Trasparenza Rifiuti Santa Maria Capua Vetere
Trasparenza Rifiuti Santa Maria Capua Vetere

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Santa Maria Capua Vetere

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Santa Maria Capua Vetere

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Santa Maria Capua Vetere
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

segnalare ogni eventuale disservizio o difformità  all'UFFICIO AMBIENTE (dalle ore 9:00 alle ore 11:00) al fine di poter attivare per tempo i necessari controlli. 

tel: 0823 813173 - 236  - e.mail: ambiente@comune.smcv.it


Informazioni

LA MODULISTICA E' PRESENTE SUL SITO WEB DEL COMUNE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE SEZIONE. MODULISTICA /TRIBUTI

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Ordinanza 214 del 28 Novembre 2016 - Modifiche al sistema di Raccolta Differenziata dei rifiuti con il sistema "Porta a Porta"


Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

Piazzola Ecologica 

Via Napoli 81055 - Santa Maria Capua Vetere (CE)

ORARI di Apertura

Dal Lunedì al Sabato dalle ore 08,30 alle ore 13,30

Martedì e Giovedì dalle ore 14,30 alle ore 17,30


Informazioni per il Cittadino:

E' possibile conferire ingombranti, Ferro e Materassi (No RAEE)

Ogni cittadino può conferire fino a tre pezzi per volta


Inoltre il cittadino può prenotare il ritiro di oggetti ingombranti presso la propria abitazione chiamando il seguenti numeri

numero VERDE 800 170905

whatsapp: 339 4468607

Ritiro RAEE

logo-italia-ricicla

telefono: 0823 321029


Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Il servizio viene regolarmente effettuato ogni 15 giorni
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

LA TARIFFA DEL COMUNE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE E' ARTICOLATA IN VIRTU' DELLE NORME PREVISTE DAL d.p.r. 27/04/199 N. 158, giusto regolamento tari approvato con delibera di Consiglio n. 13 del 24/07/2020 art 13 :

1.      Le tariffe sono articolate per le utenze domestiche e per quelle non domestiche, quest’ultime a loro volta suddivise in categorie di attività con omogenea potenzialità di produzione di rifiuti, riportate nell’allegato 1 al presente regolamento

2.      Le tariffe si compongono di una quota determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio di gestione dei rifiuti, riferite in particolare agli investimenti per le opere ed ai relativi ammortamenti (quota fissa), e da una quota rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, al servizio fornito ed all’entità dei costi di gestione (quota variabile).

3.      In virtù delle norme del D.P.R. 27/04/1999, n. 158:

a)      la determinazione delle tariffe del tributo deve garantire la copertura integrale dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati, anche in relazione al piano finanziario degli interventi relativi al servizio e tenuto conto degli obiettivi di miglioramento della produttività e della qualità del servizio fornito e del tasso di inflazione programmato e deve rispettare l’equivalenza di cui al punto 1 dell’allegato 1 al D.P.R. 27/04/1999, n. 158;

b)     la quota fissa e quella variabile delle tariffe del tributo per le utenze domestiche e per quelle non domestiche vengono determinate in base a quanto stabilito dagli allegati 1 e 2 al DPR 27/04/1999, n. 158.

4.      Il provvedimento di determinazione delle tariffe del tributo stabilisce altresì:

a)      la ripartizione dei costi del servizio tra le utenze domestiche e quelle non domestiche, indicando il criterio adottato;

b)     i coefficienti Kb, Kc e Kd previsti dall’allegato 1 al D.P.R. 27/04/1999, n. 158, (ALLEGATO 3) fornendo idonea motivazione dei valori scelti, qualora reso necessario dall’articolazione dei coefficienti prescelta, soprattutto se si intende utilizzare la facoltà prevista dal comma 652 e) bis dell’art. 1 legge 147/13

What do you want to do ?
New mailCopy
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 14.880,61 t
Cluster: Comuni con elevata densità abitativa, bassa età media e localizzazione prevalente nel centro-sud - € 45,22471007
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 54,62%
Fattori di contesto del comune: € 109,7301862
Economie e diseconomie di scala: € 0,08097
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 1
Impianti di trattamento meccanico biologico: 7
Discariche: 2
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 14,743 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 34,63%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 3,8%
Rifiuti smaltiti in discarica: 4,12%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
What do you want to do ?
New mailCopy
riduzioni tariffarie nart . 21  giusto regolamento approvato in data 24/07/2020 condelibera di Consigliio n. 13

Art. 21   Riduzioni ed esenzioni per le utenze domestiche

1.      Ai sensi dell’art. 1, comma 659, della Legge 27/12/2013, n. 147,  per le abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora per più di sei mesi all’anno all’estero si applica la tariffa  prevista per unico occupante.

2.      Nelle more dell'adozione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri previsto dall’ articolo 57-bis del decreto fiscale 124/19 e delle disposizioni che dovrà emanare la stessa Arera  per garantire agli utenti domestici in condizioni economico sociali disagiate apposite agevolazioni tariffarie,  in relazione alla possibilità prevista dalla Delibera ARERA 158/2020/R/RUIF DEL 5/05/2020, il tributo è ridotto nella parte fissa e nella parte variabile ai soggetti che si trovano nelle seguenti condizioni:

a)      esenzione totale limitatamente ai locali destinati ad abitazione principale ed occupati da:

·        nuclei familiari assistiti in modo permanente dal Comune – inseriti nell’elenco  degli indigenti, quale documentazione esistente agli atti dell’Ufficio Servizi Sociali;

b)     riduzione della tariffa, nella parte fissa e variabile, nella misura seguente, per i locali destinati ad abitazione principale ed occupati da nuclei familiari che versano in particolari condizioni di disagio economico-sociale, rilevate mediante il calcolo dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.), così come definito dal D. Lgs. n. 109 del 31 marzo 1998 e successive modificazioni ed integrazioni:

·        40 % in presenza di I.S.E.E. fino a  5.000,00 euro.

·        30 % in presenza di I.S.E.E. compreso tra 5.000,00 e 7.000,00 euro.

 

c)      riduzione della tariffa del 20 % nella parte fissa e variabile, per i locali destinati ad abitazione principale occupati da nuclei familiari in cui risiedono soggetti portatori di handicap con età uguale o superiore ai 65 anni con  invalidità civile non inferiore al 66,6% certificata dalle Aziende Sanitarie Locali. In caso di soggetti portatori di handicap che presentino età anagrafica inferiore agli anni 65, l’invalidità civile richiesta deve essere almeno pari al 74%. In entrambi i casi il valore I.S.E.E. non dovrà superare i 10.000,00 euro.

d)     esenzione totale per locali ed aree occupate da organizzazioni di volontariato disciplinate dalla legge n. 266/91 ( legge quadro sul volontariato), che sono iscritte nell’apposito registro tenuto dalla Regione Campania, ai sensi dell’art. 6 della su indicata legge.

3.      Le riduzioni/esenzioni previste dalle lettere b), c), e d) del comma 1 sono concesse, previa verifica della regolarità dei pagamenti relativi agli anni precedenti, dal 1 gennaio dell’anno di presentazione della domanda da parte dell'interessato da inviarsi a mezzo posta o da presentarsi direttamente all’ufficio  protocollo dell’Ente; tale domanda deve essere redatta su modelli conformi a quelli messi a disposizione dagli uffici comunali, completa di tutti i dati previsti, a pena di improcedibilità, corredata dei documenti comprovanti il diritto;  a pena di improcedibilità,  la richiesta di riduzione/esenzione dovrà essere presentata dal 1° gennaio al 30 giugno di ciascun anno, ripresentandola ogni anno entro la scadenza sopra indicata, pena la decadenza del beneficio,  corredata dell’attestato I.S.E.E., rilasciato dagli enti competenti.  Qualora le agevolazioni di cui alle lettera b), c) e d), di cui al presente articolo vengano riconosciute successivamente alla data di emissione del ruolo, le stesse saranno conguagliate  sull’ultima rata dovuta per l’anno di riferimento ed il costo complessivo delle riduzioni/esenzioni concesse, sarà computato ai fini del calcolo della tariffa per l’anno successivo.

 

4.       L’esenzione prevista dalla lettera a), del comma 1, è concessa, su attestazione del Servizio Sociale Comunale; la domanda deve essere ripresentata di anno in anno, pena la decadenza dal beneficio, indirizzata ai Servizi Sociali e da inviarsi a mezzo posta o da presentarsi personalmente all’ufficio Protocollo. Il Servizio Sociale trasmetterà all’ufficio Tributi  l’elenco aggiornato dei soggetti richiedenti l’esenzione.

5.      Il Comune può, in qualsiasi momento, eseguire opportuni accertamenti al fine di verificare l'effettiva sussistenza delle condizioni richieste per le esenzioni o le riduzioni. In caso di accettazione della domanda di esenzione/riduzione, l’ufficio tributi provvederà alla cancellazione dai ruoli/lista di carico o all’iscrizione a ruolo/lista di carico per gli anni successivi della tariffa ridotta, senza l’obbligo di notificare all’interessato alcun avviso. E’ invece necessario, in caso di rigetto della domanda, la notifica del provvedimento nei sessanta giorni successivi. Allorché il diritto all’agevolazione viene a cessare, la tassa decorrerà dal primo giorno in cui sono venute meno le condizioni per l'agevolazione, su denuncia dell'interessato e/o verifica d'ufficio. In caso di accertamento d'ufficio per omissione della predetta denuncia, saranno applicate le previste  sanzioni.

6.      Le agevolazioni di cui al presente articolo, non cumulabili con le riduzioni di cui agli altri articoli è assicurata dagli stessi proventi della tassa relativa all'esercizio cui si riferisce l'iscrizione predetta.

7.      L’Ufficio si riserva di verificare la veridicità di quanto dichiarato dai contribuenti,  anche con l’ausilio  di controlli  effettuati  dalle autorità competenti.

 

 


Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
31/10/2022
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
31/10/2022
33,34%
2° rata
30/11/2022
33,33%
3° rata
31/12/2022
33,33%

            

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
SI APPLICA L'ARTICOLO 28 COMMi 6 e 7 DEL REGOLAMENTO APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE N. 13 del 24/07/2020 :

     

      In caso di mancato o parziale versamento dell’importo richiesto alle prescritte scadenze, il Comune provvede alla notifica, anche mediante servizio postale con raccomandata con ricevuta di ritorno o posta elettronica certificata, di un sollecito di versamento, contenente le somme da versare in unica soluzione entro il termine ivi indicato. In mancanza, si procederà alla notifica dell’avviso di accertamento d’ufficio o in rettifica, come indicato nel successivo art. 64, con irrogazione delle sanzioni previste dall’art. 1, comma 695 della Legge 27/12/2013, n. 147 e l’applicazione degli interessi di mora.

  Ai sensi dell’art. 1, comma 691, della L. 147/2013, come modificato dal D.L. 16/2014, è possibile affidare l’accertamento e la riscossione della TARI direttamente ai soggetti ai quali risulta attribuito, alla data del 31/12/2013, il servizio di gestione dei rifiuti o di accertamento e riscossione della TARES. E’ altresì possibile affidare la riscossione ai soggetti di cui all’art. 52 del D.Lgs 446/97, seguendo le procedure ivi previste.

What do you want to do ?
New mailCopy
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

SI APPLICA L'ARTICOLO  28 COMMA 5 DEL REGOLAMENTO APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE N. 13 DEL 24/07/2020: Le modifiche inerenti alle caratteristiche dell’utenza, che comportino variazioni in corso d’anno del tributo, potranno essere conteggiate nel tributo relativo all’anno successivo anche mediante conguaglio compensativo


LA MODULISTICA E' PRESENTE SUL SITO WEB DEL COMUNE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE SEZIONE. MODULISTICA /TRIBUTI

What do you want to do ?
New mailCopy
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Art. 28   c.1 regolamento tari approvato con Delibera di Consiglio n. 13 del 24/07/2020

 

 

1.      La tassa sui rifiuti è versata direttamente al Comune, mediante modello di pagamento unificato di cui all’art. 17 del Decreto Legislativo 09/07/1997, n. 241 ovvero tramite bollettino di conto corrente postale o, eventualmente, tramite le altre modalità di pagamento offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari e postali, se attivate.

  



What do you want to do ?
New mailCopy
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti