Trasparenza Rifiuti Quarto

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Quarto

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Quarto

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti

RECLAMI E SEGNALAZIONI AL GESTORE DEL SERVIZIO SPAZZAMENTO E RACCOLTA RIFIUITI:

reclami@gpnserviziambientali.it;


Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

RECLAMI E/O SEGANLAZIONE SONO DA COMPILARE  PER ISCRITTO ED IN FORMA LIBERA  ALL'INDIRIZZO:

reclami@gpnserviziambientali.it

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione


Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta


Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto


Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta


Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
N. 3 Occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
n. 4 Occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Uffici, Agenzie, Studi professionali
Per un'utenza Non domestica di 30mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Edicole, Farmacia, tabaccaio, plurielicenze
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Attualmente le tariffe pubblicate sono quelle del 2019 , le nuove tariffe 2020 , previa approvazione del Piano economico Finanziario secondo le disposizioni dell'ARERA , saranno approvate entro il 31 luglio 2020.
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 16.899,19 t
Cluster: Comuni con elevata densità abitativa, bassa età media e localizzazione prevalente nel centro-sud - € 45,224617
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 62,68%
Fattori di contesto del comune: € 56,329456
Economie e diseconomie di scala: € 0,072821
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 1
Impianti di trattamento meccanico biologico: 7
Discariche: 2
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 24,226 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 34,24%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 3,18%
Rifiuti smaltiti in discarica: 4,82%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Trattasi del regolamento vigente approvato nel 2016. Il nuovo regolamento sarà approvato entro il 31 luglio 2020


ART. 42

ALTRE AGEVOLAZIONI

 

  1. Ai sensi dell’art. 1, comma 660, della L. 27/12/2013, n.147 sono previste le seguenti agevolazioni:

a) sono esenti i nuclei familiari che beneficiano di un contributo ordinario assistenziale da parte del Comune;

b) il tributo è ridotto del 50% per i nuclei familiari titolari esclusivamente di reddito derivante da una sola pensione pari all'importo dell'assegno sociale INPS;

c) sono esenti i nuclei, i locali ed aree posseduti e/o detenuti dalle/delle associazioni che perseguano finalità di alto rilievo sociale o storico-culturale e per le quali il Comune si assume interamente le spese di gestione;

d) sono esenti le ragazzi madri o ragazzi padri non titolari di reddito proprio;

e) il tributo è ridotto del 50% per i nuclei familiari con almeno un componente portatore di handicap al 100%, con decreto di accompagnamento e che dichiarino un reddito complessivo ISEE non superiore ad Euro 10.000 (diecimila).

  1. L'esenzione o la riduzione sono concesse su domanda dell'interessato ed a condizione che questi dimostri di averne diritto e decorrono, se accolte, dall'anno successivo a quello della richiesta, fatto salvo quanto disposto dal successivo comma 4 . Il Comune può in qualsiasi tempo eseguire gli opportuni accertamenti al fine di verificare l'effettiva sussistenza delle condizioni richieste per l'esenzione o riduzione.

  2. Le suddette agevolazioni sono iscritte in bilancio come autorizzazioni di spese e la relativa copertura è assicurata da risorse diverse dai proventi del tributo relativo all'esercizio cui si riferisce l'iscrizione predetta.

  3. Sono stabilite le seguenti procedure per l'applicazione delle agevolazioni sopra indicate:

  1. comma 1, lettera a: gli atti deliberativi di assegnazione del contributo ordinario assistenziale da parte del Comune, saranno trasmessi a cura dell'Ufficio Assistenza, all'Ufficio Tributi che provvederà d'ufficio agli adempimenti connessi alla sospensione del tributo dovuto per l'annualità in corso.

  2. comma 1, lettera b:  l'agevolazione sarà operante a partire dal tributo dovuto per l'annualità successiva, in esito alle istanze documentate da presentare all'ufficio tributi entro e non oltre il 31 ottobre di ciascun anno.

    La stessa ha effetto anche per gli anni successivi, qualora le condizioni di tassabilità rimangono invariate. In caso contrario, il contribuente è tenuto a denunciare ogni variazione che comporti il venir meno delle agevolazioni tariffarie precedentemente attribuite. All'uopo il Funzionario responsabile del tributo potrà disporre verifiche a campione per accertare la permanenza o meno dei requisiti previsti.

    In caso di omessa denuncia di variazione dei requisiti di cui sopra, l'Ufficio Tributi provvederà ad emettere avviso di accertamento d'ufficio, entro i termini di legge, con applicazione delle sanzioni dalla medesima previste.

    All'istanza, redatta su apposito modello fornito dall'Ufficio Tributi del Comune, si dovrà allegare la seguente documentazione:

          a) fotocopia del/i certificato/i di assegno sociale INPS;

          b) la non titolarità di redditi diversi da quelli derivanti da assegno sociale INPS,                 certificata da attestazione ISEE;

          c) qualora nel nucleo familiare del/i pensionato/i INPS siano presenti persone                    conviventi, queste se hanno raggiunto la maggiore età, dovranno dimostrare                       con attestazioni ISEE di non avere redditi propri.

    L'Ufficio Tributi del Comune comunicherà a ciascun interessato l'accoglimento o il diniego dell'istanza dell'istanza agevolativa.

  1. comma 1, lettera c:  i legali rappresentanti delle associazioni di cui sopra dovranno presentare istanza documentata, entro e non oltre il 31 ottobre di ciascun anno. Tali istanze produrranno effetti a decorrere dal tributo dovuto per l'annualità successiva. L'esenzione totale resterà anche per le annualità successive, fino alla perdita dei requisiti previsti per tale agevolazione, rilevabile o dalla denuncia di variazione di parte od a seguito accertamenti dell' Ufficio Tributi comunale.

    All'istanza dovrà essere allegata un copia dell'atto costitutivo ed un copia dello Statuto dell'associazione.

    Sarà cura dell'Ufficio Tributi verificare d'ufficio se l'imputazione delle spese di gestione delle associazioni è a carico del bilancio comunale.

  1. comma 1, lettera e: l'agevolazione sarà operante a partire dal tributo dovuto per l'annualità successiva in esito alle istanze documentate da presentare all'Ufficio Tributi entro e non oltre ottobre di ciascun anno. All'istanza, redatta su apposito modello fornito dall'Ufficio Tributi, si dovrà allegare la seguente documentazione:

                a) fotocopia certificazione attestante il grado di handicap al cento per cento e del decreto   di accompagnamento;

                b) attestazione ISEE per la certificazione del limite reddituale richiesto.

     

 

ART. 43

CUMULO DI RIDUZIONI

 

  1. Le agevolazioni e le riduzioni non sono cumulabili. Qualora se ne renda applicabile più di una, il contribuente può fruire solo di quella più favorevole.

 

Regolamento TARI o regolamento per l’applicazione di una tariffa di natura corrispettiva

IL NUOVO REGOLAMENTO TARI  SARA' APPROVATO ENTRO IL 31 LUGLIO 2020.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
PagoPA
Costi dipendenti dal prestatore di servizio scelto
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

art. 47 Riscossioni


Fatto salvo quanto previsto dal successivo comma 4, il pagamento degli importi dovuti deve essere effettuato in 4 rate aventi scadenza 16 settembre, 16 novembre dell'anno di riferimento, 16 gennaio e 16 marzo dell'anno successivo o in unica soluzione entro il termine di scadenza della prima rata.

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Art. 47 , comma 7 - Riscossioni


In caso di mancato o parziale versamento dell’importo richiesto alle prescritte scadenze, il Comune provvede alla notifica, anche mediante servizio postale con raccomandata con ricevuta di ritorno o posta elettronica certificata, di un sollecito di versamento, contenente le somme da versare in unica soluzione entro il termine ivi indicato. In mancanza, si procederà alla notifica dell’avviso di accertamento d’ufficio o in rettifica, come indicato nel successivo art. 63, con irrogazione delle sanzioni previste dall’art. 1, comma 695 della Legge 27/12/2013, n. 147 e l’applicazione degli interessi di mora.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
La modulistica allegata corrisponde all'attuale regolamento in vigore
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

L’amministrazione comunale mette a disposizione dei cittadini LINKmate e LINKmate Free.

LINKmate è lo sportello telematico con cui il contribuente stesso può svolgere in autonomia la maggior parte delle pratiche che abitualmente si effettuano allo sportello, senza recarsi fisicamente presso l'ufficio tributi.

LINKmate Free consente l'accesso allo sportello telematico di pagamento PagoPA.


Alcune delle funzionalità di LINKmate:

Consultazione della situazione anagrafica (attivo) 
Consultazione della propria posizione tributaria TA.RI conosciuta dal Comune (attivo)
Consultazione dei dati del catasto relativi ai propri immobili ai fini TA.RI   
Calcolo del dovuto IUC (IMU-TASI) con produzione dell’F24 compilato con tutti i dati  
Compilazione guidata delle dichiarazioni IMU-TASI-TARI      
Interazione diretta con il Comune tramite la “bacheca messaggi”  
Consultazione di dichiarazioni inviate (IMU-TASI-TARI), inviti al pagamento ed altri documenti 
Modalità di ricezione documenti generici ed inviti TARI (via posta ordinaria o e-mail) 
Pagamento online dei tributi locali tramite pagoPA  (attivo solo per TA.RI)  
Accesso tramite SPID


Tutte le funzionalità di LINKmate sono sempre disponibili su smartphone e tablet.

Con LINKmate APP il contribuente può controllare in autonomia la propria situazione contributiva, scaricare i documenti messi a disposizione dal Comune (delibere, comunicazioni, ecc.) ed interagire con lo sportello tributi tramite la messaggistica istantanea della bacheca.


Come faccio ad accedere a LINKmate?

Il contribuente può accedere a LINKmate con tre modalità:
a) Registrazione con codice fiscale e password (attivo)  
b) Dati di un versamento    


LINKmate Free e PagoPA: caratteristiche e funzionalità.

PagoPA è un'iniziativa che permette al cittadino e alle imprese di effettuare pagamenti telematici verso la Pubblica Amministrazione.
Il sistema, realizzato dall'AgID, funziona grazie al "Nodo dei Pagamenti - SPC", una piattaforma che interconnette le Pubbliche Amministrazioni ai Prestatori di Servizi di Pagamento (Banche, Poste ed altri istituti di pagamento) aderenti all'iniziativa, consentendo ai cittadini e alle imprese di effettuare i pagamenti in forma telematica.

Tramite PagoPA si possono pagare tributi, tasse, utenze, rette, quote associative.