Trasparenza Rifiuti Terricciola
Trasparenza Rifiuti Terricciola

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Terricciola

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Terricciola

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Terricciola
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti
Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, segnalazioni di disservizi, prenotazioni del servizio di ritiro su chiamata, richieste di riparazione delle attrezzature per la raccolta domiciliare, nonché recapiti e orari degli sportelli online e fisici (ove presenti).
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti
Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

CONSULTARE IL DOCUMENTO ALLEGATO

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani di cui all’articolo 5 del TQRIF, liberamente scaricabile.
IN FASE DI AGGIORNAMENTO
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Abitazione mq. 100 con 2 componenti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Negozio
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

L'importo è calcolato nel modo seguente:

- Per le utenze domestiche: (mq X Tariffa Fissa) + Tariffa Variabile

- Per le utenze non domestiche: Mq X (Tariffa Fissa + Tariffa Variabile)

- Per i box/pertinenze non si applicala Tariffa Variabile


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 3.026,10 t
Cluster: Comuni con basso livello di benessere con localizzazione in zone pianeggianti lungo tutto il territorio nazionale - € 22,53372838
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 27,32%
Fattori di contesto del comune: € 75,7165836
Economie e diseconomie di scala: € 0,49925
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 6
Impianti di trattamento meccanico biologico: 15
Discariche: 8
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 23,669 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 12,22%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 14,97%
Rifiuti smaltiti in discarica: 31,41%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Estratto dal regolamento TARI 



Art. 24

Agevolazioni per particolari categorie di soggetti

1. Le agevolazioni per particolari categorie di soggetti potranno, qualora previste, essere iscritte in bilancio come autorizzazioni di spesa con relativa copertura assicurata da risorse diverse dai proventi del tributo di competenza dell’esercizio al quale si riferisce l’iscrizione stessa.

2. Il Comune al fine di perseguire una politica sociale intesa ad aiutare le categorie più disagiate, introduce le seguenti agevolazioni della tariffa fissa e variabile:

a. esenzione dalla TARI, previa presentazione d’istanza con documentazione che accerti un reddito ISEE non superiore a € 25.000,00 per:

-nuclei familiari che abbiano al proprio interno una persona con handicap grave certificato ai sensi della Legge 5 febbraio 1992 n. 104, non tenuta presso strutture pubbliche o private;

-nuclei familiari che abbiano al proprio interno una persona invalida al 100%, non tenuta presso strutture pubbliche o private;

b. esenzione dalla TARI per le abitazioni occupate da una sola persona di età superiore a 65 anni, con un reddito inferiore al reddito da pensione minima, oltre eventualmente a quello della sola abitazione principale;

c. riduzione del 50% della TARI per le abitazioni occupate da persone di età superiore a 65 anni, con un reddito pro-capite inferiore al reddito da pensione minima, oltre eventualmente a quello della sola abitazione principale;

d. esenzione dalla TARI per nucleo familiare con particolare situazione di disagiosocio/economico a seguito di presentazione di una relazione dei servizi sociali e di un parere tecnico dell’ufficio tributi sulla capacità contributiva;

e. esenzioni dalla TARI per:

-associazioni di pubblica assistenza e beneficenza pubblica;

-locali destinati a convivenze, conventi, convitti, collegi, istituti assistenziali, utilizzati da organizzazioni senza fine di lucro.

3. Le richieste di agevolazione potranno essere oggetto di controllo in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate per la verifica del reddito ISEE dichiarato.

4. Le agevolazioni tariffarie sopra indicate competono a richiesta dell’interessato e decorrono dall’anno di presentazione della dichiarazione di inizio possesso/detenzioneo di variazione. Il contribuente è tenuto a dichiarare il venir meno delle condizioni che danno diritto alla loro applicazione. Le stesse cessano comunque alla data in cui vengono meno le condizioni per la loro fruizione, anche se non dichiarate.

5. Le agevolazioni di cui sopra sono finanziate con risorse proprie del bilancio comunale.



Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza della modalità di pagamento gratuita prevista dal TQRIF.
Modello Semplificato F24
Gratuita
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
31/08/2022
33,33%
2° rata
31/10/2022
33,33%
3° rata
05/12/2022
33,34%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
Ai contribuenti non in regola con il pagamento del tributo, è notificato un sollecito di pagamento con spese di notifica a carico del contribuente, con indicati i termini e le modalità di pagamento.
In caso di omesso o parziale versamento del sollecito di pagamento l’Ufficio tributi notifica al contribuente un avviso di accertamento maggiorato delle sanzioni ed interessi al tasso legale da corrispondere in unica soluzione entro 60 gg. dalla notifica.
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rettifica degli importi addebitati, liberamente accessibile e scaricabile, nonché le tempistiche e le modalità di rettifica degli importi non dovuti da parte del gestore.


Orari e giornate di apertura

Lun/Merc/Ven 9,30-12,30 e Mart 15,30-17,30

Accesso previo appuntamento

Negli altri giorni

Ulteriori informazioni

Su appuntamento per pratiche complesse


Contatti:

-telefono: 0587/656559 - 656556 - 656558

-fax: 0587/655205

-e-mail: tributi@comune.terricciola.pi.it

-posta elettronica certificata: protocollo.terricciola@cert.saga.it

Su appuntamento: Sede del Comune di Terricciola - Via Roma n. 37.


La modulistica per rettificare gli errori degli importi addebitati si trova nella sezione TARI del Comune di Terricciola raggiungibile attraverso il Link sotto indicato.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
SERVIZIO NON ATTIVO
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
I recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento, gli interventi di competenza del gestore, con indicazione di quelli che possono essere attivati direttamente dall’utente, secondo quanto previsto dall’articolo 52 del TQRIF.
Il posizionamento della gestione nell’ambito della matrice degli schemi regolatori, di cui all’Articolo 3 del TQRIF.
ATO TOSCANA COSTA CON DELIBERA DELL’ASSEMBLEA n.16 del 29.04.2022 AD OGGETTO: "individuazione dello Schema Regolatorio ai sensi dell’art. 3, comma 1, del Testo unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani (TQRIF) ex allegato A alla Deliberazione ARERA n. 15/2022/R/RIF " HA PREVISTO LO SCHEMA REGOLATORIO III PER IL COMUNE DI TERRICCIOLA
Gli standard generali di qualità di competenza del gestore ai sensi del TQRIF, ivi inclusi gli eventuali standard aggiuntivi o migliorativi individuati dall’Ente territorialmente competente e il grado di rispetto di tali standard, con riferimento all’anno precedente.
La tariffa media applicata alle utenze domestiche e l’articolazione dei corrispettivi applicati alle utenze domestiche e non domestiche.
Modalità e termini per l’accesso alla rateizzazione degli importi.
Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.

Per le richieste relative a questa sezione consultare il regolamento TARI