Trasparenza Rifiuti Taggia

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Taggia

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Taggia

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
... Dati in aggiornamento ...
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
... Dati in aggiornamento... 
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

... Dati in aggiornamento... 


ESCLUSIVAMENTE PER PROBLEMATICHE RELATIVE ALLA TARIFFAZIONE:

- Avvisi di Pagamento con errori;

- Superfici di tassazione non corrette

- Numero occupanti utenze domestiche non corretto

E' POSSIBILE SCRIVERE UNA EMAIL A: tributi@comune.taggia.im.it

OPPURE CONTATTARE L'UFFICIO TRIBUTI TELEFONICAMENTE ALLO 0184.476222 

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
INDIFFERENZIATA - VERDE
CARTA - BIANCA
PLASTICA - GIALLA
ORGANICO - MARRONE
VETRO E LATTINE - BLU
... Dati in aggiornamento ...
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
... Dati in aggiornamento ...
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
... Dati in aggiornamento... 
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
... Dati in aggiornamento... 
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
... Dati in aggiornamento ...
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Utenza 3 occupanti
Per un'utenza Domestica di 60mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Singolo occupante
Per un'utenza Domestica di 50mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Artigiani tipo parrucchiere, barbiere, estetista
Per un'utenza Non domestica di 70mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Bar, caffé, pasticceria
Per un'utenza Non domestica di 120mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Gli esempi riportati sono stati calcolati sulla base delle tariffe approvate per l'anno 2019
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 7.955,30 t
Cluster: comuni in zone litoranee con basso livello di benessere - € 62,215172
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 70,21%
Fattori di contesto del comune: € 78,155098
Economie e diseconomie di scala: € 0,155287
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 0
Impianti di trattamento meccanico biologico: 4
Discariche: 4
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 26,867 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 0%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 9,01%
Rifiuti smaltiti in discarica: 34,03%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

RIDUZIONI E AGEVOLAZIONI 

ART. 72 RIDUZIONI PER LE UTENZE DOMESTICHE 1. Alle utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio della frazione organica ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto, ai sensi del regolamento comunale per il progetto di compostaggio domestico, approvato con deliberazione di C.C. n. 29 del 29/05/2009, si applica una riduzione del 30%, calcolata sulla quota variabile della tariffa. 2. Le riduzioni di cui al presente articolo cessano di operare alla data in cui ne vengono meno le condizioni di fruizione, anche in mancanza della relativa dichiarazione. 

ART. 73 RIDUZIONI PER LE UTENZE NON DOMESTICHE NON STABILMENTE ATTIVE 1. La tariffa si applica nella misura ridotta del 30%, nella parte fissa e nella parte variabile, ai locali ed alle aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 183 giorni nell’anno solare. 2. La predetta riduzione si applica se le condizioni di cui al primo comma risultano da licenza o atto assentivo rilasciato dai competenti organi per l’esercizio dell’attività.  

ART. 74 RIDUZIONI PER IL RECUPERO 1. La quota variabile della tariffa dovuta dalle utenze non domestiche che provvedono direttamente all’avvio al riciclo dei rifiuti assimilati agli urbani può essere ridotta: a) Del 75% nel caso in cui i rifiuti assimilati avviati al recupero costituiscano la totalità dei rifiuti prodotti dall’attività economica; b) Del 40% nel caso in cui i rifiuti assimilati avviati al recupero costituiscano la parte prevalente dei rifiuti prodotti dall’attività economica; c) Del 10% nel caso in cui i rifiuti assimilati avviati al recupero non costituiscano la parte prevalente dei rifiuti prodotti dall’attività economica. 2. Al fine dell’applicazione delle agevolazioni di cui al comma 1 gli operatori economici, a consuntivo, entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di riferimento, devono dimostrare di aver avviato al riciclo i rifiuti mediante trasmissione all’Ufficio Tributi di adeguata documentazione comprovante la quantità dei rifiuti assimilati avviati al riciclo, in conformità alle normative vigenti (copia “MUD” e formulari di trasporto vidimati a destinazione dal soggetto che ha provveduto all’attività di riciclo dei rifiuti stessi). 

ART. 75 RIDUZIONE PER RIVENDITA PRODOTTI SFUSI 1. Gli esercizi commerciali che adottano sistemi “alla spina” per la vendita di detersivi, bevande, caffè ed altri prodotti alimentari e non, beneficiano della riduzione del 10% della parte variabile della tariffa, previa presentazione di adeguata documentazione e conseguente verifica. Qualora tale attività (sistemi di vendita “alla spina”) risulti quella prevalente, si applicherà la percentuale di riduzione del 50%. 2. Beneficiano inoltre della riduzione del 10%, della parte variabile della tariffa, gli esercizi pubblici che somministrano al pubblico, attraverso sistemi di depurazione, l’acqua del civico acquedotto. 3. L’esercizio che dimostra di essere un rivenditore esclusivamente di prodotti sfusi è esente dal pagamento della parte variabile. 

ART. 76 RIDUZIONI PER INFERIORI LIVELLI DI PRESTAZIONE DEL SERVIZIO 1. Il tributo è ridotto, tanto nella parte fissa quanto nella parte variabile, al 40%, per le utenze poste ad una distanza compresa tra 500 e 1.000 metri dal più vicino punto di conferimento, misurato dall’accesso dell’utenza alla strada pubblica e al 30% per le utenze poste ad una distanza superiore. 2. Il tributo è dovuto nella misura del 20% della tariffa nei periodi di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento, nonché di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta dall’autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all’ambiente. La riduzione verrà determinata a conguaglio sulla base di circostanziata relazione del responsabile del servizio di gestione dei rifiuti che individui i contribuenti interessati e la durata dei disagi. 

ART. 77  ESENZIONE PER REDDITO 1. Sono esenti dalla tassa i nuclei familiari composti da non più di due persone conviventi, nonché i nuclei superiori a due unità purché gli altri componenti siano minorenni o disabili con certificazione rilasciata dall’ASL (percentuale minima 67%), a condizione che i soggetti siano titolari di un contratto di locazione registrato e qualora il reddito calcolato in base all’ISEE non sia superiore, per l’anno precedente a quello di riferimento, ad € 6.000,00. Tale importo potrà essere annualmente rideterminato in sede di approvazione delle tariffe da parte del Consiglio Comunale. 2. La domanda di esenzione deve essere presentata annualmente all’Ufficio Servizi Sociali entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento, sulla base di apposito modello messo a disposizione degli utenti. 3. Gli esoneri saranno disposti, di anno in anno, con determinazione dell’Ufficio Servizi Sociali il quale procederà alla valutazione delle domande presentate, comunicando all’Ufficio Tributi l’elenco dei soggetti esonerati in tempo utile per la formazione del ruolo per la riscossione della TARI per l’anno di competenza. 4. L'esonero potrà essere revocato qualora le condizioni di necessità dovessero venir meno; allo scopo di accertare i requisiti richiesti, l'Amministrazione si riserva, in ogni caso, di effettuare le opportune indagini avvalendosi degli organismi comunali.  

ART. 78  ESENZIONE PER ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO 1. Sono esenti dal tributo i locali e le aree utilizzate da organizzazioni di volontariato, senza fini di lucro, iscritte nella competente sezione dell’albo regionale di cui alla Legge regionale n. 42/2013. 

ART. 79   CUMULO DI RIDUZIONI E AGEVOLAZIONI 1. Qualora si rendessero applicabili più riduzioni o agevolazioni, ciascuna di esse opera sull’importo ottenuto dall’applicazione delle riduzioni o agevolazioni precedentemente considerate. 2. Le riduzioni potranno cumularsi fino ad una percentuale massima del 75% per la quota fissa e del 75% per la quota variabile della tariffa; la presente disposizione non si applica all’agevolazione prevista dal comma 1 dell’art. 75. 

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
I MODELLI DI PAGAMENTO F24 SONO ALLEGATI ALL'AVVISO DI PAGAMENTO INVIATO AI CONTRIBUENTI

... E' in corso l'attivazione del servizio di pagamento PagoPA ...

                                                                        


* PER IL SOLO PAGAMENTO DALL'ESTERO E' POSSIBILE EFFETTUARE UN BONIFICO BANCARIO INDICANDO OBBLIGATORIAMENTE NELLA CAUSALE:


  • CODICE FISCALE
  • N° AVVISO DI PAGAMENTO (IN ALTO A SINISTRA)
  • TARI ANNO (2020 O ALTRO)
  • CODICE TRIBUTO 3944
  • CODICE CATASTALE  L024 


ESEMPIO: C.F. BBBCCC65A01D297X - AVVISO N° 555 - TARI 2020 - L024 - 3944

ESTREMI PER IL BONIFICO:


  • BANCA CARIGE SPA  - FILIALE DI ARMA DI TAGGIA (306)
  • IBAN: IT 96 B 06175 49091 00000 1822690
  • BIC:   CRGEITGG306


ENTRO 30 GIORNI DAL PAGAMENTO SI PREGA DI INVIARE COPIA DELLA RICEVUTA DI PAGAMENTO VIA EMAIL (tributi@comune.taggia.im.it) ALL'UFFICIO PER L'IMPUTAZIONE DEL PAGAMENTO


* FOR ONLY PAYMENT FROM ABROAD IT IS POSSIBLE TO MAKE A BANK TRANSFER INDICATING MANDATELY IN THE REASON:


  • FISCAL CODE
  • PAYMENT NOTICE (TOP LEFT OF THE LETTER)
  • TARI YEAR (2020 OR OTHER)
  • TAX CODE 3944
  • CATASTAL CODE L024
EXAMPLE: C.F. BBBCCC65A01D297X - NOTICE N ° 555 - TARI 2020 - L024 - 3944

EXTENSIONS FOR THE TRANSFER:
  • BANCA CARIGE SPA  - FILIALE DI ARMA DI TAGGIA (306)
  • IBAN: IT 96 B 06175 49091 00000 1822690
  • BIC:    CRGEITGG306



WITHIN 30 DAYS OF PAYMENT PLEASE SEND A COPY OF THE PAYMENT RECEIPT BY EMAIL (tributi@comune.taggia.im.it) TO THE OFFICE



* POUR LE SEUL PAIEMENT DE L'ETRANGER, IL EST POSSIBLE DE FAIRE UN TRANSFERT BANCAIRE INDIQUANT OBLIGATOIREMENT DANS LA RAISON:


  • CODE FISCAL
  • AVIS DE PAIEMENT (EN HAUT À GAUCHE DANS L'AVIS)
  • ANNÉE TARI (2020 OU AUTRE)
  • CODE TAXE 3944
  • CODE CATASTAL L204


EXEMPLE:  C.F. BBBCCC65A01D297X - AVIS N ° 555 - TARI 2020 - L204 - 3944

EXTENSIONS POUR LE TRANSFERT:


  • BANCA CARIGE SPA  - FILIALE DI ARMA DI TAGGIA (306)
  • IBAN: IT 96 B 06175 49091 00000 1822690
  • BIC:    CRGEITGG306



DANS LES 30 JOURS DE PAIEMENT, VEUILLEZ ENVOYER UNE COPIE DU REÇU DE PAIEMENT PAR COURRIEL (tributi@comune.taggia.im.it) AU BUREAU DU SERVICE DE PAIEMENT



* NUR FÜR DIE AUSZAHLUNG AUS DEM AUSLAND IST EINE BANKÜBERTRAGUNG MÖGLICHERWEISE AUS DEM GRUND ZU MACHEN:

  • FISCAL CODE
  • ZAHLUNGSHINWEIS (OBEN LINKS)
  • TARI-JAHR (2020 ODER ANDERE)
  • STEUERCODE 3944
  • KATASTALCODE L024

BEISPIEL: C.F. BBBCCC65A01D297X - HINWEIS Nr. 555 - TARI 2020 - L024 - 3944

ERWEITERUNGEN FÜR DIE ÜBERTRAGUNG:


  • BANCA CARIGE SPA  - FILIALE DI ARMA DI TAGGIA (306)

  • IBAN: IT 96 B 06175 49091 00000 1822690

  • BIC:    CRGEITGG306


Innerhalb von 30 Tagen nach Zahlungseingang senden Sie bitte eine Kopie des Zahlungsempfangs per E-Mail (tributi@comune.taggia.im.it) an das Büro der Zahlungsabteilung



Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
30/11/2020
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
30/09/2020
33,33%
2° rata
30/11/2020
33,33%
3° rata
31/01/2021
33,34%

A causa dell'emergenza Covid 19 le scadenze TARI 2020 sono state posticipate come sopra riportato.

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

RISCOSSIONE 

1. Il Comune riscuote la tassa sui rifiuti dovuta in base alle dichiarazioni inviando ai contribuenti, per posta semplice, o in alternativa per e-mail se richiesto dai contribuenti medesimi, avvisi di pagamento che specificano per ogni utenza le somme dovute, comprensive del tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell’ambiente, di cui all’art. 19 del D. Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504, prevedendo di norma almeno due rate a scadenza semestrale e in modo anche differenziato rispetto alla TASI; le scadenze e i termini di versamento sono stabilite nella delibera consiliare di approvazione delle tariffe. 

...

4. Al contribuente che non versi alle prescritte scadenze le somme indicate nell’avviso di pagamento è notificato, anche a mezzo raccomandata A.R. e a pena di decadenza entro il 31 dicembre del quinto anno successivo all’anno per il quale il tributo è dovuto, avviso di accertamento per omesso o insufficiente pagamento. L’avviso indica le somme da versare in unica rata entro sessanta giorni dalla ricezione, con addebito delle spese di notifica e contiene l’avvertenza che, in caso di inadempimento, si applicherà la sanzione per omesso pagamento di cui all’articolo 35, comma 1, oltre agli interessi di mora, e si procederà alla riscossione coattiva con aggravio delle spese di riscossione.  

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

E' POSSIBILE SCRIVERE UNA EMAIL A: tributi@comune.taggia.im.it

OPPURE CONTATTARE L'UFFICIO TRIBUTI TELEFONICAMENTE ALLO 0184.476222 


DI SEGUITO I MODULI SCARICABILI PER LE COMUNICAZIONI DELLE VARIAZIONI

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Si ricorda che è possibile ricevere la BOLLETTA TARI in via telematica (mail o PEC) con apposita istanza indirizzata all'Ufficio Tributi all'indirizzo: tributi@comune.taggia.im.it 


Il contribuente è tenuto a comunicare eventuali variazioni di indirizzo di posta elettronica od a richiedere il ripristino della modalità di ricezione cartacea.


Qualora l'avviso di ricevimento non fosse pervenuto in modalità cartacea, è possibile richiederne copia mediante invio di una mail all'Ufficio Tributi: tributi@comune.taggia.im.it