Trasparenza Rifiuti Zoppola
Trasparenza Rifiuti Zoppola

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Zoppola

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Zoppola

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Zoppola

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti

Presso l'Ufficio Tributi del Comune di Zoppola, previo appuntamento, è possibile:

  • Presentare denunce TARI (attivazione, modifica, cessazione)
  • Ritirare la chiave per lo smaltimento dell'umido
  • Presentare istanza di rateizzazione e rimborso
  • Richiedere sgravio/discarico di cartelle esattoriali
Per bollette e verifica pagamenti già effettuati, è obbligatorio rivolgersi esclusivamente al Gestore Ambiente Servizi.
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Per reclami relativi alle bollette rivolgersiesclusivamentealla ditta Ambiente Servizi S.p.a.mediante:

  • call center numero 0434 842222

          dal lunedì al venerdì mattina                9:30 - 13:00

          martedì e giovedì pomeriggio             14:00 - 17:00

  • presso gli uffici di Via Clauzetto, 15 San Vito al Tagliamento solo su prenotazione








Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Al momento non sono previste campagne straordinarie.
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Famiglia con unico componente
Per un'utenza Domestica di 60mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Famiglia con 3 componenti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Uffici, agenzie
Per un'utenza Non domestica di 60mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4 %, un periodo di 365 giorni e l'applicazione della riduzione, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Gli esempi riportati utilizzano le tariffe 2020.

L’esempio di utenza domestica riportato non tiene conto:

  • del costo di svuotamento del bidone del secco non riciclabile (€ 3,77 per ogni svuotamento del bidone da 70 lt) con un minimo di 2 svuotamenti a semestre;
  • del costo per il conferimento dell’umido (nel caso non venga effettuato il compostaggio domestico);
  • eventuali riduzioni per gli aventi diritto.

 

L’esempio di utenza NON domestica non tiene conto:

  • del costo di svuotamento del bidone del secco non riciclabile;
  • del costo per il conferimento del rifiuto umido;

ma considera la riduzione del 20% riconosciuta dal Comune nell’anno 2020 a tutte le imprese allo scopo di favorire la ripresa economica conseguente la crisi da Covid-19.



L’art. 1, comma 651, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, prevede che:

“Il comune nella commisurazione della tariffa tenga conto dei criteri determinati con il regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158”.

 In ordine alla determinazione della tariffa il citato dpr 158/99 dispone che la stessa è composta da:

- una parte fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio

- una parte variabile, rapportata alle quantità di rifiuti conferiti.

 La tariffa inoltre è articolata nelle fasce di utenza domestica e non domestica.

 Quanto alla strutturazione della tariffa, l’art. 5, comma 1 del dpr 158 del 1999 prevede che la parte fissa per le utenze domestiche sia determinata secondo quanto specificato nel punto 4.1 dell’allegato 1 e, quindi, in base alla superficie e alla composizione del nucleo familiare.

 


 

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: t
Cluster: - €
Tariffa nazionale di base:
Raccolta differenziata: %
Fattori di contesto del comune:
Economie e diseconomie di scala:
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento:
Impianti di trattamento meccanico biologico:
Discariche:
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: %
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: %
Rifiuti smaltiti in discarica: %
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Ai sensi dell’art. 1, comma 660 della Legge n. 147/2013 il tributo è ridotto per le seguenti fattispecie:

•    Utenze domestiche con componenti affetti daincontinenza debitamente certificata (o comunque da patologie che costringano ad un elevato utilizzo di ausili medico-sanitari liberamente conferibili come rifiuti assimilati): riduzione di importo pari alla tassa prevista per lo svuotamento del secco non riciclabile da 70 lt. per il numero di conferimenti superiori a 10 e fino ad un massimo di 40;

•    Utenze domestiche incondizioni economico-sociali disagiate: agevolazioni ai sensi dell’art.57-bis, comma 2, del D.L. 124/2019 secondo le modalità attuative stabilite da ARERA.

Le riduzioni devono essere espressamente richieste dal contribuente e decorrono dal giorno stesso di presentazione dell’istanza previa verifica dei requisiti da parte dell’ufficio competente.


Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
30/09/2021
50,00%
2° rata
01/02/2021
50,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

In caso di mancato pagamento della bolletta verrà inviato un sollecito a mezzo Raccomandata con ricevuta di ritorno.

Decorso il nuovo termine per il pagamento in caso di omesso versamento si procederà alla riscossione coattiva con addebito della sanzione del 30% e gli ulteriori oneri a carico del contribuente.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Per tutte le problematiche relative alla bollettazione ci si deve rivolgere esclusivamente alla ditta Ambiente Servizi mediante:

  • call center numero 0434 842222

Dal Lunedì al Venerdì

mattino

9.30 - 13.00

Martedì e Giovedì

pomeriggio

14.00 - 17.00

 


Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione