Trasparenza Rifiuti Bellizzi
Trasparenza Rifiuti Bellizzi

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Bellizzi

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Bellizzi

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Bellizzi

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Raccolta e trasporto rifiuti
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
UTENZE DOMESTICHE
lunedì:
Rifiuti organici dalle 22.00 alle 5.00
martedì:
Multimateriale dalle 22.00 alle 5.00
mercoledì:
Rifiuti organici dalle 22.00 alle 5.00
giovedì:
Secco indifferenziato (ogni 14 giorni) dalle 22.00 alle 5.00
venerdì:
Rifiuti Organici dalle 22.00 alle 5.00
domenica:
Carta e cartone dalle 22.00 alle 5.00
UTENZE COMMERCIALI
martedì:
Carta e cartone dalle 14.00
giovedì:
Carta e cartone dalle 14.00
sabato:
Carta e cartone dalle 13.00
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

Come si calcola la TARI

L’art. 1, comma 651, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, prevede che:

“Il comune nella commisurazione della tariffa tenga conto dei criteri determinati con il regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158”.

In ordine alla determinazione della tariffa il citato dpr 158/99  dispone che la stessa è composta da:

  • una parte fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio
  • una parte variabile, rapportata alle quantità di rifiuti conferiti.

La tariffa inoltre è articolata nelle fasce di utenza domestica e non domestica.

Quanto alla strutturazione della tariffa, l’art. 5, comma 1 del dpr 158 del 1999 prevede che la parte fissa per le utenze domestiche è determinata secondo quanto specificato nel punto 4.1 dell’allegato 1 e, quindi, in base alla superficie e alla composizione del nucleo familiare.

Per la parte variabile della tariffa, il comma 2 dell’art. 5 in esame stabilisce che essa

“è rapportata alla quantità di rifiuti indifferenziati e differenziati specificata per kg, prodotta da ciascuna utenza”.

Tuttavia, se non è possibile misurare i rifiuti per singola utenza, il comma 4 dello stesso art. 5 stabilisce che la quota variabile della tariffa relativa alla singola utenza viene determinata applicando un coefficiente di adattamento secondo la procedura indicata nel punto 4.2 dell’allegato 1.

L’utenza domestica deve intendersi comprensiva di:

  • superfici adibite a civile abitazione
  • superfici adibite a pertinenze.

L’art. 16 del Prototipo di Regolamento per l’istituzione e l’applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES), i cui principi possono ritenersi applicabili anche relativamente alla TARI, prevede che

“la quota fissa della tariffa per le utenze domestiche è determinata applicando alla superficie dell’alloggio e dei locali che ne costituiscono pertinenza le tariffe per unità di superficie parametrate al numero degli occupanti…”.

Pertanto:

  • la quota fissa di ciascuna utenza domestica deve essere calcolata moltiplicando la superficie dell’alloggio sommata a quella delle relative pertinenze per la tariffa unitaria corrispondente al numero degli occupanti dell’utenza stessa
  • la quota variabile è costituita da un valore assoluto, ossia un importo rapportato al numero degli occupanti che non va moltiplicato per i metri quadrati dell’utenza e va sommato come tale alla parte fissa.

Con riferimento alle pertinenze dell’abitazione appare corretto computare la quota variabile una sola volta in relazione alla superficie totale dell’utenza domestica.

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 5.631,49 t
Cluster: Comuni con elevata densità abitativa, bassa età media e localizzazione prevalente nel centro-sud - € 45,224617
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 79,58%
Fattori di contesto del comune: € 86,231934
Economie e diseconomie di scala: € 0,239735
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 1
Impianti di trattamento meccanico biologico: 7
Discariche: 2
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 8,451 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 34,24%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 3,18%
Rifiuti smaltiti in discarica: 4,82%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Regolamento TARI o regolamento per l’applicazione di una tariffa di natura corrispettiva
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

L’amministrazione comunale mette a disposizione dei cittadini LINKmate e LINKmate Free.

LINKmate è lo sportello telematico con cui il contribuente stesso può svolgere in autonomia la maggior parte delle pratiche che abitualmente si effettuano allo sportello, senza recarsi fisicamente presso l'ufficio tributi e consente l'accesso allo sportello telematico di pagamento PagoPA.

LINKmate Free consente l'accesso allo sportello telematico di pagamento libero PagoPA.


Alcune delle funzionalità di LINKmate:

Consultazione della situazione anagrafica (attivo) 

Interazione diretta con il Comune tramite la “bacheca messaggi”  
Consultazione della propria posizione tributaria TA.RI dal 2014 in poi (attivo)
Consultazione dei dati del catasto relativi ai propri immobili
Calcolo del dovuto IUC (IMU-TASI) con produzione dell’F24 compilato con tutti i dati  
Compilazione guidata delle dichiarazioni IMU-TASI-TARI      

Consultazione di dichiarazioni inviate (IMU-TASI-TARI), inviti al pagamento ed altri documenti 
Modalità di ricezione documenti generici ed inviti TARI (via posta ordinaria o e-mail) 
Pagamento online dei tributi locali tramite pagoPA   
Accesso tramite Utente e Password oppure con dati specifici di un pagamento effettuato.

Tutte le funzionalità di LINKmate sono sempre disponibili su smartphone e tablet.

Con LINKmate APP il contribuente può controllare in autonomia la propria situazione contributiva, scaricare i documenti messi a disposizione dal Comune (delibere, comunicazioni, ecc.) ed interagire con lo sportello tributi tramite la messaggistica istantanea della bacheca.

Come faccio ad accedere a LINKmate?

Il contribuente può accedere a LINKmate con tre modalità:
a) Registrazione con codice fiscale e password (attivo)  
b) Dati di un versamento    


LINKmate Free e PagoPA: caratteristiche e funzionalità.

PagoPA è un'iniziativa che permette al cittadino e alle imprese di effettuare pagamenti telematici verso la Pubblica Amministrazione.
Il sistema, realizzato dall'AgID, funziona grazie al "Nodo dei Pagamenti - SPC", una piattaforma che interconnette le Pubbliche Amministrazioni ai Prestatori di Servizi di Pagamento (Banche, Poste ed altri istituti di pagamento) aderenti all'iniziativa, consentendo ai cittadini e alle imprese di effettuare i pagamenti in forma telematica.

Tramite PagoPA si possono pagare tributi, tasse, utenze, rette, quote associative.