Trasparenza Rifiuti Barletta

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Barletta

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Barletta

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

come previsto dai commi 645-648, dell’art. 1, della L. 147/2013.

La superficie tassabile è data, per tutti gli immobili soggetti al prelievo dalla superficie calpestabile.


Ai fini dell’applicazione del tributo si considerano le superfici già dichiarate o accertate ai fini della TARES, di cui all’art. 14 del D.L. 6/12/2011, n. 201, o della TARSU, di cui al Capo 3° del D.Lgs. 15/11/1993, n. 507.

Per le unità immobiliari a destinazione ordinaria iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano, a decorrere dal primo gennaio dell'anno successivo a quello di emanazione di un apposito provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate che attesta l'avvenuta completa attuazione delle disposizioni volte a realizzare l’allineamento tra i dati catastali relativi alle unità immobiliari e i dati riguardanti la toponomastica e la numerazione civica interna ed esterna, di cui all’art. 1, comma 647, della L. 27/12/2013, n. 147, la superficie tassabile sarà determinata, a regime, dall’80% della superficie catastale determinata secondo i criteri stabiliti dal D.P.R. 23/03/1998, n.138.

Per le altre unità immobiliari, diverse da quelle di cui al comma precedente, come per le aree scoperte operative, la superficie imponibile resta quella calpestabile.

SI COMUNICA CHE PER L'ANNO 2020 IL COMUNE DI BARLETTA HA ESERCITATO L'OPZIONE DI CONFERMARE LE TARIFFE VIGENTI PER L'ANNO 2019.



Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 40.832,61 t
Cluster: Poli urbani - € 38,492393
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 70,24%
Fattori di contesto del comune: € 90,83989
Economie e diseconomie di scala: € 0,030085
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 3
Impianti di trattamento meccanico biologico: 13
Discariche: 13
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 51,784 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 7,11%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 10,94%
Rifiuti smaltiti in discarica: 33%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

AGEVOLAZIONI

Si premette che tutte le agevolazioni già presenti nel 2019 saranno applicate automaticamente a condizione che l’Ufficio sia in possesso dei dati per poterle applicare e che il Contribuente sia in regola con i tributi locali.

Qualora le agevolazioni non fossero state applicate automaticamente l’avente diritto potrà comunque richiederle presentando la documentazione e la dichiarazione TARI a pena di decadenza entro il 30 giugno dell’anno successivo.

 

Solo quota variabile (art.25 comma 4 del Regolamento TARI e Delibera di approvazione delle tariffe):

la TARI dovuta per l’abitazione e le relative pertinenze è ridotta, per la sola quota variabile,  nella misura di cui al seguente prospetto, tenuto conto della capacità contributiva della famiglia attraverso l'applicazione dell'ISEE:

 

SCAGLIONI ISEE espressi in EURO

% massima di riduzione della quota variabile del tributo

da 0 a 2.000

70

da 2.001 a 3.000

65

da 3.001 a 4.000

60

da 4.001 a 5.000

55

da 5.001 a 6.000

50

da 6.001 a 7.000

45

da 7.001 a 8.000

40

da 8.001 a 9.000

35

da 9.001 a 10.000

30

da 10.001 a 11.000

25

da 11.001 a 12.000

20

 

 

Solo quota variabile (art.25 comma 5 del Regolamento TARI e Delibera di approvazione delle tariffe):

riduzione del 70% della quota variabile per le abitazioni e relative pertinenze a condizione che il nucleo familiare si trovi nella seguente e combinata situazione sociale ed economico patrimoniale:

Ø       del nucleo familiare facciano parte persone, non ricoverate in istituto con retta parzialmente o totalmente a carico di ente pubblico, portatrici di handicap ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n.104, ovvero invalidi civili ai sensi degli artt.12 e 13 della legge 30 marzo 1971, n.118 e ss.mm.ii., con percentuale pari o superiore al 74%.                                                            

Ø       l’ISEE del nucleo familiare non superi € 12.000,00.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
16/12/2020
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
16/11/2020
25,00%
4° rata
16/02/2020
25,00%
2° rata
16/12/2020
25,00%
3° rata
16/01/2021
25,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
ART. 35 - REGOLAMENTO TARI
SANZIONI ED INTERESSI
1. In caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento della TARI risultante dalla dichiarazione alle
prescritte scadenze viene irrogata la sanzione prevista dall’art. 13 del Decreto Legislativo 18/12/1997,
n. 471 e successive modificazioni ed integrazioni
. Per la predetta sanzione non è ammessa la
definizione agevolata ai sensi dell’art. 17, comma 3, del Decreto Legislativo 472/97.
2. In caso di omessa presentazione della dichiarazione, di infedele dichiarazione o di mancata,
incompleta o infedele risposta al questionario di cui all’art. 33, comma 1 let. a), entro il termine di 60
giorni dalla notifica dello stesso si applicano le sanzioni previste dalle vigenti disposizioni di legge.
3. Le sanzioni di cui al precedente comma sono ridotte ad un terzo se, entro il termine per la
proposizione del ricorso, interviene acquiescenza del contribuente, con pagamento del tributo, se
dovuto, della sanzione ridotta e degli interessi, nei casi previsti dalle vigenti norme di legge.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

La modulistica è liberamente scaricabile direttamente dal sito istituzionale dell'Ente cliccando al link https://www.comune.barletta.bt.it/retecivica/servizio_tributi/index_tari2020.html.

La stessa, debitamente compilata e sottoscritta, potrà essere inviata a mezzo mail o pec agli indirizzi di posta ivi indicati oppure direttamente depositata presso l'Ufficio Tributi ubicato in Via Vanvitelli tenendo presente che lo stesso è aperto al pubblico dal martedì al giovedì dalle 9.30 alle 12.30 ed il martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

INVIARE LA RICHIESTA IN ALLEGATO AD UNO DEI SEGUENTI INDIRIZZI DI POSTA ELETTRONICA:

tributi@comune.barletta.bt.it

tributi@cert.comune.barletta.bt.it