Trasparenza Rifiuti Sansepolcro
Trasparenza Rifiuti Sansepolcro

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Sansepolcro

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Sansepolcro

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Sansepolcro

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.

AVVISI

SONO IN CORSO DI SPEDIZIONE LE BOLLETTE TARI PER LE UTENZE NON DOMESTICHE PER L'ANNO 2021 CON SCADENZA 31/12/2021 LA PRIMA RATA E 31/03/2022 LA SECONDA. PER TUTTE LE RIDUZIONI APPLICATE SI RIMANDA AL REGOLAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI PRESENTE IN QUESTO PORTALE.


SONO INOLTRE IN CORSO DI SPEDIZIONE I CONGUAGLI TARI PER LE UTENZE DOMESTICHE PER L'ANNO 2021 CON SCADENZA 31/21/2021 PER LA PRIMA RATA E 31/03/2022 PER LA SECONDA


Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade



PER INFORMAZIONI IN MERITO ALLA GESTIONE 

Numero Verde 800127484 per richiesta informazioni (gratuito sia da cellulare che da rete fissa)

quieti.paolo@comune.sansepolcro.ar.it

bernardini.carlo@comune.sansepolcro.ar.it

lagrimini.silvano@comune.sansepolcro.ar.it


 





PER INFORMAZIONI IN MERITO ALLA TARIFFA E RAPPORTI CON GLI UTENTI


potete rivolgervi  all’ Ufficio Tributi del Comune di Sansepolcro presso il Servizio Finanziario sito in Sansepolcro Via Matteotti n° 1 (primo piano) telefonicamente dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 13:30 e il martedì e il giovedì dalle 15:00 alle 17:30.

L’accesso all’ufficio tributi del comune di Sansepolcro è consentito solo tramite appuntamento.

Telefono: 0575/732247  0575/732248 

mail: tributi@comune.sansepolcro.ar.it         

          giorni.nadia@comune.sansepolcro.ar.it  




Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade


Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

In  questa sezione è possibile :

. segnalare eventuali disguidi e mancanze relative al servizio;

. indicare situazioni di criticità;

. fornire consigli e suggerimenti utili al miglioramento del servizio.

 

Il Comune di Sansepolcro e Sei Toscana si impegnano a verificare e analizzare ogni segnalazione pervenuta in modo da trovare, entro i tempi tecnici necessari, una soluzione efficace, migliorando la qualità del servizio.

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

.Informazioni per la raccolta domiciliare (porta a porta nel centro storico)

.Informazioni per la raccolta stradale (cassonetti)

Le tipologie dei rifiuti raccolti nel Comune di Sansepolcro sono:

. Carta e cartone

. Multimateriale (imballaggi in vetro, plastica, alluminio e tetrapack

. Organico

. Indifferenziato

. Olio esausto

. Medicinali scaduti

. Pile esaurite
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

Il sistema di raccolta integrata consente di affiancare alla raccolta dei rifiuti solidi urbani indifferenziati tutte le tipologie di raccolta differenziata: organicocarta e cartoneplasticavetroalluminiopoliaccoppiati.

Nel territorio è attivo un sistema integrato di raccolta dei rifiuti: dal servizio di ritiro domiciliare porta a porta, in cui gli utenti devono raccogliere i rifiuti nei sacchetti e mastelli dati in dotazione dall’azienda e conferirli in strada in giorni e orari stabiliti, passando dalla raccolta "tradizionale" stradale (cassonetti e bidoni di prossimità), sino ai servizi di conferimento dei rifiuti con attrezzature ad accesso controllato (con l'ausilio della 6Card).

La 6Card è l’ eco tessera abbinata all’ utenza TARI per i servizi integrati di raccolta rifiuti.

 

Nei link indicati sono riportate le informazioni per conoscere le tipologie di rifiuti ammesse e le modalità di conferimento del centro di raccolta\stazione ecologica.

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

Sei Toscana intende garantire i medesimi standard di qualità e l’attenzione per la salvaguardia ambientale su tutto il territorio servito, rispettando rigorosamente le disposizioni normative nazionali e comunitarie con particolare attenzione alla qualità del servizio erogato e alla sicurezza dei suoi lavoratori.

L’azienda si impegna a perseguire l’efficacia dei servizi e l’efficienza economica della gestione adottando comportamenti socialmente responsabili nel rispetto dell’ambiente, dei requisiti del cliente e della qualità del servizio, monitorando e rispondendo alle attese economiche, ambientali e sociali di tutti i suoi stakeholders.

 

A garanzia dell’impegno volto al soddisfacimento dei bisogni degli utenti e alla tutela dell'ambiente, Sei Toscana si impegna inoltre a favorire il dialogo aperto con i cittadini e con tutte le realtà locali interessate promuovendo il coinvolgimento attivo della popolazione per una migliore gestione del settore rifiuti in generale e dell' attività stessa di Sei Toscana in particolare.

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso

In un'ottica di medio termine il nostro Comune ha fatto registrare il picco massimo di raccolta differenziata nel 2015, ovvero nell'anno in cui dopo il forte vento del 5 marzo si sono dovuti smaltire molti materiali, soprattutto di frazione organica (come il legno e il verde in generale). Da lì in poi il valore della raccolta differenziata è sceso progressivamente e a causa dello strettissimo margine di azione, si è fatto fatica ad investire su soluzioni che potevano far salire la quota di R.D.: non è stato semplice, infatti, investire sulla differenziazione dei rifiuti, in quanto tali interventi non sono a carico del gestore, ma dei cittadini.

Questa incongruenza, riportata sul contratto che i comuni hanno con SEI Toscana, ha dunque creato una condizione decisamente sfavorevole a cui, poi, si è aggiunto un progressivo aumento dei costi fissi che si legano alla gestione dei rifiuti nell'ambito Toscana Sud. In una situazione ricca di paradossi anche l'ecotassa ha purtroppo contribuito a posporre gli investimenti pro-raccolta differenziata alla necessità di contente la Tari.

 

Nonostante queste tante conclamate e più volte denunciate difficoltà, siamo riusciti a mettere a punto importanti misure senza però gravare sulle tasche dei cittadini: grazie all'introduzione dell'organico, all'installazione degli eco-compattatori, all'attivazione del servizio di ritiro del verde, al sistema di controllo del territorio e al progetto “Differenziare per Risparmiare” sviluppato con i supermercati e le Proloco, l’introduzione di mastelli nuovi con serratura per le attività del centro storico, l’istituzione di premialità per il compostaggio domestico, negli ultimi anni abbiamo fatto registrare un netto balzo in avanti. Da questo dato positivo si conta, dunque, di dare continuità ad un trend che nei prossimi mesi potrà permetterci rendere sempre più virtuoso la complessa dinamica di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
ABITAZIONE CON 1 COMPONENTE
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,70% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ABITAZIONE CON 4 COMPONENTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,70% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
BAR,CAFFE', PASTICCERIA
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,70% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ATTIVITA' ARTIGIANALI TIPO BOTTEGHE: PARRUCCHIERE, BARBIERE, ESTETISTA
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,70% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Si riportano alcuni esempi pratici di calcolo della TARI.

Le tariffe applicate negli esempi sono quelle relative alla Tari 2019, confermate anche per l'anno 2020 con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 84 del 30-09-2020


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 9.827,15 t
Cluster: Comuni con elevato grado di attrazione economica e localizzazione nell’hinterland delle grandi città - € 30,45108803
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 32,61%
Fattori di contesto del comune: € 91,44126283
Economie e diseconomie di scala: € 0,12139
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 6
Impianti di trattamento meccanico biologico: 15
Discariche: 8
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 46,828 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 12,22%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 14,97%
Rifiuti smaltiti in discarica: 31,41%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste



Di seguito si riportano in forma sintetica le riduzioni previste dal regolamento TARI del comune di Sansepolcro.

RIEPILOGO RIDUZIONI TARI   2020


TIPOLOGIA

PERCENTUALE RIDUZIONE

MODALITA’ DI APPLICAZIONE

 

LONTANANZA DAL SERVIZIO

60%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 

ATTIVITA’ STAGIONALE                                     

25%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 

ABITAZIONI A DISPOSIZIONE                                                      

30%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 

RIDUZIONE PENSIONATI AIRE                                                    

66,66%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 

COMPOSTAGGIO DOMESTICO                                                   

10%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 

GIOVANI COPPIE  (ESENZIONE PER 2 ANNI)                                                                         

100%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 

NUOVE ATTIVITA’ (ESENZIONE PER 2 ANNI)                                                                                                                                              

100%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 

RIDUZIONE ASSOCIAZIONI                                                         

50%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 

BED AND BREAKFAST CASE VACANZA AFFITTACAMERE      

25%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 

LOCALI PARCHEGGIO GRATUITI PER CLIENTELA                  

50%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 

ATTIVITA' DI AGRITURISMO                                                     

30%

QUOTA FISSA E QUOTA VARIABILE

 


RIDUZIONI E AGEVOLAZIONI PER EMERGENZA COVID-19


1.       Per il solo anno 2020, i soggetti titolari di attività industriali, artigianali, commerciali e professionali, interessate dai provvedimenti di interruzione delle attività sull’intero territorio nazionale, conseguenti all’emergenza sanitaria Covid-19, possono richiedere una riduzione della tariffa relativa alla Tassa smaltimento rifiuti – TARI - anno 2020;


2.       Il soggetto che intende usufruire delle riduzioni di cui al presente articolo, deve presentare, pena l’esclusione, entro il giorno 31/10/2020, apposita istanza   utilizzando il modello predisposto dal Servizio Tributi del Comune di Sansepolcro, che attesti ai sensi del D.P.R. 445/2000, il periodo di effettiva chiusura dei locali;

 

3.       I requisiti per accedere all’applicazione della riduzione della tariffa sono i seguenti:


a) Attività sottoposte a sospensione per un periodo inferiore o uguale a 60 giorni riduzione del 20% della quota fissa e della quota variabile della tariffa;

b) Attività sottoposte a sospensione per un periodo superiore a 60 giorni riduzione del 25% della quota fissa e della quota variabile della tariffa;

c) Attività   rientrante nella seguente fattispecie riduzione del 10% della quota fissa e della quota variabile della tariffa:

·        attività sottoposte a sospensione che hanno effettuato consegne a domicilio nel periodo di sospensione.


4.       Nel caso di utilizzi promiscui, dovrà essere dichiarata la superficie dei locali che per le suddette finalità di contenimento del contagio non è stata utilizzata.


5.       L’accesso al beneficio della riduzione della tariffa è consentito a favore delle attività in regola con i pagamenti dovuti a titolo di Tributi comunali, fino all’annualità 2019.


6.       In ogni caso è fatta salva la possibilità di regolarizzare il debito e presentare ricevuta dei pagamenti all’Ufficio Tributi contestualmente o entro trenta giorni dalla presentazione della richiesta della riduzione.


7.       In caso di irregolarità dei versamenti la richiesta di riduzione verrà accolta parzialmente e sarà riconosciuta esclusivamente la riduzione Tari della sola quota variabile della tariffa secondo le percentuali indicate al comma 3;


8.      In  caso di mancata presentazione della richiesta di riduzione, entro i termini previsti, verrà comunque applicata  la riduzione della sola quota variabile, per le tipologie di utenze non domestiche, indicate, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nella tabella 1) a  e  1) b  dell’Allegato A) della delibera ARERA 158/2020, enucleate dal d.P.R. 158/99,  che risultino immediatamente riconducibili alle categorie di cui sia stata disposta la sospensione, e la successiva riapertura, con i provvedimenti governativi ovvero con altri atti assunti dalle autorità competenti, per l’anno 2020;

 

9.       La riduzione totale verrà calcolata sull’avviso di pagamento a conguaglio della TARI anno 2020, l’avviso riporterà l’importo netto da versare e la riduzione applicata.


10.   Con apposito provvedimento la Giunta Municipale può modificare le scadenze previste al comma 2.


11.   Limitatamente all’anno 2020 il termine previsto all’art.8 comma 5 e prorogato al 31 AGOSTO 2020;


Il Comune effettuerà i dovuti controlli, anche a campione, circa la veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini dell’accesso alla contribuzione, anche richiedendo la produzione di specifiche attestazioni.







Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Il Comune di Sansepolcro, assieme all'avviso TARI, invia i modelli F24 per il pagamento, utilizzabili presso sportelli bancari, postali e più in generale presso gli intermediari abilitati; inoltre può essere utilizzato per il pagamento con Home Banking.
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
30/04/2021
25,00%
2° rata
31/07/2021
25,00%
3° rata
30/09/2021
25,00%
4° rata
01/12/2021
25,00%

Per l'anno 2020, a seguito dell'emergenza COVID-19 con Delibera di Consiglio Comunale n. 78 del 15/05/2020, le scadenze sono state posticipate come segue:

Avviso di pagamento in acconto in due rate con scadenza 31/07/2020 e 30/09/2020, pari al 50% dell’importo dovuto applicando le tariffe approvate per l’anno 2019, le riduzioni in essere e la banca dati agli atti dell’Ufficio Tributi;

Avviso di pagamento a Saldo con scadenze 31/01/2021 e 31/03/2021, calcolato in base alle tariffe approvate con deliberazione del Consiglio Comunale n° 84 del 30-09-2020 , sottraendo quanto versato in acconto;


Faranno parte del conguaglio anche tutte le riduzioni, comprese le riduzioni Covid-19 stabilite con l’art. 23-bis del regolamento TARI approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 85 del 30 settembre 2020 la delibera viene riportata in allegato al punto 3.1.k).

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
In caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento della TARI risultante dalla dichiarazione alle prescritte scadenze viene irrogata la sanzione prevista dall’articolo 13 del Decreto Legislativo 18/12/1997, n. 471 e successive modificazioni ed integrazioni. Nel caso di versamenti effettuati con un ritardo non superiore a 15 giorni, la sanzione di cui al primo periodo è ridotta ad un quindicesimo per ciascun giorno di ritardo. Per la predetta sanzione non è ammessa la definizione agevolata ai sensi dell’articolo 17, comma 3, del Decreto Legislativo 472/97. 2. In caso di omessa presentazione della dichiarazione, di infedele dichiarazione o di mancata, incompleta o infedele risposta al questionario di cui all’articolo 33, comma 1 let. a), entro il termine di 60 giorni dalla notifica dello stesso si applicano le sanzioni previste dalle vigenti disposizioni di legge. 3. Le sanzioni di cui al precedente comma sono ridotte ad un terzo se, entro il termine per la proposizione del ricorso, interviene acquiescenza del contribuente, con pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione ridotta e degli interessi, nei casi previsti dalle vigenti norme di legge. 4. Si applica, per quanto non specificamente disposto, la disciplina prevista per le sanzioni amministrative per la violazione di norme tributarie di cui al decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472. 5. Gli interessi di mora, di rateazione e di rimborso sono computati nella misura indicata nel vigente Regolamento generale delle entrate. 6. Gli interessi sono calcolati con maturazione giorno per giorno con decorrenza dal giorno in cui sono divenuti esigibili. 
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile


Il CODICE COMUNE del Comune di Sansepolcro è

I155

Il versamento della TARI, effettuato tramite modello F24 allegato all'avviso, utilizza il seguente codice tributo:

3944: Tari - tassa sui rifiuti;

Per eventuali recuperi d'imposta, i codici tributo (F24) sono:

3945: interessi su Tari - tassa sui rifiuti;
3946: sanzioni su Tari - tassa sui rifiuti.


Nel caso in cui ci si accorga di aver effettuato un versamento con un codice ente diverso da I155 Sansepolcro:

- se l'errore di digitazione è stato fatto da parte di un intermediario (banca, posta, ecc), bisogna verificare il versamento e nel caso lo stesso intermediario dovrà provvedere ad annullare la delega di pagamento emessa e riemetterla con codice ente corretto. In questo modo il versamento viene automaticamente sottratto al comune sbagliato e riversato a noi.

- se l'errore di digitazione è stato causato dal contribuente, ad esempio tramite compilazione del modello F24 sulla propria Home Banking, il contribuente dovrà rivolgersi al comune per la verifica del pagamento, oppure verificare a quale ente sono stati accreditati i soldi, accedendo al proprio cassetto fiscale. A seguito di questa verifica, il contribuente invierà poi richiesta di riversamento all'ente errato, che dovrà procedere al riversamento presso il nostro ente, sul conto corrente di tesoreria unica,  IBAN IT 28 N 0 100003245310300066858 in questo caso andrà indicata nella causale del versamento, il codice fiscale del contribuente e il tributo/anno che si sta riversando.
Stessa cosa farà il Comune di Sansepolcro se riceve un versamento indebito.


Per eventuali comunicazioni in merito a variazioni di metratura, chiusura o variazioni di utenze, o più in generale variazioni nei dati relativi all'utente o all'utenza, si può contattare l'Ufficio Tributi che seguirà il contribuente nella presentazione delle relative denunce e, se dovuto, ricalcolerà l'importo dell'avviso uscito.
Può essere utile visitare la pagina relativa alla TARI sul sito del Comune di Sansepolcro (link riportato in basso).

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti