Trasparenza Rifiuti Porto Torres
Trasparenza Rifiuti Porto Torres

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Porto Torres

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Porto Torres

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Porto Torres
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade

La richiesta di pagamento prevede l’acconto dell' 85% dell’importo Tari, sulla base delle tariffe deliberate l’anno precedente e una rata a saldo/conguaglio, determinata sulla base delle tariffe approvate nell’anno in corso e pubblicate entro il 28 ottobre nel portale www.finanze.gov.it entro il termine di legge. 

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l'invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, segnalazioni di disservizi, prenotazioni del servizio di ritiro su chiamata, richieste di riparazione delle attrezzature per la raccolta domiciliare, nonché recapiti e orari degli sportelli online e fisici (ove presenti).
Modulistica per l'invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell'utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

A sostegno dell'attivazione dei servizi di raccolta domiciliare, è prevista la realizzazione di una campagna di comunicazione, che persegua le seguenti finalità:

a) informazione dettagliata dell'utenza sulle concrete modalità attuative del nuovo sistema di gestione del rifiuto domestico (giorni di raccolta, attrezzature da utilizzare, contenitori stradali, sacchetti, modalità di incentivazione ecc.);

b) sensibilizzazione dell'utenza rispetto alla problematica dei rifiuti in generale e della raccolta differenziata in particolare, attraverso l'illustrazione dei processi di recupero dei rifiuti raccolti in modo differenziato e delle conseguenze dell'indiscriminato conferimento in discarica e dell'abbandono dei rifiuti;

c) coinvolgimento dell'utenza al fine della partecipazione attiva della stessa nella differenziazione dei rifiuti;

d) assistenza e accompagnamento dell'utenza nel passaggio al nuovo sistema di gestione del rifiuto domestico;

e) promozione di iniziative per la riduzione della produzione dei rifiuti alla fonte quali il commpostaggio domestico o iniziative similari;

in tutto in conformità al Decreto 23 giugno 2022 (CAM)

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Ecocentro Comunale
Ecocentro di tipo B. Le tipologie di rifiuto e le quantità per utenza sono riportate nel Regolamento per la gestione dell'ecocentro comunale, approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 4 del 23.02.2015 e modificato co deliberazione di C.C. n. 104 del 28.12.2021.

Orari di apertura Centro Comunale di Raccolta



UTENZE DOMESTICHE

mattina, tutto l'anno

  • LUN-MER-VEN ore 9:00-13:00; SAB ore 08:30-13:00; DOM ore 08:00-14:00

pomeriggio, da ottobre ad aprile

  • LUN-MAR-MER-GIO-SAB ore 15:00-17:00

pomeriggio, da maggio a settembre

  • LUN-MAR-MER-GIO-SAB ore 16:00-18:00

UTENZE NON DOMESTICHE

mattina tutto l'anno

  • MARTEDI E GIOVEDI' ore 08:30-13:00

pomeriggio, da ottobre a aprile

  • VENERDI' ore 15:00-17:00

pomeriggio, da maggio a settembre

  • VENERDI' ore 16:00-18:00


Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani di cui all'articolo 5 del TQRIF, liberamente scaricabile.
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell'ambito territoriale in cui è ubicata l'utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

PULIZIA SUOLO PUBBLICO

Il servizio di igiene urbana nel territorio del Comune di Porto Torres è strutturato mediante lo svolgimento e l'integrazione delle seguenti modalità:

1. servizio di spazzamento manuale;

2. servizio di spazzamento meccanizzato/misto mediante l'utilizzo di autospazzatrici coadiuvate da operatore di supporto;

3. servizio di lavaggio strade, marciapiedi e piazze.


1. SERVIZIO DI SPAZZAMENTO MANUALE

Consiste nella pulizia di vie, strade, piazze e relativi marciapiedi, di portici, nello svuotamento di cestini gettacarte, così strutturato:

- spazzamento stradale delle aree interessate, con eliminazione dei rifiuti casuali, eccezionali e foglie;

- svuotamento dei cestini gettacarte mediante la rimozione del sacchetto in polietilene e la sostituzione dello stesso con un altro.

E' strutturato dividendo il territorio in due zone omogenee per frequenza di esecuzione:

- zona viola, con frequenza di intervento giornaliera 6/7 dal lunedì al sabato;

- zona gialla, con frequenza di intervento bisettimanale 2/7.

A tali zone si identifica una sottozona della zona viola, corrispondente al centro storico e lungomare, per la quale è previsto nel periodo estivo (da maggio a settembre) un doppio passaggio pomeridiano con frequenza giornaliera 6/7 dal lunedì al sabato.

Macro Zona Periodo Turno Frequenza migliorativa - int/settimana
Viola 12 mesi mattutino 6
Gialla 12 mesi mattutino 2
Centro storico + lungomare 12 mesi mattutino 7 (servizio aggiuntivo domenicale)

maggio - settembre pomeridiano 7

maggio settembre serale 7

2. SERVIZIO DI SPAZZAMENTO MECCANIZZATO/MISTO

Viene svolto con modalità mista manuale/meccanizzata e consiste nello spazzamento svolto da una squadra composta da automezzo specifico coadiuvato da un netturbino di appoggio.

E' strutturato dividendo il territorio in tre zone omogenee per frequenza di esecuzione:

- zona verde, con frequenza di intervento trisettimanale 3/7;

- zona blu, con frequenza di intervento settimanale 1/7;

- zona rossa, con frequenza di intervento quindicinale 1/15

Macro zona Periodo Frequenza - int/settimana squadre operative equivalenti
verde 12 mesi trisettimanale 3/7 n. 1 squadra composta da autista ed operatore con spazzatrice da 4 mc con agevolatore
blu 12 mesi settimanale 1/7 n. 1 squadra composta da autista ed operatore con spazzatrice da 4 mc con agevolatore
rossa 12 mesi quindicinale 1/15 n. 1 squadra composta da autista ed operatore con spazzatrice da 4 mc con agevolatore
centro storico + lungomare 12 mesi settimanale 1/7 n. 1 squadra composta da autista/operatore con minispazzatrice da 2 mc

maggio - settembre trisettimanale 3/7 n. 1 squadra composta da autista/operatore con minispazzatrice da 2 mc

3. SERVIZIO DI LAVAGGIO STRADE, MARCIAPIEDI E PIAZZE

Oggetto del servizio sono le attività di lavaggio, così strutturate


Ottobre-Maggio

Giugno-Settembre

Intero anno


frequenza

int/periodo

frequenza

int/periodo

int/periodo

Piazza Umberto I e porticato

1,5

51

5

87

138

Piazza della Consolata

0,5

16

2

32

48

Piazza Garibaldi e porticato

0,5

16

2

32

48

Piazza Colombo

0,5

16

2

32

48

Piazza XX Settembre

0,5

16

2

32

48

Piazzale della Renaredda

0,5

16

2

32

48

Lungomare Balai

1,5

16

5

32

48

Via Mare

0,5

16

2

32

48

Corso Vittorio Emanuele

1,5

16

5

32

48

Via Balai

0,5

16

2

32

48

Via Sassari

0,5

16

2

32

48

Resto del territorio

0,25

8

0,5

8

16


















Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
1 Occupante
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 205,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 1,18
Tariffa variabile: € 77,57
Quota fissa: € 1,18 * 100 * (365/365) = € 118,00
Quota variabile: € 77,57 * (365/365) = € 77,57
Totale imposta: € 118,00 + € 77,57 = € 195,57
Totale: € 195,57 + 5 % = € 205,35
Totale arrotondato: € 205,00
2 Occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 290,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 1,37
Tariffa variabile: € 139,62
Quota fissa: € 1,37 * 100 * (365/365) = € 137,00
Quota variabile: € 139,62 * (365/365) = € 139,62
Totale imposta: € 137,00 + € 139,62 = € 276,62
Totale: € 276,62 + 5 % = € 290,45
Totale arrotondato: € 290,00
3 Occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 344,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 1,49
Tariffa variabile: € 178,41
Quota fissa: € 1,49 * 100 * (365/365) = € 149,00
Quota variabile: € 178,41 * (365/365) = € 178,41
Totale imposta: € 149,00 + € 178,41 = € 327,41
Totale: € 327,41 + 5 % = € 343,78
Totale arrotondato: € 344,00
4 Occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 411,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 1,59
Tariffa variabile: € 232,71
Quota fissa: € 1,59 * 100 * (365/365) = € 159,00
Quota variabile: € 232,71 * (365/365) = € 232,71
Totale imposta: € 159,00 + € 232,71 = € 391,71
Totale: € 391,71 + 5 % = € 411,30
Totale arrotondato: € 411,00
5 Occupanti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 462,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 1,61
Tariffa variabile: € 279,25
Quota fissa: € 1,61 * 100 * (365/365) = € 161,00
Quota variabile: € 279,25 * (365/365) = € 279,25
Totale imposta: € 161,00 + € 279,25 = € 440,25
Totale: € 440,25 + 5 % = € 462,26
Totale arrotondato: € 462,00
6 Occupanti o più componenti
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 497,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 1,55
Tariffa variabile: € 318,03
Quota fissa: € 1,55 * 100 * (365/365) = € 155,00
Quota variabile: € 318,03 * (365/365) = € 318,03
Totale imposta: € 155,00 + € 318,03 = € 473,03
Totale: € 473,03 + 5 % = € 496,68
Totale arrotondato: € 497,00
Autorimesse
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 265,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 2,5
Tariffa variabile: € 2,66
Quota fissa: € 2,50 * 100 * (365/365) = € 250,00
Quota variabile: € 2,66 * (365/365) = € 2,66
Totale imposta: € 250,00 + € 2,66 = € 252,66
Totale: € 252,66 + 5 % = € 265,29
Totale arrotondato: € 265,00
Alberghi con ristorante
Per un'utenza Domestica di 1mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 17,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 8
Tariffa variabile: € 8,5
Quota fissa: € 8,00 * 1 * (365/365) = € 8,00
Quota variabile: € 8,50 * (365/365) = € 8,50
Totale imposta: € 8,00 + € 8,50 = € 16,50
Totale: € 16,50 + 5 % = € 17,33
Totale arrotondato: € 17,00
Alberghi senza ristorante
Per un'utenza Domestica di 1mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 10,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 4,82
Tariffa variabile: € 5,12
Quota fissa: € 4,82 * 1 * (365/365) = € 4,82
Quota variabile: € 5,12 * (365/365) = € 5,12
Totale imposta: € 4,82 + € 5,12 = € 9,94
Totale: € 9,94 + 5 % = € 10,44
Totale arrotondato: € 10,00
Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta ed altri beni durevoli
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 511,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 4,82
Tariffa variabile: € 5,12
Quota fissa: € 4,82 * 100 * (365/365) = € 482,00
Quota variabile: € 5,12 * (365/365) = € 5,12
Totale imposta: € 482,00 + € 5,12 = € 487,12
Totale: € 487,12 + 5 % = € 511,48
Totale arrotondato: € 511,00
Carrozzeria, autofficina, elettrauto
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 548,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 5,16
Tariffa variabile: € 5,48
Quota fissa: € 5,16 * 100 * (365/365) = € 516,00
Quota variabile: € 5,48 * (365/365) = € 5,48
Totale imposta: € 516,00 + € 5,48 = € 521,48
Totale: € 521,48 + 5 % = € 547,55
Totale arrotondato: € 548,00
Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 1023,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 9,64
Tariffa variabile: € 10,22
Quota fissa: € 9,64 * 100 * (365/365) = € 964,00
Quota variabile: € 10,22 * (365/365) = € 10,22
Totale imposta: € 964,00 + € 10,22 = € 974,22
Totale: € 974,22 + 5 % = € 1.022,93
Totale arrotondato: € 1023,00
Attività industriali con capannoni di produzione
Per un'utenza Domestica di 10mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 93,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 8
Tariffa variabile: € 8,45
Quota fissa: € 8,00 * 10 * (365/365) = € 80,00
Quota variabile: € 8,45 * (365/365) = € 8,45
Totale imposta: € 80,00 + € 8,45 = € 88,45
Totale: € 88,45 + 5 % = € 92,87
Totale arrotondato: € 93,00
Bar, caffè, pasticceria
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 770,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 7,26
Tariffa variabile: € 7,68
Quota fissa: € 7,26 * 100 * (365/365) = € 726,00
Quota variabile: € 7,68 * (365/365) = € 7,68
Totale imposta: € 726,00 + € 7,68 = € 733,68
Totale: € 733,68 + 5 % = € 770,36
Totale arrotondato: € 770,00
Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 939,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 8,85
Tariffa variabile: € 9,35
Quota fissa: € 8,85 * 100 * (365/365) = € 885,00
Quota variabile: € 9,35 * (365/365) = € 9,35
Totale imposta: € 885,00 + € 9,35 = € 894,35
Totale: € 894,35 + 5 % = € 939,07
Totale arrotondato: € 939,00
Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 1330,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 12,53
Tariffa variabile: € 13,29
Quota fissa: € 12,53 * 100 * (365/365) = € 1.253,00
Quota variabile: € 13,29 * (365/365) = € 13,29
Totale imposta: € 1.253,00 + € 13,29 = € 1.266,29
Totale: € 1.266,29 + 5 % = € 1.329,60
Totale arrotondato: € 1330,00
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2018)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: t
Cluster: - €
Tariffa nazionale di base:
Raccolta differenziata: %
Fattori di contesto del comune:
Economie e diseconomie di scala:
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento:
Impianti di trattamento meccanico biologico:
Discariche:
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: %
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: %
Rifiuti smaltiti in discarica: %
Informazioni per l'accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste


Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza della modalità di pagamento gratuita prevista dal TQRIF.
PagoPA
Costi dipendenti dal prestatore di servizio scelto
Integrato in Linkmate - Portale del contribuente. Modelli precompilati spediti contestualmente all'invito di pagamento.
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all'anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
03/06/2024
17,00%
2° rata
03/07/2024
17,00%
3° rata
03/08/2024
17,00%
4° rata
03/09/2024
17,00%
5° rata
03/10/2024
17,00%
6° rata saldo conguaglio
03/12/2024
15,00%
La richiesta di pagamento prevede l’acconto dell' 85% dell’importo Tari, sulla base delle tariffe deliberate l’anno precedente e una rata a saldo/conguaglio, determinata sulla base delle tariffe approvate nell’anno in corso e pubblicate entro il 28 ottobre nel portale www.finanze.gov.it entro il termine di legge. 

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l'indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l'utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell'importo dovuto

Regolamento della tassa sui rifiuti (TARI)  Art. 35 - Sanzioni ed interessi

     1. In caso di omesso o insufficiente versamento si applica la sanzione amministrativa del 30% dell’importo
non tempestivamente versato.
2. In caso di omessa presentazione della dichiarazione si applica la sanzione amministrativa dal 100% al
200% del tributo non versato, con un minimo di euro 50,00.
3. In caso di infedele dichiarazione entro i termini di legge, si applica la sanzione dal 50% al 100% del
tributo non versato, con un minimo di euro 50,00.
4. In caso di mancata, incompleta o infedele risposta al questionario entro il termine di sessanta giorni
dalla notifica dello stesso, si applica la sanzione da euro 100,00 ad euro 500,00. La contestazione della
violazione di cui al precedente periodo deve avvenire, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del
quinto anno successivo a quello in cui è stata commessa la violazione.
5. Le sanzioni applicate nei casi di cui ai commi 2, 3 e 4 del presente articolo, sono ridotte ad un terzo se,
entro il termine per la proposizione del ricorso, interviene l’acquiescenza del contribuente, con il
pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione ridotta e degli interessi maturati.
6. Si applica, per quanto non specificamente disposto nel presente regolamento, la disciplina prevista per
le sanzioni amministrative per la violazione di norme tributarie di cui al decreto legislativo 18 dicembre
1997, n. 472.
7. Sulle somme dovute a seguito di inadempimento si applicano le disposizioni stabilite dal Regolamento
Generale delle Entrate. Gli interessi sono calcolati con maturazione giorno per giorno con decorrenza
dal giorno in cui sono divenuti esigibili. Gli interessi, nella medesima misura e con la stessa modalità di  

     calcolo, spettano al contribuente per le somme ad esso dovute a decorrere dalla data dell'eseguito versamento.



    Il contribuente, prima che le venga notificato l'avviso di accertamento, può sanare la propria posizione in modo autonomo e spontaneo, ricorrendo all'istituto del ravvedimento operoso, pagando entro i termini previsti per legge, una sanzione ridotta ed applicando gli interessi di mora calcolati sui giorni di effettivo ritardo. 


Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all'utente o alle caratteristiche dell'utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rettifica degli importi addebitati, liberamente accessibile e scaricabile, nonché le tempistiche e le modalità di rettifica degli importi non dovuti da parte del gestore.
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

L'amministrazione comunale mette a disposizione dei cittadini LINKmate  

LINKmate è lo sportello telematico con cui il contribuente stesso può svolgere in autonomia la maggior parte delle pratiche che abitualmente si effettuano allo sportello, senza recarsi fisicamente presso l'ufficio tributi, previa registrazione con codice fiscale e password.

PagoPA consente al cittadino l'accesso allo sportello telematico di pagamento.


Le principali funzionalità di LINKmate sono le seguenti:

Consultazione della situazione anagrafica.

Consultazione della posizione tributaria TARI conosciuta dall'ufficio a seguito di dichiarazioni presentate dal contribuente o da immobili inseriti nella banca dati TARI, dall'ufficio competente a seguito di un'omessa denuncia da parte del contribuente.

Consultazione dei dati del catasto relativi a immobili iscritti ai fini TARI.

Compilazione guidata delle dichiarazioni TARI.

Interazione diretta con l'ufficio tributi tramite la "bacheca messaggi".

Consultazione inviti al pagamento.

Modalità di ricezione dei documenti generici ed inviti al pagamento TARI (via posta orinaria, mail o pec)

Accesso tramite SPID.


E' possibile scaricare LINKmate APP che permette al contribuente di controllare in autonomia la propria situazione contributiva, documenti ecc. sullo smartphone e sul tablet.


PagoPA

E' un'iniziativa che permette al cittadino e alle imprese di effettuare i pagamenti telematici verso la Pubblica Amministrazione.

Il sistema realizzato dall'AgID funziona grazie al "Nodo dei Pagamenti" - SPC, una piattaforma che interconnette le Pubbliche Amministrazioni ai Prestatori di Servizi di pagamento (Banche, Poste ed altri istituti di pagamento) aderenti all'iniziativa, consentendo ai cittadini e alle imprese di effettuare i pagamenti in forma telematica. 


Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell'Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
I recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento, gli interventi di competenza del gestore, con indicazione di quelli che possono essere attivati direttamente dall'utente, secondo quanto previsto dall'articolo 52 del TQRIF.
Il posizionamento della gestione nell'ambito della matrice degli schemi regolatori, di cui all'Articolo 3 del TQRIF.
Il Comune di Porto Torres è collocato all'interno dello Schema regolatore
Gli standard generali di qualità di competenza del gestore ai sensi del TQRIF, ivi inclusi gli eventuali standard aggiuntivi o migliorativi individuati dall'Ente territorialmente competente e il grado di rispetto di tali standard, con riferimento all'anno precedente.
La tariffa media applicata alle utenze domestiche e l'articolazione dei corrispettivi applicati alle utenze domestiche e non domestiche.
Modalità e termini per l'accesso alla rateizzazione degli importi.

Regolamento per la concessione di rateizzazioni di pagamento applicabili alle entrate di natura tributaria, extra tributaria e patrimoniale.


Art. 4 – Modalità di presentazione istanza di rateizzazion

L’istanza di ammissione al beneficio di rateizzazione, deve essere adeguatamente motivata e corredata da idonea documentazione comprovante la richiamata situazione di difficoltà economica/finanziaria. 

La citata documentazione a corredo, può essere prodotta su iniziativa del contribuente e/o su richiesta dell’ufficio competente. Per le rateizzazioni superiori alle 36 rate, a fronte di richiesta da parte dell’ufficio, il contribuente si 

impegna al riconoscimento del debito residuo, con cadenza annuale. La mancata esibizione della documentazione richiesta, entro il termine definito dall’ufficio competente, comporterà la decadenza dal beneficio della rateizzazione

 del debito.  L’istanza in esame, deve essere obbligatoriamente prodotta secondo le modalità e la modulistica previste dall’ufficio competente. 

 Art. 5 – Modalità e criteri di ammissione al beneficio della rateizzazione

 Valutata l’istanza di rateizzazione e verificata la motivazione in essa riportata, l’ufficio competente produce motivato provvedimento di accoglimento o rigetto sottoscritto dal competente Funzionario Responsabile dell’entrata. 

Il Provvedimento di accoglimento dell’istanza di ammissione al beneficio di rateizzazione, come su richiamato, contempla il relativo piano di rientro elaborato dall’ufficio competente nel rispetto dei seguenti criteri:

 1. l’ammontare di ciascuna rata non può risultare inferiore ad €100,00;

 2. eccezion fatta per la prima o l’ultima rata, per le restanti rate viene definito un importo costante; 

 3. le rate devono avere obbligatoriamente scadenza mensile, nel rispetto del giorno indicato dal richiedente nell’istanza di rateizzazione;

 4. la durata della rateizzazione è definita innanzitutto in funzione della tipologia di provvedimenti oggetto dell’istanza e, in secondo luogo, nel rispetto degli scaglioni di ammontare complessivo dovuto

Pertanto, nella determinazione della dilazione massima accordabile, occorre in primo luogo verificare le tipologie di provvedimenti da rateizzare, come di seguito dettagliato:

 a. avvisi di accertamento non esecutivo. La dilazione di pagamento potrà essere accordata secondo un piano di rientro definito nel rispetto di quanto previsto al successivo punto 5 del presente articolo e comunque per una durata massima di mesi 24 dalla data in cui il provvedimento, oggetto di rateizzazione, è divenuto definitivo. Nel caso di istanza di rateizzazione riferita a provvedimenti riguardanti annualità differenti, notificati e divenuti definitivi in date diverse, la determinazione della dilazione massima accordabile sarà riferita alla data in cui è divenuto definitivo il provvedimento più remoto.

 b. avvisi di accertamento esecutivi (art. 1, comma 792, lett. a) della Legge 160/2019). La dilazione di pagamento potrà essere accordata secondo un piano di rientro definito nel rispetto di quanto previsto al successivo punto 5 del presente articolo

 c. ingiunzioni fiscali di cui al Regio Decreto n. 639/1910 od analoghi strumenti di riscossione coattiva diretta, eventualmente previsti da norme di legge.

Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI)

ART. 23 – DICHIARAZIONE - RICHIESTA DI ATTIVAZIONE
1. Entro novanta giorni solari dalla data di inizio del possesso o della detenzione dell’immobile, l’utente
deve presentare al Comune, in qualità di gestore dell’attività di gestione tariffe e rapporto con gli utenti,
la dichiarazione Tari che assume anche il valore di richiesta di attivazione del servizio.
2. La dichiarazione Tari, che assume anche il valore di richiesta di attivazione dell’utenza, redatta su
apposito modulo scaricabile dal sito internet del Comune, deve essere presentata all’Ente medesimo
entro il termine di cui al comma 1 mediante sportello telematico LINKMATE, a mezzo posta, posta
elettronica o PEC , consegna allo sportello fisico. Il modello di dichiarazione, che assume il valore di
modulo per la richiesta di attivazione del servizio, deve contenere almeno i seguenti campi obbligatori:
a. Il recapito postale, di posta elettronica al quale inviare la richiesta;
b. I dati identificativi dell’utente tra i quali:
- per le utenze domestiche: cognome, nome e codice fiscale;
- per le utenze non domestiche: denominazione societaria o dell’ente titolare dell’utenza,
partita Iva o codice fiscale per i soggetti privi di partita Iva;
c. Il recapito postale e l’indirizzo di posta elettronica dell’utente;
d. I dati identificativi dell’utenza: indirizzo, superficie e dati catastali dell’immobile e, in aggiunta,
- per le utenze domestiche il numero degli occupanti residenti e/o domiciliati;
- per le utenze non domestiche: l’attività o le attività effettuate dall’utenza;
e. La data in cui ha avuto inizio il possesso o la detenzione dell’immobile, adeguatamente
documentata, anche mediante autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000.


ART. 25 - MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA COMUNICAZIONE PER LA RICHIESTA DI VARIAZIONE O DI
CESSAZIONE DEL SERVIZIO
1. Entro novanta giorni solari in cui è intervenuta la variazione o la cessazione del servizio, l’utente deve
presentare al Comune, in qualità di gestore dell’attività di gestione tariffe e rapporto con gli utenti, la
comunicazione di variazione o cessazione.
2. La comunicazione, redatta su apposito modulo scaricabile dal sito internet del Comune, deve essere
presentata all’Ente medesimo entro il termine di cui al comma 1 mediante sportello telematico
LINKMATE, a mezzo posta (raccomandata), via pec o consegna allo sportello fisico.
3. Il modulo per la comunicazione di variazione e di cessazione del servizio deve contenere almeno i
seguenti campi obbligatori:
a. Il recapito postale, di posta elettronica al quale inviare la richiesta
b. I dati identificativi dell’utente, cognome e nome, codice fiscale o partita Iva, denominazione
societaria e codice utente, indicando dove è possibile reperirlo;
c. Il recapito postale e l’indirizzo di posta elettronica dell’utente;
d. I dati identificativi dell’utenza: indirizzo, superficie e dati catastali dell’immobile, codice utenza,
indicando dove è possibile reperirlo;
e. L’oggetto della variazione (riguardante, ad esempio, la superficie dell’immobile o il numero degli
occupanti residenti e/o domiciliati;
f. La data in cui è intervenuta la variazione o cessazione del servizio, adeguatamente documentata
anche mediante autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000.