Trasparenza Rifiuti Rovigo

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Rovigo

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Rovigo

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti
Lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Il Call Center di Ecoambiente 800 186 622  riceve le segnalazioni per migliorare i servizi o reclami per disservizi.

E' attivo tutti i giorni con orario continuato dal LUNEDI' al VENERDI dalle ore 8.00 alle ore 20.00 ed il SABATO dalle ore 8.00 alle ore 13.00.

Eventuali segnalazioni e reclami (con la possibilità di inviare fotografie) possono essere inoltrati anche attraverso mail all'indirizzo info@ecoambienterovigo.it o attraverso la App di Ecoambiente (scaricabile gratuitamente per smartphone e tablet con sistemi operativi Android, iOS e Windows).


TARI

Procedure per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utenza è necessario contattare:

- a mezzo email  all'indirizzo   tarirovigo@as2srl.it   allegando copia di un documento di identità del dichiarante;   
- oppure a mano presso lo sportello TARI di AS2 srl nei giorni e negli orari di apertura al pubblico.
  In questo caso i contribuenti devono sempre presentarsi con un documento di identità in corso di   
  validità e delle copie dei dati e documenti utili alla compilazione. 




Per informazioni TARI e presentazione documenti


Sportello TARI presso AS2 srl in via della Resistenza n. 4 – tel. 0425420191  - email  tarirovigo@as2srl.it
da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:30  
martedì e giovedi  dalle ore 15:15 alle ore 17:30

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Tutte le informazioni utili sono riportate sugli allegati calendari (differenziati fra CENTRO e FRAZIONI)
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Le istruzioni in merito alle modifiche nella raccolta di alcune tipologie di rifiuto correlate all'emergenza COVID-19 sono contenute nei documenti allegati.
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Le istruzioni per il corretto conferimento di rifiuti sono indicate nei documenti allegati.
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Spazzamento meccanizzato

Lo spazzamento meccanico è il servizio effettuato su strade, viali, vie e piazze cittadine utilizzando attrezzature spazzatrici, di tipo meccanico, opportunamente integrato dal servizio di spazzamento manuale quando necessario.

Le attività di spazzamento meccanizzato vengono effettuate, dal lunedì al sabato, con cadenze diverse: giornaliero nel centro storico, bisettimanale o trisettimanale nelle altre zone del centro, nei quartieri e nella periferia e mensile nelle frazioni.


Zona 1 – giornaliero – meccanico

CENTRO STORICO: Corso del Popolo (da v. Minelli a Largo Martiri), v. Minelli, p.zza Repubblica, v. Umberto I, v.le Regina Margherita, v. Cavallotti, v. Maneo, Corso del Popolo (da Porta Po a Ponte Roda), largo Libertà, v. Miani, v. G. Bruno, v. Carducci, P. zza Appiotti, v. S. Bellino, P. zza San Bortolo, v. Oroboni (fino incrocio v. Resistenza), largo Martiri (compreso v. Salvo D'Acquisto), v. Portello, v. Fleming, piazza Cervi, v. Marconi, p. zza Riconoscenza


Zona 1 – periodico – meccanico e manuale

LUNEDI' -v. Cappuccini, v. Sacro Cuore, v. Rosmini, P.zzale Di Vittorio, v. Speroni Alvarotti, v. Principe di Napoli, v. Sichirollo, v. Ariosto, v. Foscolo, v. De Amicis, v. Don Minzoni, v. Gattinara, v. Baroni, v. Cecchetti, v. D. Piva (fino a v. B. Tisi da Garofolo), v. D. Alighieri

MARTEDI' – v. A. Mario, v. Valier, v. S. Baseggio, v. Parenzo, v. Corridoni, v. Verona, v. Trieste, l. Luccotti Fabbron, v. Pascoli, v. S. Agostino, v. N. Sauro, v. Fiume, v. A. Campo, v. Don C. Ferrari, villaggio Rizzi, v. Ramelli

MERCOLEDI' – v. Cappuccini, v. Sacro Cuore, v. Fusinato, v. Gattinara, v. Beata Maria Chiara, v. Gorizia, v. A. Garibaldi, v. D. Alighieri, v. Piave, v. D. Piva (fino a v. B. Tisi da Garofolo), C.E.P.O.L.3, v. Kolbe, v. Speroni degli Alvarotti, v. Oliva, v. Marin, v. Don Minzoni

GIOVEDI'- piazzale Di Vittorio, v. Porta S. Giovanni, v. A. Mario, v. Valier, v. Parenzo, v. Corridoni, v. Baroni, v. Principe di Napoli, v. Pascoli, v. S. Agostino, v. Trieste, v. Degan, v. Parini, v. Petrarca, v. Mancinelli, v. Gigli, v. Burlini, v. Toscanini (con laterali), v. Vivaldi, v. Franchetti, v. Baccari, v. Giordano

VENERDI' - v. Cappuccini, v. Sacro Cuore, v. Rosmini, v. Sichirollo, v. Foscolo, v. Boccaccio, v. Curiel, v. Don Minzoni, v. Gattinara, v. Fusinato, v. Beata Maria Chiara, v. Cecchetti, v. B.T. da Garofolo (pista ciclabile), v. Europa, v. P. Micca, Largo Cappellini, v. N. Sauro, v. Fiume, v. Piave

SABATO – via D. Piva (inclusa zona parcheggio retro Palazzo di vetro), v. D. Alighieri, v. Trieste, v. Verona, v. A. Mario, v. Parenzo, v. Corridoni, v. Maroncelli, v. Stacche, v. Munari, v. Villa (compreso laterali), v. Lenta, v. Di Rorai, v. Montessori, v. Sanzio, v. Tintoretto, v. Buonarroti, piazza Ungheria, C.E.P.O.L.3, v. Petrarca, v. Pascoli, v. S. Agostino


Zona 2 – giornaliero – meccanico

v. Ponte Roda, v. Boscolo, v. Bortoloni, piazza Merlin, v. Cavour, v. Venezze, v. Battisti, Piazza V. Emanuele II, v. Maddalena, piazza Garibaldi, v. X Luglio (anche interno Piazzetta Annonaria), v. Laurenti, v. Trento, v. Bonatti, piazza Duomo, v. Donatoni, v. Duomo, v. Badaloni, v. Modena Colorni, v. Mure Ospedale, v. Casalini, p. Caffaratti, v. Pighin, v. Angeli, v. Manara, v. S. Rocco, v. Silvestri, piazzale S. Francesco, v. Fraccon, piazzale D'Annunzio, v. All'Ara, v. Siviero, v. Bedendo, v. Ricchieri, v. Zanella, v. Campana, v. Oberdan, v. Levico, v. Grimani, v. Cattaneo, v. S. Cuore (da Levico a Grimani), Corso del Popolo (da piazza Mattotti a Ponte Roda), piazza Matteotti, v. Mazzini, v. Verdi, piazzale Soccorso, piazza XX Settembre, v. 4 Novembre, v. Brunetti, v. R. Piva


Zona 2 – periodico – meccanico e manuale

LUNEDI'- v. Mure Soccorso, v. Mure S. Giuseppe, v. Manzoni, v. C. Menotti, v. Cavaglieri, v. Castiglioni, v. Coronelli, v. Franchetta, v. Mameli, v. Cavriani, v. Ramello, v. Tesini, v. Casellato

MARTEDI' – v. Cappa d'Oro, v. Trieste (marciapiede), v. Marchiori, v. Vespucci, piazza Perosi, v. Galvani, v. Palestrina, v. Monteverdi, viale Baden Powell (compreso sottopasso v. Forlanini), riviera S. Pio X (fino a v. Colombo), pista ciclabile (da v. Pergolesi a piazzale Di Vittorio)

MERCOLEDI' – v. Manzoni, v. Viviani, v. Todi, v. Pilon, v. Mattioli, v. Calvi, v. Menotti, v. Mameli, v. Catalani, v. Colombo (compreso v. Fonderia), v. Pergolesi, v. Zandonai, v. Sgarzi, v. Montello, v. del Fante, v. Bersagliere, v. Ragazzi del '99, v. Monte Pelmo

GIOVEDI' – v. Mure S. Giuseppe, v. Mure Soccorso, v. Vecelio, v. Tesini, v. Casellato, v. E. Toti, v. D. Chiesa, v. F. Baseggio, v. Tenani, v. Crispi, v. Cavriani, v. Ramello, v. Castiglioni, v. Coronelli, v. Fra Fortunato, v. Adua, v. A. Negri

VENERDI' – v. Cappa d'Oro, v. Manzoni, v. C. Menotti, v. Mameli, v. Vico, piazza Perosi, v. Rossini, v. Cimarosa, v. Baden Powell (compreso sottopasso v. Forlanini), riviera San Pio X (fino a v. Colombo), pista ciclabile (da v. Pergolesi a piazzale Di Vittorio)

SABATO – v. Viviani, v. Trieste (marciapiede), v. Cairoli, riviera San Pio X (da v. Colombo a slargo dopo chiesa), v. Isonzo, v. Pasubio, v. Istria, v. Sabotino, v. Tofane, v. Ortigara, v. Malaspina, v. Bianchini, ecc.


Zona Quartieri – periodico – meccanico e manuale

LUNEDI' – v. Giro, Corso del Popolo (da Porta Po a ponte Fonderia), ponte Fonderia, v. Costituzione, v. M. di Savoia, v. Roncali, v. tre Martiri,, v. G. Piva, v. La Marmora, v. Confalonieri, v. Marchi,, v. Verga, v. Ippodromo, v. del Cervo, v. Viernheim (fino a Satonevri compreso park), v. Bedford, v. Capodistria, v. J. White, v. Monte Nero, v. Montegrappa, v. Veneto

MARTEDI' – v. Pace, v. Riccoboni, v. Monti, v. Bernini, v. Frassinella, v. Bonifacio, v. Malipiero, v. Filzi, v. Oroboni, v. Fermi (compreso sottopasso), v. Venezia (compreso laterali), v. I. Bandiera, v. Buozzi, v. A. Frank, v. G. Tasso, v. Bentivoglio, v. Lionello, v. M. Polo, v. G. Campo, v. Ungaretti, v. Scardona, v. Amendola (fino a G. Campo), v. 8 Marzo, v. Marmolada

MERCOLEDI' – Corso del Popolo (da Porta Po a Ponte Fonderia), v. della Resistenza, v. Galimberti, v. B. T. da Garofolo, v. Gramsci, v. De Gasperi, v. Tre Martiri, v. G. Piva, v. Gallani, v. Mozart, v. Salieri, v. Cilea, v. Alfano, v. Rinuncini, v. Veneto, v. Rovereto, v. Redipuglia, v. Cime di Lavaredo, v. Nevegal, v. Cossetto, v. Consigli, v. Col di Lana, v. Coni Zugna, v. Viernheim (da v. Satonevri), v. Satonevri, v. Tulcea

GIOVEDI' – v. Leopardi, v. L. da Vinci, v. Puccini, v. Volta, v. Machiavelli, v. Galilei, v. Bramante, v. Porta Adige (dalla rotatoria all'hotel Cristallo), v. Baruchello, v. Goldoni, v. A. Moro, v. B. Croce, v. Fogazzaro, v. Palmieri, v. Roverella, V. D. Strada, V. Pinelli, v. Locatelli, v. Bisuccio, v. Mascagni, v. Scarlatti, v. Frescobaldi, v. Albinoni, v. W. Ferrari, largo Cremesini, v. Spontini

VENERDI' – v. Ponte Fonderia, v. della Pace, v. Gramsci, v. B.T. da Garofolo, v. Pellico, v. Balzan, v. Gobatti, largo Fratelli Bandiera, v. T. Tasso, v. De Polzer, v. Maffei, v. Nicolio, v. Tre Martiri, v. della Resistenza, v. Galimberti, v. G.Giro, Corso del Popolo (da Porta Po a Ponte Fonderia), v. Amendola, v. M. Polo, v. Chiuarugi (fino sottopasso).

SABATO – v. Fermi, v. Venezia, v. I. Bandiera, v. Oroboni, v. Alfieri, v. Caracchio, v. Canova, v. De Gasperi, v. Mascagni, v. Cilea, v. Salieri, v. Alfano, v. Mozart, v. Rovereto, v. Redipuglia, v. Cime di Lavaredo, v. Granatieri di Sardegna, v. Caporetto, v. Podgora, v. Martiri di Belfiore.


Spazzamento manuale

Il servizio di spazzamento manuale consiste nella pulizia di tutte le aree pedonali (es. marciapiedi, piazze e piazzette, comprese tutte le pertinenze pubbliche non calpestabili quali fontanelle, ciotole fiorite o conche di alberature stradali, aiuole e parterre, muretti), inclusi i portici e sottoportici ad uso pubblico e le pensiline delle fermate del servizio di trasporto pubblico.

Il servizio comprende la pulizia anche di tutte le aree carrabili adibite a parcheggio o comunque non di normale transito veicolare, compresi gli spazi di possibile accesso tra i veicoli eventualmente parcheggiati, ed ove sia impossibile il transito di autospazzatrici.

La pulizia avviene con spazzamento manuale delle aree sopra indicate intervenendo con scope e ramazze idonee e professionali in grado di operare una efficace pulizia al suolo anche da rifiuti di piccola pezzatura, quali mozziconi di sigaretta, carte di caramella, tappi corona, schegge di vetro; nel corso del servizio, inoltre, verranno eliminati tutti i rifiuti di medie dimensioni, quali bottiglie o cocci, lattine, giornali, …

Il servizio comprende anche la rimozione di eventuali rifiuti di più grossa pezzatura giacenti a terra, quali scatoloni, sacchetti di rifiuti ed il loro conferimento nei contenitori per la raccolta rifiuti più vicini (cassonetti, bidoni, …), con la contestuale differenziazione merceologica tra carta, vetro, plastica, alluminio, acciaio, secco non riciclabile, umido.

Il servizio prevede il cambio sacchi di tutti i cestini presenti, diversificato a seconda delle caratteristiche, oltre ad una attenta opera di pulizia anche nei pressi dei contenitori. Comprende, inoltre, anche l’attività di pronto report ad Ecoambiente, onde poter disporre gli adeguati interventi di ripristino, per condizioni di degrado localizzate, quali lordure varie impossibili da rimuovere con il servizio di spazzamento ovvero abbandono di rifiuti ingombranti sull’area assegnata.


Il servizio prevede le seguenti modalità:

1. lo spazzamento manuale giornaliero feriale, nel centro storico e nei quartieri del Comune di Rovigo, viene effettuato secondo un programma suddiviso nelle stesse tre zone riportate per lo spazzamento meccanico che vengono coperte ciascuna con almeno un addetto per zona, e viene svolto dal lunedì al sabato di tutti i giorni feriali con interventi di durata variabile in relazione alle necessità.

2. lo spazzamento manuale giornaliero festivo infrasettimanale, nel centro storico e nei quartieri del Comune di Rovigo, avviene con un programma suddiviso, invece, in due zone coperte ciascuna con almeno un addetto per zona, che dovrà essere svolto tutti i giorni festivi infrasettimanali.

3. lo spazzamento manuale domenicale e la pulizia e rifinitura delle isole ecologiche nelle aree principali del centro storico della Città di Rovigo viene effettuato tutte le domeniche con almeno un addetto tra le 6.00 e le 12.00.


    Le operazioni di pulizia affidate al Gestore Ecoambiente sono completate da:

  1. pulizia mercati settimanali, rionali e in occasione di fiere e manifestazioni;

  2. asporto fogliame dai viali, svolto nel periodo ottobre - gennaio, secondo le effettive necessità dall’andamento stagionale;

  3. pulizia ed igienizzazione da guano nel centro storico.

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
1 OCCUPANTE
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
3 OCCUPANTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
BAR / PASTICCERIA
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ORTOFRUTTA
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Dichiarazione di inizio, variazione o cessazione

Per presentare la dichiarazione di inizio, variazione o cessazione è necessario scaricare e stampare la modulistica, compilarla in ogni sua parte e sottoscriverla. 

Come consegnarla:
- a mezzo email  all'indirizzo   tarirovigo@as2srl.it   allegando copia di un documento di identità del dichiarante;   
- oppure a mano presso lo sportello TARI di AS2 srl nei giorni e negli orari di apertura al pubblico.
  In questo caso i contribuenti devono sempre presentarsi con un documento di identità in corso di   
  validità e delle copie dei dati e documenti utili alla compilazione. 

La dichiarazione TARI va presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo al verificarsi dell'evento (apertura nuova utenza, variazione, cessazione).

La Tariffa per le utenze domestiche è commisurata alla superficie e al numero di occupanti. Per i residenti si tiene conto delle risultanze dell'Anagrafe comunale.
La Tariffa per le utenze non domestiche è commisurata alla superficie e alla tipologia dell'attività svolta.
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 32.356,70 t
Cluster: Poli urbani - € 38,492393
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 58,77%
Fattori di contesto del comune: € 92,562607
Economie e diseconomie di scala: € 0,039755
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 3
Impianti di trattamento meccanico biologico: 6
Discariche: 10
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 35,674 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 14,42%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 54,82%
Rifiuti smaltiti in discarica: 12,43%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

AGEVOLAZIONI TARI PER UTENZE NON DOMESTICHE ANNO 2020 A SEGUITO DELL'EMERGENZA COVID -19

Si informa che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 41 del 20/07/2020 sono state approvate le agevolazioni sulla TARI per le utenze non domestiche anno 2020 a seguito dell’emergenza COVID -19:

Per usufruire dell’agevolazione è necessario che l’attività svolta rientri:

  • fra i codici ATECO per i quali i DPCM e/o le ordinanze e/o Decreti Regionali hanno previsto la chiusura obbligatoria;

  • fra i codici ATECO per i quali i DPCM e/o le ordinanze e/o Decreti Regionali non hanno previsto la chiusura obbligatoria, ma l’attività è stata volontariamente sospesa (indicare le motivazioni);

PER POTER BENEFICIARE DELLE AGEVOLAZIONI OCCORRE

PRESENTARE APPOSITA AUTOCERTIFICAZIONE CON I MODULI DISPONIBILI SUL SITO INTERNET DEL COMUNE ROVIGO (SEZIONE SERVIZI E UFFICI – TRIBUTI – MODULISTICA)

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE EDITABILE

ENTRO E NON OLTRE IL TERMINE DEL 11 SETTEMBRE 2020

LE DOMANDE DEVONO ESSERE COMPILATE INFORMATICAMENTE

E TRASMESSE PER PEC

tributi.comune.rovigo@pecveneto.it

PER INFORMAZIONI CONTATTARE L' UFFICIO TRIBUTI

tel. 0425/206515 - 0425/206527

e-mail: tributi@comune.rovigo.it - sito internet: www.comune.rovigo.it


TABELLA CATEGORIE TARI UTENZE NON DOMESTICHE DPR 158/1999





AGEVOLAZIONI SOCIALI  TARI 2020






Si informa che, con la deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 15 Giugno 2020, sono state determinate le agevolazioni sociali sulla TARI (tassa sui rifiuti) per l'anno 2020.

Le domande potranno essere trasmesse per mail all’indirizzo tributi@comune.rovigo.it o presentate all'Ufficio Tributi previo appuntamento in Via della Resistenza n. 4, entro il giorno 31 Luglio 2020utilizzando il modulo disponibile sul sito internet  del Comune di Rovigo alla pagina Tributi (sezione "Modulistica") - “Modulo richiesta agevolazioni sociali TARI anno 2020”.

Si ricorda che per accedere ai benefici è necessario presentare copia della dichiarazione dei redditi di tutto il nucleo familiare (mod. 730/2020 o UNICO 2020) o mod. CU-certificazione unica relativi ai redditi percepiti nell’anno 2019.



______________________________________________________________________________________________________________

Per informazioni relative all’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura è necessario fare riferimento al vigente Regolamento  e alle agevolazioni tari comunicate annualmente sul sito internet del Comune alla pagina Uffici e Servizi - Ufficio Tributi 

Per semplificazione vengono riportati gli articoli del l Titolo IV "Riduzione ed agevolazioni"  del vigente  Regolamento TARI


TITOLO IV – RIDUZIONI ED AGEVOLAZIONI

Articolo 23

RIDUZIONI PER LE UTENZE DOMESTICHE


1. La tassa si applica in misura ridotta, nella quota variabile, alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:

a) abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni nell’anno solare: riduzione del 30%;

b) abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero: riduzione del 30%;

c) abitazioni occupate esclusivamente da soggetti che risiedano o abbiano la dimora presso Residenze Sanitarie Assistenziali (R.S.A.) o istituti sanitari (articolo 17): riduzione del 30%.

2. Le riduzioni di cui al comma precedente si applicano dalla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione se debitamente dichiarate e documentate nei termini di presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione o, in mancanza, dalla data di presentazione della relativa dichiarazione. La riduzione di cui alla lettera a) si applica, per i residenti nel Comune, anche in mancanza di specifica dichiarazione.

3. Alle utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto si applica una riduzione del 10% della parte variabile della tariffa, con le modalità precisate nel precedente articolo 14, comma 4.

4. Le riduzioni di cui al presente articolo cessano di operare alla data in cui ne vengono meno le condizioni di fruizione, anche in mancanza della relativa dichiarazione.

5. La TARI è applicata, con le modalità di cui al precedente comma 2, in misura ridotta di due terzi per ciascun anno sull’unica e sola unità immobiliare posseduta da cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato ed iscritti all’anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso.



Articolo 24

RIDUZIONI PER LE UTENZE NON DOMESTICHE NON STABILMENTE ATTIVE


1. La tassa si applica in misura ridotta, nella parte variabile, del 50% ai locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 183 giorni nell’anno solare.

2. La predetta riduzione si applica se le condizioni di cui al primo comma risultano da licenza o atto assentivo rilasciato dai competenti organi per l’esercizio dell’attività o da dichiarazione rilasciata dal titolare a pubbliche autorità.

3. Si applicano il secondo e il quarto comma dell’articolo 23.



Articolo 25

RICICLO RIFIUTI ASSIMILATI


1. La tariffa dovuta dalle utenze non domestiche può essere ridotta a consuntivo in proporzione alle quantità di rifiuti assimilati che il produttore dimostri di aver avviato al riciclo nell’anno di riferimento, direttamente o tramite soggetti autorizzati, mediante specifica attestazione rilasciata dall’impresa, a ciò abilitata, che ha effettuato l’attività di riciclo.

2. Per «riciclaggio» si intende, ai sensi dell’art. 183, comma 1, lett. u), del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152, qualsiasi operazione di recupero attraverso cui i rifiuti sono trattati per ottenere prodotti, materiali o sostanze da utilizzare per la loro funzione originaria o per altri fini.

Include il trattamento di materiale organico ma non il recupero di energia né il ritrattamento per ottenere materiali da utilizzare quali combustibili o in operazioni di riempimento.

3. La riduzione fruibile, escludendo dalla quantificazione i rifiuti da imballaggio, è calcolata sulla quota variabile della specifica categoria di attività da cui origina la produzione di rifiuto avviato al riciclo in proporzione ai quantitativi risultanti dalla documentazione di cui al comma 1.

4 Al fine di beneficiare dell’agevolazione di cui al comma 1, il soggetto passivo deve presentare entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di riferimento apposita attestazione, utilizzando il modello disponibile presso l’ufficio tributi, allegando le copie dei formulari rifiuti relativi all'attività di raccolta e recupero. La riduzione opera di regola mediante compensazione alla prima scadenza utile.

5. Ai sensi dell’articolo 1, comma 652, della legge 27.12.2013, n. 147, come integrato dall’articolo 17 della legge 19.08.2016, n. 166, la TARI dovuta dalle utenze non domestiche relative ad attività commerciali, industriali, professionali e produttive in genere, che producono o distribuiscono generi alimentari, e che a titolo gratuito cedono, direttamente o indirettamente, eccedenze alimentari agli indigenti e alle persone in maggior condizioni di bisogno ovvero per l’alimentazione animale, è ridotta a consuntivo in proporzione alla quantità, debitamente certificata, dei beni e dei prodotti ritirati dalla vendita e oggetto di donazione. La riduzione fruibile, è calcolata sulla quota variabile della specifica categoria di attività in proporzione ai quantitativi risultanti dalla documentazione presentata ai sensi del comma 7.

6. Per eccedenze alimentari si intendono i prodotti definiti dall’articolo 2, comma 1, lettera c), della legge 19.08.2016, n. 166.

7. Al fine di beneficiare dell’agevolazione di cui al comma 5, il soggetto passivo deve presentare entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di riferimento apposita attestazione, utilizzando il modello disponibile presso l’ufficio tributi ed allegando la documentazione comprovante la tipologia e la quantità dei beni e dei prodotti ceduti gratuitamente, nonché l’identificazione dei soggetti riceventi le merci, sia direttamente che indirettamente.



Articolo 26

RIDUZIONI PER INFERIORI LIVELLI DI PRESTAZIONE DEL SERVIZIO


1. La tassa è dovuta in misura non superiore al 40% della tariffa per le utenze esterne al perimetro in cui il servizio di gestione dei rifiuti è istituito ed attivato; analoga riduzione è applicata per le utenze poste ad una distanza superiore a 1.000 metri dal più vicino punto di conferimento, misurato dall’accesso dell’utenza alla strada pubblica, restando escluse dal calcolo della distanza i percorsi in proprietà privata.

2. La tassa è dovuta nella misura massima del 20% della tariffa in caso di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento, nonché di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta dall'autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all'ambiente.



Articolo 27

AGEVOLAZIONI


1. Il Comune può sostituirsi all'utenza nel pagamento totale o parziale della TARI, attraverso apposite autorizzazioni di spesa la cui copertura finanziaria è assicurata mediante il ricorso a risorse derivanti dalla fiscalità generale del Comune diverse dai proventi TARI, nei seguenti casi:

a) utenze domestiche attive costituite da persone assistite economicamente dal Comune.

L'esenzione totale viene applicata a partire dall'anno successivo all'inclusione del soggetto passivo negli elenchi delle persone assistite dal Comune in via ordinaria o straordinaria continuativa o beneficiarie del reddito di ultima istanza ed è aggiornata annualmente;

b) utenze a favore delle quali il Comune ritenga di avvalersi, con l’adozione di apposita deliberazione consiliare, della facoltà di prevedere agevolazioni sotto forma di riduzioni parziali o totali.

2. Le agevolazioni eventualmente previste non sono cumulabili tra loro.

3. L'istanza per ottenere l’agevolazione TARI deve essere presentata al Comune, utilizzando gli appositi moduli messi a disposizione entro il termine stabilito ogni anno. Il Comune si impegna a comunicare ai soggetti richiedenti la concessione o meno del beneficio di cui al precedente comma 1, lettera b), con l’indicazione delle modalità per usufruire dello stesso.

4. Le agevolazioni sono concesse in corrispondenza dell’anno di presentazione della domanda.

5. Il Comune in ogni tempo potrà procedere alla verifica della sussistenza dei requisiti necessari per il mantenimento delle agevolazioni.



Articolo 28

CUMULO DI RIDUZIONI ED AGEVOLAZIONI


1. Qualora si rendessero applicabili più riduzioni o agevolazioni, anche se disposte dall’autorità ARERA, ciascuna di esse opera sull’importo ottenuto dall’applicazione delle riduzioni o agevolazioni precedentemente considerate e non sono cumulabili fra loro.



Articolo 29

VERSAMENTO


1. Il versamento della TARI è effettuato secondo le disposizioni di cui all'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241 (modello F24), nonchè tramite apposito bollettino di conto corrente postale al quale si applicano le disposizioni di cui al citato articolo 17, in quanto compatibili ovvero tramite le altre modalità di pagamento offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari nonché attraverso la piattaforma di cui all’art. 5 del codice dell’amministrazione digitale PagoPa.

2. Il versamento deve essere effettuato in n. 4 rate scadenti il giorno 16 dei mesi di maggio, luglio, settembre e dicembre, fatta salva la possibilità per la Giunta Comunale di disporre il differimento di tali termini, sulla base di quanto stabilito dal vigente Regolamento generale delle entrate tributarie ed extratributarie comunali.

3. Gli importi delle prime tre rate sono dovuti a titolo di acconto e sono calcolati sulla base degli atti applicabili per l’anno precedente, ai sensi delle disposizioni contenute nell’articolo 13 comma 15 ter del DL 201/2011. La rata di dicembre deve essere calcolata sulla base degli atti pubblicati entro il 28 ottobre, a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio su quanto già versato. L’importo da versare in acconto è pari al 80% del tributo dovuto sulla base delle tariffe dell’anno precedente.

4. E' comunque consentito il pagamento in un'unica soluzione entro il 16 maggio di ciascun anno dell’importo dovuto a titolo di acconto sulla base delle prime tre rate.

5. Il pagamento deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo.

6. La tassa sui rifiuti viene riscossa dal Comune, che provvede ad inviare ai contribuenti i modelli di pagamento preventivamente compilati. Per le utenze non domestiche la comunicazione degli importi dovuti potrà avvenire anche mediante invio con posta elettronica certificata.

7. La tassa non è dovuta se di importo uguale od inferiore ad € 12,00; tale importo si intende riferito alla tassa dovuta per l’intero anno e non alle singole rate di acconto.









Estremi degli atti di approvazione della tariffa per l’anno in corso con riferimento all’ambito o ai comuni serviti

Richiamato l’art. 29 del Regolamento Tari, approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 17 del 27/4/2020, il quale al comma 3, dispone che  Gli importi delle prime tre rate sono dovuti a titolo di acconto e sono calcolati sulla base degli atti applicabili per l’anno precedente, ai sensi delle disposizioni contenute nell’articolo 13 comma 15 ter del DL 201/2011. La rata di dicembre deve essere calcolata sulla base degli atti pubblicati entro il 28 ottobre, a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio su quanto già versato. L’importo da versare in acconto è pari al 80% del tributo dovuto sulla base delle tariffe dell’anno precedente.”

            Richiamata la Delibera di Giunta Comunale n. 84 del 28/05/2020 ad oggetto “Approvazione scadenza tariffe della Tassa sui rifiuti Tari per l’anno 2020”, con la quale è stato disposto il versamento della Tari 2020 in 4 rate, scadenti il giorno 16 dei mesi di luglio, settembre, ottobre e dicembre, in deroga a quanto previsto dal vigente Regolamento Tari;

            Che con la medesima delibera di Giunta Comunale, è stato disposto che l’importo da versare in acconto è pari all’80% del tributo dovuto sulla base delle tariffe dell’anno precedente, la restante somma sarà conguagliata in funzione delle tariffe anno 2020 e sarà versata con la 4° rata con scadenza 16 Dicembre 2020.

          



Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Dove e come si paga

Per il pagamento del tributo si deve utilizzare il modello F24 semplificato e precompilato spedito in allegato alla bolletta.
Il versamento si effettua con le seguenti modalità:
- presso gli sportelli bancari;
- presso gli sportelli di Poste Italiane;
- con il servizio home banking via internet: è necessario prestare attenzione nell'inserimento del
   codice Ente H620 e del codice tributo 3944 nonché al proprio codice fiscale.

Pagamento della TARI per i residenti all'estero e per gli enti pubblici che non possono utilizzare il modello F24 

I cittadini residenti all'estero devono fare il versamento della TARI – codice tributo 3944 – mediante bonifico bancario.

Dati del bonifico:
Beneficiario: Comune di Rovigo
codice IBAN:    IT52  R 030 6912 1171 0000 0046 187

Come causale del versamento devono indicare:
- il codice fiscale o la partita IVA del contribuente;
- la sigla TARI, il nome del comune dove sono ubicati gli immobili (cod. H620) e il codice tributo
  3944;
- l'annualità di riferimento (es. 2020).

Una copia dell'operazione di versamento deve essere inoltrata per i successivi controlli al Comune di Rovigo – Sportello TARI via della Resistenza n. 4 Rovigo – Tel. 0425420191  email  tarirovigo@as2srl.it


Qualora gli utenti richiedano la possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico si prega di contattare lo sportello Tari ai contatti sotto indicati:

Per informazioni TARI e presentazione documenti

Sportello TARI presso AS2 srl in via della Resistenza n. 4 – tel. 0425420191  - email  tarirovigo@as2srl.it
da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:30  
martedì e giovedi  dalle ore 15:15 alle ore 17:30

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

Richiamato l’art. 29 del Regolamento Tari, approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 17 del 27/4/2020, il quale al comma 3, dispone che  Gli importi delle prime tre rate sono dovuti a titolo di acconto e sono calcolati sulla base degli atti applicabili per l’anno precedente, ai sensi delle disposizioni contenute nell’articolo 13 comma 15 ter del DL 201/2011. La rata di dicembre deve essere calcolata sulla base degli atti pubblicati entro il 28 ottobre, a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio su quanto già versato. L’importo da versare in acconto è pari al 80% del tributo dovuto sulla base delle tariffe dell’anno precedente.”

            Richiamata la Delibera di Giunta Comunale n. 84 del 28/05/2020 ad oggetto “Approvazione scadenza tariffe della Tassa sui rifiuti Tari per l’anno 2020”, con la quale è stato disposto il versamento della Tari 2020 in 4 rate, scadenti il giorno 16 dei mesi di luglio, settembre, ottobre e dicembre, in deroga a quanto previsto dal vigente Regolamento Tari;

            Che con la medesima delibera di Giunta Comunale, è stato disposto che l’importo da versare in acconto è pari all’80% del tributo dovuto sulla base delle tariffe dell’anno precedente, la restante somma sarà conguagliata in funzione delle tariffe anno 2020 e sarà versata con la 4° rata con scadenza 16 Dicembre 2020;


    Le rate di acconto pari all'80% delle tariffe 2019 avranno le seguenti scadenze:

- 1° rata 16 luglio 2020, pari al 45% dell'acconto;

- 2° rata 16 settembre 2020 pari al 35% dell'acconto;

- 3° rata 16 ottobre 2020 pari al 20% dell'acconto.


     La rata a saldo con scadenza al 16 dicembre 2020  sarà pari al  conguaglio delle tariffe 2020 rispetto a quanto versato con la rata di acconto.

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

 

1. In caso di omesso o insufficiente versamento della tassa risultante dalla dichiarazione si applica la sanzione del 30% di ogni importo non versato. Per i versamenti effettuati con un ritardo non superiore a quindici giorni, la sanzione di cui al primo periodo, oltre alle riduzioni previste per il ravvedimento dal comma 1 dell'articolo 13 del Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n. 472, se applicabili, è ulteriormente ridotta ad un importo pari ad un quindicesimo per ciascun giorno di ritardo.

2. In caso di omessa presentazione della dichiarazione, anche relativamente ad uno solo degli immobili posseduti o detenuti, si applica la sanzione amministrativa del 200% del tributo dovuto, con un minimo di euro 50,00.

3. In caso di infedele dichiarazione si applica la sanzione amministrativa del 75% del tributo non versato, con un minimo di euro 50,00.

4. In caso di mancata, incompleta o infedele risposta al questionario di cui all’articolo 32, comma 2, entro il termine di sessanta giorni dalla notifica dello stesso, si applica la sanzione amministrativa di euro 100,00. La contestazione della violazione di cui al presente comma deve avvenire, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è commessa la violazione.

5. Le sanzioni previste per l’omessa ovvero per l’infedele dichiarazione sono ridotte a un terzo se, entro il termine per ricorrere alla Commissione Tributaria, interviene acquiescenza del contribuente con il pagamento del tributo, se dovuto, e della sanzione e degli interessi.

6. Per quanto non specificamente disposto, si applica la disciplina prevista per le sanzioni amministrative per la violazione di norme tributarie di cui al Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n. 472.


Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Per informazioni TARI e presentazione documenti o segnalazione di errati importi si prega di contattare:
Sportello TARI presso AS2 srl in via della Resistenza n. 4 – tel. 0425420191  - email  tarirovigo@as2srl.it
da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:30  
martedì e giovedi  dalle ore 15:15 alle ore 17:30


Codici tributo per il  ritardato pagamento. In caso di ritardato pagamento saranno dovuti, oltre alla tassa, anche le sanzioni e gli interessi.


Il versamento dovrà essere effettuato utilizzando i seguenti codici:
3944: Tari - tassa sui rifiuti;
3945: interessi su Tari-tassa sui rifiuti;
3946: sanzioni su Tari – tassa sui rifiuti.

Per gli Enti Pubblici, il versamento del tributo può essere effettuato:

1. tramite il modello F24 EP, utilizzando i seguenti codici tributo:
365E: Tari -tassa sui rifiuti;
366E: interessi su Tari-tassa sui rifiuti;
367E: sanzioni su Tari – tassa sui rifiuti

2. sul Conto corrente di contabilità speciale n. 0046187 conto intestato a "Comune di Rovigo" presso la Banca d'Italia Tesoreria dello Stato. In questo caso è indispensabile indicare nella causale del versamento, al fine della corretta individuazione del soggetto che assolve il tributo, la seguente dicitura "C.F. Contribuente -Tari (indicare anno imposta)".
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Qualora gli utenti richiedano la possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico si prega di contattare lo sportello Tari ai contatti sotto indicati

Per informazioni TARI e presentazione documenti

Sportello TARI presso AS2 srl in via della Resistenza n. 4 – tel. 0425420191  - email  tarirovigo@as2srl.it
da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:30  
martedì e giovedi  dalle ore 15:15 alle ore 17:30