Trasparenza Rifiuti Cardito

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cardito

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cardito

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti
Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Le comunicazione/reclami avvengono da parte dei cittadini agli indirizzi di posta elettronica e di pec, disponibili sul sito istituzionale dell’Ente e presso gli uffici preposti.

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
UMIDO - Sacchetto bianco biodegradabile
martedì:
Esporre dalle ore 21 - 24
giovedì:
Esporre dalle ore 21 - 24
domenica:
Esporre dalle ore 21 - 24
PLASTICA, ALLUMINIO, BANDA STAGNATA - Sacchetto giallo
giovedì:
Esporre dalle ore 21 - 24
domenica:
Esporre dalle ore 21 - 24
RSU - Indifferenziato
lunedì:
Esporre dalle ore 21 - 24
mercoledì:
Esporre dalle ore 21 - 24
venerdì:
Esporre dalle ore 21 - 24
CARTA E CARTONE - Sacchetto Grigio
lunedì:
Esporre dalle ore 21 - 24
VETRO
martedì:
Esporre dalle ore 21 - 24
CARTONE - Commerciale
lunedì:
Esporre dalle ore 21 - 24
mercoledì:
Esporre dalle ore 21 - 24
venerdì:
Esporre dalle ore 21 - 24

INGOMBRANTI, LEGNO E RAEE

Lo smaltimento degli Ingombranti, Legno e Raee potrà essere effettuato a domicilio in modo gratuito. Per la prenotazione chiamare al numero verde: 800.609.601

dal Lunedì al Venerdì dalle ore 09.30 alle ore 12.30


PILE ESAUSTE

Da conferire negli appositi contenitori collocati in tutte le tabaccherie 


FARMACI SCADUTI

Da conferire negli appositi contenitori collocati in tutte le farmacie


INDUMENTI USATI


Per prenotare il ritiro chiamare al numero verde: 800.609.601


TONER E CARTUCCE

Da conferire negli appositi contenitori collocati negli uffici Comunali e nelle scuole


SFALCI E POTATURE

Possono essere conferite nell'umido solo se in piccole quantità. In caso contrario rivolgersi al comune


OLI ESAUSTI 

Da conferire negli appositi contenitori stradali, presenti nel territorio


SACCHETTI DI RACCOLTA 

Saranno forniti gratuitamente dal distributore automatico posto presso:

UFFICIO ANAGRAFE - PALAZZO Mastrilli:

dal Lunedì al Venerdì dalle 9 alle 12, il Martedì ed il Giovedì anche nel pomeriggio dalle 16.00 alle 18.00

P.zza San Biagio - Carditello (Casa Comunale):

dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9 alle 12, il Martedì ed il Giovedì anche al pomeriggio dalle 16 alle 18 




Presso gli uffici preposti il cittadino potrà ritirare se non già recapitato presso il domicilio, la locandina con il calendario, appositamente progettata per un uso semplice e di facile consultazione


Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Campagne di raccolta rifiuti
  • Scuole - Anno 2019/2020 : anno 2019/2020, presso ogni Istituto Scolastico, di ogni ordine e grado sul territorio comunale è stata fatta la campagna di sensibilizzazione per la raccolta differenziata dei rifiuti e sono state dotate le scuole di contenitori nuovi per la raccolta differenziata sia per gli interni, aule, corridoi, sia per gli esterni.
  • Parco Pubblico Taglia - Anno 2019: presso il Parco Pubblico Taglia, sono state organizzate giornate di sensibilizzazione della raccolta differenziata dei rifiuti, in collaborazione con le agenzie scolastiche e la Protezione Civile.

Campagne straordinarie di comunicazioni vengono effettuate presso gli istituti scolastici alla platea 4/14 anni

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

Il Centro di Raccolta presso Via Donadio sarà aperto nell'anno 2021 



Il Comune ha predisposto un apposito manualetto denominato “Rifiutolario”, rinvenibile in forma cartacea presso il Servizio Ecologia sito in Cardito Piazza Garibaldi Palazzo Mastrilli – PT o all’indirizzo web.

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Tutti i giorni:
Dalle ore alle ore

Lo spazzamento stradale di tipo manuale o con (aspiratore con omino) Macchina Glutton, viene effettuato giornalmente dagli operatori comunali su tutto il territorio;

Lo spazzamento meccanico viene effettuato sulle tangenti principali e Piazze, tre giorni/settimana;

Il lavaggio stradale viene effettuato a secondo della stagione.

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
UTENZA DOMESTICA 1 OCCUPANTE - TARIFFA 2019
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
UTENZA NON DOMESTICA CAT. 13 - TARIFFA 2019
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Che cosa è la TARI

La tassa sui rifiuti (Tari) è stata introdotta, a decorrere dal 1° gennaio 2014, per la copertura integrale dei costi relativi al servizio di igiene urbana. (Iuc).

La Tari ha sostituito la "vecchia" tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (Tarsu) e si differenzia da quest'ultima per diversi aspetti tra i quali quelli di maggiore rilevanza sono:

-          per le abitazioni la tassa si calcolo non più soltanto con riferimento ai metri quadrati bensì anche considerando il numero degli occupanti;

-          la tassa non è più dovuta in ragione del bimestre solare bensì è calcolata a giorni.

 

Su cosa si paga la TARI 

La Tari si applica al possesso, all'occupazione o alla detenzione, a qualsiasi titolo, di locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, anche se di fatto non utilizzati, suscettibili di produrre rifiuti urbani o assimilati.

Si intendono per:

a)       locali, le strutture anche non stabilmente infisse al suolo chiuse su almeno tre lati verso l'esterno, anche se non conformi alle disposizioni urbanistico-edilizie;

b)      aree scoperte, sia le superfici prive di edifici o di strutture edilizie, sia gli spazi circoscritti che non costituiscono locale, come tettoie, balconi, terrazze, campeggi, dancing e cinema all'aperto, parcheggi;

c)       utenze domestiche, le superfici adibite a civile abitazione e le relative pertinenze;

d)      utenze non domestiche, le restanti superfici, tra cui le comunità, le attività commerciali, artigianali, industriali, professionali e le attività produttive in genere. Le utenze domestiche si considerano potenzialmente suscettibili di produrre rifiuti se dotate di arredamento o se risultano fornite di energia elettrica ovvero di altri servizi pubblici. Le utenze non domestiche si considerano potenzialmente suscettibili di produrre rifiuti se dotate di arredamenti o di impianti o di attrezzature o quando risulta rilasciata licenza o autorizzazione per l'esercizio di attività nei locali ed aree medesimi o se risultano fornite di energia elettrica ovvero di altri servizi pubblici.

Sono escluse dall'applicazione della tassa le aree scoperte, non operative, pertinenziali o accessorie a locali tassabili nonché le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 del codice civile che non sono detenute od occupate in via esclusiva. Sono altresì esclusi dall'applicazione della tassa i locali e le aree scoperte che per loro natura, per l'uso cui sono destinati ovvero per le obiettive e temporanee condizioni di non utilizzabilità non sono suscettibili di produrre rifiuti. Rientrano nel periodo precedente:

 

Utenze domestiche

-      solai e sottotetti non collegati da scale, fisse o retrattili, da ascensori o montacarichi;

-      centrali termiche e locali riservati ad impianti tecnologici, quali cabine elettriche, vano ascensore e quei locali dove non è compatibile la presenza di persone o operatori;

locali, escluso le pertinenze, privi di tutte le utenze attive di servizi di rete (gas,

-      acqua, energia elettrica, ecc.) e non arredati;

-      locali in oggettive condizioni di non utilizzo in quanto inabitabili, purché di fatto non utilizzati, o oggetto di lavori di ristrutturazione, restauro o risanamento conservativo in seguito al rilascio di licenze, permessi, concessioni od autorizzazioni, limitatamente al periodo di validità del provvedimento e, comunque, non oltre la data riportata nella certificazione di fine lavori;

-      superfici coperte di altezza inferiore a 150 centimetri.

Utenze non domestiche

-      centrali termiche e locali riservati ad impianti tecnologici quali cabine elettriche, silos e simili, dove non è compatibile o non si abbia di regola la presenza umana;

-      locali privi di tutte le utenze attive di servizi di rete (gas, acqua, energia elettrica, ecc.), non arredati e in relazione ai quali non risultano rilasciati atti assentiti o autorizzativi per l’esercizio di attività;

-      locali destinati esclusivamente all'esercizio del culto, con esclusione delle pertinenze;

-      aree scoperte destinate all'esercizio dell’agricoltura, silvicoltura, allevamento e le serre a terra;

-      superfici destinate esclusivamente all'esercizio di attività sportiva, quali campi da gioco o vasche delle piscine, con esclusione delle superfici destinate ad usi diversi, quali spogliatoi, servizi igienici, uffici, biglietterie, bar, ristoranti, spalti, ecc, che restano invece soggette al tributo;

-      aree adibite in via esclusiva al transito dei veicoli destinate all'accesso alla pubblica via ed al movimento veicolare interno;

-      aree impraticabili o intercluse da recinzione;

-      aree in abbandono o di cui si possa dimostrare il permanente stato di inutilizzo;

-      aree non presidiate o adibite a mero deposito di materiali in disuso;

-      zone di transito e manovra degli autoveicoli all'interno delle aree degli stabilimenti industriali;

-      aree adibite in via esclusiva all'accesso dei veicoli alle stazioni di servizio dei carburanti;

Decorrenza della tassa TARI 

La tassa decorre dal giorno di inizio di detenzione o del possesso e fino al giorno di cessazione della stessa.
Le variazioni intervenute nel corso dell'anno solare producono effetti dal giorno dell'effettiva variazione.



Chi deve pagare la TARI

 

La Tari deve essere pagata dal possessore, occupante ovvero dal detentore del locale e/o dell'area scoperta.
Se vi sono più possessori o detentori questi rispondono in solido della tassa dovuta.

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 12.164,06 t
Cluster: Comuni con elevata densità abitativa, bassa età media e localizzazione prevalente nel centro-sud - € 45,224617
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 57,45%
Fattori di contesto del comune: € 81,496429
Economie e diseconomie di scala: € 0,120816
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 1
Impianti di trattamento meccanico biologico: 7
Discariche: 2
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 10,984 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 34,24%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 3,18%
Rifiuti smaltiti in discarica: 4,82%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Tutte le informazioni sono riportate al Capo IV dell’allegato Regolamento Tari.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
15/10/2020
25,00%
2° rata
15/12/2020
25,00%
3° rata
15/02/2021
25,00%
4° rata
15/04/2021
25,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

1.       In caso di omesso o insufficiente versamento dell’imposta risultante dalla dichiarazione, si applica l’articolo 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471.

2.       In caso di omessa presentazione della dichiarazione, si applica la sanzione dal 100 per cento al 200 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.

3.       In caso di infedele dichiarazione, si applica la sanzione dal 50 per cento al 100 percento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.

4.       In caso di mancata, incompleta o infedele risposta al questionario, si applica la sanzione da euro 100 a euro 500; in caso di risposta oltre il termine di sessanta giorni dalla notifica, il Comune può applicare la sanzione da 50 a 200 euro.

      5.       Le sanzioni di cui ai commi 2, 3 e 4 sono ridotte ad un terzo se, entro il termine per la 

6.       proposizione del ricorso, interviene acquiescenza del contribuente, con pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione e degli interessi.

7.      Ai sensi dell'art. 1, comma 161, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, il termine per la notifica degli avvisi di accertamento in rettifica e d’ufficio è fissato al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello cui la dichiarazione o il versamento sono stati e avrebbero dovuto essere           effettuati. L'avviso di accertamento può essere notificato anche a mezzo posta mediante raccomandata con avviso di ricevimento. La notificazione a mezzo del servizio postale si considera fatta nella data della spedizione; i termini che hanno inizio dalla notificazione decorrono per il       contribuente dalla data in cui l'atto è ricevuto.

8.      Le somme liquidate o accertate dal Comune, se non versate entro i termini prescritti, salvo che sia emesso provvedimento di sospensione, sono riscosse coattivamente secondo le disposizioni normative vigenti.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Gli errori possono essere segnalati con le seguenti modalità

- Mail: tributi.cardito@comune.cardito.na.it

- Pec: tributi.cartdito@asmepec.it

- Recapiti telefonici: 08119728438 815240425, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00

- Sportello P.zza G. Garibaldi, aperto nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 9:00 alle 12:00 e giovedì dalle ore 16:00 alle ore 18:00. 

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

La richiesta può essere presentata a So.Ge.R.T. S.p.a., concessionario per la riscossione del Comune di Cardito, con una delle seguenti modalità, indicando l'indirizzo di posta elettronica ovvero posta elettronica certificata ove ricevere l’avviso di pagamento in formato elettronico.


Mail: sogert.cartdito@gmail.com

Pec: sogert.arealegale@pec.it


Sportello di Via Matteotti n. 31 – Cardito, aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e il martedì e giovedì dalle ore 15:00 alle 17:30.