Trasparenza Rifiuti Torbole Casaglia
Trasparenza Rifiuti Torbole Casaglia

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Torbole Casaglia

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Torbole Casaglia

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Torbole Casaglia

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio/Spazzamento strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio/Spazzamento strade

ULTERIORI RECAPITI


Per segnalazioni di mancati ritiri e informazioni sul servizio raccolta rifiuti

Linea Gestioni srl

SEDE DI ROVATO: Telefono dal 22.06.2021 030.6884400 – Numero Verde: 800.721314 – e-mail: info@linea-gestioni.it

Via del Maglio n. 8/13 25038 Rovato (Bs)

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO
da lunedì a venerdì 8.00-14.00



Per presentazione dichiarazione di attivazione/variazione/cessazione della tassa rifiuti o per informazioni e modulistica relativa alle agevolazioni TARI

Per ottenere i contenitori per la raccolta differenziata porta a porta

Per chiedere/restituire la tessera di accesso al Centro Raccolta per le utenze non domestiche regolarmente iscritte a ruolo

Per sostituire i contenitori causa danneggiamento / furto / smarrimento

Per chiedere contenitori aggiuntivi per le utenze non domestiche regolarmente iscritte a ruolo


Ufficio Tributi Comune di Torbole Casaglia

Piazza della Repubblica 15 25030 Torbole Casaglia (Bs) – e-mail: tributi@comune.torbole-casaglia.bs.it

Tel. 0302650015 int. 4

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO
lunedì, giovedì e venerdì 10.00-12.30

mercoledì 14.30 – 18.00

sabato 8.30-12.30



Per segnalazioni di abbandoni rifiuti e disservizi legate al servizio di raccolta e pulizia sul territorio

Ufficio Tecnico Comune di Torbole Casaglia

Piazza della Repubblica 15 25030 Torbole Casaglia (Bs) - e-mail: manutenzioni@comune.torbole-casaglia.bs.it

Tel. 0302650015 int. 6

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO

lunedì, giovedì e venerdì 10.00 - 12.30

mercoledì 14.30 - 18.00

sabato 8.30 - 12.30



Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

MODULISTICA PER L'INVIO DI RECLAMI, LIBERAMENTE ACCESSIBILE E SCARICABILE


Per eventuali reclami da indirizzare al GESTORE relativi al servizio di raccolta clicca QUI


E' possibile segnalare eventuali disservizi anche all'UFFICIO TECNICO del Comune di Torbole Casaglia inviando una mail a manutenzioni@comune.torbole-casaglia.bs.it o chiamando il numero 0302650015 interno 6.


Per eventuali reclami da indirizzare all'UFFICIO TRIBUTI che segue il servizio di "Tariffe e gestione utenze" utilizzare il modulo allegato.

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
RACCOLTA PORTA A PORTA ANNO 2022
lunedì:
Frazione organica (FORSU)
mercoledì:
Carta e Cartone - Vetro e Lattine - Rifiuto Indifferenziato (RSU) - Frazione Organica FORSU (servizio FORSU attivo dal 18 maggio 2022 al 28 settembre 2022)
venerdì:
Imballaggi in Plastica - Frazione Organica (FORSU)
RACCOLTA PORTA A PORTA DEL VERDE ANNO 2022
lunedì:
lunedì da marzo a novembre
CENTRO DI RACCOLTA - ORARIO ESTIVO (dal 01/04 al 31/10)
lunedì:
15.30-18.30
martedì:
15.30-18.30
mercoledì:
9.00-12.00 15.30-18.30
giovedì:
9.00-12.00 15.30-18.30
venerdì:
15.30-18.30
sabato:
9.00-12.00 15.30-18.30
CENTRO DI RACCOLTA - ORARIO INVERNALE (dal 01/11 al 31/03)
lunedì:
9.00-12.00 14.00-17.00
martedì:
14.00-17.00
mercoledì:
9.00-12.00 14.00-17.00
giovedì:
14.00-17.00
venerdì:
14.00-17.00
sabato:
9.00-12.00 14.00-17.00
RACCOLTA PORTA A PORTA RIFIUTI INGOMBRANTI - obbligo di prenotazione
sabato:
quarto sabato del mese (non festivo)

MODALITA' DI ESPOSIZIONE

  • I rifiuti devono essere esposti utilizzando gli appositi contenitori in dotazione entro le ore 06.00 del giorno della raccolta e non prima delle ore 20.00 del giorno precedente.
  • Esporre i rifiuti davanti alla propria abitazione in luogo ben visibile.
  • Si raccomanda di apporre nome e cognome sul contenitore o altro segno distintivo per evitare scambi che potrebbero comportare addebiti non dovuti.
  • Una volta svuotato, il contenitore dovrà essere ritirato il prima possibile.


IMPORTANTE

Per segnalazioni al Gestore di mancati ritiri e informazioni sul servizio raccolta rifiuti, utilizzare ESCLUSIVAMENTE i seguenti canali di contatto:

- Numero verde gratuito: 800.721314

- Centralino: 030.6884400 
 

- E-mail: rtr@linea-gestioni.it

Segnalazioni e richieste effettuate utilizzando canali diversi da quelli ufficiali di Linea Gestioni (come per esempio Facebook o altri siti web) non possono essere prese in carico.
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

SERVIZI RICADENTI IN GIORNATE FESTIVE:

Festività Raccolta Giorni di svolgimento servizio
Lunedì 18 aprile 2022 Frazione Organica
Lunedì 18 aprile 2022
 Lunedì 25 aprile 2022 Frazione Organica
Lunedì 25 aprile 2022
Lunedì 15 agosto 2022 Frazione Organica
Lunedì 15 agosto 2022
Lunedì 26 dicembre 2022
Frazione Organica
Lunedì 26 dicembre 2022

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
CENTRO DI RACCOLTA
L'accesso al centro raccolta è consentito alle utenze domestiche e non domestiche iscritte a ruolo.

Alle utenze domestiche è consentito l'accesso mediante Carta Regionale dei Servizi (CRS).


Le utenze non domestiche devono invece richiedere apposita tessera d'accesso all'Ufficio Tributi del Comune di Torbole Casaglia. Per il trasporto dei rifiuti dalla propria azienda ad altri luoghi, compresa la piattaforma ecologica comunale, è obbligatoria l’iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientali ai sensi  del Decreto legislativo 03/04/2006 n.152, art. 212 comma 8 https://www.albonazionalegestoriambientali.it/ .



Il Centro di Raccolta (Cdr) comunale è un punto di stoccaggio temporaneo di diverse tipologie di rifiuti da avviare a recupero, in cui tutte le utenze domestiche iscritte a ruolo possono conferire gratuitamente i seguenti materiali:

  • carta e cartone
  • imballaggi in vetro
  • scarti vegetali (erba, rami, foglie e potature)
  • imballaggi in platica
  • rifiuti ingombranti
  • abiti usati e scarpe
  • scarti di legno (mobili, pallet, porte, finestre ecc.)
  • metallo e imballaggi in metallo
  • batteria auto (per privati)
  • frigoriferi e frigocongelatori
  • televisori, computer e altri elettrodomestici
  • olio vegetale (cucina) e olio minerale (auto)
  • lampade al neon
  • vernici e pitture all'acqua

Presso il Cdr NON è possibile conferire il rifiuto indifferenziato (RSU).


Negli orari di apertura l'isola ecologica è sorvegliata da personale incaricato che controlla e coordina le operazioni di conferimento e stoccaggio.


Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

La Carta dei Servizi è uno strumento operativo che definisce i principi che regolano la fornitura dei servizi aziendali, poichè fissa i criteri di prestazione e gli standard generali e specifici di qualità dei servizi, prevedendo idonei strumenti di controllo e di verifica.

Quando le richieste del cliente diventano l’obiettivo del fornitore, tutto il ciclo produttivo si modella su queste esigenze allo scopo di arrivare al massimo livello di efficienza con vantaggio reciproco.

Per ottenere questo risultato è necessario un dialogo continuo tra il cliente e l’azienda affinchè questa possa conoscere le esigenze del cliente ed il cliente possa avere chiari i servizi offerti dall’azienda. La Carta dei Servizi è un primo passo in questa direzione in quanto definisce le condizioni per l’avvio di un rapporto di fornitura e la sua continuazione nel tempo.

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Lo spazzamento avviene 1 volta al mese nella giornata di giovedì.


Ulteriori informazioni relative al servizio possono essere richieste contattando l'Ufficio Tecnico del Comune al numero 030.2650015 int. 6 o via mail a manutenzioni@comune.torbole-casaglia.bs.it

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
TARI annuale abitazione di 100 mq con 1 occupante
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
TARI annuale abitazione di 100 mq con 2 occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
TARI annuale negozio di abbigliamento di 100 mq
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
TARI annuale ristorante di 100 mq
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Come si calcola?

L'unità di misura su cui applicare la tariffa è la superficie calpestabile, cioè i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature. Per le utenze domestiche la tariffa viene calcolata in base alla superficie calpestabile dell’alloggio e al numero di occupanti.

La superficie di riferimento non può essere inferiore all'80% della superficie catastale (Legge 30/12/2004, n. 311, art. 1, com. 340). Per gli immobili già denunciati, i Comuni modificano d'ufficio, dandone comunicazione agli interessati, le superfici che risultano inferiori alla predetta percentuale a seguito di incrocio dei dati comunali, comprensivi della toponomastica, con quelli dell'Agenzia delle Entrate.

Le tariffe si determina secondo le disposizioni del Decreto del Presidente della Repubblica 27/04/1999, n. 158 e sono suddivise in due grandi categorie:

- utenze domestiche (superfici adibite a civile abitazione e pertinenze)

- utenze non domestiche (attività commerciali e artigianali, industriali, professionali).

 

A sua volta ogni categoria è assoggettata alla tassazione in virtù di una tariffa, suddivisa in due parti:

- la quota fissa (che finanzia la parte di costi fissi del servizio di igiene urbana), calcolata sulla base del coefficiente relativo alla potenziale produzione di rifiuti connessa alla metratura dell’immobile (per le utenze domestiche) ed alla tipologia di attività per unità di superficie (per le utenze non domestiche)

- la quota variabile (che finanzia la parte dei costi variabili del servizio di igiene urbana come le operazioni di raccolta, trasporto, trattamento, riciclo e smaltimento), calcolata sulla base del coefficiente relativo alla produzione media presuntiva (per le utenze non domestiche) ed alla quota prevista sulla base del numero dei componenti del nucleo familiare (per le utenze domestiche) (Decreto del Presidente della Repubblica 27/04/1999, n. 158, all. 1).

 

Alla TARI si applica infine l’addizionale provinciale, fino al 5% del tributo, che verrà corrisposto alla Provincia per l’esercizio delle funzioni collegate alla tutela, protezione e igiene ambientale (Decreto legislativo 30/12/1992, n. 504, art. 19).

 

Eventuali maggiorazioni, riduzioni o esenzioni sono stabilite dal Regolamento comunale.

 

Calcolare la TARI per una utenza domestica

Si moltiplica la superficie “calpestabile” dei locali (ovvero i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature) per la parte fissa unitaria, e poi si aggiunge la parte variabile, stabilita in base al numero dei componenti del nucleo familiare e presenti nell'immobile oggetto del tributo. A tale somma occorre aggiungere un ulteriore 5% a comprendere il tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene ambientale (Decreto legislativo 30/12/1992, n. 504, art. 19).

 

Calcolare la TARI per una utenza non domestica

Si moltiplica la superficie “calpestabile” dei locali (ovvero i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature) per la parte fissa unitaria della categoria di appartenenza (classificazione in base alle categorie merceologiche definite dal Decreto del Presidente della Repubblica 27/04/1999, n. 158); al risultato si aggiunge il prodotto tra la superficie dei locali e la parte variabile della categoria di appartenenza. A tale somma occorre aggiungere un ulteriore 5% a comprendere il tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene ambientale (Decreto legislativo 30/12/1992, n. 504, art. 19).

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 2.787,05 t
Cluster: Comuni con medio-alto livello di benessere e attrazione economica localizzati nelle zone pianeggianti del nord-est - € 0,005671113
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 82,55%
Fattori di contesto del comune: € 17,48511334
Economie e diseconomie di scala: € 0,47463
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 8
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 18,592 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 46,89%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 36,4%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,76%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

AGEVOLAZIONI PER UTENZE DOMESTICHE

Per le utenze domestiche che provvedono a smaltire in proprio gli scarti compostabili mediante compostaggio domestico, è prevista una riduzione del 10% della quota variabile della tariffa del tributo, con effetto dal 1° giorno del bimestre solare successivo a quello di presentazione di apposita istanza nella quale si attesta che verrà praticato il compostaggio domestico in modo continuativo.  Suddetta istanza sarà valida anche per gli anni successivi, purché non siano mutate le condizioni, con obbligo per il soggetto passivo di comunicare al Comune la cessazione dello svolgimento dell’attività di compostaggio.


Per le abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni nell'anno solare, è prevista una riduzione del 30% della quota variabile della tariffa del tributo, con effetto dal 1° giorno del bimestre solare successivo a quello di presentazione di apposita istanza.


Per le abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano avuto la dimora per più di sei mesi all'anno all'estero, è prevista una riduzione del 30% della quota variabile della tariffa del tributo, con effetto dal 1° giorno del bimestre solare successivo a quello di presentazione di apposita istanza.


Le riduzioni sopra indicate non sono fra loro cumulabil.


E' prevista inoltre una riduzione parziale/totale nei confronti di soggetti che abbiano un reddito isee fino a 9.000,00 euro annui e che non siano né proprietari né titolari di diritti reali di godimento al di fuori dell'unità immobiliare di residenza, a condizione che si trobino in una delle situazioni sotto indicate:

a) contribuenti nel cui nucleo familiare siano presenti portatori di handicap con riduzione dell'80% della capacità lavorativa;

b) contribuenti il cui nucleo familiare sia composto da soli pensionati di età superiore ad anni 75;

c) contribuenti nel cui nucleo familiare siano presenti almento 3 minori a carico



AGEVOLAZIONI PER UTENZE NON DOMESTICHE

Utenze non domestiche che avviano al recupero i rifiuti urbani: le utenze non domestiche possono conferire al di fuori del servizio pubblico i propri rifiuti urbani, previa dimostrazione di averli avviati a recupero mediante attestazione rilasciata dal soggetto che effettua l’attività di recupero dei rifiuti stessi, beneficiando così dell’esclusione dalla corresponsione della parte variabile della tassa riferita alle specifiche superfici oggetto di tassazione (per le quali restano tenute alla corresponsione della sola parte fissa). Tale facoltà è ammessa per un periodo non inferiore ai cinque anni, salva la possibilità per il gestore del servizio pubblico, dietro richiesta dell’utenza non domestica, di riprendere l’erogazione del servizio anche prima della scadenza quinquennale.


Utenze non domestiche che manifestano la volontà di uscire dal servizio pubblico: nei confronti delle imprese produttrici di rifiuti urbani che abbiano comunicato la volontà di non ricorrere al servizio comunale, ma di provvedervi autonomamente, è previsto l’abbattimento totale della parte variabile della TARI (ai sensi delle modifiche introdotte al Codice Ambientale dal D.Lgs. 116/2020).


Utenze non domestiche che avviano al riciclo i rifiuti urbani: le utenze non domestiche che dimostrino di aver avviato al riciclo, direttamente o tramite soggetti autorizzati, i propri rifiuti urbani, possono beneficiare di una riduzione della quota variabile della TARI commisurata al rapporto tra quantitativo di rifiuti urbani avviati a riciclo nel corso dell’anno solare e la produzione complessiva di rifiuti prodotti dall’utenza nel corso del medesimo anno.



PER TUTTE LE UTENZE (DOMESTICHE E NON DOMESTICHE)

In caso di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento, nonché di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta dall'autorità sanitaria di danno o pericolo alle persone o all'ambiente, alla TARI è applicata una riduzione dell'80% limitatamente ai giorni completi di disservizio ed unicamente nei casi in cui il disservizio non sia stato recuperato nei giorni successivi.



Per ulteriori informazioni sulle agevolazioni previste si rimanda all'apposito Regolamento Comunale.


Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
I modelli di pagamento sono allegati all'avviso bonario. In caso di smarrimento è possibile contattare l'Ufficio Tributi per chiederne copia

I contribuenti non titolari di partita Iva, che non sono obbligati al pagamento in via telematica, ferma restando la possibilità di avvalersi di questa modalità, possono procedere al pagamento presentando il modello F24 in forma cartacea presso:

  • una banca
  • servizi di internet banking
  • un ufficio postale
  • tabaccherie autorizzate
ovvero con modalità telematica secondo normativa vigente.
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata TARI 2021
30/09/2021
50,00%
2° rata TARI 2021
30/04/2022
50,00%
1° rata TARI 2022
30/09/2022
50,00%
2° rata TARI 2022
30/04/2023
50,00%

Con Regolamento approvato con deliberazione di C.C. n. 14 del 30.09.2020 è stato definito il versamento della TARI in 2 rate aventi scadenza:
-        30 settembre dell’anno di competenza - ACCONTO pari al 50% di quanto determinato tenendo conto delle tariffe applicate dal Comune nell’anno precedente (art. 13, comma 15 ter del D.L. n. 201/2011);
-        30 aprile dell’anno successivo a quello di tassazione - SALDO A CONGUAGLIO
 
E’ comunque consentito il pagamento in unica soluzione entro il 30 aprile di ciascun anno.
 
La Giunta Comunale con propria deliberazione annuale può, qualora si rendesse necessario per far fronte a situazioni di eccezionale gravità riguardanti tutti o determinate categorie di contribuenti, stabilire differimenti di termini ai versamenti sopra indicati.
 


Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Cosa succede se non ho ricevuto l'avviso di pagamento TARI?

Il Comune effettua l'invio degli avvisi bonari di pagamento a mezzo posta. La TARI è un tributo in autoliquidazione e quindi soggetto a scadenze di versamento fissate dal Consiglio Comunale. In caso di mancata ricezione è comunque obbligatorio effettuare il versamento entro i termini previsti per non incorrere in sanzione. Se non hai ricevuto l'avviso di pagamento potrai quindi, entro la scadenza del pagamento, prendere contatti con l’Ufficio Tributi e chiederne una copia.

 

Cosa succede in caso di omesso/parziale versamento?

In caso di ritardato od omesso pagamento TARI, il Comune notifica un avviso di accertamento ESECUTIVO.

Oltre all'importo inizialmente dovuto a titolo TARI sono applicate le sanzioni previste a seconda della violazione commessa (vedi sotto), gli interessi e le spese di notifica.

Il pagamento dell'avviso di accertamento è dovuto entro il termine e le modalità specificate sull'atto. In caso di mancato pagamento oltre il suddetto termine si applicano anche gli oneri di riscossione previsti dal comma 803 dell'articolo 1 della Legge 160/2019. È possibile sanare la violazione prima che venga accertata dal Comune pagando una sanzione ridotta al minimo, ricorrendo al ravvedimento operoso (entro un anno dalla commissione della violazione). Il conteggio del ravvedimento può essere effettuato recandosi da un professionista (CAF, Commercialista), presso lo sportello dell'Ufficio Tributi oppure online avvalendosi dello strumento di calcolo messo a disposizione da amministrazionicomunali.it al seguente link: https://www.amministrazionicomunali.it/ravvedimento/calcolo_ravvedimento.php

 

SANZIONE PER OMESSO/PARZIALE/TARDIVO VERSAMENTO

La sanzione amministrativa è pari al 30% del tributo dovuto e non versato in applicazione dell’art. 13 D.Lgs. n. 471/1997.

 

SANZIONE PER INFEDELE DICHIARAZIONE 

È applicata una sanzione dal 50% al 100% della tassa evasa

 

SANZIONE PER OMESSA DICHIARAZIONE

È applicata una sanzione dal 100% al 200% della tassa evasa

 

INTERESSI DI MORA (tasso legale + aumento deliberato dall’ente)

Data Inizio Saggio % Aumento Normativa di riferimento
01/01/2015 0,5 - D.M. Economia 11/12/2014
01/01/2016 0,2 - D.M. Economia 11/12/2015
01/01/2017 0,1 - D.M. Economia 07/12/2016
01/01/2018 0,3 - D.M. Economia 13/12/2017
01/01/2019 0,8 - D.M. Economia 12/12/2018
01/01/2020 0,05 - D.M. Economia 12/12/2019
01/01/2021 0,01 - D.M. Economia 15/12/2020
01/01/2022 1,25 - D.M. Economia 13/12/2021

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

I contribuenti che debbano segnalare eventuali errori nella determinazione del dovuto TARI possono contattare direttamente l'UFFICIO TRIBUTI al numero 030.2650015 - interno 4 oppure inviare una mail all'indirizzo tributi@comune.torbole-casaglia.bs.it

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

NB. Servizio in corso di attivazione

In una logica di contenimento dei costi del servizio di nettezza urbana, di velocizzazione della trasmissione nonché della riduzione dell'utilizzo della carta, è possibile trasmettere, se posseduto, il proprio indirizzo mail o di Posta Elettronica Certificata - PEC, al fine di permettere l'invio di tutta la corrispondenza riguardante la TARI.

La comunicazione dell'indirizzo a cui trasmettere la mail dovrà essere inviata a protocollo@comune.torbole-casaglia.bs.it specificando il nominativo e il codice fiscale dell'intestatario dell'avviso di pagamento, allegando anche copia del documento d'identità.



Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti