Trasparenza Rifiuti Rimini
Trasparenza Rifiuti Rimini

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Rimini

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Rimini

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Rimini
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade


Nel comune di Rimini il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani (RU) è svolto da:

- HERA S.P.A. relativamente alle attività di Raccolta e Trasporto rifiuti e Lavaggio e Spazzamento Strade

- COMUNE DI RIMINI relativamente all'attività di Gestione Tariffe e Rapporti con gli Utenti




 

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l'invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, segnalazioni di disservizi, prenotazioni del servizio di ritiro su chiamata, richieste di riparazione delle attrezzature per la raccolta domiciliare, nonché recapiti e orari degli sportelli online e fisici (ove presenti).

SERVIZI AMBIENTALI E RACCOLTA RIFIUTI

Per informazioni, segnalazioni, disservizi, reclami in merito ai SERVIZI AMBIENTALI ed alla RACCOLTA DEI RIFIUTI rivolgersi a HERA S.P.A.: 

  • indirizzo postale: Gruppo Hera Servizio Clienti, via Molino Rosso n. 8 – 40026 Imola (BO)

  • Utenti Domestici: e-mail: clienti.famiglie@gruppohera.it - fax 0542/368165 – Servizio Clienti Famiglie 800.999.500 (chiamata gratuita - dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8,00 alle ore 22,00; Sabato dalle ore 8,00 alle ore 18,00)

  • Utenti Non Domestici: e-mail: clienti.business@gruppohera.it - fax 0542/843189 – Servizio Clienti Business 800.999.700 (chiamata gratuita - dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8,00 alle ore 22,00; Sabato dalle ore 8,00 alle ore 18,00)

Al numero verde 800.999.500 gli Utenti Domestici possono prenotare il ritiro gratuito presso la propria utenza di rifiuti ingombranti, potature e rifiuti elettronici (RAEE).

Il punto di distribuzione della dotazione per i servizi ambientali (carta smeraldo, contenitori per raccolta differenziata, ecc.) è ubicato a Rimini presso Hera S.p.A. in via del Terrapieno n. 25 (zona casello autostradale Rimini Sud) ed è aperto con il seguente orario: Martedì-Giovedì-Venerdì dalle ore 7,30 alle ore 14,00.

E' possibile rivolgersi anche al Comune di Rimini - Settore Infrastrutture, Mobilità e Qualità Ambientale - U.O. Qualità ambientale:

- telefono 0541/704709   

- e-mail: qualitaambientale@comune.rimini.it


TASSA SUI RIFIUTI - TARI

Tutte le dichiarazioni e comunicazioni ai fini TARI, richiesta di informazioni e di rettifica importi addebitati, reclami e disservizi in merito alla TASSA SUI RIFIUTI vanno indirizzati all'Ufficio TARI del Comune di Rimini - Settore Risorse Tributarie con le seguenti modalità:

  • a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo: ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it (inviando da qualsiasi indirizzo mail anche non Pec);

  • a mezzo posta elettronica all'indirizzo: tassarifiuti@comune.rimini.it

  • a mezzo fax al n. 0541/704170;

  • a mezzo posta raccomandata indirizzata a Comune di Rimini, Dipartimento Risorse – Settore Risorse Tributarie Ufficio TARI, via Ducale n. 7 – 47921 Rimini;

  • agli sportelli TARI siti in Via Ducale n. 7, nei seguenti orari di apertura al pubblico: lunedì e mercoledì dalle ore 9,00 alle ore 12,30 e giovedì dalle ore 9,00 alle ore 15,00 PREVIA PRENOTAZIONE al seguente link: prenotazioni.comune.rimini.it


Per informazioni o chiarimenti relativi alla tassa rifiuti telefonare al numero 0541 / 704639 nelle seguenti giornate:

LUNEDI’ E MERCOLEDI’ DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 12,30 E GIOVEDI’ DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 15,00









Modulistica per l'invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Eventuali DISSERVIZI o RECLAMI possono essere segnalati ai soggetti di seguito elencati indicando chiaramente le generalità ed il recapito del soggetto (utente) che fa la segnalazione, il servizio oggetto della segnalazione e l'indirizzo dell'utenza a cui il servizio si riferisce.


Per segnalazioni relative ai servizi di RACCOLTA E TRASPORTO DEI RIFIUTI e SPAZZAMENTO E LAVAGGIO STRADE scrivere a:

-  HERA S.P.A. con le modalità indicate nel link in allegato

COMUNE DI RIMINI - Settore Infrastrutture, Mobilità e Qualità Ambientale - U.O. Qualità ambientale inviando una mail all'indirizzo di posta: qualitaambientale@comune.rimini.it

oppure inviando una segnalazione tramite il Portale Rilfedeur al link in allegato



Per segnalazioni relative al servizio di GESTIONE DELLA TASSA RIFIUTI scrivere a:

- COMUNE DI RIMINI - Settore Risorse Tributarie 

    pec: ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it

    e-mail: tassarifiuti@comune.rimini.it 



Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell'utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

I calendari e le informazioni relativi alla raccolta, con riferimento a tutte le modalità a disposizione ivi inclusi i Centri di Raccolta / Stazioni Ecologiche ed escluse le eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione, sono reperibili su "il Rifiutologo" disponibile in versione web (vedi link) o App.

- link  https://www.gruppohera.it/clienti/casa/casa_servizio_ambiente/casa_racc_diff/casa_rifiutologo/

- App "ilRifiutologo" è scaricabile gratuitamente dagli store e offre alcune funzioni aggiuntive rispetto alla versione web


Le Stazioni Ecologiche, attrezzate per il conferimento differenziato di diverse tipologie di rifiuti urbani (comprese le potature provenienti da “fai da te” domestico), sono le seguenti:

  • Macanno – Via Macanno (zona Centro Commerciale Le Befane)

  • Viserba - Via Celli – Località Viserba

  • Nataloni – Via Natalino Nataloni (zona Via Dario Campana)

Per orari delle stazioni ecologiche e tipologie di rifiuti da conferire, per altre informazioni sulla raccolta differenziata e sulla percentuale della raccolta differenziata conseguita nel Comune di Rimini consultare il sito www.gruppohera.it o scaricare l’App “Il Rifiutologo”

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

Per le campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani consulta il sito di Hera Spa cliccando sul link sottostante denominato "Campagne straordinarie". 


Il punto di distribuzione della dotazione per i servizi ambientali (chiavetta, carta smeraldo, contenitori per raccolta differenziata, ecc.…) è ubicato a Rimini in via del Terrapieno n. 25 (zona casello autostradale Rimini Sud) che, a causa dell'emergenza per Covid-19, è aperto:

Martedì  dalle ore 7.30 alle ore 14.00

Giovedì  dalle ore 7.30 alle ore 14.00

Venerdì  dalle ore 7.30 alle ore 14.00

L'utenza per ricevere la dotazione, deve presentare la denuncia Tari originaria o di variazione presentata al Comune di Rimini. 


Le Stazioni Ecologiche, attrezzate per il conferimento differenziato di diverse tipologie di rifiuti urbani (comprese le potature provenienti da “fai da te” domestico), sono le seguenti:

  • Macanno – Via Macanno (zona Centro Commerciale Le Befane)

  • Viserba - Via Celli – Località Viserba

  • Nataloni – Via Natalino Nataloni (zona Via Dario Campana)

Per orari delle stazioni ecologiche e tipologie di rifiuti da conferire, per altre informazioni sulla raccolta differenziata e sulla percentuale della raccolta differenziata conseguita nel Comune di Rimini consultare il sito www.gruppohera.it o scaricare l’App “Il Rifiutologo”




Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Stazione ecologica di Rimini - Viserba
Stazione ecologica di Rimini - Macanno
STAZIONE ECOLOGICA DI RIMINI - NATALONI

Le Stazioni Ecologiche, attrezzate per il conferimento differenziato di diverse tipologie di rifiuti urbani (comprese le potature provenienti da “fai da te” domestico), sono le seguenti:

  • Macanno – Via Macanno (zona Centro Commerciale Le Befane)

  • Viserba - Via Celli – Località Viserba

  • Nataloni – Via Natalino Nataloni (zona Via Dario Campana)

Per orari delle stazioni ecologiche e tipologie di rifiuti da conferire, per altre informazioni sulla raccolta differenziata e sulla percentuale della raccolta differenziata conseguita nel Comune di Rimini consultare il sito www.gruppohera.it o scaricare l’App “Il Rifiutologo”

Per orari, modalità di conferimento, prodotti conferibili, sconti, consultare il link "Stazioni ecologiche".


Il Rifiutologo è lo strumento digitale che aiuta a fare bene la raccolta differenziata. Dettagliato e preciso è disponibile in versione web (vedi link) o App. 


L'ecoself è una postazione itinerante al pari di una piccola stazione ecologica che si sposta in varie zone di Rimini per potenziare la raccolta differenziata e fornire ai cittadini un'ulteriore possibilità di conferire gratuitamente quei rifiuti urbani che, per tipologia, non possono essere raccolti con il servizio ordinario quali, oli alimentari, neon, piccoli elettrodomestici (RAEE) e contenitori contaminati da sostanze pericolose e oggetti di materiali misti. 


Per raccolta stradale oli alimentari e ritiro rifuti ingombranti cliccare sul link

Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani di cui all'articolo 5 del TQRIF, liberamente scaricabile.

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell'ambito territoriale in cui è ubicata l'utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
I valori riportati nei grafici sono scaricati automaticamente dal portale ISPRA che riporta i dati del MUD.
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Per informazioni sul servizio di spazzamento e lavaggio delle strade consultare il sito di Hera Spa cliccando sul link sottostante.


Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Abitazione con n. 2 occupanti
Per un'utenza Domestica di 75mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Abitazione con n. 4 occupanti
Per un'utenza Domestica di 102mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Ristorante, trattorie, pizzerie, tavole calde
Per un'utenza Non domestica di 162mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Negozio di abbigliamento
Per un'utenza Non domestica di 68mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Negli esempi pratici sono state utilizzate le tariffe Tari 2022.



Regole di calcolo della TARI

Per calcolare la TARI si devono calcolare la quota fissa e la quota variabile, distinguendo se si tratta di un immobile ad uso domestico o non domestico.

Gli elementi utili per il calcolo TARI sono i seguenti:

1.   superficie CALPESTABILE (al netto dei muri) in metri quadri

2.   periodo di riferimento

3.   nucleo familiare

4.   quota fissa

5.   quota variabile

6.   TEFA-quota provinciale 5% dell’imponibile

 

Per utenze domestiche

La quota fissa si ottiene moltiplicando la superficie calpestabile in metri quadri dell’immobile per la relativa tariffa fissa (determinata dal Comune di residenza in base al numero di persone che occupano l’immobile) secondo la formula METRI QUADRATI X TARIFFA FISSA.

La quota variabile è determinata dal Comune in base al numero di persone che occupano l’immobile.

Le due quote vengono sommate e, al risultato ottenuto, viene applicato il tributo provinciale (TEFA) pari al 5% dell’imponibile.



Per utenze non domestiche

La quota fissa si ottiene moltiplicando la superficie calpestabile in metri quadri dell’immobile per la relativa tariffa fissa (diversa per ogni attività e determinata dal Comune di residenza in base alla relativa categoria di appartenenza) secondo la formula METRI QUADRATI X TARIFFA FISSA.

La quota variabile si ottiene moltiplicando la superficie in metri quadri dell’immobile per la relativa tariffa variabile (diversa per ogni attività e determinata dal Comune di residenza in base alla propria categoria di appartenenza) secondo la formula METRI QUADRATI X TARIFFA VARIABILE.

Le due quote vengono sommate e, al risultato ottenuto, viene applicato il tributo provinciale (TEFA) pari al 5% dell’imponibile.




RIDUZIONI PREVISTE DAL REGOLAMENTO TARI

1) Riduzioni applicabili alle UTENZE DOMESTICHE:

- 10% per abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso militato e discontinuo (art. 19)

- 10% per abitazioni occupate da soggetti che risiedono o hanno la dimora per più di 6 mesi all'anno all'estero (art. 19)

- compostaggio domestico (art. 14-bis) 

2) Riduzioni applicabili alle UTENZE NON DOMESTICHE:

- 15% o 25% per locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte utilizzate per lo svolgimento di attività stagionali o ad uso non continuativo ma ricorrente (ad esempio alcuni periodi dell’anno) della durata massima rispettivamente di 140 e 240 giorni (art. 19)

- 25% per aree scoperte operative (nella proprietà privata) utilizzate stagionalmente o ad uso non continuativo ma ricorrente (ad es. alcuni periodi dell’anno) da attività permanenti (art. 19) 

- 30% per imprese agrituristiche (art. 19) 

- raccolta differenziata (art. 18 e allegato 2)

- esenzione di superficie per produzione di rifiuti speciali in via continuativa e prevalente (art. 5)

- riduzione di superficie per produzione rifiuti speciali (art. 6)

- avvio al recupero di rifiuti urbani e materiali per produzione biogas (art. 16)

- donazione gratuita di cibo a Onlus (art. 16) 

- esclusione della quota variabile per avvio al recupero (art. 16-bis)

- interventi a favore delle UND penalizzate dalla situazione emergenziale determinata dalla pandemia per Covid-19 (art. 20 bis) - riduzione prevista per le sole annualità 2020-2021

- maggiori superfici di suolo pubblico date in concessione ai gestori dei pubblici esercizi nell'ambito del progetto "Rimini Open Space" (art. 20bis comma 5) - per la sola annualità 2022


RIDUZIONE DEI 2/3 PER I PENSIONATI RESIDENTI ALL'ESTERO (ex LEGGE 30 dicembre 2020, n. 178 art. 1, comma 48)

A partire dall'anno 2021, per una sola unità immobiliare ad uso abitativo (UTENZA DOMESTICA), non locata o data in comodato d'uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall'Italia, la tassa sui rifiuti è dovuta in misura ridotta dei due terzi.  

La Risoluzione del MEF-Dipartimento delle Finanze n. 5/DF del 11/06/2021 ha chiarito che:

- ci deve essere coincidenza tra lo Stato di residenza, diverso dall'Italia, e lo Stato che eroga pensione

- per pensione in regime di convenzione internazionale si intende una pensione maturata in regime di totalizzazione internazionale e quindi mediante cumulo dei periodi assicurativi maturati in Italia e maturati in Paesi UE, SEE (Norvegia, Islanda e Liechtenstein), Svizzera (pensione in regime comunitario) e Regno Unito consultabili sul sito Inps ed in Paesi extraeuropei che hanno stipulato con l'Italia convenzioni bilaterali di sicurezza sociale (pensione in regime di convenzione bilaterale) consultabili sul sito Inps.


INTERVENTI A FAVORE DI SOGGETTI IN CONDIZIONE DI GRAVE DISAGIO SOCIO ECONOMICO (ART. 20 DEL REGOLAMENTO TARI)

I beneficiari dell’intervento sono individuati sulla base di una procedura ad evidenza pubblica curata dal Dipartimento Servizi di comunità che stabilisce previamente i requisiti e le categorie dei soggetti che possono presentare domanda volta ad ottenere la agevolazione. I beneficiari potranno usufruire della riduzione parziale della tassa. 

Per eventuali informazioni sul bando, è possibile contattare l'Ufficio Bandi del Servizio Amministrativo Area Sociale del Comune di Rimini al n. 0541/704689. 














Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2018)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 113.510,79 t
Cluster: Poli Urbani - € 38,49239349
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 67,46%
Fattori di contesto del comune: € 127,7273807
Economie e diseconomie di scala: € 0,01194
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 9
Impianti di trattamento meccanico biologico: 9
Discariche: 9
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 15,126 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 44,11%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 22,71%
Rifiuti smaltiti in discarica: 13,29%
Informazioni per l'accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

INTERVENTI A FAVORE DI SOGGETTI IN CONDIZIONE DI GRAVE DISAGIO SOCIO ECONOMICO (ART. 20 DEL REGOLAMENTO TARI)

I beneficiari dell’intervento sono individuati sulla base di una procedura ad evidenza pubblica curata dal Dipartimento Servizi di comunità che stabilisce previamente i requisiti e le categorie dei soggetti che possono presentare domanda volta ad ottenere la agevolazione. I beneficiari potranno usufruire della riduzione parziale della tassa. 

Per eventuali informazioni sul bando, è possibile contattare l'Ufficio Bandi del Servizio Amministrativo Area Sociale del Comune di Rimini al n. 0541/704689. 


ALTRE RIDUZIONI PREVISTE DAL REGOLAMENTO TARI

1) Riduzioni applicabili alle UTENZE DOMESTICHE:

- 10% per abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso militato e discontinuo (art. 19)

- 10% per abitazioni occupate da soggetti che risiedono o hanno la dimora per più di 6 mesi all'anno all'estero (art. 19)

- compostaggio domestico (art. 14-bis) 

2) Riduzioni applicabili alle UTENZE NON DOMESTICHE:

- 15% o 25% per locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte utilizzate per lo svolgimento di attività stagionali o ad uso non continuativo ma ricorrente (ad esempio alcuni periodi dell’anno) della durata massima rispettivamente di 140 e 240 giorni (art. 19)

- 25% per aree scoperte operative (nella proprietà privata) utilizzate stagionalmente o ad uso non continuativo ma ricorrente (ad es. alcuni periodi dell’anno) da attività permanenti (art. 19) 

- 30% per imprese agrituristiche (art. 19) 

- raccolta differenziata (art. 18 e allegato 2)

- esenzione di superficie per produzione di rifiuti speciali in via continuativa e prevalente (art. 5)

- riduzione di superficie per produzione rifiuti speciali (art. 6)

- avvio al recupero di rifiuti urbani e materiali per produzione biogas (art. 16)

- donazione gratuita di cibo a Onlus (art. 16) 

- esclusione della quota variabile per avvio al recupero (art. 16-bis)

- interventi a favore delle UND penalizzate dalla situazione emergenziale determinata dalla pandemia per Covid-19 (art. 20 bis) - riduzione prevista per le sole annualità 2020-2021

maggiori superfici di suolo pubblico date in concessione ai gestori dei pubblici esercizi nell'ambito del progetto "Rimini Open Space" (art. 20bis comma 5) - per la sola annualità 2022


RIDUZIONE DEI 2/3 PER I PENSIONATI RESIDENTI ALL'ESTERO (prevista dalla LEGGE 30 dicembre 2020, n. 178 art. 1, comma 48)

A partire dall'anno 2021, per una sola unità immobiliare ad uso abitativo (UTENZA DOMESTICA), non locata o data in comodato d'uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall'Italia, la tassa sui rifiuti è dovuta in misura ridotta dei due terzi.  

La Risoluzione del MEF-Dipartimento delle Finanze n. 5/DF del 11/06/2021 ha chiarito che:

- ci deve essere coincidenza tra lo Stato di residenza, diverso dall'Italia, e lo Stato che eroga pensione

- per pensione in regime di convenzione internazionale si intende una pensione maturata in regime di totalizzazione internazionale e quindi mediante cumulo dei periodi assicurativi maturati in Italia e maturati in Paesi UE, SEE (Norvegia, Islanda e Liechtenstein), Svizzera (pensione in regime comunitario) e Regno Unito consultabili sul sito Inps ed in Paesi extraeuropei che hanno stipulato con l'Italia convenzioni bilaterali di sicurezza sociale (pensione in regime di convenzione bilaterale) consultabili sul sito Inps.




Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza della modalità di pagamento gratuita prevista dal TQRIF.
Modello Semplificato F24
Gratuita
PagoPA
Costi dipendenti dal prestatore di servizio scelto

Dalla piattaforma LINKMATE è possibile scaricare i modelli di pagamento F24 e procedere al pagamento tramite PagoPA.

Si può accedere alla piattaforma LINKMATE tramite il sito del Comune di Rimini (Sezione Tributi-Imposte e Tasse) OVVERO collegandosi all’indirizzo http://sportellotel.servizienti.it/rimini 

Per accedere a LINKMATE è necessario avere le credenziali SPID e CIE.




Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all'anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
16/07/2022
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
16/07/2022
33,33%
2° rata
30/09/2022
33,33%
3° rata
16/12/2022
33,34%


Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l'indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l'utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell'importo dovuto

RAVVEDIMENTO OPEROSO

In caso di omesso, parziale o tardivo versamento rispetto alla data in cui il pagamento della rata doveva essere eseguito vanno calcolate le sanzioni con le modalità e nella misura prevista dall’art. 13 D. Lgs. 472/1997 e successive modifiche.
Sull’importo della tassa non versata si applicano gli interessi legali giornalieri.
Il versamento di quanto dovuto a titolo di ravvedimento (tributo, sanzione e interessi) deve essere effettuato con mod. F24, barrando il riquadro riservato al ravvedimento e riportando l’apposito codice tributo.


SANZIONI ED INTERESSI

In caso di mancato versamento di una o più rate alle date stabilite dal presente regolamento, il Comune provvede a notificare al contribuente, anche a mezzo posta raccomandata con avviso di ricevimento o pec, un atto di accertamento contenente il sollecito di pagamento, dando un termine non inferiore a 30 giorni per effettuare il versamento della tassa non versata, degli interessi legali e delle spese di notifica. Decorso inutilmente tale termine, è irrogata la sanzione pari al 30 % dell’importo non versato o tardivamente versato, come riportato nell’avviso di accertamento per omesso o insufficiente versamento.
In caso di omessa presentazione della dichiarazione si applica la sanzione del 100% del tributo non versato, con un minimo di € 50,00.
In caso di infedele dichiarazione si applica la sanzione del 50% del tributo non versato, con un minimo di € 50,00;
Le sanzioni sono ridotte a un terzo se, entro il termine per la proposizione del ricorso, interviene acquiescenza del contribuente, con pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione ridotta e degli interessi.
Sulle somme dovute a titolo di tariffa si applicano gli interessi legali calcolati dalla data di esigibilità del tributo.


Il CODICE ENTE del Comune di Rimini è H294.

Il versamento della TARI, effettuato tramite modello F24 allegato all'avviso, utilizza il seguente codice tributo:

3944: Tari - tassa sui rifiuti

Per eventuali recuperi d'imposta, i codici tributo da indicare nel mod. F24 sono:

3945: Interessi su Tari - tassa sui rifiuti
3946: Sanzioni su Tari - tassa sui rifiuti


Dal 2021 il versamento del TEFA (tributo provinciale), effettuato tramite modello F24 allegato all'avviso, utilizza il seguente codice tributo:

- TEFA: TEFA - tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell'ambiente

Per eventuali recuperi d'imposta, i codici tributo da indicare nel mod. F24 sono:

- TEFN: Interessi su TEFA
- TEFZ: Sanzioni su TEFA


Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all'utente o alle caratteristiche dell'utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rettifica degli importi addebitati, liberamente accessibile e scaricabile, nonché le tempistiche e le modalità di rettifica degli importi non dovuti da parte del gestore.

Eventuali errori nella determinazione degli importi addebitati e dei dati dell'utente o dell'utenza rilevanti ai fini del calcolo della tassa e richieste di rettifica degli importi addebitati possono essere segnalati all'Ufficio TARI del Comune di Rimini (che risponderà entro 60 giorni lavorativi) con le seguenti modalità: 

  • a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo: ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it (inviando da qualsiasi indirizzo mail anche non Pec);

  • a mezzo posta elettronica all'indirizzo: tassarifiuti@comune.rimini.it

  • a mezzo fax al n. 0541/704170;

  • a mezzo posta raccomandata indirizzata a Comune di Rimini, Dipartimento Risorse – Settore Risorse Tributarie Ufficio TARI, via Ducale n. 7 – 47921 Rimini;

  • agli sportelli TARI siti in Via Ducale n. 7, nei seguenti orari di apertura al pubblico: lunedì e mercoledì dalle ore 9,00 alle ore 12,30 e giovedì dalle ore 9,00 alle ore 15,00 PREVIA PRENOTAZIONE al seguente link: prenotazioni.comune.rimini.it

Il CODICE ENTE del Comune di Rimini è H294.

Il versamento della TARI, effettuato tramite modello F24 allegato all'avviso, utilizza il seguente codice tributo:

3944: Tari - tassa sui rifiuti

Per eventuali recuperi d'imposta, i codici tributo da indicare nel mod. F24 sono:

3945: Interessi su Tari - tassa sui rifiuti

3946: Sanzioni su Tari - tassa sui rifiuti

Dal 2021 il versamento del TEFA (tributo provinciale), effettuato tramite modello F24 allegato all'avviso, utilizza il seguente codice tributo:

- TEFA: TEFA - tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell'ambiente

Per eventuali recuperi d'imposta, i codici tributo da indicare nel mod. F24 sono:

TEFN: Interessi su TEFA
TEFZ: Sanzioni su TEFA

Nel caso in cui ci si accorga di aver effettuato un versamento con un codice ente diverso da H294, relativo al Comune di Rimini:

- se l'errore di digitazione è stato fatto da parte di un intermediario (banca, posta, ecc), bisogna verificare il versamento e in caso di errore lo stesso intermediario dovrà provvedere ad annullare la delega di pagamento emessa e riemetterla con codice ente corretto. In questo modo il versamento viene automaticamente prelevato dal comune sbagliato e riversato al Comune di Rimini;

- se l'errore di digitazione è stato causato dal contribuente, ad esempio tramite compilazione del modello F24 sulla propria Home Banking, il contribuente dovrà rivolgersi al comune per la verifica del pagamento oppure verificare a quale ente il versamento è stato accreditato accedendo al proprio cassetto fiscale. A seguito di questa verifica, il contribuente invierà richiesta di riversamento all'ente che ha erroneamente incassato la somma e tale ente dovrà procedere al riversamento presso il Comune di Rimini. 

Per eventuali comunicazioni di variazione di metratura, chiusura o variazione utenza, variazione dati relativi all'utente, è necessario compilare l'apposita modulistica presente sul sito del Comune di Rimini.

Per informazioni e assistenza contattare l'Ufficio Tari (0541 704639).




Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione


Il Comune provvede all'invio ai contribuenti di un apposito invito al pagamento.

Ai contribuenti che ne fanno richiesta entro il 31/03, tale invito sarà inviato tramite posta elettronica. 

A tal fine il contribuente, entro il 31/03, deve comunicare il proprio indirizzo e-mail o PEC al Comune di Rimini, Dipartimento Risorse – Settore Risorse Tributarie – Ufficio TARI, via Ducale n. 7.

Tale comunicazione, corredata del documento di identità personale, può essere inviata con uno dei seguenti canali. Un apposito modello, da inviare con le stesse modalità, è presente sul sito del Comune di Rimini/Servizi/Tassa rifiuti (TARI):

- a mezzo posta elettronica all’indirizzo: tassarifiuti@comune.rimini.it

- a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it

- mediante accesso a LINKMATE.

E' possibile inoltre ottenere tutte le informazioni relative alla propria posizione (situazione pagamenti, importi non versati) accedendo alla piattaforma LINKMATE, collegandosi all’indirizzo http://sportellotel.servizienti.it/rimini

E' possibile accedere alla piattaforma LINKMATE con le credenziali SPID e CIE.






Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell'Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
I recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento, gli interventi di competenza del gestore, con indicazione di quelli che possono essere attivati direttamente dall'utente, secondo quanto previsto dall'articolo 52 del TQRIF.

Il gestore che eroga il servizio di raccolta e trasporto, spazzamento e lavaggio strade, trattamento, recupero e smaltimento dei rifiuti urbani è la società HERA S.P.A., con sede legale a Bologna in viale Carlo Berti Pichat n. 2/4.

Sito internet del gestore: www.gruppohera.it


Il posizionamento della gestione nell'ambito della matrice degli schemi regolatori, di cui all'Articolo 3 del TQRIF.
Il Comune di Rimini è collocato all'interno dello Schema regolatore

Relativamente agli obblighi di qualità contrattuale e tecnica, il Comune di Rimini, in qualità di gestore delle tariffe e del rapporto con gli utenti, rientra nello SCHEMA 1 della matrice degli schemi regolatori predisposta dall'Autorità di Regolazione per l'energia Reti e Ambiente-ARERA con Deliberazione n. 15/2022 "Regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani" (c.d. TQRIF).



Gli standard generali di qualità di competenza del gestore ai sensi del TQRIF, ivi inclusi gli eventuali standard aggiuntivi o migliorativi individuati dall'Ente territorialmente competente e il grado di rispetto di tali standard, con riferimento all'anno precedente.
Gli standard generali di qualità non si applicano ai gestori del servizio integrato della gestione dei rifiuti inquadrati nello SCHEMA 1 della matrice degli schemi regolatori predisposta dall'Autorità di Regolazione per l'energia Reti e Ambiente-ARERA con Deliberazione n. 15/2022 "Regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani" (c.d. TQRIF).

La tariffa media applicata alle utenze domestiche e l'articolazione dei corrispettivi applicati alle utenze domestiche e non domestiche.

Tariffe 2022 - UTENZE DOMESTICHE 

Composizione nucleo familiare Descrizione Tariffa Fissa Tariffa Variabile
1 componente CATEGORIA 1 2,067 25,337
2 componenti CATEGORIA 2 2,113 53,899
3 componenti CATEGORIA 3 2,151 66,594
4 componenti CATEGORIA 4 2,178 82,449
5 componenti CATEGORIA 5 2,208 91,984
6 o più componenti CATEGORIA 6 2,234 107,819

Tariffe 2022 - UTENZE NON DOMESTICHE 

Codice Descrizione Attività svolta Tariffa Fissa Tariffa Variabile TOTALE TARIFFA
1A CIRCOLI RICREATIVI 1,333 1,613 2,946
1B ASSOCIAZIONI, ENTI DI ASSISTENZA, BENEFICENZA E ONLUS 1,312 1,592 2,904
1C SCUOLE PUBBLICHE E PRIVATE, SCUOLE PROFESSIONALI 0,949 1,150 2,099
1D AUTOSCUOLE 0,896 1,086 1,982
1E LOCALI PARROCCHIALI 1,206 1,465 2,671
1F CASERME-CONVENTI 1,276 1,542 2,818
1G ENTI PUBBLICI 1,276 1,542 2,818
2A TEATRI E CINEMA 1,295 1,571 2,866
3A ESERCIZI DI VENDITA BENI ALL'INGROSSO UBICATI NEL COMPARTO GROS RIMINI 1,325 1,607 2,932
3B IMPRESE DI AUTOTRASPORTI, AUTORIMESSE, AUTOSERVIZI, NOLEGGIO CICLI E MOTOCICLI 1,271 1,537 2,808
4A DISTRIBUTORI DI CARBURANTE 1,713 2,081 3,794
4B IMPIANTI SPORTIVI E PALESTRE 1,467 1,777 3,244
4C CAMPEGGI 2,863 3,470 6,333
5A STABILIMENTI BALNEARI STAGIONALI: SUPERFICI FINO A 3000 MQ. 0,538 0,657 1,195
5B STABILIMENTI BALNEARI STAGIONALI: SUPERFICI ECCEDENTI I 3000 MQ. 0,270 0,326 0,596
6A AUTOSALONI 1,463 1,772 3,235
6B ESPOSIZIONI E VENDITA DI MOBILI, ELETTRODOMESTICI E SIMILI 1,585 1,925 3,510
6C ESERCIZI DI VENDITA ALL'INGROSSO NON ALTROVE CLASSIFICATI 1,575 1,909 3,484
6D FIERA 1,628 1,973 3,601
6E CENTRO CONGRESSI 1,579 1,916 3,495
7A ALBERGHI, RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE 3,742 4,535 8,277
8A MOTEL, MEUBLÈ, GARNI 2,831 3,436 6,267
10A OSPEDALI, CLINICHE E CASE DI CURA 2,278 2,763 5,041
11A STUDI ED UFFICI ARTISTICI E TERZIARI IN GENERE, AMBULATORI E LABORATORI DI ANALISI 2,971 3,598 6,569
12A BANCHE, ISTITUTI DI CREDITO E STUDI PROFESSIONALI 2,455 2,981 5,436
13A NEGOZI: LIBRERIE, CARTOLERIE, PROFUMERIE, GIOIELLERIE, OREFICERIE, GRANDI MAGAZZINI 3,317 4,020 7,337
13B NEGOZI DI ABBIGLIAMENTO 3,394 4,119 7,513
13C NEGOZI DI FERRAMENTA 3,343 4,055 7,398
13D NEGOZI DI ARTICOLI CASALINGHI E PER LA PERSONA 3,321 4,023 7,344
13E ESERCIZI COMMERCIALI IN GENERE NON ALTROVE CLASSIFICATI 3,294 3,991 7,285
13F NEGOZI DI PELLETTERIE E CALZATURE 3,219 3,901 7,120
14A FARMACIE 3,225 3,909 7,134
14B TABACCHI 3,196 3,878 7,074
14C RIVENDITE GIORNALI 3,217 3,898 7,115
15A SALE GIOCHI 1,592 1,933 3,525
15B NEGOZI DI TENDE, TESSUTI, TAPPETI, FILATELIA, CAPPELLI E OMBRELLI 2,676 3,246 5,922
15C ANTIQUARI 1,390 1,683 3,073
15D VIDEONOLEGGI 2,550 3,086 5,636
16A MERCATI: COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GENERI NON ALIMENTARI 5,948 7,209 13,157
17A ATTIVITÀ ARTIGIANALI TIPO BOTTEGHE: PARRUCCHIERI, BARBIERI, ESTETISTE 2,120 2,568 4,688
18A ATTIVITÀ ARTIG. TIPO BOTTEGHE: LAVANDERIE, FALEGNAMI, IDRAULICI, FABBRI, LAB. D'ARTE, ECC. 2,039 2,473 4,512
19A LABORATORI MECCANICI 2,048 2,481 4,529
19B ELETTROMECCANICI 1,929 2,338 4,267
19C ELETTRAUTI, CARROZZERIE, AUTOFFICINE 2,091 2,539 4,630
20A ATTIVITÀ INDUSTRIALI 1,833 2,218 4,051
20B GRANDI AZIENDE DI PUBBLICI SERVIZI: TELECOM, ENEL, HERA, GAS, FERROVIE, POSTE, TRAM 1,483 1,791 3,274
20C ATTIVITÀ EDILI, MARMISTI, LAPIDEI, AUTODEMOLITORI 1,199 1,455 2,654
21A ATTIVITÀ ARTIG. PROD.NE BENI SPECIFICI: LAB. FOTOGR., OTTICI, ODONTOT. STUDI GRAFICI, ECC. 2,063 2,504 4,567
22A RISTORANTI, PIZZERIE, TRATTORIE, TAVOLE CALDE 10,094 12,239 22,333
22B PUB, PANINOTECHE, OSTERIE, BIRRERIE E VENDITA PIADINE 8,578 10,396 18,974
22C ROSTICCERIE, GASTRONOMIE 8,077 9,791 17,868
23A MENSE 8,077 9,791 17,868
24A BAR, CAFFÈ, GELATERIE, PASTICCERIE 7,823 9,485 17,308
25A SUPERMERCATI 8,412 10,198 18,610
25B ESERCIZI DI VENDITA ALIMENTARI IN GENERE 6,979 8,464 15,443
25C FORNI CON LABORATORIO E VENDITA 4,040 4,897 8,937
25D MACELLERIE 3,737 4,528 8,265
27A AZIENDE INDUSTRIALI ED ARTIGIANALI DI LAVORAZIONE ORTOFRUTTA 12,603 15,281 27,884
27B ESERCIZI DI VENDITA ORTOFRUTTA 11,659 14,134 25,793
27C ESERCIZI DI VENDITA FIORI 11,580 14,040 25,620
27D ESERCIZI DI VENDITA PRODOTTI ITTICI 11,504 13,945 25,449
27E PIZZERIE AL TAGLIO 9,676 11,727 21,403
29A MERCATI: COMMERCIO AL DETTAGLIO DI GENERI ALIMENTARI, FIORI E FRUTTA 11,622 14,086 25,708
29B MERCATI: COMMERCIO ALL'INGROSSO DI GENERI ALIMENTARI FRESCHI E CONGELATI E DI FIORI 6,603 8,002 14,605
30A SALE DA BALLO, DISCOTECHE 4,021 4,874 8,895
30B PARCHI GIOCO E DIVERTIMENTO 1,780 2,157 3,937
30C DARSENA E AREE PORTUALI 0,581 0,701 1,282
30D PARCHEGGI 0,118 0,143 0,261

Modalità e termini per l'accesso alla rateizzazione degli importi.

La RATEIZZAZIONE può essere richiesta in caso di ricevimento di ACCERTAMENTI ESECUTIVI ED INGIUNZIONI FISCALI.


ACCERTAMENTI ESECUTIVI ED INGIUNZIONI FISCALI

Ai sensi del Regolamento generale delle entrate e del Regolamento comunale per la gestione delle entrate tributarie, in caso di accertamenti esecutivi ed ingiunzioni fiscali, il debitore che versa in una situazione temporanea e obiettiva di difficoltà, può chiedere la rateizzazione del debito complessivo in rate mensili con importo minimo non inferiore a € 50,00.


In caso di accertamenti esecutivi, informazioni possono essere richieste all'UFFICIO ACCERTAMENTI TASSA RIFIUTI con le seguenti modalità:

1) PRENOTANDO un appuntamento telefonico: 

a) telefonando al numero verde 800 213 036 (gratuito da numero fisso) o 199 179 964 (a pagamento da cellulare) attivi dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00; 

b) utilizzando la piattaforma di prenotazione online, accessibile tramite il seguente link: https://cizrm.municipia.eng.it/?ente=H294, selezionando PRENOTA UN APPUNTAMENTO, specificando le proprie generalità, indirizzo mail/pec e recapito telefonico a cui essere ricontattati dall'Ufficio; 

2) SCRIVENDO al seguente indirizzo di posta elettronica: accertamenti.rifiuti@comune.rimini.it. 


Le istanze di rateizzazione degli accertamenti esecutivi vanno indirizzate all'UFFICIO ACCERTAMENTI TASSA RIFIUTI del Comune di Rimini scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: accertamenti.rifiuti@comune.rimini.it OPPURE all’indirizzo Pec: ufficio.tributi@pec.comune.rimini.it


In caso di ingiunzioni fiscali, informazioni possono essere richieste al concessionario delle riscossione Sorit-Società Servizi e Riscossioni Italia S.p.A. con le seguenti modalità:

1) RECANDOSI presso gli sportelli della Sorit Spa ubicati presso la filiale della Cassa di Risparmio di Ravenna sita a Rimini in Piazza Cavour n. 7

2) TELEFONANDO al numero verde 800.199.288

3) PRENOTANDO un appuntamento telefonando al n. 0544 282806 oppure scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: comune.rimini@sorit.it


Le istanze di rateizzazione delle ingiunzioni fiscali  vanno presentate direttamente al  concessionario delle riscossione SORIT Spa in carta libera, prima dell’avvio delle procedure esecutive, accedendo al seguente link https://www.sorit.it/ita/links/Rateizzazione. 

In relazione alla richiesta presentata, il contribuente riceverà la notifica del relativo provvedimento di rateizzazione.


INVITO AL PAGAMENTO

Relativamente all'invito al pagamento, ai sensi dell'art. 24 del Regolamento Tari, ogni anno il Comune provvede ad inviare ai contribuenti l'invito al pagamento. Il versamento dell'importo dovuto deve essere effettuato in n. 3 rate quadrimestrali già calcolate. Non è consentita una ulteriore rateizzazione.


Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.

PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI TARI AI FINI DELL’OBBLIGAZIONE TRIBUTARIA


I soggetti obbligati provvedono a consegnare al Comune di Rimini la dichiarazione originaria, redatta sui moduli appositamente predisposti dallo stesso, entro il termine di 60 giorni dalla data effettiva dell’inizio della detenzione o del possesso dei locali e/o aree scoperte.

La modulistica è pubblicata sul sito web del Comune di Rimini, sezione Servizi-Tributi (Imposte e Tasse).

La dichiarazione può essere consegnata direttamente allo sportello comunale, a mezzo fax, a mezzo posta elettronica, pec, posta con raccomandata a/r o mediante altra modalità telematica che potrà essere attivata dall’ufficio.

Gli sportelli Tari sono ubicati presso la sede comunale di via Ducale n. 7 e accessibili previa prenotazione al seguente link: https://prenotazioni.comune.rimini.it

Ai fini dell’applicazione del tributo la dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, sempreché non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati.

In quest’ultimo caso, il contribuente è obbligato a presentare apposita dichiarazione di variazione entro il termine di 60 giorni dalla data del verificarsi della variazione.

Non comporta obbligo di presentazione della denuncia di variazione la modifica del numero dei componenti il nucleo familiare, se si tratta di soggetti residenti.

La dichiarazione sia originaria che di variazione deve contenere i seguenti elementi:

a. generalità del detentore/possessore, residenza o denominazione della ditta o ragione sociale della società, relativo scopo sociale o istituzionale della persona giuridica, sede principale o legale, codice fiscale, codice ATECO dell’attività;

b. generalità del soggetto denunciante se diverso dal contribuente, con indicazione della qualifica; generalità delle persone fisiche che hanno la rappresentanza e l’amministrazione della società;

c. estremi catastali, indirizzo di ubicazione, numero civico esterno ed interno, superficie calpestabile e destinazione d’uso dei singoli locali ed aree denunciati e loro partizioni interne;

d. numero effettivo dei detentori/possessori dei locali;

e. generalità e codice fiscale dei soggetti non residenti nei medesimi locali;

f. data in cui ha avuto inizio la detenzione o il possesso dei locali o in cui è intervenuta la variazione, adeguatamente documentata;

g. provenienza dell’occupazione o detenzione;

h. data in cui viene presentata la dichiarazione e sottoscrizione con firma leggibile del dichiarante o del rappresentante legale o negoziale.

i. sussistenza dei presupposti per la fruizione di riduzioni o agevolazioni.

La dichiarazione di cessata detenzione o possesso dei locali o delle aree deve essere presentata dal dichiarante originario o dai soggetti conviventi muniti di apposita delega, entro 60 giorni dalla cessazione, con l’indicazione di tutti gli elementi di cui al comma precedente, atti a comprovare la stessa, ed in particolare:

a. data di cessazione dell’occupazione o conduzione dei locali e/o delle aree;

b. generalità dell’eventuale subentrante, se conosciute;

c. data di presentazione della denuncia di cessazione.


ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI


Per l’attivazione dei servizi ambientali di raccolta e trasporto rifiuti urbani ovvero per il ritiro della dotazione per il conferimento dei rifiuti urbani (per es.: carta smeraldo, contenitori per raccolta differenziata, ecc.) il dichiarante/contribuente deve rivolgersi al gestore della raccolta e trasporto dei rifiuti urbani HERA S.p.A. in via del Terrapieno n. 25 (zona casello autostradale Rimini Sud) nei seguenti orari: Martedì-Giovedì-Venerdì dalle ore 7,30 alle ore 14,00, esibendo documentazione attestante la regolare iscrizione dell’utenza presso l’ufficio Tari del Comune di Rimini (dichiarazione Tari, invito al pagamento, ecc.).