Trasparenza Rifiuti Rovato

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Rovato

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Rovato

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Tariffe e rapporti con gli utenti
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade

ULTERIORI RECAPITI



Linea Gestioni srl

Area ROVATO: Telefono 030.7714400 – Numero Verde: 800.721314 – e-mail : info@linea-gestioni.it


Sede operativa per effettuare il ritiro o la riconsegna del kit presentando il modello autorizzativo rilasciato dall'Ufficio tributi. Per la sostituzione dei contenitori danneggiati o per dichiarazione di furto dei contenitori per la raccolta differenziata o per la segnalazione di mancato ritiro:

Via del Maglio n. 8/13 25038 Rovato (Bs)
Tel. 030/7714400 – Fax 030/7722700 – Numero Verde 800.721314 – e-mail : rtr@linea-gestioni.it

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO
da lunedì a venerdì 8.00-14.00


Ufficio Tributi Rovato:

per presentazione di denuncia di iscrizione/variazione/cessazione della tassa rifiuti o per informazioni e modulistica relativa alle agevolazioni TARI:

Ingresso da Via Cantine n. 5 – e-mail : ufficio.tributi@comune.rovato.bs.it

Tel. 030/7713- 245/246/264 

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO
lunedì, martedì e giovedì 9.00-12.00

lunedì e giovedì 16.00 – 18.00


Ufficio Manutenzioni Rovato:

per richiedere/riconsegnare la tessera di accesso al Centro Raccolta per le utenze non domestiche regolarmente iscritte a ruolo, per segnalazioni di abbandoni rifiuti e di disservizi legate al servizio raccolta e pulizia sul territorio:

Ingresso da Via Cantine n. 5 – e-mail : ufficio.manutenzioni@comune.rovato.bs.it

Tel. 030/7713290 

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO
da lunedì a venerdì  9.00-12.00

lunedì e giovedì 16.00 – 18.00





Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Per eventuali reclami da indirizzare al Gestore relativi al servizio di raccolta clicca QUI



È possibile segnalare eventuali disservizi anche all’UFFICIO MANUTENZIONI del Comune di Rovato inviando una mail a ufficio.manutenzioni@comune.rovato.bs.it o chiamando il numero 030.7713290.


Per eventuali reclami da indirizzare all'Ufficio Tributi che segue il servizio di "Tariffe e gestione utenze" utilizzare il modulo allegato.

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Raccolta Porta a Porta 2020
martedì:
Frazione Organica (FORSU) - Rifiuto Indiffirenziato (RSU)
mercoledì:
Carta & Cartone - Vetro & Lattine - Imballaggi di Plastica
venerdì:
Frazione Organica (FORSU)
Raccolta del VERDE
martedì:
Dal mese di MARZO al mese di NOVEMBRE compresi
Orari del CENTRO RACCOLTA
lunedì:
14.00 - 18.00
martedì:
14.00 - 18.00
mercoledì:
14.00 - 18.00
giovedì:
14.00 - 18.00
venerdì:
14.00 - 18.00
sabato:
08.00 - 12.00 e 14.00 - 18.00

MODALITA' DI ESPOSIZIONE

  • I rifiuti devono essere esposti utilizzando gli appositi contenitori in dotazione entro le ore 06.00 del giorno della raccolta e non prima delle ore 22.00 del giorno precedente.
  • Esporre i rifiuti davanti alla propria abitazione in luogo ben visibile.
  • Si raccomanda di apporre nome e cognome sul contenitore o altro segno distintivo per evitare scambi che potrebbero comportare addebiti non dovuti.
  • Il rifiuto indifferenziato è soggetto a misurazione volumetrica secondo il criterio "vuoto per pieno": il contenitore va esposto solo se pieno con il coperchio chiuso. In caso di riempimento oltre il volume massimo (pari al contenitore chiuso dal coperchio) verrà addebitato uno svuotamento multiplo.
  • Una volta svuotato, il contenitore dovrà essere ritirato il prima possibile.


IMPORTANTE

Per segnalazioni al Gestore di mancati ritiri e informazioni sul servizio raccolta rifiuti, utilizzare ESCLUSIVAMENTE i seguenti canali di contatto:

- Numero verde gratuito: 800.721314

- Centralino: 030.7714400

- E-mail: rtr@linea-gestioni.it

Segnalazioni e richieste effettuate utilizzando canali diversi da quelli ufficiali di Linea Gestioni (come per esempio Facebook o altri siti web) non possono essere prese in carico.



Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Campagne di raccolta rifiuti
  • : A partire da martedì 14 aprile 2020 è sospeso il servizio di ritiro degli abiti usati. I cittadini sono pertanto invitati a NON CONFERIRE gli abiti usati presso gli specifici contenitori stradali a partire da martedì 14 aprile fino a nuova comunicazione. Linea Gestioni ringrazia per la cortese collaborazione.
  • : La raccolta della FORSU (frazione organica) prevista a calendario per sabato 2 maggio è anticipata a Venerdì 1 maggio.

Servizi ricadenti in giornate festive:

 

 

Festività

Raccolta

Giorno di svolgimento servizio

 

Mercoledì 1 gennaio 2020

Carta + Vetro + Imballaggi in Plastica

Sabato 4 gennaio 2020

Venerdì 1 maggio 2020

Frazione Organica

Sabato 2 maggio 2020

Martedì 2 giugno 2020

Rifiuto Indifferenziato

Frazione Organica

Martedì 2 giugno 2020

(servizio in giorno festivo)

Martedì 8 dicembre 2020

Rifiuto Indifferenziato

Frazione Organica

Martedì 8 dicembre

(servizio in giorno festivo)

Venerdì 25 dicembre 2020

Frazione Organica

Sabato 26 dicembre 2020

Venerdì 1 gennaio 2021

Frazione Organica

Sabato 2 gennaio 2021

Mercoledì 6 gennaio 2021

Carta + Vetro + Imballaggi in plastica

Mercoledì 6 gennaio 2021

(servizio in giorno festivo)

 

 

 

 

 

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
CENTRO DI RACCOLTA
L'accesso al centro raccolta è consentito alle utenze domestiche e non domestiche iscritte a ruolo. A richiesta dell'operatore occorre esibire la Carta Regionale dei Servizi (CRS). Le utenze non domestiche devono invece richiedere apposita tessera d'accesso all'ufficio manutenzioni del Comune di Rovato.
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

La Carta dei Servizi è uno strumento operativo che definisce i principi che regolano la fornitura dei servizi aziendali, poichè fissa i criteri di prestazione e gli standard generali e specifici di qualità dei servizi, prevedendo idonei strumenti di controllo e di verifica.

Quando le richieste del cliente diventano l’obiettivo del fornitore, tutto il ciclo produttivo si modella su queste esigenze allo scopo di arrivare al massimo livello di efficienza con vantaggio reciproco.

Per ottenere questo risultato è necessario un dialogo continuo tra il cliente e l’azienda affinchè questa possa conoscere le esigenze del cliente ed il cliente possa avere chiari i servizi offerti dall’azienda. La Carta dei Servizi è un primo passo in questa direzione in quanto definisce le condizioni per l’avvio di un rapporto di fornitura e la sua continuazione nel tempo.

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Il territorio comunale è stato suddiviso in 3 macro zone distinte:

  • Rovato NORD (centro + zona ricovero + zona cimitero)
  • Rovato SUD e Stazione
  • Frazioni

Lo spazzamento avviene 2 volte al mese nelle giornate del lunedì o del giovedì, secondo le diverse zone.

Per dettagli relativi alla propria via è possibile scaricare le schede allegate.

Ulteriori informazioni relative al servizio possono essere richieste contattando l'Ufficio Manutenzioni di Rovato allo 030.7713290 o via mail ufficio.manutenzioni@comune.rovato.bs.it.


Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
TARI annuale abitazione di 100 mq con 1 occupante
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
TARI abitazione di 100 mq con 2 occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
TARI negozio abbigliamento di 50 mq
Per un'utenza Non domestica di 50mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
TARI Ristorante di 150 mq
Per un'utenza Non domestica di 150mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Come si determina la TARI?

Per le utenze domestiche si fa riferimento al numero degli occupanti, alla data del 1° gennaio dell’anno oggetto di tassazione. La quota dovuta è calcolata sommando i mq soggetti alla tassa moltiplicati per la quota fissa a cui va aggiunta la quota variabile. La somma dei due importi è soggetta all'addizionale provinciale del 5%. La quota addebitata è rapportata ai giorni nel caso di occupazione per un periodo inferiore all'anno solare.

Per le utenze non domestiche si fa riferimento alla tipologia di attivà. La quota dovuta è calcolata moltiplicando i mq soggetti alla tassa per la somma di quota fissa e quota variabile della rispettiva categoria. Al totale viene aggiunta l'addizionale provinciale del 5%.

Cosa si intende per svuotamenti eccedenti?

La tassa è commisurata ad un quantitativo massimo di rifiuto indifferenziato che ogni utenza può produrre, per evitare che un'utenza produca rifiuti il cui costo di smaltimento è superiore a quanto pagato. Nel caso delle utenze domestiche il quantitativo massimo varia a seconda del numero dei componenti e si riferisce a quante volte annualmente si può esporre il contenitore dell'indifferenziato. Il numero varia da 6 volte per un componente fino ad un massimo di 12 per 6 o più componenti. Superando il numero massimo previsto per l'utenza sarà addebitato a conguaglio nel primo avviso di pagamento utile l'eventuale eccedenza.

Per le utenze non domestiche il quantitativo massimo è pari alla superficie tassata moltiplicata per il Volume Garantito Annuo espresso in L con riferimento alla categoria TARI dell'utenza. In caso di superamento del quantitativo massimo di indifferenziato sarà addebitato a conguaglio nel primo avviso di pagamento utile l'eventuale eccedenza.


Le tabelle, suddivise per utenze domestiche e non domestiche, con indicate quota fissa, variabile, numero di svuotamenti e volume garantito sono consultabili QUI.


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 8.956,22 t
Cluster: Comuni con medio-alto livello di benessere e attrazione economica localizzati nelle zone pianeggianti del nord-est - € 0
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 78,97%
Fattori di contesto del comune: € 26,335617
Economie e diseconomie di scala: € 0,155024
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 5
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 19,861 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 49,8%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 33,26%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,05%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

AGEVOLAZIONI PER UTENZE DOMESTICHE:


Per anziani o portatori di handicap che hanno trasferito in maniera permanente la residenza in Residenze Sanitarie Assistenziali (R.S.A.) o istituti sanitari, purché le abitazioni non siano locate: il numero degli occupanti è fissato senza computare tali persone, e nel caso il nucleo familiare sia composti dall’unica persona che trasferisce la propria residenza, viene conteggiata la sola quota fissa. Per beneficiare dell'agevolazione occorre presentare apposita dichiarazione entro il 1° bimestre di ogni anno.

Non si procede inoltre al calcolo delle eccedenze per i:

  • nuclei familiari con persone che necessitano di ausili sanitari che hanno presentato relativa documentazione all’Ufficio Tributi;
  • nuclei familiari in cui risultino anagraficamente presenti bambini fino al compimento del 3° anno. Oltre tale termine sarà ripristinato il conteggio delle eccedenze.

 

Sono inoltre previste dal regolamento comunale ulteriori agevolazioni tariffarie per le diverse utenze iscritte a ruolo:


Per le utenze domestiche che utilizzano il compostaggio: riduzione del 20% della quota variabile subordinata alla presentazione, di apposita istanza, attestante di aver attivato il compostaggio in modo continuativo e corredata dalla documentazione attestante l’acquisto dell’apposito contenitore o della documentazione fotografica comprovante la presenza di compostiera o concimaia la cui idoneità sarà valutata dal competente ufficio comunale. La riduzione decorre dal mese successivo alla presentazione dell’apposita istanza ovvero dall’anno successivo qualora l’istanza sia presentata successivamente all’emissione dell’avviso di pagamento. L’istanza dovrà essere rinnovata, a pena di decadenza non oltre il 1° bimestre solare dell’anno di competenza.

 

AGEVOLAZIONI PER UTENZE NON DOMESTICHE:


Per i promotori di manifestazioni pubbliche con occupazione di aree comunali: se si adotta l’uso di stoviglie pluriuso, ovvero stoviglie realizzate con materiali biodegradabili, non si applica la maggiorazione prevista per le eventuali eccedenze oltre il minimo garantito. L'utilizzo va dichiarato nella denuncia di iscrizione.

Alle utenze non domestiche che effettuano il compostaggio aerobico individuale per residui costituiti da sostanze naturali non pericolose, prodotti nell'ambito delle attività agricole e vivaistiche:riduzione del 20 % della parte variabile dovuta per la gestione dei rifiuti urbani. La riduzione è subordinata alla presentazione, di apposita istanza, attestante di aver attivato il compostaggio in modo continuativo e corredata dalla documentazione attestante l’acquisto dell’apposito contenitore o della documentazione fotografica comprovante la presenza di compostiera o concimaia la cui idoneità sarà valutata dal competente ufficio comunale. La riduzione decorre dal mese successivo alla presentazione dell’apposita istanza ovvero dall’anno successivo qualora l’istanza sia presentata successivamente all’emissione dell’avviso di pagamento dell’anno di competenza. L’istanza dovrà essere rinnovata, a pena di decadenza entro e non oltre il 1° bimestre solare dell’anno di competenza.

Detassazione di aree su cui si formano rifiuti speciali diversi da quelli assimilati agli urbani: occorre presentare entro il 31 gennaio di ogni anno apposita denuncia, a pena di decadenza e trasmettere anche copia dei formulari e del MUD.

Ai produttori di rifiuti speciali assimilabili agli urbani che hanno effettuato avvio al riciclo: riduzione della quota variabile del tributo, nella misura massima del 20%, in proporzione alle quantità di rifiuti che questi dimostrino di aver avviato al riciclo, direttamente o tramite soggetti autorizzati rispetto alle quantità complessive di rifiuti individualmente prodotte, presentando apposita denuncia entro il 31 gennaio di ogni anno, a pena di decadenza.

 

PER TUTTI

 

Riduzione per mancato svolgimento del servizio: la tassa è dovuta nella misura del 20% della tariffa, in caso di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento, nonché di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta dall'autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all'ambiente.

 

Per ulteriori informazioni sulle agevolazioni previste si rimanda all’apposito regolamento comunale.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
I modelli di pagamento sono allegati all'avviso bonario. In caso di smarrimento è possibile recarsi presso l'Ufficio Tributiper chiederne copia o collegarsi sul Portale Tributi e scaricarlo

I contribuenti non titolari di partita Iva, che non sono obbligati al pagamento in via telematica, ferma restando la possibilità di avvalersi di questa modalità, possono presentare il modello F24 in forma cartacea presso:

  • una banca
  • servizi di internet banking
  • un ufficio postale
  • tabaccherie autorizzate


Tutti i titolari di partita Iva hanno l’obbligo di presentare il modello F24 esclusivamente con modalità telematiche.

I versamenti con modalità telematiche possono essere effettuati:

  1. direttamente:
    • mediante i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate ("F24 web" e "F24 online") utilizzando i canali Entratel o Fisconline
    • mediante i servizi di internet banking messi a disposizione dagli intermediari della riscossione convenzionati con l'Agenzia (banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione, prestatori di servizi di pagamento)
  2. tramite gli intermediari (professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc.) che:
    • sono abilitati al canale telematico Entratel dell’Agenzia delle Entrate e aderiscono a una specifica convenzione con la medesima Agenzia (servizio “F24 cumulativo”)
    • sono abilitati al canale telematico Entratel dell’Agenzia delle Entrate e utilizzano il servizio “F24 addebito unico” (Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 21 giugno 2007)
    • si avvalgono dei servizi di internet banking messi a disposizione dagli intermediari della riscossione convenzionati con l’Agenzia.

Per effettuare il versamento tramite i servizi telematici dell'Agenzia è necessario essere utenti abilitati ai canali Entratel o Fisconline (oppure avvalersi di un intermediario abilitato) e - nel caso in cui il modello F24 abbia saldo maggiore di zero - possedere un conto corrente presso una delle banche convenzionate con l’Agenzia delle Entrate o presso Poste Italiane, sul quale addebitare tale saldo.


Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
IMPORTANTE: LE SCADENZE PER L'ANNO 2020 NON SONO ANCORA STATE DEFINITE
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Cosa succede se non ho ricevuto l'avviso di pagamento TARI?

Il Comune effettua l'invio degli avvisi bonari di pagamento a mezzo posta, via mail per tutti i cittadini che ne hanno fatto richiesta e a mezzo PEC a tutti i soggetti tenuti all'uso della posta elettronica certificata. La TARI è un tributo in autoliquidazione e quindi soggetto a scadenze di versamento fissate dal Consiglio Comunale. In caso di mancata ricezione è comunque obbligatorio effettuare il versamento entro i termini previsti per non incorrere in sanzione. Se non hai ricevuto l'avviso di pagamento potrai quindi, entro la scadenza del pagamento:

  • recarti presso lo sportello dell'Ufficio Tributi nelle giornate di apertura munito di documento d'identità oppure, nel caso si rechi a sportello persona diversa dall'intestatario dell'utenza, munito di delega firmata con allegato copia del documento d'identità del delegante e del delegato, e chiederne una copia;
  • accedere alla sezione TARI del Portale Tributi e scaricare i modelli F24 per effettuare il versamento.

Cosa succede in caso di omesso/parziale versamento?

In caso di ritardato od omesso pagamento TARI, il Comune notifica un avviso di accertamento ESECUTIVO.

Oltre all'importo inizialmente dovuto a titolo TARI sono applicate le sanzioni previste a seconda della violazione commessa (vedi sotto), gli interessi e le spese di notifica.

Il pagamento dell'avviso di accertamento è dovuto entro il termine e le modalità specificate sull'atto. In caso di mancato pagamento oltre il suddetto termine si applicano anche gli oneri di riscossione previsti dal comma 803 dell'articolo 1 della Legge 160/2019. È possibile sanare la violazione prima che venga accertata dal Comune pagando una sanzione ridotta al minimo, ricorrendo al ravvedimento operoso. Il conteggio del ravvedimento può essere effettuato recandosi da un professionista (CAF, Commercialista), presso lo sportello dell'Ufficio Tributi oppure online accedendo alla propria sezione TARI sul Portale Tributi.

 

SANZIONE PER OMESSO/PARZIALE/TARDIVO VERSAMENTO

La sanzione amministrativa è pari al 30% del tributo dovuto e non versato in applicazione dell’art. 13 D.Lgs. n. 471/1997.

SANZIONE PER INFEDELE DICHIARAZIONE  

È applicata una sanzione dal 50% al 100% della tassa evasa

SANZIONE PER OMESSA DICHIARAZIONE

È applicata una sanzione dal 100% al 200% della tassa evasa

INTERESSI DI MORA (tasso legale + aumento deliberato dall’ente)

Data Inizio

Saggio %

Aumento

Normativa di riferimento

01/01/2015

0,50

-

D.M. Economia 11/12/2014

01/01/2016

0,20

-

D.M. Economia 11/12/2015

01/01/2017

0,10

-

D.M. Economia 07/12/2016

01/01/2018

0,30

-

D.M. Economia 13/12/2017

01/01/2019

0,80

-

D.M. Economia 12/12/2018

01/01/2020

0,05

-

D.M. Economia 12/12/2019

 

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

I contribuenti che debbano segnalare eventuali errori nella determinazione del dovuto TARI possono contattare direttamente l'UFFICIO TRIBUTI allo 030.7713 interni 264/245/246 oppure inviare una mail all'indirizzo ufficio.tributi@comune.rovato.bs.it


Si ricorda che il numero componenti utilizzato ai fini del calcolo per le utenze domestiche dei soggetti residenti è quello risultante dall'Anagrafe comunale alla data del 1° gennaio. Per le utenze dometiche intestate a soggetti non residenti il numero componenti è assegnato secondo le modalità previste dal regolamento comunale.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

In una logica di contenimento dei costi del servizio di nettezza urbana, di velocizzazione della trasmissione nonché della riduzione dell'utilizzo della carta, è possibile trasmettere, se posseduto, il proprio indirizzo mail o di Posta Elettronica Certificata - PEC, al fine di permettere l'invio di tutta la corrispondenza riguardante la TARI.

La comunicazione dell'indirizzo a cui trasmettere la mail dovrà essere inviata a UFFICIO.TRIBUTI@COMUNE.ROVATO.BS.IT specificando il nominativo e il codice fiscale dell'intestatario dell'avviso di pagamento, allegando anche copia del documento d'identità.


Tutti i soggetti per i quali è previsto l’obbligo del possesso della Posta Elettronica Certificata (imprese individuali, liberi professionisti, società) riceveranno l’avviso di pagamento all'indirizzo PEC risultante dal portale INIPEC.