSA AL MQ) X (giorni calcolati nel presente avviso/365).

Quota Variabile:

(Mq X TARIFFA VARIABILE AL MQ) X (giorni calcolati nel presente avviso/365).

Sul totale imponibile così ottenuto (QF+QV), viene calcolato il 5% a titolo di Tributo Provinciale (TEFA) in favore della Provincia di Rovigo.

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 9.739,22 t
Cluster: Poli urbani - € 38,492393
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 70,78%
Fattori di contesto del comune: € 85,335449
Economie e diseconomie di scala: € 0,131674
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 3
Impianti di trattamento meccanico biologico: 6
Discariche: 10
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 35,674 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 14,42%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 54,82%
Rifiuti smaltiti in discarica: 12,43%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

STRALCIO DAL REGOLAMENTO TARI:

Articolo 24/bis

Riduzione utenze non domestiche Cat. 24 e Cat 14 (solo tabaccherie), per interventi contro la ludopatia”

 

1.Ai pubblici esercizi, appartenenti alla categoria 24 (bar, caffè, pasticceria) ed alle attività commerciali appartenenti alla categoria 14, limitatamente agli esercizi di tabaccherie, che dichiarino al Comune di non aver installato, di non installare o di aver disinstallato gli apparecchi di video poker, slot machine, videolottery o altri apparecchi con vincita in denaro, viene erogato un contributo pari al 10% della tassa annuale.

2. L’agevolazione di cui al precedente comma opera nei confronti delle utenze che risultano regolari nel pagamento della tariffa rifiuti, dei tributi comunali e delle sanzioni amministrative.

3. L’agevolazione è concessa annualmente dietro presentazione di una dichiarazione della sussistenza dei requisiti di cui sopra, da presentare al Comune entro il 31 dicembre a pena di decadenza su appositi modelli predisposti dall’Amministrazione Comunale.

4. L’agevolazione si applica dalla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione se debitamente dichiarate entro la suddetta data, mediante autocertificazione che sarà verificata dai competenti uffici.

5. La richiesta di cui sopra ha validità anche per gli anni successivi e fino a quando permangono le condizioni suddette, al venir meno delle quali il beneficiario è tenuto a comunicare tale variazione.”


Articolo 27

AGEVOLAZIONI DI CARATTERE SOCIALE

 

1. Il Comune può prevedere uno stanziamento, in sede di approvazione di bilancio, di un fondo da destinare a categorie di cittadini in situazioni disagiate condizioni economiche. La definizione del fondo, delle categorie da agevolare e le procedure per accedere alle suddette agevolazioni sono stabilite con apposita deliberazione del Consiglio Comunale.

2. Le agevolazioni di cui al comma precedente sono iscritte in bilancio come autorizzazioni di spesa la cuicopertura finanziaria è assicurata mediante il ricorso a risorse derivanti dalla fiscalità generale del Comune diverse dai proventi TARI;

3. Il Comune può sostituirsi all’utenza nel pagamento totale o parziale della TARI nei seguenti casi:

a) utenze domestiche attive costituite da persone assistite economicamente dal Comune. L'esenzione totale viene applicata a partire dall'anno successivo all'inclusione del soggetto passivo negli elenchi delle persone assistite dal Comune in via ordinaria o straordinaria continuativa

b) utenze a favore delle quali il Comune ritenga di avvalersi, con l’adozione di apposita deliberazione consiliare, della facoltà di prevedere agevolazioni sotto forma di riduzioni parziali o totali.

4. Si applicano il secondo e il quarto comma dell’articolo 23.


Altre riduzioni, previste dalla normativa, sono state recepite nel Regolamento TARI, in particolare da al Titolo IV (Riduzioni ed agevolazioni), articoli 23/29.


In allegato l'ultima Delibera di Consiglio Comunale vigente con la quale sono state stabilte le agevolaizoni TARI per l'anno 2019


A tutt'oggi non sono state stabilite agevolazioni di carattere sociale per l'anno 2020.



Sono in fase di verifica le misure da adottare a beneficio degli utenti Tari per il riconoscimento delle riduzioni tariffarie a seguito emergenza Covid-19.


(pagina in aggiornamento)




Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
E' possibile il pagamento del Mod. F24 attraverso Home banking
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
16/05/2020
40,00%
2° rata
16/07/2020
30,00%
3° rata
02/12/2020
30,00%

Le scadenze di pagamento della TARI per l'anno 2020 disposte con Deliberazione della Giounta Comunale n. 19 del 12.02.2020 (vedi allegato), sono le seguenti:

-       1° rata in acconto: scadenza 16/04/2020 pari al 40% dell’importo annuo dovuto nel 2019;

-       2° rata in acconto: scadenza 16/07/2020 pari al 30% dell’importo annuo dovuto nel 2019;

-       3° rata a saldo conguaglio: scadenza 02/12/2020 a saldo conguaglio sulla base delle tariffe stabilite per l’anno 2020.


     

Con Deliberazione n. 36 del 25.03.2020 la Giunta Comunale ha disposto il differimento della scadenza dell 1^ rata TARI 2020 al 16.05.2020 (vedi allegato).

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

IN CASO DI OMESSO PAGAMENTO DEL DOVUTO TARI - Stralcio dal Regolamento TARI

Articolo 36

RISCOSSIONE ORDINARIA E COATTIVA

 

1. Il Comune riscuote la tassa sui rifiuti dovuta in base alle dichiarazioni inviando ai contribuenti, anche per posta semplice, inviti di pagamento che specificano per ogni utenza le somme dovute per tassa comunale e tributo provinciale e suddividendo l’ammontare complessivo nelle rate stabilite ai sensi del precedente articolo 29.

            2. Al contribuente che non versi alle prescritte scadenze le somme indicate nell’invito di pagamento è notificato, anche a mezzo raccomandata A.R., ed a pena di decadenza entro il 31 dicembre del quinto anno successivo all’anno per il quale la tassa è dovuta, un avviso di accertamento per omesso o insufficiente pagamento.

Ai sensi del comma 792 dell’articolo 1 della Legge 160/2019 l’avviso indica:

- le somme interamente dovute entro il termine di presentazione del ricorso, con l’addebito delle spese di notifica;

- l’avvertenza che, in caso di inadempimento, trova applicazione la sanzione per omesso pagamento di cui all’articolo 13 del D.Lgs. 471/1997;

- l’intimazione ad adempiere l’obbligo sotto pena degli atti esecutivi ai sensi del titolo II del DPR 602/73, con successivo aggravio delle spese di riscossione coattiva.

        3.  L’avviso di accertamento può essere preceduto da apposito atto di sollecito di pagamento con data certa, il cui inadempimento comporta l’irrogazione della medesima sanzione prevista per l’omesso versamento direttamente nell’avviso di accertamento di cui al comma 2    

 

 

Il nuovo accertamento esecutivo è disciplianto dalla legge 160/2019 all'articolo 1 commi 784 - 815.

All'accertamento esecutivo sarà allegato un Mod. F24 per il pagamento, entro 60 giorni, della somma richiesta.

 

Nel rispetto della legge 27 luglio 2000 n. 212 (Statuto del contribuente) si informa che per qualsiasi informazione si potrà contattare l'Ufficio Tributi negli orari di apertura al pubblico negli orari di apertura al pubblico già segnalati nella sezione 3.1.b del presente portale

Allo stesso Ufficio è possibile inviare documentazioni a riscontro di eventuali contestazioni che, pur non interrompendo i termini e gli adempimenti per il ricorso in Commissione Tributaria, permetteranno, se accettate, il riesame in autotutela della posizione, con eventuale successivo annullamento o rettifica.



sanzioni:


In caso di omesso o insufficiente pagamento si applica la sanzione del 30% dell'imposta dovuta, ovvero della differenza dell'imposta dovuta.

In caso di omessa presentazione della dichiarazione originaria o di variazione si applica la sanzione del 100%

In caso di infedele o incompleta dichiarazione si applica la sanzione del 50%


interessi:

 sono calcolati giorno per giorno a decorrere dal giorno successivo alla scadenza legale applicando i tassi annuali, calcolati nella seguente misura:
2.50% dal 01/01/2015 al 31/12/2015
2.20% dal 01/01/2016 al 31/12/2016
2,10% dal 01/01/2017 al 31/12/2017
2,30% dal 01/01/2018 al 31/12/2018
2,80% dal 01/01/2019 al 31/12/2019
2.05% dal 01/01/2020

RICORSO

 Avverso l'atto sarà ammesso ricorso, ai sensi del D.Lgs. 546 del 31/12/1992 e successive modificazioni, alla Commissione Tributaria Provinciale di Rovigo entro 60 giorni dalla sua notifica. Il ricorso è proposto mediante notifica a questo Ente a norma degli artt.137 e seguenti del C.P.C., oppure mediante spedizione di raccomandata con avviso di ricevimento a mezzo plico senza busta (il ricorso va piegato con lo scritto all’interno, spillato e all’esterno va indicato: al Comune di Porto Tolle, P.zza Ciceruacchio, 9 – 45018 Porto Tolle (Ro), ovvero mediante consegna diretta a mano, presso l’ufficio protocollo. Ai sensi dell’art. 17 bis del D.lgs. 546/1992, così come modificato dall’art. 9 del D.Lgvo 24/9/2015 n.156, per le controversie di valore non superiore a € 50.000, il ricorso produce anche gli effetti di un reclamo e può contenere una proposta di mediazione con rideterminazione dell’ammontare della pretesa. Il limite di € 50.000 non tiene conto di eventuali sanzioni e interessi ma solo del debito di imposta. Il ricorso non è procedibile fino alla scadenza del termine di novanta giorni dalla data di notifica, previsto dal comma 2 dell’art 17bis del D.Lgs 546/92. Pertanto, il ricorrente, se il reclamo/mediazione si conclude negativamente, dovrà costituirsi in giudizio mediante deposito di copia conforme del ricorso presso la Commissione Tributaria Provinciale, secondo le modalità di cui all’art. 22 co. 1 del D.Lgs. 546/92 entro 30 giorni decorrenti dal novantesimo giorno successivo alla notifica del ricorso.
Nelle ipotesi per le quali non è applicabile l’istituto del reclamo, il ricorrente dovrà costituirsi in giudizio entro 30 giorni dalla notifica del ricorso al Comune.
Per le controversie di valore fino a € 3.000 le parti possono stare in giudizio senza assistenza tecnica (art. 12 D.Lgs.546/92).

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Per ulteriori informazioni rivolgersi all'Ufficio TARI o all'Ufficio Tributi i cui recapiti sono segnalati alla sezione 3.1.b della presente piattaforma.
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Al momento il servizio non è attivabile in forma massiva


Il contribuente che intende ricevere in formato elettronico i documenti, può farne richiesta agli indirizzi indicati nella sezione dei Recapiti 3.1.B