Trasparenza Rifiuti Grottazzolina
Trasparenza Rifiuti Grottazzolina

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Grottazzolina

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Grottazzolina

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Grottazzolina

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade

L’attività di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, intesa come il prelievo di rifiuti anche differenziati urbani e assimilati e le attività di trasporto in impianti di recupero e smaltimento, nonché l'attività di spazzamento delle strade del centro storico o centro urbano (compreso il vuotamento dei cestini generalmente effettuato in occasione dello spazzamento) è stata affidata alla ditta ECOINNOVA - S.R.L. di  (FM).  

Il Comune di GROTTAZZOLINA svolge in amministrazione diretta l'attività di gestione delle tariffe e il rapporto con l'utenza

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
L'ufficio tributi del comune di Grottazzolina è aperto al pubblico, previo appuntamento, dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 13:30.
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
I reclami che riguardano la TARI possono essere riassunti nelle seguenti fattispecie:

1.    Rettifica/variazione in corso d’anno dell’importo da pagare per modifiche varie o rettifica della denuncia;

2.    Rimborso del maggiore importo versato;

3.    Informazioni/reclami.

 

I moduli possono essere inviati telematicamente (tributi@comune-grottazzolina.it), consegnati a mano o via fax al numero 0734/632615. Eventuali informazioni per la compilazione degli stessi possono essere richieste direttamente allo sportello dell’ufficio tributi (aperti al pubblico, previo appuntamento, dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 13:30) oppure telefonicamente al seguente numero 0734/631902.

Nel caso in cui il cittadino ritenga ci siano degli errori, anche senza recarsi presso gli sportelli, può contattare l’Ufficio Tributi telefonicamente o via e-mail e l’Ufficio provvederà a verificare e a trasmettere via e-mail l’avviso e gli F24 corretti.

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
CALENDARIO RACCOLTA URBANA
lunedì:
UMIDO ORGANICO
martedì:
CARTA E CARTONE
mercoledì:
PLASTICA
giovedì:
UMIDO ORGANICO
venerdì:
SECCO NON RICICLABILE
sabato:
UMIDO ORGANICO E VETRO METALLI
CALENDARIO RACCOLTA ZONE RURALI (parte di Strada Fonte Carrà, parte di Strada Belmontese, Strada della Fonte, parte di Strada Provinciale Montottonese Sud, Strada Fidele, Strada Malvatani, Strada Ponzanese, Strada Fico Bianco, parte di Strada Passo di ColleStrada Colle Nunzi, Strada Bernetti, parte di Strada Valentini)
lunedì:
UMIDO ORGANICO
martedì:
CARTA E CARTONE
mercoledì:
PLASTICA
giovedì:
UMIDO ORGANICO
venerdì:
SECCO NON RICICLABILE
sabato:
VETRO METALLI


LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI PANNOLINI E DEI PANNOLONI VIENE EFFETTUATA GIORNALMENTE USANDO GLI APPOSITI SACCHETTI.

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEL VERDE VIENE EFFETTUATA A DOMICILIO SU SPECIFICA RICHIESTA DA PARTE DELL'UTENTE.

 

L'EcoCentro Intercomunale Val d'Ete sito in Via Val d'Ete nel Comune di Monte Giberto è aperto nei seguenti giorni:

il mercoledì dalle ore 15,00 alle ore 18,00 

il sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:00,

Presso l’Ecocentro possono essere conferite gratuitamente le seguenti tipologie di rifiuti secondo le quantità e le modalità indicate nel regolamento consultabile nella sezione in basso.

VERDE (sfalci e potature), INGOMBRANTI (mobili vecchi, reti, tavoli, divani,...), RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), LEGNO, CARTA, CARTONE, PLASTICA, METALLI, VETRO, INDUMENTI USATI, OLI VEGETALI E MINERALI ESAUSTI, TONER, PILE E BATTERIE, FARMACI, CONTENITORI DI PRODOTTI TOSSICI O INFIAMMABILI di uso domestico (insetticidi, smacchiatori, solventi, antitarli,...).




Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

Esponi i contenitori per la raccolta differenziata la sera prima del giorno di raccolta FRONTE STRADA dalle ore 21.00 alle ore 4.00

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Il gestore ECOINNOVA - S.R.L. svolge l'attività di spazzamento delle strade, escluse le operazioni di sgombro della neve dalla sede stradale e sue pertinenze. Tale attività di pulizia viene svolta con personale interno della ditta Ecoinnova S.R.L. 

Vengono svolte le seguenti attività:

1. Spazzamento manuale delle strade del centro urbano

2 Spazzamento meccanizzato delle strade fuori del centro urbano

2. Svuotamento dei cestini

3. Raccolta foglie sui parchi, zone verdi e strade dove è possibile accedere con mezzi meccanici

4. Raccolta abbandoni

5. Pulizia caditoie

6. Estirpazione erbacce sui marciapiedi


Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Per un'utenza domestica di 100mq, occupata da n° 3 componenti, il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 125,75, calcolato applicando:
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Per un'utenza non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 532,64, calcolato applicando:
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:


Nell’avviso di pagamento inviato agli utenti è indicata l’ubicazione dell’utenza, la categoria, la tariffa, i mq (superficie calpestabile denunciata), la tariffa al mq applicata, i giorni soggetti al tributo, eventuali riduzioni/conguagli, la tassa comunale, le addizionali provinciali  ed il totale dovuto. Nella determinazione della predetta superficie non si tiene conto dei locali con altezza inferiore a 1,5mt, dei locali tecnici quali cabine elettriche, vani ascensori, locali contatori. Le scale interne sono considerate solo per la proiezione orizzontale. La superficie dei locali tassabili è desunta dalla planimetria catastale o da altra analoga, ovvero da misurazione diretta. Per le aree scoperte, la superficie viene determinata sul perimetro interno delle stesse al netto di eventuali costruzioni in esse comprese. La superficie complessiva è arrotondata al metro quadro superiore se la parte decimale è maggiore di 0,50mq; in caso contrario al metro quadro inferiore. 

Le modalità di calcolo delle utenze domestiche sono:

Le tariffe riferite alle categorie relative alle utenze domestiche si applicano tenendo conto dei seguenti parametri:

utenze domestiche con n. 1 occupante riduzione del 28,05%;
utenze domestiche con n. 2 occupanti riduzione del 13,41%;
utenze domestiche con n. 3 occupanti: tariffa base;
utenze domestiche con n. 4 occupanti: incremento del 8,53%;
utenze domestiche con n. 5 occupanti: incremento del 13,42%;
utenze domestiche con n. 6 ed oltre occupanti: incremento del 17,08%.

Prodotto della superficie calpestabile denunciata o accertata ai fini del tributo per la tariffa unitaria al mq determinata in base al numero dei componenti familiari. Il numero di componenti del nucleo familiare viene acquisito d’ufficio dall’anagrafe comunale ed è quello risultante alla data del 01 gennaio di ogni anno. Sono considerati presenti nel nucleo familiare anche i membri temporaneamente domiciliati altrove. Nel caso di servizio di volontariato o attività lavorativa prestata all’estero e nel caso di degenze o ricoveri presso case di cura o di riposo, comunità di recupero, centri socio-educativi, istituti penitenziari, per un periodo non inferiore all’anno, la persona assente non viene considerata ai fini della determinazione della tariffa, a condizione che l’assenza sia adeguatamente documentata. Per le nuove utenze, il numero degli occupanti viene desunto dalla dichiarazione iniziale di occupazione. Per le utenze domestiche tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso limitato o discontinuo condotte da soggetti non residenti nell’immobile, per le utenze domestiche dei cittadini residenti all’estero (iscritti AIRE) o comunque da cittadini che risiedano o dimorino all’estero per più di sei mesi all’anno, e per gli alloggi a disposizione di enti diversi dalle persone fisiche, il tributo è ridotto del 50% in riferimento alla tariffa per utenze domestiche con n° 3 unità. Per le unità immobiliari ad uso abitativo occupate da due o più nuclei familiari la tariffa è calcolata con riferimento al numero complessivo degli occupanti l’alloggio. L’importo calcolato, arrotondato, è composto da: tassa dovuta + addizionale provinciale (5,00%)

Le modalità di calcolo delle utenze non domestiche sono: 

La tariffa di riferimento per le utenze non domestiche è commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte, nonché al costo del servizio sui rifiuti. Le tariffe per ogni categoria omogenea sono determinate moltiplicando il costo del servizio per unità di superficie imponibile accertata, per un coefficiente di produttività quantitativa e qualitativa dei rifiuti. L’importo calcolato, arrotondato, è composto da: tassa dovuta + addizionale provinciale (5,00%)

Ogni anno con deliberazione di Consiglio Comunale vengono approvati: il Piano Economico Finanziario per l’Applicazione del Tributo Comunale sui Rifiuti (TARI) e la Determinazione delle relative Tariffe del Tributo diretto alla copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti. 




Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 1.126,38 t
Cluster: Comuni con basso livello di benessere con localizzazione in zone pianeggianti lungo tutto il territorio nazionale - € 32,90596599
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 70,4%
Fattori di contesto del comune: € 90,28055694
Economie e diseconomie di scala: € 1,18786
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 0
Impianti di trattamento meccanico biologico: 5
Discariche: 10
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 24,837 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 0%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 14,71%
Rifiuti smaltiti in discarica: 51,84%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

 

RIDUZIONE PER LE UTENZE NON DOMESTICHE  (ARTICOLO 8 REGOLAMENTO COMUNALE TARI): nelle ipotesi in cui vi siano obiettive difficoltà nel delimitare le superfici ove si formano rifiuti speciali non assimilati, stante la contestuale produzione anche di rifiuti speciali assimilati l'individuazione delle stesse è effettuata in maniera forfettaria applicando all'intera superficie sui cui l'attività viene svolta le seguenti percentuali, distinte per tipologia di attività economiche:

TIPOGRAFIE 40%; FALEGNAMERIE 50%; AUTOCARROZZERIE 60%; AUTOFFICINE PER RIPARAZIONE VEICOLI 50%; GOMMISTI 50% ; AUTOFFICINE DI ELETTRAUTO 30%; PASTICCERIE 30%; LAVANDERIE TINTORIE e PARRUCHIERIE 40%; VERNICIATURA-GALVANOTECNICA 50%; OFFICINE DI CARPENTERIA METALLICA 40%; AMBULATORI MEDICI E DENTISTICI 20%.

Ove la produzione di rifiuti speciali a cui è correlata la riduzione non rientri tra le attività ricomprese nell'elenco, l'agevolazione è accordata nella misura corrispondente a quella prevista per l'attività ad essa più similare sotto l’aspetto della potenziale produttività quali-quantitativa di analoga tipologia di rifiuti speciali

RIDUZIONE PER LE UTENZE NON DOMESTICHE NON STABILMENTE ATTIVE (ARTICOLO 21 REGOLAMENTO COMUNALE TARI): la tariffa si applica in misura ridotta del 30% ai locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 183 giorni nell’anno solare.


RIDUZIONE PER COMPOSTER 10% (ARTICOLO 19 REGOLAMENTO COMUNALE TARI): Per le utenze domestiche che provvedono a smaltire in proprio gli scarti compostabili mediante compostaggio domestico è prevista una riduzione del 10% della tariffa TARI, con effetto dal 1° giorno del mese successivo a quello di presentazione di apposita istanza, nella quale si attesta che verrà praticato il compostaggio domestico per l’anno successivo in modo continuativo. Suddetta istanza sarà valida anche per gli anni successivi, purché non siano mutate le condizioni, con obbligo per il soggetto passivo di comunicare al Comune la cessazione dello svolgimento dell’attività di compostaggio. Si considerano valide le istanze già presentate. Con la presentazione della sopra citata istanza il medesimo autorizza altresì il Comune a provvedere a verifiche, anche periodiche, al fine di accertare la reale pratica di compostaggio


RIDUZIONE PER ABITAZIONE TENUTA A DISPOSIZIONE 50% (ARTICOLO 12 REGOLAMENTO COMUNALE TARI): Per le utenze domestiche tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso limitato o discontinuo condotte da soggetti non residenti nell’immobile, per le utenze domestiche dei cittadini residenti all’estero (iscritti AIRE) o comunque da cittadini che risiedano o dimorino all’estero per più di sei mesi all’anno, e per gli alloggi a disposizione di enti diversi dalle persone fisiche, il tributo è ridotto del 50% in riferimento alla tariffa per utenze domestiche con n° 3 unità. 

RIDUZIONE PER COVID 50% (DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N° 56 DEL 13.07.2020)

 


Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Modelli precompilati inviati insieme all’avviso di pagamento; è possibile effettuare un unico versamento (rata unica) inserendo come codice rata "0101

L’unica modalità di pagamento ammessa è l’F24. Il contribuente riceve l’avviso di pagamento TARI già dilazionato in  rate , sulla base delle tariffe già in vigore per l’anno stesso.  

La modalità di invio per tutte le utenze (domestiche e non domestiche)  è prevalentemente cartacea, ossia  tramite il servizio postale. L’avviso di pagamento può  essere  inviato dal Comune al contribuente tramite posta elettronica,  previa  apposita richiesta scritta da parte dello stesso,  redatta su apposito modello.   

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
30/09/2020
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
30/09/2020
50,00%
2° rata
16/12/2020
50,00%

Il CONSIGLIO COMUNALE DELIBERA di fissare le seguenti scadenze e misure per il pagamento della Tassa Rifiuti 2020: 

  • Prima rata - scadenza 30 settembre 2020: - con applicazione delle tariffe deliberate per l’anno 2020, nella misura del 50% di quanto dovuto complessivamente (per le Utenze Domestiche e per le Categorie di Utenza Non Domestica); 
  • Seconda rata - scadenza 16 dicembre 2020: con applicazione delle tariffe deliberate per l’anno 2020 nella misura del 50% di quanto dovuto complessivamente (per le Utenze Domestiche e per le Categorie di Utenza Non Domestica).
  •  Unica rata -  scadenza 30 settembre 2020.
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Nei casi in cui dalle verifiche condotte, venga riscontrata la mancanza, l’insufficienza o la tardività del versamento ovvero l’infedeltà, l’incompletezza o l’omissione della dichiarazione originaria o di variazione, il Comune provvederà alla notifica, a mezzo raccomandata A.R., atto giudiziario con avviso di ricevimento, a mezzo PEC o notifica diretta con messo notificatore, di apposito avviso di accertamento motivato, a norma dei commi 161 e 162 dell’art. 1 della L. 296/2006 e del comma 792, art. 1 della L. 160/2019, comprensivo del tributo o del maggiore tributo dovuto, oltre che degli interessi e delle sanzioni e delle spese di notifica, entro, a pena di decadenza, il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati.

Gli accertamenti divenuti definitivi valgono come dichiarazione TARI per le annualità successive all’intervenuta definitività.

Ai sensi dell’art. 1, comma 792 della L. 160/2019, gli avvisi di accertamento acquistano efficacia di titolo esecutivo decorso il termine utile per la proposizione del ricorso ovvero decorsi sessanta giorni dalla data di notifica dell’atto, senza che essi siano preceduti dalla notifica della cartella di pagamento. Decorso il termine di trenta giorni dal termine ultimo per il pagamento, la riscossione delle somme richieste è affidata in carico al soggetto legittimato alla riscossione forzata.


Sanzioni ed interessi

  • In caso di omesso o insufficiente versamento del tributo risultante dalla dichiarazione, si applica l'articolo 13 del Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n. 471.
  • In caso di omessa presentazione della dichiarazione, si applica la sanzione dal 100 per cento al 200 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.
  • In caso di infedele dichiarazione, si applica la sanzione dal 50 per cento al 100 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.
  • In caso di mancata, incompleta o infedele risposta al questionario di cui all’articolo 24, comma 3, lett. a) entro il termine di sessanta giorni dalla notifica dello stesso, si applica la sanzione da euro 100 a euro 500.
  • Le sanzioni di cui ai commi 2, 3 e 4 sono ridotte ad un terzo se, entro il termine per la proposizione del ricorso, interviene acquiescenza del contribuente, con pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione e degli interessi.
  • Il tasso di interesse applicato al recupero delle imposte e ai rimborsi effettuati è pari al tasso di interesse legale vigente, calcolati con maturazione giorno per giorno, con decorrenza dal giorno in cui sono divenuti esigibili.

E’ possibile richiedere la rateizzazione della TARI solamente dopo l’emissione di avviso di accertamento per tardivo pagamento o omessa/infedele/tardiva denuncia  e contestuale irrogazioni delle sanzioni (anche per più annualità), a condizione che non sia ancora stata avviata la riscossione coattiva. 

Qualora il contribuente/debitore versi in condizione di temporanea e obiettiva difficoltà, può presentare apposita istanza con cui richiede la rateizzazione delle somme dovute Si definisce situazione di obiettiva difficoltà tutto ciò che comporta una temporanea carenza di liquidità finanziaria che può trovare causa in un momento di congiuntura economica generale negativa, nella difficoltà di mercato in cui versa la singola impresa per crisi economiche settoriali o locali, in calamità naturali riconoscibili, lo stato di salute proprio o dei propri familiari ovvero qualunque altra condizione che impedisca di svolgere la normale attività lavorativa, la trasmissione ereditaria dell’obbligazione iscritta o non iscritta a ruolo, eventi imprevedibili e straordinari provocati da forza maggiore. L’istanza di rateazione dovrà essere presentata, a pena di decadenza, prima che siano iniziate le azioni esecutive e a condizione che non vi siano morosità relative a precedenti rateazioni o dilazioni. Il debitore presenta apposita domanda di accesso alla rateizzazione, da inoltrare in carta semplice al Funzionario Responsabile dell’entrata o al soggetto affidatario della riscossione forzata, con modalità idonea a comprovarne la ricezione. Tale domanda deve essere adeguatamente motivata e corredata di tutta la documentazione utile a comprovare lo stato di difficoltà del debitore. La domanda potrà indicare il numero di rate richieste nei limiti di cui al successivo art. 17. La rateizzazione non può essere richiesta per importi complessivi inferiori a euro 100,00 (cento). Il pagamento potrà essere dilazionato in un numero massimo di 72 rate mensili secondo il seguente prospetto:

a) fino a euro 100,00 nessuna rateizzazione;
b) da euro 100,01 a euro 500,00: fino a quattro rate mensili;
c) da euro 500,01 a euro 3.000,00: fino a dodici rate mensili;
d) da euro 3.000,01 a euro 6.000,00: fino a ventiquattro rate mensili;
e) da euro 6.000,01 a euro 20.000,00: fino a trentasei rate mensili;
f) oltre euro 20.000,00 fino a 72 rate mensili.

La rateizzazione comporta l'applicazione degli interessi di mora di cui all’articolo 10, nella misura vigente alla data di presentazione dell’istanza, che rimane ferma per tutta la durata della rateizzazione.

La procedura di rateizzazione si perfeziona col pagamento della prima rata, con conseguente sospensione delle misure cautelari già avviate.

Il mancato pagamento di due rate, anche non consecutive, nell’arco di sei mesi nel corso del periodo di rateazione, comporta la decadenza del beneficio della rateizzazione, se non interviene il pagamento entro trenta giorni dall’invio di uno specifico sollecito. In caso di decadenza, il debito non può più essere rateizzato e l’intero importo ancora dovuto è immediatamente riscuotibile in un'unica soluzione.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Nel caso il cittadino ritenga ci siano degli errori, anche senza recarsi presso lo sportello, può contattare l’Ufficio Tributi telefonicamente o via e-mail e l’Ufficio provvederà a verificare e a trasmettere via e-mail l’avviso e gli F24 corretti (tributi@comune-grottazzolina.it  -  tel. 0734/631902 fax 0734/632615).
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
I contribuenti che intendono richiedere la ricezione di documenti relativi al Tributo Tari tramite posta elettronica, possono comunicarlo compilando ed inviando alla mail: tributi@comune-grottazzolina.it, il modulo di seguito riportato, oppure presentandosi con lo stesso agli  sportelli: ufficio tributi.