Trasparenza Rifiuti Cisternino
Trasparenza Rifiuti Cisternino

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cisternino

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cisternino

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Cisternino
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Presso l’Ufficio Tributi, ubicato in Via Principe Amedeo n.72, è possibile richiedere informazioni, denunce, ristampa avvisi e modelli di pagamento TARI nonché eventuali chiarimenti, eventuali procedure per comunicazioni di errori in ordine agli avvisi, ovvero informazioni e relativa procedura per l’accesso ad eventuali riduzioni tariffarie per gli utenti in stato di disagio economico e sociale.

L'ufficio riceve nelle giornate del LUNEDI' DALLE 09:00 ALLE 12:00 e GIOVEDÌ DALLE 15.30 ALLE 18.00,

SU APPUNTAMENTO.

Contatti: Telefono: 080 4445213 Pec: comune@pec.comune.cisternino.br.it


Presso l’Ufficio Ecologia, ubicato in Via Principe Amedeo n.72, è possibile richiedere informazioni relative alla raccolta differenziata ed alle modalità di svolgimento, nonchè informazioni e relativa procedura per l’accesso ad eventuali riduzioni tariffarie per compostaggio domestico.
L'ufficio riceve nella giornata del GIOVEDÌ DALLE 15.30 ALLE 18.00, SU APPUNTAMENTO.

Contatti: Telefono: 080 4445208 Pec: comune@pec.comune.cisternino.br.it



Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l'invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, segnalazioni di disservizi, prenotazioni del servizio di ritiro su chiamata, richieste di riparazione delle attrezzature per la raccolta domiciliare, nonché recapiti e orari degli sportelli online e fisici (ove presenti).
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Modulistica per l'invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell'utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
UTENZE DOMESTICHE
lunedì:
ORGANICO
martedì:
NON RICICLABILE
mercoledì:
ORGANICO
giovedì:
CARTA E CARTONE 1°, 3°e 5° giovedì del mese / VETRO 2° e 4° giovedì del mese
venerdì:
ORGANICO
sabato:
PLASTICA E METALLI
UTENZE NON DOMESTICHE
lunedì:
ORGANICO - VETRO
martedì:
NON RICICLABILE - CARTONE
mercoledì:
ORGANICO - PLASTICA E METALLI
giovedì:
CARTA - VETRO
venerdì:
ORGANICO - CARTONE
sabato:
PLASTICA E METALLI
UTENZE NON DOMESTICHE (LUGLIO E AGOSTO)
lunedì:
Mattina: ORGANICO - VETRO Pomeriggio: PLASTICA E METALLI - CARTONE
martedì:
Mattina: NON RICICLABILE - CARTONE Pomeriggio: ORGANICO - CARTONE
mercoledì:
Mattina: ORGANICO - VETRO Pomeriggio: PLASTICA E METALLI - CARTONE
giovedì:
Mattina: CARTA - CARTONE - VETRO - Pomeriggio: ORGANICO - CARTONE
venerdì:
Mattina: ORGANICO - CARTONE - Pomeriggio: NON RICICLABILE
sabato:
Mattina: PLASTICA E METALLI - Pomeriggio: ORGANICO - CARTONE - VETRO
domenica:
Mattina: ORGANICO
CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA (DAL 01/11 AL 31/03)
lunedì:
Mattina 08:00 - 13:00 Pomeriggio 15:00 - 18:00
martedì:
Mattina 08:00 - 13:00
mercoledì:
Mattina 08:00 - 13:00
giovedì:
Mattina 08:00 - 13:00 Pomeriggio 15:00 - 18:00
venerdì:
Mattina 08:00 - 13:00
sabato:
Mattina 08:00 - 13:00
domenica:
Mattina 09:00 - 13:00
CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA (DAL 01/04 AL 31/10)
lunedì:
Mattina 08:00 - 13:00 Pomeriggio 16:00 - 19:00
martedì:
Mattina 08:00 - 13:00
mercoledì:
Mattina 08:00 - 13:00
giovedì:
Mattina 08:00 - 13:00 Pomeriggio 16:00 - 19:00
venerdì:
Mattina 08:00 - 13:00
sabato:
Mattina 08:00 - 13:00
domenica:
Mattina 09:00 - 13:00

UTENZE DOMESTICHE: i contenitori dovranno essere esposti entro le ore 06:00 del giorno indicato al passaggio di raccolta

UTENZE NON DOMESTICHE: i contenitori dovranno essere esposti entro le ore 06:00 del giorno indicato al passaggio di raccolta. Nel periodo di LUGLIO ed AGOSTO i contenitori dovranno essere esposti entro le ore 06:00 del giorno indicato al passaggio di raccolta (PER IL RITIRO MATTUTINO) ed entro le ore 15:00 del giorno indicato al passaggio di raccolta (PER IL RITIRO POMERIDIANO).

Il servizio di RITIRO DEI RIFIUTI INGOMRANTI A DOMICILIO dovrà essere prenotato chiamando il 328/9441045.


UTENZE NON DOMESTICHE E UTENZE FLUTTUANTI: è possibile richiedere l'abilitazione al conferimento esclusivo delle frazioni di  ORGANICO e NON RICICLABILE presso l'oasi ecologica situata presso il parcheggio del Cimitero comunale, compilando il modulo apposito disponibile nella sezione dedicata alla modulistica, ovvero contattando l'Ufficio Ecologia.

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

Sul territorio comunale è attiva la raccolta attraverso n.2 oasi ecologiche mobili, collocate nelle aree urbane a densità bassa ed a rotazione sul territorio, al fine di agevolare ed incrementare la raccolta differenziata nelle aree comunali più distanti dal Centro Comunale di Raccolta.

Le oasi sono posizionate come di seguito indicato:

- Frazione di CASALINI: presso la scuola elementare;

- Contrada CARANNA: Piazza dell'Addolorata;

- Contrada MARINELLI: Largo Padre Francesco Convertini;

- Contrada SISTO: presso la Chiesa / ex scuola;

- Contrada Figazzano: presso la Chiesa;

dalle ore 08:00 alle ore 12:00, nelle seguenti giornate:

BASSA STAGIONE:

- Martedì: Figazzano e Casalini;

- Mercoledì: Caranna e Marinelli;

- Giovedì: Casalini e Sisto

ALTA STAGIONE:

- Lunedì: Sisto e Marinelli;

Martedì: Figazzano e Casalini;

Mercoledì: Caranna e Marinelli;

Giovedì: Casalini e Sisto;

Venerdì: Caranna e Figazzano;

Sabato: Casalini e Marinelli.


Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Centro Comunale di Raccolta
Il Centro Comunale di Raccolta è un servizio a disposizione dei cittadini per incrementare la raccolta differenziata e dincentivare l'abbandono di rifiuti. COSA SI PUO' CONFERIRE: - Rifiuti ingombranti - Legno ed imballaggi in legno - Rifiuti biodegradabili derivanti dalla manutenzione del verde - Metalli e rottami in ferro - RAEE (frigoriferi, televisori ecc) - Tubi fluorescenti e altri rifiuti contenenti mercurio (neon e lampade) - Abiti usati - Oli esausti - Batterie ed accumulatori - Farmaci - Vernici, inchiostri, adesivi e resine - Detergenti contenenti sostanze pericolose - Cartucce toner esaurite - Inerti, miscugli e scorie di cemento, mattoni, mattonelle, ceramiche (ESCLUSO ETERNIT) - Pneumatici fuori uso - Carta e cartoni - Plastica e metalli - Vetro
Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani di cui all'articolo 5 del TQRIF, liberamente scaricabile.
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell'ambito territoriale in cui è ubicata l'utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
In attesa dell'aggiornamento automatico dei dati relativi alle percentuali di raccolta differenziata raggiunti dal Comune di Cisternino, si allega alla presente sezione l'estratto relativo all'andamento della raccolta del comune di Cisternino per l'anno 2022 come risultante dal portale www.Puglia.con
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

SPAZZAMENTO MANUALE nel centro storico ed strade a carreggiata stretta: 6 int./settimana, dalle ore 06:00 alle ore 13:00.

SPAZZAMENTO MISTO nelle aree urbane a densità medio/alta: 1 int./settimana, dalle ore 06:00 alle ore 13:00.

SPAZZAMENTO MECCANIZZATO nelle aree urbane a densità bassa (fraz. Casalini, Caranna, Marinelli, Sisto, Figazzano): 1 int./settimana, dalle ore 06:00 alle ore 13:00.

LAVAGGIO DELLE STRADE E DELLE PIAZZE IN BASOLATO DEL CENTRO STORICO: un intervento a settimana, nel periodo da giugno a settembre, n. 2 interventi nel resto dell'anno (n.1 intervento  a dicembre e n.1 intervento a marzo); dalle ore 06:00 alle ore 13:00.

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
ABITAZIONE CON UNICO OCCUPANTE
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 185,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 0,546
Tariffa variabile: € 121,54
Quota fissa: € 0,546 * 100 * (365/365) = € 54,60
Quota variabile: € 121,54 * (365/365) = € 121,54
Totale imposta: € 54,60 + € 121,54 = € 176,14
Totale: € 176,14 + 5 % = € 184,95
Totale arrotondato: € 185,00
ABITAZIONE CON 2 OCCUPANTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 279,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 0,634
Tariffa variabile: € 202,56
Quota fissa: € 0,634 * 100 * (365/365) = € 63,40
Quota variabile: € 202,56 * (365/365) = € 202,56
Totale imposta: € 63,40 + € 202,56 = € 265,96
Totale: € 265,96 + 5 % = € 279,26
Totale arrotondato: € 279,00
ALBERGHI CON RISTORANTE
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 620,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 1,869
Tariffa variabile: € 4,031
Quota fissa: € 1,869 * 100 * (365/365) = € 186,90
Quota variabile: € 4,031 * 100 * (365/365) = € 403,10
Totale imposta: € 186,90 + € 403,10 = € 590,00
Totale: € 590,00 + 5 % = € 619,50
Totale arrotondato: € 620,00
ATTIVITA' ARTIGIANALI (PARRUCCHIERE, BARBIERE, ESTETISTA)
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 655,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 1,8
Tariffa variabile: € 4,442
Quota fissa: € 1,8 * 100 * (365/365) = € 180,00
Quota variabile: € 4,442 * 100 * (365/365) = € 444,20
Totale imposta: € 180,00 + € 444,20 = € 624,20
Totale: € 624,20 + 5 % = € 655,41
Totale arrotondato: € 655,00
BAR, CAFFE', PASTICCERIA
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 1103,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 2,852
Tariffa variabile: € 7,652
Quota fissa: € 2,852 * 100 * (365/365) = € 285,20
Quota variabile: € 7,652 * 100 * (365/365) = € 765,20
Totale imposta: € 285,20 + € 765,20 = € 1.050,40
Totale: € 1.050,40 + 5 % = € 1.102,92
Totale arrotondato: € 1103,00
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2018)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 6.387,74 t
Cluster: Comuni con basso livello di benessere con localizzazione in zone pianeggianti lungo tutto il territorio nazionale - € 23,54972641
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 41,61%
Fattori di contesto del comune: € 111,4919359
Economie e diseconomie di scala: € 0,23275
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 2
Impianti di trattamento meccanico biologico: 11
Discariche: 9
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 49,203 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 7,67%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 14,76%
Rifiuti smaltiti in discarica: 28,29%
Informazioni per l'accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Bonus Sociale TARI

Le agevolazioni economico-sociali correlate all’ISEE potranno essere applicate, solo dopo che saranno rese note l’entità e la procedura di applicazione del nuovo “bonus sociale TARI”, previsto dall’art. 57-bis comma 2 del DL 124/2019 convertito in L. n. 157/2019, ed emanate le disposizioni di coordinamento delle norme regolamentari con quelle statali. Stante l’incertezza normativa, si continuano ad applicare le riduzioni previste dal vigente regolamento comunale.


Per quanto riguarda le riduzioni ulteriori previste, si prega di fare riferimento al Regolamento Comunale vigente.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza della modalità di pagamento gratuita prevista dal TQRIF.
Modello Semplificato F24
Gratuita
PagoPA
Costi dipendenti dal prestatore di servizio scelto

Per i residenti all'esterno, è possibile effettuare il pagamento mediante bonifico sul seguente conto corrente:

Nominativo:              COMUNE DI CISTERNINO

Coordinate IBAN:    IT 76 C 05262 79748 T20990001231

Codice BIC/SWIFT: BPPUIT33XXX

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all'anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
30/06/2023
33,33%
2° rata
30/09/2023
33,33%
3° rata
02/12/2023
33,34%
Unica
02/12/2023
100,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l'indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l'utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell'importo dovuto
In caso di omesso/ parziale versamento, si procederà con gli atti consequenziali per il recupero dell’importo non versato, mediante notifica di sollecito di pagamento ovvero, in caso di mancato pagamento del sollecito, alla notifica di un apposito avviso di accertamento motivato in rettifica o d’ufficio, a norma dei commi 161 e 162 dell’art. 1 della L. 296/2006 e del comma 792 e seguenti della Legge 160/2019 (accertamento esecutivo).
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all'utente o alle caratteristiche dell'utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rettifica degli importi addebitati, liberamente accessibile e scaricabile, nonché le tempistiche e le modalità di rettifica degli importi non dovuti da parte del gestore.

In caso di errori o incongruenze nella determinazione degli importi addebitati, il contribuente può contattare l'Ufficio Tributi ai seguenti recapiti:

telefono 080/4445213 mail comune@pec.comune.cisternino.br.it


In caso di versamenti eccedenti gli importi dovuti, i contribuenti potranno chiedere il rimborso delle somme versate in eccedenza tramite compilazione dell'apposito modello allegato nella presente sezione.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Il vigente regolamento non prevede la possibilità di ricezione del documento in formato elettronico, tuttavia qualora la documentazione relativa all'avviso di liquidazione non dovesse prevenire a mezzo posta all'indirizzo di residenza, è possibile mandare un'apposita richiesta all'indirizzo mail comune@pec.comune.cisternino.br.it.

Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell'Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
I recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento, gli interventi di competenza del gestore, con indicazione di quelli che possono essere attivati direttamente dall'utente, secondo quanto previsto dall'articolo 52 del TQRIF.
Il posizionamento della gestione nell'ambito della matrice degli schemi regolatori, di cui all'Articolo 3 del TQRIF.
Il Comune di Cisternino è collocato all'interno dello Schema regolatore I
Gli standard generali di qualità di competenza del gestore ai sensi del TQRIF, ivi inclusi gli eventuali standard aggiuntivi o migliorativi individuati dall'Ente territorialmente competente e il grado di rispetto di tali standard, con riferimento all'anno precedente.
La tariffa media applicata alle utenze domestiche e l'articolazione dei corrispettivi applicati alle utenze domestiche e non domestiche.
Modalità e termini per l'accesso alla rateizzazione degli importi.
Come previsto dall' "Art. 26-bis Modalità per la rateizzazione dei pagamenti dei documenti di riscossione ordinari", del Regolamento Tari attualmente in vigore, il Comune di Cisternino garantisce la possibilità di ulteriore rateizzazione delle rate di cui all’art. 26, nei seguenti casi:
a) agli utenti che dichiarino mediante autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 di essere beneficiari del bonus sociale per disagio economico previsto per i settori elettrico e/o gas e/o per il settore idrico;
b) a ulteriori utenti che si trovino in condizioni economiche disagiate, individuati secondo i criteri definiti dall’ETC (AGER Puglia);
c) qualora l’importo addebitato superi del 30% il valore medio riferito ai documenti di riscossione emessi negli ultimi due anni.
Al documento di riscossione dovranno essere allegati i bollettini per il pagamento rateale dell’importo dovuto.
L’importo della singola rata non potrà essere inferiore ad una soglia minima pari a € 50,00;
La richiesta di ulteriore rateizzazione da parte dell’utente che ne ha diritto deve essere presentata entro la scadenza del termine di pagamento riportato nel documento di riscossione.
Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.

REGOLAMENTO TARI

Art. 24 Dichiarazione di inizio occupazione o conduzione, di variazione e di cessazione
1. I soggetti che possiedono o detengono i locali o le aree scoperte devono presentare dichiarazione,redatta sull’apposito modello predisposto dall’ufficio competente, entro 90 giorni solari successivi a quello in cui ha avuto inizio il possesso o la detenzione dell’immobile o la sua  variazione e/o cessazione.
2. La dichiarazione è obbligatoria nel caso di detenzione o occupazione di qualsiasi tipo di locale o area assoggettabili a tributo, ad eccezione dei soli casi di esclusione previsti dal presente Regolamento, per cui non sia espressamente richiesta la presentazione della dichiarazione. Ai fini
dell’applicazione del tributo, la dichiarazione, redatta su modello messo a disposizione dall’ufficio competente, ha effetto anche per gli anni successivi, qualora i presupposti e le condizioni di assoggettamento al tributo siano rimasti invariati.
3. Le eventuali modifiche apportate ai locali ed alle aree soggette al tributo devono essere dichiarazione entro 90 giorni a quello in cui è intervenuta la modifica.
4. La dichiarazione deve essere presentata:
a) per le utenze domestiche:
• nel caso di residenti, dal soggetto intestatario della scheda anagrafica di famiglia o della scheda anagrafica di convivenza;
• nel caso di non residenti, dal possessore, conduttore o detentore di fatto;
qualora l’intestatario di un’utenza domestica cessi di far parte del nucleo familiare, è fatto obbligo in capo ad uno dei componenti restanti di volturare l’utenza a proprio nome;
b) per le utenze non domestiche, dalla persona fisica o dal rappresentante legale o negoziale della persona giuridica che svolge l’attività nei locali e/o nelle aree scoperte ad uso privato.
5. Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati è fatto obbligo al soggetto che gestisce i servizi comuni (amministratore del condominio nel caso di alloggi in condominio, gestore o amministratore nel caso di centri commerciali o multiproprietà), di presentare all’ufficio competente, entro il 20 gennaio di ogni anno, l’elenco degli occupanti o detentori dei locali e delle aree soggette ad imposizione, che ha effetto anche per gli anni successivi, purché non vi sia variazione nelle generalità degli occupanti o detentori.
6. Nel caso in cui i soggetti sopra indicati non provvedano a presentare la prescritta dichiarazione di occupazione, l’obbligo di dichiarazione si estende agli eventuali altri soggetti che occupano o detengono conducano i locali e le aree scoperte ad uso privato, con vincolo di solidarietà.
7. La dichiarazione (sia di attivazione, sia di variazione, sia di cessazione) deve essere presentata all’ufficio competente, tramite presentazione allo sportello fisico od anche mediante spedizione a mezzo posta raccomandata, a mezzo pec, ovvero avvalendosi delle eventuali ulteriori modalità telematiche di trasmissione messe a disposizione dall’ufficio competente. Sul sito web del Comune di Cisternino è messa a disposizione apposita modulistica conforme alle prescrizioni normative e rinvenienti dalla soft regulation. All’atto della presentazione della dichiarazione viene rilasciata apposita ricevuta, mentre, in caso di spedizione, la dichiarazione si considera presentata nella data risultante dal timbro postale ovvero risultante dalla ricevuta di invio tramite strumento telematico, purché in tale ultima ipotesi vi sia prova dell’avvenuta ricezione della dichiarazione da parte del destinatario.
8. Il dichiarante è responsabile dei dati riportati e sottoscritti indicati in dichiarazione. Le modifiche derivanti da errore nella indicazione della metratura che danno diritto ad una minore imposizione hanno effetto dall’anno successivo alla presentazione dell’istanza di rettifica, a meno che il contribuente non dimostri che l’errore non è a lui attribuibile.
9. La dichiarazione, originaria o di variazione/cessazione, deve contenere:
PER LE UTENZE DOMESTICHE
a) i dati identificativi del soggetto tenuto al pagamento (Cognome e Nome);
b) il codice fiscale;
c) l’ubicazione dell’immobile e delle sue pertinenze, la superficie assoggettabile al tributo e la
destinazione d’uso dei singoli locali ed aree e delle loro ripartizioni interne, fornendo eventualmente apposita planimetria in scala, in caso la dichiarazione riguardi la variazione della superficie imponibile;
d) la data di inizio o di variazione dell’occupazione, conduzione o della detenzione ed il numero degli occupanti, documentata adeguatamente, anche mediante autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000;
e) i dati identificativi del proprietario o titolare di diritti reali sull’immobile, ove sia diverso dal soggetto tenuto al pagamento, nonché del precedente occupante, ove conosciuto;
f) gli estremi catastali dell’immobile, il numero civico di ubicazione dell’immobile ed il numero dell’interno, ove esistente;
g) eventuali situazioni che possano comportare una riduzione della tariffa;
i) nel caso di occupazione stagionale che si protragga per meno di 180 giorni l’anno, indicazione della data di inizio e fine occupazione, da comprovare in base all’uso; ove l’occupazione stagionale ricorra anche per gli anni successivi e l’utente ne abbia fatto menzione nella dichiarazione originaria, non sarà più dovuta dichiarazione di occupazione per gli anni successivi, sino all’eventuale presentazione di dichiarazione di cessazione o variazione, fermo restando il potere del competente ufficio di accertare in ogni momento e con qualsiasi mezzo il sussistere della circostanza;
h) il recapito postale fisico al quale si desiderano ricevere le comunicazioni ed i documenti di riscossione e l’indirizzo di posta elettronica dell’utente.
PER LE UTENZE NON DOMESTICHE
a) i dati identificativi del soggetto (per le persone giuridiche la ragione sociale e la sede legale) che detiene o conduce i locali;
b) il codice fiscale e la partita I.V.A.;
c) gli estremi di iscrizione alla C.C.I.A.A.;
d) i dati identificativi del rappresentante legale o amministratore delegato (codice fiscale, dati anagrafici e luogo di residenza);
e) codice ATECO dell'attività svolta/delle attività svolte, PEC e recapito postale fisico al quale si desiderano ricevere le comunicazioni ed i documenti di riscossione;
f) l’indicazione della categoria di appartenenza dell’immobile, al fine dell’applicazione del tributo sui rifiuti;
g) l’ubicazione, la superficie e la destinazione d’uso dei singoli locali ed aree e delle loro ripartizioni interne, fornendo apposita planimetria in scala;
h) la data di inizio o di variazione della detenzione o della conduzione, documentata adeguatamente, anche mediante autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000;
i) i dati identificativi del proprietario o titolare di diritti reali sull’immobile, ove sia diverso dal soggetto tenuto al pagamento, nonché del precedente occupante, ove conosciuto;
j) gli estremi catastali dell’immobile, il numero civico di ubicazione dell’immobile ed il numero dell’interno, ove esistente;
k) l’indicazione dei locali e delle aree in cui si producono rifiuti speciali che vengono avviati al recupero o smaltimento a cura del produttore;
l) nel caso di occupazione stagionale che si protragga per meno di 180 giorni l’anno, indicazione della data di inizio e fine occupazione, da comprovare in base all’uso o licenza, da allegare alla dichiarazione; ove l’occupazione stagionale ricorra anche per gli anni successivi e l’utente ne abbia fatto menzione nella dichiarazione originaria, non sarà più dovuta dichiarazione di occupazione per gli anni successivi, sino all’eventuale presentazione di dichiarazione di cessazione o variazione, fermo restando il potere del competente ufficio di accertare in ogni momento e con qualsiasi mezzo il sussistere della circostanza;
m) le informazioni specificamente richieste all’art. 15 in caso di smaltimento dei rifiuti speciali non assimilati; l’esercizio dell’opzione di cui all’art. 20-bis;
n) in caso di dichiarazione di variazione, anche l’oggetto della variazione;
10. L’ufficio competente può intervenire direttamente a modificare gli elementi che determinano l’applicazione della tariffa, limitatamente alle variazioni che derivano da elementi rilevati direttamente dall’anagrafe comunale o dai registri degli Enti pubblici, provvedendo in questo caso a
comunicare all’utente interessato l’avvenuta variazione, mediante atto formalmente notificato.

11. La presentazione della dichiarazione è obbligatoria, anche nel caso che il soggetto intestatario dell’utenza ricada in ipotesi di esenzione TARI.

12. La dichiarazione di cessazione deve essere corredata della ricevuta di restituzione del kit utile alla raccolta “porta a porta”, disposta con ordinanza sindacale o disciplinata mediante apposito regolamento comunale, rilasciata dal soggetto preposto; il kit è consegnato con debito di vigilanza dal soggetto utilizzatore che ne fa utilizzo proprio e che deve in ogni momento coincidere col soggetto intestatario dell’utenza.
13. L’ufficio, fatta salva la necessità di documentazione ulteriore da richiedere al contribuente ad integrazione della dichiarazione iniziale o di variazione/cessazione, comunica entro 30 giorni il recepimento della dichiarazione di inizio occupazione o detenzione o di quella di variazione, ndicando la data di decorrenza dell’obbligazione tributaria correlata all’utenza. A tale fine, si specifica che le dichiarazioni di variazione che comportano una riduzione dell’importo da addebitare all’utente producono i loro effetti dalla data in cui è intervenuta la variazione se la  dichiarazione medesima è stata presentata entro i 90 giorni dal verificarsi dell’evento che ha originato la modifica; se la dichiarazione è presentata successivamente a tale termine, si considera la decorrenza a partire da tale data di presentazione (eccezion fatta per i termini speciali relativi alla richiesta di cui all’art. 20-bis). A tale fine, si specifica, altresì, che le dichiarazioni di cessazione producono i loro effetti dalla data in cui è intervenuta la cessazione se la relativa richiesta è presentata entro il termine di 90 giorni ovvero dalla data di presentazione della medesima se successiva a tale termine, fatti i salvi i casi in cui la documentazione rilevante prova in maniera incontrovertibile l’avvenuta cessazione con data certa (e.g. vendita dell’immobile).

14. In caso di decesso del titolare dell’utenza TARI occorre presentare dichiarazione di variazione per la volturazione dell’utenza entro il medesimo termine di 90 giorni; laddove non venga presentata alcuna richiesta di variazione, d’ufficio viene osservato e garantito il rispetto del principio di solidarietà nell’assolvimento dell’obbligazione tributaria tra gli eredi.