Trasparenza Rifiuti Torri del Benaco
Trasparenza Rifiuti Torri del Benaco

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Torri del Benaco

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Torri del Benaco

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Torri del Benaco

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio/Spazzamento strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
NON CI SONO CAMPAGNE STRAORDINARIE IN ATTO IN QUESTO MOMENTO.
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Centro di raccolta
Servizio in convenzione con il Comune di Garda

opuscolo informativo per una corretta raccolta dei rifiuti

http://www.consorziovr2.it/ae00328/images/OPUSCOLO.pdf

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Al momento la carta non è disponibile ed è in fase di stesura da parte del gestore.
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 2.089,75 t
Cluster: Comuni a forte vocazione turistica con alto livello di benessere, bassa densità abitativa e con localizzazione prevalente in zone montane o litoranee - € 78,9412384
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 64,91%
Fattori di contesto del comune: € 59,71739592
Economie e diseconomie di scala: € 0,63243
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 3
Impianti di trattamento meccanico biologico: 5
Discariche: 10
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 26,089 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 13,39%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 55,83%
Rifiuti smaltiti in discarica: 14,73%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

DI SEGUITO LE DELIBERE APPROVATE IL 30.06.2021

1. PEF

2. REGOLAMENTO

3. TARIFFE E RIDUZIONI

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
MODELLO F24 OBBLIGATORIO PER PAGAMENTI IN ITALIA DI TARI E IMU

PAGAMENTO TARI DALL'ESTERO E' POSSIBILE TRAMITE BONIFICO BANCARIO. L'ADDEBITO AUTOMATICO NON E' ATTIVABILE PER QUESTO TRIBUTO.

TARI PAYMENT FROM ABROAD IS POSSIBLE THROUGH BANK TRANSFER. AUTOMATIC DEBIT IS NOT ACTIVATED FOR THIS TAX.

TARI-ZAHLUNG AUS DEM AUSLAND IST ÜBER DIE BANKÜBERTRAGUNG MÖGLICH. AUTOMATISCHE DEBIT IST FÜR DIESE STEUER NICHT AKTIVIERT.

Oggetto: IBAN conto corrente solo per versamenti dall'estero - TARI (Tassa rifiuti solidi urbani)  

Subject: IBAN current account only for payments from abroad - TARI (Municipal solid waste tax)

Betrifft: IBAN-Girokonto nur für Zahlungen aus dem Ausland - TARI (Kommunale Abfallsteuer)

    

Di seguito le coordinate bancarie per effettuare il versamento dall’estero / Below are the bank details for making the payment from abroad / Nachfolgend finden Sie die Bankdaten für die Zahlung aus dem Ausland :

 

Intestazione conto:

 

TESORERIA Comune di Torri del Benaco

Banco BPM - Agenzia di Torri del Benaco

Corso Dante Alighieri 38 - 37010 Torri del Benaco (VR)

 

Iban:

IT 79 I 05034 59900 000 000 001 000

 

Swift code:

BAPPIT21087

 

Causale:

 

 

CODICE FISCALE INTESTATARIO UTENZA, NUMERO E ANNO

DELL’AVVISO DI PAGAMENTO

 

Per il pagamento effettuare un bonifico bancario indicando come causale codice fiscale dell’intestatario, numero e anno dell’avviso di pagamento.

For the payment make a bank transfer indicating as causal the fiscal code of the holder, number and year of the payment notice.

Führen Sie für die Zahlung eine Überweisung durch, in der Sie die Steuernummer des Eigentümers, die Nummer und das Jahr der Zahlungsbenachrichtigung als Grund angeben.

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
31/12/2021
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
31/12/2021
50,00%
2° rata
31/01/2022
50,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

REGOLAMENTO TARI IN VIGORE 

 Accertamento

1. In caso di omesso o insufficiente versamento della TARI richiesta mediante avviso di pagamento si applica l'articolo 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471.
2. In caso di omessa presentazione della dichiarazione, si applica la sanzione dal 100 al 200 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.
3. In caso di infedele dichiarazione, si applica la sanzione dal 50 per cento al 100 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.
4. In caso di mancata, incompleta o infedele risposta al questionario di cui all’articolo, entro il termine di sessanta giorni dalla notifica dello stesso, si applica la sanzione da euro 100 a euro 500.
5. Le sanzioni di cui ai commi 2, 3 e 4 sono ridotte ad un terzo se, entro il termine per la proposizione del ricorso, interviene acquiescenza del contribuente, con pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione e degli interessi.
6. Ai sensi dell'art. 1, comma 161, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, il termine per la notifica degli avvisi di accertamento in rettifica e d’ufficio è fissato al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello cui la dichiarazione o il versamento sono stati e avrebbero dovuto essere effettuati. L'avviso di accertamento può essere notificato anche a mezzo posta mediante raccomandata con avviso di ricevimento. La notificazione a mezzo del servizio postale si considera fatta nella data della spedizione; i termini che hanno inizio dalla notificazione decorrono per il contribuente dalla data in cui l'atto è ricevuto.
7. Per tutto quanto non previsto dalle disposizioni dei precedenti articoli, si applicano le disposizioni di cui all'articolo 1, commi da 161 a 170, della legge 27 dicembre 2006, n.296.
8. In caso di mancata collaborazione del contribuente o altro impedimento alla diretta rilevazione, l'accertamento può essere effettuato in base a presunzioni semplici di cui all'articolo 2729 del codice civile.
9. Le somme liquidate o accertate dal Comune, se non versate entro i termini prescritti, salvo che sia emesso provvedimento di sospensione, sono riscosse coattivamente secondo le disposizioni normative vigenti.
10 L’avviso di accertamento specifica le ragioni dell’atto e indica distintamente le somme dovute per tributo TARI, tributo provinciale, sanzioni, interessi di mora, e spese di notifica. Ai sensi del comma 792 dell’articolo 1 della Legge 160/2019, l’avviso di accertamento relativo ai tributi dell’ente emesso dal medesimo ente o da eventuali soggetti affidatari di cui all’articolo 52, comma 5, lettera b), del decreto legislativo n. 446 del 1997 nonché il connesso provvedimento di irrogazione delle sanzioni deve contenere anche l’intimazione ad adempiere, entro il termine di presentazione del ricorso all’obbligo di pagamento degli importi negli stessi indicati, oppure, in caso di tempestiva proposizione del ricorso, l’indicazione dell’applicazione delle disposizioni di cui all’articolo 19 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472, concernente l’esecuzione delle sanzioni. Gli atti devono altresì recare espressamente l’indicazione che gli stessi costituiscono titolo esecutivo idoneo ad attivare le procedure esecutive e cautelari nonché l’indicazione del soggetto che, decorsi sessanta giorni dal termine ultimo per il pagamento, procederà alla riscossione delle somme richieste, anche ai fini dell’esecuzione forzata.
11. Gli accertamenti divenuti definitivi valgono come dichiarazione per le annualità successive all’intervenuta definitività.
12. Per quanto non previsto nel presente articolo si rimanda al regolamento generale delle entrate comunale.

Sanzioni

1. In caso di omesso o insufficiente versamento del tributo si applica la sanzione del 30% di ogni importo non versato ai sensi delle disposizioni contenute nell’articolo 13 del d lgs 471/97 e le misure ridotte ivi previste in caso di versamento eseguito con un ritardo non superiore a 90 giorni.
2. In caso di omessa presentazione della dichiarazione, anche relativamente ad uno solo degli immobili posseduti, occupati o detenuti, si applica la sanzione amministrativa dal cento al duecento per cento del tributo dovuto, con un minimo di 50 euro.
3. In caso di infedele dichiarazione si applica la sanzione amministrativa dal cinquanta al cento per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.
4. In caso di mancata, incompleta o infedele risposta al questionario di cui all’articolo 33, comma 2, entro il termine di sessanta giorni dalla notifica dello stesso, si applica la sanzione amministrativa da euro 100 a euro 500. La contestazione della violazione di cui al presente comma deve avvenire, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è commessa la violazione.
5. Le sanzioni previste per l’omessa ovvero per l’infedele dichiarazione sono ridotte a un terzo se, entro il termine per ricorrere alle commissioni tributarie, interviene acquiescenza del contribuente con il pagamento del tributo, se dovuto, e della sanzione e degli interessi.
6. Si applica per quanto non specificamente disposto, la disciplina prevista per le sanzioni amministrative per la violazione di norme tributarie di cui al Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n. 472.
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

La segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relative all'utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti di fini della commisurazione della tariffa, possono essere presentate con le seguenti modalità:

-        tramite lettera o compilazione del modulo allegato indirizzata al Comune di Torri del Benaco, viale Fratelli Lavanda n. 3 37010 Torri del Benaco (VR)

-        tramite e-mail ai seguenti indirizzi di posta: torridelbenaco.vr@cert.ip-veneto.net  oppure  ufficio.tributi@comune.torridelbenaco.vr.it

-        tramite telefono al n. 045 6205819;

-        direttamente presso l’ufficio tributi negli orari di apertura al pubblico o previo appuntamento sotto indicati (SALVO DISPOSIZIONI PER EMERGENZA COVID-19)

Lunedì:                 ore 9.00 – 12.30

Venerdì:                ore 9.00 – 12.30

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

PER RICEVERE L'AVVISO DI PAGAMENTO TRAMITE POSTA ELETTRONICA INVIARE E-MAIL DI RICHIESTA ALL'UFFICIO TRIBUTI, INDICANDO DATI ANAGRAFICI E CODICE FISCALE. 

SE L'AVVISO DI PAGAMENTO E' GIA' STATO EMESSO IN FORMATO CARTACEO, LA RICHIESTA VERRA' EVASA CON IL RUOLO TARI DELL'ANNO SUCCESSIVO.


PER LE NUOVE UTENZE COMPILARE GLI APPOSITI SPAZI A DISPOSIZIONE SUL MODULO DI ISCRIZIONE AL RUOLO TARI.


ufficio.tributi@comune.torridelbenaco.vr.it