Trasparenza Rifiuti Schio

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Schio

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Schio

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.

AVVISI

Differimento della scadenza prima rata tari 2020.

Si rende noto che l'amministrazione a seguito emergenza Covid -2019 ha prorogato al scadenza della prima rata TARI al 30 ottobre 2020.

Si avvisa i contribuenti che, a seguito dell'emergenza Covid - 2019, la consegna dei sacchetti è stata sospesa a data da destinarsi. E' pertanto consentito utilizzare sacchetti di pari colore acquistati nei supermercati o altri negozi simili.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio/Spazzamento strade

GESTORE PER LA RACCOLTA E IL TRASPORTO DEI RIFIUTI


Alto Vicentino Ambiente S.r.l. (A.V.A.)

Nasce nel 1978, quando i Comuni dell’Alto Vicentino costituiscono un "Consorzio per l’impianto e l’esercizio del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani". Nel 1999 il Consorzio si trasforma in società a responsabilità limitata, oggi partecipata da 31 Comuni dell'Alto Vicentino e dall'Unione Montana "Spettabile Reggenza dei Sette Comuni".

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti

NUOVE MODALITÀ DI COMUNICAZIONE CON L'UFFICIO TRIBUTI

  

In ottemperanza alle disposizioni impartite per fronteggiare l'emergenza dovuta alla diffusione e al contagio da COVID-19 (Coronavirus), l'Ufficio tributi effettuerà il proprio servizio di consulenza e assistenza ai cittadini contribuenti al telefono o a mezzo della posta elettronica.

Il numero di telefono da utilizzare è lo 0445 691469 dal lunedì al venerdì, dalle ore 11,00 alle 13,00.

L'indirizzo di posta elettronica a cui inviare invece tutte le comunicazioni o richieste relative ai tributi comunali è tributi@comune.schio.vi.it , indicando necessariamente un proprio recapito telefonico dove poter essere ricontattati. E' stata inoltre predisposta un'apposita agenda per gli appuntamenti telefonici, che sarà raggiungibile direttamente dal sito del comune di Schio.

Attraverso essa si potrà chiedere di essere chiamati al telefono da un operatore dell'Ufficio tributi per ogni informazione o sbrigare una pratica riguardante i tributi comunali, ad una determinata data e ora scelte dal contribuente tra quelle messe a disposizione.


Link per accedere all'agenda prenotazioni


Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

MODALITA' INVIO SEGNALAZIONI TRAMITE IL PORTALE CITYWEB


E' possibile inviare segnalazioni al Comune di Schio anche on line tramite la piattaforma Cityweb, collegandosi al sito htpp://citywebschio.altovicentino. ll servizio è gratuito. Utilizzando Cityweb è possibile verificare in ogni momento lo stato di avanzamento delle segnalazioni, il nominativo del referente comunale che le sta seguendo, aggiungere dettagli, foto e informazioni.

Altrimenti, se la segnalazione o reclamo riguarda esclusivamente la modalità di tassazione, si può compilare il modulo indicato nei link sottostanti ritornando poi lo stesso a: tributi@comune.schio.vi.it oppure a: info@comune.schio.vi.it


Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

CALENDARIO SUDDIVISO PER ZONE DI RACCOLTA RIFIUTI ASSIMILABILI AGLI URBANI:


CALENDARIO RACCOLTA RIFIUTI ASSIMILATI AGLI URBANI ANNO 2020


ZONA 1: Magrè, Liviera, Cà Trenta, Giavenale, Poleo, Aste, S. Martino, S.Cuore, Stadio, Quartiere Operaio, Cappuccini.

ZONA 2: SS. Trinità, Piane, Ressecco, Centro, S. Croce, Località Maglio di Giavenale, Via Pietro Maraschin.

ZONA 3: Zona Industriale, Rio di Giavenale, Campo Romano, Vie Vanzi, Macchiavella, Due Cammini.

ZONA 4: Tretto, Monte Magrè.


GIORNI E ORARI APERTURA ECOSTAZIONI


Ecostazione di Via Roma (Magrè)

Orario invernale (ora solare):

- Sabato dalle 9 alle 12 e pomeriggio dalle ore 14 alle ore 17  

- Martedì, Mercoledì, dalle 14 alle 17 

Orario estivo (ora legale):

- Sabato dalle ore 9 alle ore 12  e pomeriggio dalle ore 15 alle ore 18

- Martedì, Mercoledì, dalle 15 alle 18 


Ecostazione di Via Dello Sport (zona piscine)

Orario invernale (ora solare):

- Sabato dalle 9 alle 12 e pomeriggio dalle ore 14 alle ore 17

- Lunedì, Giovedì, Venerdì dalle 14 alle 17

Orario estivo (ora legale):

- Sabato dalle 9 alle 12 e pomeriggio dalle 15 alle 18

- Lunedì, Giovedì, Venerdì dalle 15 alle 18


CALENDARIO RACCOLTA VERDE E INGOMBRANTI NEI QUARTIERI


ATTENZIONE !!! IL SERVIZIO PRESENTE CON L'EMERGENZA COVID-2019 E' STATO SOSPESO A DATA DA DESTINARSI.


E' possibile visionare il calendario per la raccolta del verde e ingombrati nei quartieri comunali al seguente link: Calendario Raccolta Verde e Ingombranti nei quartieri. (Link momentaneamente disattivato)




Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

SERVIZIO DI RACCOLTA AMIANTO RISERVATO A PRIVATI CITTADINI

I privati cittadini possono avvalersi del servizio raccolta amianto, previa compilazione di un apposito modulo reperibile nel seguente link:

Servizio raccolta amianto riservato a privati cittadini.



CONTRIBUTI PER L'ACQUISTO DI PANNOLINI LAVABILI

Descrizione e requisiti


Il cittadino genitore di un bambino dell'età massima di anni 3 può acquistare da qualsiasi rivenditore privato un kit di pannolini lavabili e richiedere al Comune di Schio il contributo del 50% della spesa sostenuta, per un massimo di € 50,00.

MODALITÀ DI RICHIESTA



Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto


INSIEME PER UNA CITTÀ' MIGLIORE!


Schio ha sempre risposto positivamente alla raccolta differenziata, ma  risultati considerati soddisfacenti fino a qualche anno fa, vanno ora riconsiderati in una prospettiva di miglioramento continuo, soprattutto in termini di qualità dei materiali provenienti dalla raccolta differenziata e da avviare al recupero.

La consegna delle forniture dei sacchi per i rifiuti è sospesa. Una volta terminate le scorte, i cittadini potranno esporre i rifiuti in sacchi acquistati al supermercato (sacchi gialli per la carta, blu per imballaggi e neri per il secco).
Il servizio di raccolta dei rifiuti, invece, è assicurato senza variazioni.

  


Carta, imballaggi in plastica e metallo, secco sono raccolti “porta a porta” direttamente sulla strada davanti alle abitazioni. I rifiuti devono essere conferiti esclusivamente negli appositi sacchetti, di diverso colore.

IN SEGUITO ALL'EMERGENZA COVID-19 LA FORNITURA DEI SACCHI è SOSPESA.


     I soli sacchetti grigi per il rifiuto secco sono dotati di un codice, abbinato alle utenze, per conteggiare il numero di sacchi e quindi la quantità di rifiuto secco non riciclabile che ogni famiglia produce annualmente. Infatti, dal 2018, la Tassa Rifiuti -TARI terrà conto anche del numero di sacchetti grigi effettivamente utilizzati da ciascuna famiglia. I sacchetti grigi per il rifiuto secco sono forniti dal Comune di Schio gratuitamente (presso lo Sportello QUICittadino di Piazza Statuto, 16).

LA FORNITURA DEI SACCHI E' SOSPESA. I CITTADINI POTRANNO ESPORRE I SACCHI ACQUISTATI AL SUPERMERCATO DEL COLORE CORRISPONDENTE O TRASPARENTI INDICANDO ESTERNAMENTE IL CONTENUTO.


   

L'umido viene raccolto attraverso bidoni stradali marroni. Ogni contenitore serve 20 utenze circa ed è apribile solamente con apposita chiave. Il rifiuto umido può essere conferito in qualsiasi momento della giornata. L'umido va messo all'interno dei bidoni stradali marroni usando sacchetti di materiale compostabile che NON vengono forniti dal Comune.



     

Il vetro viene raccolto attraverso le apposite campane stradali.


Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

CALENDARIO E ORARI PULIZIA STRADE

E' possibile visualizzare il calendario con giorni e orari della pulizia strade visionando l'allegato in pdf nella sezione "Lista Allegati" sottostante.


 

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

MODALITÀ' DI CALCOLO DELLA TARIFFA


Il comune di Schio ha introdotto nel calcolo la tariffa puntuale per le utenze domestiche, come di seguito illustrato, al fine di avvicinare, con gradualità, l'importo del tributo all'effettivo quantitativo di rifiuto prodotto e conferito da ogni singola utenza.

La tariffa si compone di due parti, la parte fissa (QF) destinata a coprire il costo del servizio ( investimenti, ammortamenti ecc ), mentre la parte variabile (QV) è rapportata alla quantità di rifiuti conferiti, all'organizzazione del servizio e ai costi di gestione.

La parte fissa viene ancora calcolata applicando i coefficienti presuntivi, il cosiddetto metodo normalizzato, stabiliti con il D.P.R. 158/1999 e tiene conto della superficie dell'abitazione e del numero dei componenti il nucleo familiare.

La parte variabile (QV) della tariffa, invece, viene ora calcolata in base al numero di svuotamenti dei sacchetti grigi per la raccolta del rifiuto secco indifferenziato. Si ricorda, infatti, che ogni sacchetto è dotato di microchip, che consente di conteggiare, per ogni utente, il numero di sacchetti che vengono conferiti e smaltiti.

La tariffa comprende un numero minimo di conferimenti proporzionale al numero dei componenti il nucleo familiare, come di seguito illustrato:

  • per 1 componente 14 svuotamenti
  • per 2 componenti 18 svuotamenti
  • per 3 componenti 24 svuotamenti
  • per 4 componenti 28 svuotamenti
  • per 5 componenti 28 svuotamenti
  • per 6 componenti e oltre 28 svuotamenti
  • per le abitazioni a disposizioni di residenti  - 14 svuotamenti
  • per le abitazioni a disposizione di non residenti o di persone giuridiche - 14 svuotamenti

I conferimenti che eccedono la soglia stabilita saranno conteggiati, a consuntivo, nella tariffa dell'anno successivo; il costo per ogni sacchetto conferito oltre la soglia stabilita, è pari a 2,80 euro + 5% di addizionale provinciale, che, come predetto, verrà addebitato nell'avviso di pagamento che verrà recapitato nel mese di giugno dell'anno successivo.

La tariffa approvata comprende anche il costo per lo smaltimento della frazione umida del rifiuto a carico di coloro che hanno ritirato la chiave per utilizzare i contenitori stradali, la quota varia a seconda del numero dei componenti i nucleo familiare, come di seguito illustrato:

  • 1 componente euro 26,91
  • 2 componenti euro 31,62
  • 3 componenti euro 35,32
  • 4 componenti euro 38,35
  • 5 componenti euro 41,38
  • 6 componenti euro 43,74
  • abitazione a disposizione di residenti euro 26,91

Coloro che non hanno ritirato la chiave in quanto utilizzano il composter, non dovranno pagare la quota per l'umido.


Alcune raccomandazioni per un utilizzo consapevole ed efficace del servizio di raccolta dei rifiuti e per ridurre l'importo della tassa:

  1. Per ottimizzare l'utilizzo dei sacchi per il rifiuto secco, è necessario riempirlo bene e conferirlo solo quando è pieno.
  2. E' opportuno rivolgersi allo sportello comunale per il ritiro dei nuovi sacchetti solo quando sta per finire la precedente fornitura, non è necessario fare la scorta!
  3. Nel caso di più abitazioni, oltre a quella di residenza, è importante utilizzare i sacchetti consegnati per ciascuna utenza, in quanto ogni kit è identificato con un codice utente, diverso per ogni abitazione, non confondere, quindi, i sacchetti!
  4. Quando si cambia residenza per trasferimento ad altro Comune, è opportuno consegnare i sacchetti rimasti all'Ufficio QuiCittadino, evitate di lasciarli al nuovo inquilino!
  5. Nel caso, invece, di cambio di residenza all'interno del Comune, si possono utilizzare i sacchetti ancora a disposizione, provvederà lo sportello comunale a trasferire il codice utente nella nuova abitazione.




Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 17.224,54 t
Cluster: Comuni con elevata densità abitativa, bassa età media e localizzazione prevalente nel centro-sud - € 45,224617
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 77,38%
Fattori di contesto del comune: € 55,03857
Economie e diseconomie di scala: € 0,079088
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 3
Impianti di trattamento meccanico biologico: 6
Discariche: 10
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 6,064 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 14,42%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 54,82%
Rifiuti smaltiti in discarica: 12,43%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

RIDUZIONE PER GLI ISCRITTI AIRE (RESIDENTI ALL'ESTERO)


Secondo quanto previsto dal decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47 all’art. 9-bis si informano tutti i pensionati cittadini AIRE che a partire dall’anno 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato ed iscritti nell’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE) già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso.
Per tale unità immobiliare, si dispone quindi, l’esenzione IMU, mentre per la TARI e la TASI è applicata, la riduzione in misura ridotta di due terzi.
A tal fine si precisa che, l’ agevolazione:


  • riguarda una sola unità immobiliare posseduta nel territorio italiano a titolo di proprietà o di usufrutto.
  • l’unità immobiliare non deve essere locata e non data in comodato.
  • deve essere posseduta da cittadini italiani residenti fuori dal territorio dello Stato, iscritti AIRE.
  • già pensionati nei Paesi di residenza.
  • Esenzione IMU.
  • Misura della riduzione TARI – TASI        2/3 dell’importo


RIDUZIONE PER LE UTENZE DOMESTICHE CHE EFFETTUINO IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO


Agli utenti che effettuano il compostaggio domestico, non viene applicata la tariffa della chiave umido. Ciò premesso il beneficio riguarda la quota che in caso contrario verrebbe applicata e che varia a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare, come di seguito illustrato:

  • componente euro 26,91
  • componenti euro 31,62
  • componenti euro 35,32
  • componenti euro 38,35
  • componenti euro 41,38
  • componenti euro 43,74
  • abitazione a disposizione di residenti euro 26,91

Per accedere all'esenzione dell'applicazione della tariffa chiave umido, sopra indicata, deve essere attuato e compilato il seguente modulo del compostaggio domestico

 - Modulo Compostaggio Domestico


Una volta compilato dovrà essere spedito al seguente indirizzo di posta elettronica: tributi@comune.schio.vi.it ,oppure consegnato presso lo sportello dell'ufficio QuiCittandino (con accesso da Piazza Statuto) prendendo contatto preventivamente telefonicamente al seguente num. 0445691269 - 691268.


Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Può essere pagato presso qualsiasi sportello postale, bancario (senza nessuna commissione), oppure on banking

MODALITÀ DI PAGAMENTO DIVERSO DAL MODELLO F24 PER I RESIDENTI AIRE


I residenti all'estero possono utilizzare la modalità del bonifico per il pagamento della TARI, rispettando però i seguenti parametri:


  • Il bonifco deve essere fatto utilizzando il seguente codice Iban: IT 44 N 02008 60755 000040400426
  • Oltre al codice Iban deve essere indicato anche il codice Bic Swift: UNCRITM1D38
  • Intestazione al Comune di Schio (UNICREDIT S.P.A. Agenzia Schio VI Novembre)



Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
30/10/2020
50,00%
2° rata
16/12/2020
50,00%

DIFFERIMENTO SCADENZA RATA ACCONTO TARI - ANNO 2020


Vista l'emergenza Covid-19 e l'approssimarsi della scadenza prima rata TARI (prevista normalmente per il 16 giugno e rinviata in un primo momento al 16/10/2020), l'amministrazione ha deciso di differire tale scadenza al 30 ottobre 2020.

Sarà cura dell'Ufficio Tributi inviare prima della scadenza la bollettazione per i contribuenti regolarmente iscritti.


Contatti:

Tel.: 0445691469

@: tributi@comune.schio.vi.it

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

RAVVEDIMENTO OPEROSO


Per chi, per vari motivi, non ha potuto pagare le rate della TARI entro le scadenze stabilite, è possibile ovviare a tale ritardo utilizzando l'istituto giuridico del Ravvedimento Operoso.

Il Ravvedimento operoso consente al contribuente di pagare l'imposta dovuta con una piccola sanzione, ridotta rispetto alla sanzione normale. A seconda del ritardo il contribuente potrà pagare sanzioni ridotte ed interessi sulla base del numero di giorni di ritardo.

Il ravvedimento operoso è disciplinato dall'Articolo 13 del decreto legislativo 472/97.

Il ravvedimento operoso è utilizzabile solo se la violazione non sia stata già contestata e comunque non siano iniziate attività amministrative di accertamento delle quali il contribuente abbia avuto formale informativa.

In caso di ravvedimento, le sanzioni e gli interessi vanno versati sommandoli all'imposta e quindi con lo stesso codice tributo.

Ci sono quattro tipologie di ravvedimento (il "Ravvedimento Medio" è stato introdotto dalla Legge di Stabilità 2015) di cui le prime tre modificate nell'entità della sanzione dal DLgs 158/2015:

  1. Ravvedimento Sprint: prevede la possibilità di sanare la propria situazione versando l'imposta dovuta entro 14 giorni dalla scadenza con una sanzione dello 0,1% giornaliero (in precedenza era 0,2%) del valore dell'imposta più interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale.
  2. Ravvedimento Breveapplicabile dal 15° al 30° giorno di ritardo, prevede una sanzione fissa del 1,5% (in precedenza era 3%) dell'importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale.
  3. Ravvedimento Medio: è applicabile dopo il 30° giorno di ritardo fino al 90° giorno, e prevede una sanzione fissa del 1,67% (in precedenza era 3,33% - sanzione minima ridotta ad 1/9) dell'importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale (Comma 637 Legge di Stabilità 2015).
  4. Ravvedimento Lungo: è applicabile dopo il 90° giorno di ritardo, ma comunque entro i termini di presentazione della dichiarazione relativa all'anno in cui è stata commessa la violazione. In mancanza di Dichiarazione, nei casi in cui non c'è nuova dichiarazione (*), la data di riferimento è quella della scadenza del versamento.
    Prevede una sanzione fissa del 3,75% dell'importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale.


IL SERVIZIO DEL COMUNE DI SCHIO


Il comune di Schio, per i contribuenti che vogliono regolarizzare la propria posizione tributaria a seguito omessi pagamenti o versamenti parziali, effettua su richiesta del contribuente, il servizio di calcolo del Ravvedimento Operoso rilasciando oltre al prospetto riepilogativo anche il modello F24 per il versamento.

In attuazione dei principi in materia di Statuto dei diritti del contribuente, il Ravvedimento Operoso è stato normato con delibera del Consiglio n. 224 del 02.12.2003 e successive modifiche tra cui la più recente la n. 46 del 06.07.2020(Consultabile in formato PDF nella sezione " Lista Allegati").


Per avvalersi del servizio di calcolo sopra descritto ai fini della liquidazione del dovuto (comprensivo di sanzione e interessi), il contribuente deve contattare l'ufficio tributi attraverso le seguenti modalità:

1) Scrivere una mail all'indirizzo: tributi@comune.schio.vi.it specificando nella richiesta la volontà di ricevere il calcolo utilizzando la modalità del Ravvedimento Operoso.

2) Contattando l'ufficio dal lunedì al venerdì dalle ore 11:00 alle ore 13:00 al seguente num. telefonico: 0445691469.


N.B.: Non è possibile chiedere il Ravvedimento Operoso se l'ufficio tributi ha già iniziato l'attività amministrativa di accertamento. 


AGENZIA DELLE ENTRATE - RISCOSSIONE


Si rende noto che il Comune di Schio, per gli importi messi a ruolo si avvale del servizio dell'Agenzia Delle Entrate - Riscossione con sede in Schio via XX Settembre n. 23. Eventuali informazioni riguardanti l'ente di riscossione, possono essere consultate accedendo al seguente indirizzo web: https://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/it/Contatti/TrovaSportello/. Dalla pagina web evidenziata sarà possibile scegliere e trovare lo sportello più vicino.






Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

SEGNALAZIONE ERRORI

Eventuali errori contenuti nella bollettazione TARI, devono essere comunicati al seguente indirizzo @mail: tributi@comune.schio.vi.it allegando alla stessa il prospetto ricevuto con segnalato o evidenziato il tipo di errore.

Inoltre è possibile prenotare un appuntamento telefonico, con il quale si verrà chiamati da un operatore dell'Ufficio Tributi in modo da poter risolvere l'errore oppure ricevere gli opportuni chiarimenti. L'appuntamento telefonico può essere prenotato accedendo al seguente link: Accesso agenda appuntamenti telefonici indicando a piacimento la chiamata telefonica tra le fasce orarie disponibili, oppure chiamando al seguente num. telefonico 0445691469 dal lunedì al venerdì dalle ore 11:00 alle ore 13:00 concordando con l'operatore il giorno e orario disponibile.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

MODALITÀ RICEZIONE BOLLETTAZIONE A MEZZO POSTA ELETTRONICA


Previo rilascio di apposita autorizzazione da parte del contribuente, l'ufficio tributi del comune di Schio può inviare la bollettazione TARI a mezzo di posta elettronica. Per attivare questo servizio è sufficiente compilare il modello indicato nel link sottostante. Una volta compilato deve essere nuovamente inviato all'ufficio tributi al seguente indirizzo @mail: tributi@comune.schio.vi.it, con allegata copia di un documento di riconoscimento.


- MODELLO AUTORIZZAZIONE INVIO DATI A MEZZO POSTA ELETTRONICA