Trasparenza Rifiuti Roaschia
Trasparenza Rifiuti Roaschia

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Roaschia

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Roaschia

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Roaschia

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
CONSORZIO ECOLOGICO DEL CUNEESE
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

 I servizi di raccolta rifiuti sono svolti con modalità stradale su tutto il territorio comunale, con frequenze e calendari con cadenza fissa stabilita dal contratto di appalto in essere tra il CEC ed il Gestore, in modo tale da assicurare il regolare servizio di raccolta.


Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Centro di raccolta di BORGO SAN DALMAZZO
Centro di raccolta o isola ecologica è uno spazio attrezzato dove le utenze possono portare gratuitamente tutti quegli oggetti vecchi, esausti o in disuso di cui vogliono disfarsi e che non è possibile conferire nei normali contenitori, come ad esempio rifiuti ingombranti (mobili ed elettrodomestici), sfalci e ramaglie o grosse quantità di rifiuti differenziati (organico, carta e cartone, plastica, vetro e lattine, etc.). Rifiuti urbani pericolosi (accumulatori per auto, vernici/solventi/detersivi, neon, pile, farmaci scaduti, oli minerali esausti etc.), solo utenze domestiche. Il Centro di raccolta è aperto in giorni ed orari prestabiliti ed è presidiato da personale che supporta il cittadino al momento del conferimento. Eventuali cambiamenti di orario temporanei vengono comunicati ai cittadini attraverso il sito del CEC e del Comune.
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Nettezza urbana Meccanizzata delle strade: 2 interventi annui

Nettezza urbana Manuale delle strade:

Servizi aggiuntivi rispetto a quelli programmati sono effettuati su richiesta del Comune, in occasione di eventi e manifestazioni. Limitazioni alla circolazione stradale e alla sosta sono stabilite dal Comune.

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

Tariffa di riferimento a regime: deve coprire tutti i costi afferenti al servizio e la Gestione dei Rifiuti solidi Urbani



Calcolo della quantità stimata di rifiuti non domestici

Il punto di partenza del calcolo della tariffa col metodo normalizzato impone di calcolare con metodo stimato alcuni rapporti tra

dati riferiti alle utenze domestiche e dati riferiti alle utenze non domestiche rispetto a dati totali.

Attraverso l'utilizzo delle superfici adattata secondo il coefficiente di produzione di rifiuti al mq per le attività produttive Kd, si

dovrà risalire al totale di produzione di rifiuti delle utenze non domestiche.

Una volta ottenuto tale dato, si dovrà rapportare tale dato al totale dei rifiuti prodotti e si otterrà quindi l'incidenza dei rifiuti non

domestici sul totale di rifiuti prodotti.


RIPARTIZIONE COSTI FISSI

L'incidenza dei costi fissi domestici sul totale dei costi viene calcolata in base al rapporto utenti domestici sul totale

degli utenti



RIPARTIZIONE COSTI VARIABILI

L'incidenza dei costi variabili domestici sul totale dei costi viene calcolata in base alla stessa percentuale rilevata nel

calcolo dell'incidenza dei costi in base alle quantità di rifiuti prodotte




ARTICOLAZIONE DELLA TARIFFA A REGIME

UTENZA DOMESTICA

PARTE FISSA e' calcolata dalla superficie * correttivo n. componenti nucleo)

PARTE VARIABILE Si ottiene come prodotto della quota unitaria (qta rifiuti rapportata ad ogni singola

utenza in funzione del numero di componenti del nucleo corrette da coeffic. di proporzionalità) per un

coeff. di adattamento per il costo unitario (€/Kg)

UTENZA NON DOMESTICA

PARTE FISSA La parte fissa della tariffa si ottiene come prodotto della quota unitaria (€/m2) per la

superficie dell'utenza (m2) per il coefficiente potenziale di produzione Kc (tabella

PARTE VARIABILE Si ottiene come prodotto del costo unitario (€/m2) per la superficie dell'utenza per il

coefficiente di produzione (Kg/m2 che tiene conto della qta di rifiuti per tipologia)


6.2) CALCOLO DELLA PARTE VARIABILE UTENZE DOMESTICHE

Si ottiene come prodotto della quota unitaria (qta rifiuti rapportata ad ogni singola utenza in funzione del

numero di componenti del nucleo corretto da un coefficiente di proporzionalità per un coefficiente di

adattamento per il costo unitario (€/Kg)


7.1) CALCOLO DELLA PARTE FISSA UTENZE NON DOMESTICHE

si ottiene come prodotto dalla quota unitaria (€/m2) per al superficie dell'utenza per il coefficiente potenziale di produzione per tipologia di attività (Kc)

si ottiene dal prodotto quota unitaria (€/m2) per il Kc


7.2) CALCOLO DELLA PARTE VARIABILE UTENZE NON DOMESTICHE

Si ottiene come prodotto del costo unitario €/Kg per la superficie dell'utenza per il coefficiente di produzione per tipologia di attività (Kd)

si ottiene dal prodotto quota unitaria (€/m2) per il Kd



Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 91,06 t
Cluster: Comuni con bassa numerosità e densità abitativa, elevato numero di famiglie, età media avanzata, localizzati in aree vaste di carattere interno montano - € 47,275928
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 42,53%
Fattori di contesto del comune: € 156,092743
Economie e diseconomie di scala: € 15,549277
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 2
Impianti di trattamento meccanico biologico: 10
Discariche: 14
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 15,679 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 23,59%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 21,62%
Rifiuti smaltiti in discarica: 24,77%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Non sono previste riduzioni tariffarie agli utenti in stato di disagio economico e sociale.
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita

Solo per i CONTRIBUENTI RESIDENTI ALL'ESTERO è ammesso il versamento a mezzo di bonifico bancario utilizzando il sottoindicato codice IBAN:


UBI Banca - minisportello di Valdieri

IBAN: IT 44 T 03111 46010 000000027946

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
30/09/2020
50,00%
2° rata
02/12/2020
50,00%


Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
ACCERTAMENTO PER OMESSO/PARZIALE VERSAMENTO:
In caso di omesso pagamento TARI, il comune di Roaschia invia un sollecito di pagamento.
Relativamente alle sanzioni:

Gli accertamenti relativi all'omessa presentazione della dichiarazione originaria o di variazione sono emessi dal Comune di Roaschia e si applicano le sanzioni previste dal vigente Regolamento TARI, consultabile nell’apposita sezione.

Per comunicazioni in merito a variazioni di metratura, cessazioni o variazioni di utenze, o più in generale variazioni nei dati relativi all'utente o all'utenza, si può contattare l'Ufficio Tributi che seguirà il contribuente nella presentazione delle relative denunce e, se dovuto, ricalcolerà l'importo dell'avviso di pagamento TARI.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Il CODICE (Belfiore) del Comune di Roaschia è H362.

Il versamento della TARI, effettuato tramite modello F24 allegato all'avviso, utilizza il seguente codice tributo:

- 3944: Tari - tassa sui rifiuti;

Nel caso in cui ci si accorga di aver effettuato un versamento con un codice ente diverso da H362:

- se l'errore di digitazione è stato fatto da parte di un intermediario (banca, posta, ecc), bisogna verificare il versamento e nel caso lo stesso intermediario dovrà provvedere ad annullare la delega di pagamento emessa e riemetterla con codice ente corretto. In questo modo il versamento viene automaticamente sottratto al comune sbagliato e riversato al comune creditore.

- se l'errore di digitazione è stato causato dal contribuente, ad esempio tramite compilazione del modello F24 sulla propria Home Banking, il contribuente dovrà rivolgersi al comune per la verifica del pagamento, oppure verificare a quale ente sono stati accreditati i soldi, accedendo al proprio cassetto fiscale. A seguito di questa verifica, il contribuente invierà poi richiesta di riversamento all'ente errato, che dovrà procedere al riversamento presso il il Comune di Roaschia, sul conto corrente di tesoreria unica, n.  300459; in questo caso andrà indicata nella causale del versamento, il codice fiscale del contribuente e il tributo/anno che si sta riversando.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
I documenti di riscossione sono inviati al cittadino a mezzo del servizio postale.