Trasparenza Rifiuti Pieve Ligure
Trasparenza Rifiuti Pieve Ligure

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Pieve Ligure

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Pieve Ligure

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Pieve Ligure

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
La gara è stata vinta da Azienda Multiservizi di Igiene Urbana S.p.A – AMIU 
Lo spazzamento viene effettuato solo in Via XXV Aprile e traverse.
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Per informazioni in merito alla:


Tariffazione Tari potete rivolgervi all’ufficio Tributi del Comune, presso l’ufficio Finanziario, telefonicamente dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 13:00 e lunedì e giovedì dalla 15:00 alle 17:00
L’ufficio Tributi riceve solamente con  appuntamento telefonico.
Telefono 0103460302 Fax 0103460302 

Gestione della raccolta potete rivolgervi all’Ufficio Ambiente del Comune presso l’ufficio Tecnico telefonicamente dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 13:00 e lunedì e giovedì dalla 15:00 alle 17:00.
Telefono 0103460848 email ambiente@comune.pieveligure.ge.it

E disponibile il numero verde di Idealservice per qualsiasi informazione puoi chiamare 800 108040.
Attivo dal lunedì al sabato dalle 08:30 alle 16:30.
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Raccolta Rifiuti
lunedì:
Plastica
martedì:
Organico
mercoledì:
Secco
giovedì:
Carta\Cartone
venerdì:
Vetro\Lattine
sabato:
Organico
domenica:
-
Esponi i contenitori e/o i sacchi in prossimità del tuo numero civico, su suolo pubblico e carrabile, la sera prima del giorno di raccolta. 
Dopo lo svuotamento, i contenitori devono essere ritirati dal suolo pubblico.
Verranno ritirati, nel giorno stabilito, solo i rifiuti conformi alle istruzioni.

L’organico dove si può conferire: all’interno del sacco biodegradabile e compostabile (inserito all'interno del contenitore marrone)
Carta e cartone si può conferire: sacchi di carta
Plastica: sacchetti gialli materiale ridotto di volume
Secco residuo si può conferire: sacco grigio e contenitore grigio (solo materiale non riciclabile)
Vetro e lattine: contenitore verde

Pannolini o Pannoloni: attivazione servizio a domicilio gratuito compilando il modulo apposito su www.serviziambientali.idealservice.it 

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Aperture centri di raccolta
  • Apertura centro di raccolta: Il Centro di Raccolta è situato in via Marconi - Bogliasco
Servizio di raccolta ingombranti e RAEE: servizio su prenotazione gratuito: puoi richiedere il ritiro a domicilio (massimo 5 pezzi per utenza al mese) chiamando il numero Verde 800108040

Servizio di raccolta verde:  puoi richiedere il ritiro a domicilio (massimo 3 sacchi a ritiro settimanale chiamando il numero Verde 800108040

Piattaforma ecologica mobile


Estivo dal 1 maggio al 30 settembre

Giovedì

17.00 – 19.00

Scalo Piccola Velocità

Domenica

17.00 – 19.00

P.le San Michele


Invernale dal 1 ottobre al 31 maggio

 1ª e 3ª Domenica del mese

17.00 – 19.00

Scalo Piccola Velocità

2ª e 4ª Domenica del mese

17.00 – 19.00

P.le San Michele

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Centro Raccolta - Bogliasco
Orario di apertura (esclusi giorni festivi) • Lunedì: dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00 • Martedì: dalle 15.00 alle 18.00 • Mercoledì: dalle 12.00 alle 15.00 • Giovedì: dalle 9.00 alle 12.00 • Venerdì: dalle 15.00 alle 18.00 • Sabato: dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00 • Domenica: dalle 8.00 alle 12.00 NB: possono conferire solo le utenze domestiche e le utenze non domestiche autorizzate
L’organico dove si può conferire: all’interno del sacco biodegradabile e compostabile (inserito all'interno del contenitore marrone)
Carta e cartone si può conferire: sacchi di carta
Plastica: sacchetti gialli materiale ridotto di volume
Secco residuo si può conferire: sacco grigio e contenitore grigio (solo materiale non riciclabile)
Vetro e lattine: contenitore verde

Pannolini o Pannoloni: attivazione servizio a domicilio gratuito compilando il modulo apposito su www.serviziambientali.idealservice.it 
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

Infopoint Via XXv Aprile 195

ritiro sacchecchi :

lunedì 10 -13

sabato 14 -17 

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
occupante 1
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 3 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
occupanti 2
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 3 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
occupanti 5
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 3 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
bar, caffè, pasticceria
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 3 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:



Per le utenze domestiche di residenti che hanno ritirato presso l’ufficio Ambiente la compostiera per il compostaggio domestico e che provvedono a smaltire in proprio gli scarti compostabili è prevista una riduzione del 10% della quota variabile del tributo.

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 1.048,59 t
Cluster: Comuni in zone litoranee con basso livello di benessere - € 62,24306054
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 73,18%
Fattori di contesto del comune: € 27,49182284
Economie e diseconomie di scala: € 1,32151
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 0
Impianti di trattamento meccanico biologico: 5
Discariche: 4
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 28,177 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 0%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 9,68%
Rifiuti smaltiti in discarica: 36,66%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Per le riduzioni applicate il riferimento è l’articolo 15 del Regolamento:

la tariffa sia per la parte fissa sia per la parte variabile è ridotta del 50 per cento per i soggetti riconosciuti in stato di bisogno da parte dei Servizi Sociali, con un Isee   di  uguale o inferiore  importo stabilito annualmente con Delibera della Giunta Comunale, siano assistite in modo continuativo da almeno un anno dai Servizi Sociali del Comune di Pieve Ligure a condizione che le stesse non siano proprietarie di beni immobili. 


Ai fini dell’applicazione della disposizione di cui al precedente comma 1, i servizi Sociali comunica al Servizio Tributi, entro il 31 marzo di ciascun anno , l’elenco dei soggetti a cui applicare l’agevolazione.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Modelli precompilati inviati insieme all’invito al pagamento
PagoPA
Costi dipendenti dal prestatore di servizio scelto
su richiesta
Il Comune di Pieve Ligure, assieme all'avviso TARI, invia i modelli F24 per il pagamento, utilizzabili presso sportelli bancari, postali e più in generale presso gli intermediari abilitati; inoltre può essere utilizzato per il pagamento con Home Banking.
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
31/10/2020
100%
Rata
Entro il
%
1° rata
31/10/2020
30%
2° rata
30/11/2020
30%
3° rata
31/01/2021
40%

L’art. 13 comma 15 ter del decreto legge n. 201/11 prevede che le rate con scadenza fissata prima del 1 dicembre sono calcolate sulla base degli atti applicabili l’anno precedente, mentre i versamenti con scadenza fissata in data successiva devono essere effettuati sulla base delle tariffe deliberate per l’anno di riferimento a a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno.

Le date 30/09 e 30/11  riportate si riferiscono all’Acconto Tari 2021 pari al 60% del totale dovuto per l’anno 2020.

La data della rata di Saldo per il 2021 è il 31/01/2022.

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Gli errori le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento (cd. RAVVEDIMENTO OPEROSO) dell’imposta dovuta, degli interessi calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito e della sanzione in misura ridotta.

Interessi : 

01/01/2015 – 31/12/2015   0,50% Dm economia 11/12/2014
01/01/2016 – 31/12/2016   0,20% D.M. Economia 11/12/2015
01/01/2017 – 31/12/2017   0,10% D.M. Economia 07/12/2016
01/01/2018 - 31/12/2018    0.30% D.M. Economia 13/12/2017
01/01/2019 – 31/12/2019   0,80% D.M. Economia 12/12/2018
01/01/2020 – 31/12/2020    0.05% D.M. Economia 12/12/2019 
01/01/2021 – 31/12/2021    0.01% D.M. Economia 11/12/2020 


 Sanzioni:
1.- ravvedimento "sprint", con sanzione dello 0,1% per ogni giorno di ritardo, fino a 14 giorni;
2.- ravvedimento "breve", con sanzione ridotta del 1,5% (1/10) per i versamenti eseguiti dal 15 a 30 gg.;
3- ravvedimento "intermedio", con sanzione ridotta al 1,67% (1/9) per i pagamenti effettuati  da 31  a 90 gg;
4- ravvedimento "lungo", con sanzione ridotta al 3,75% (1/8) per i versamenti eseguiti entro il termine previsto per la
presentazione della dichiarazione dell'anno in cui è stata commessa la violazione da 91 a 365 g.g).
5- ravvedimento "lunghissimo":

* con sanzione ridotta al 4,29% (1/7)  da 366 a 730 gg. Due anni;

* con sanzione ridotta al 5,00% (1/6) da 730 gg entro tre anni

Oltre i 3 anni 6%. 

Il contribuente che abbia quindi omesso il pagamento dell'imposta o della tassa comunale entro i termini previsti dalle disposizioni vigenti, può effettuare il ravvedimento operoso, sempre che la violazione non sia stata già constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche amministrative di accertamento da parte del Servizio Tributi, per le quali l'autore o i soggetti solidalmente obbligati non ne siano venuti a conoscenza.

In caso di omesso o insufficiente versamento il Comune di Pieve Ligure invia un sollecito di pagamento Se il sollecito non viene pagato di emette avviso di accertamento e  si applica la sanzione amministrativa del 30 per cento dell’importo non tempestivamente versato 
I contribuenti che abbiano ricevuto un atto di Sollecito o Accertamento possono presentare domani di ricorso in autotutela al Comune di Pieve Ligure Ufficio Tributi.
In caso di omessa presentazione della dichiarazione si applica la sanzione amministrativa dal 100 al 200 per cento del tributo non versato, con un minimo di euro 50. In caso di presentazione di una dichiarazione entro trenta giorni dalla scadenza del relativo termine, la sanzione di cui al primo periodo è ridotta della metà. In caso di infedele dichiarazione, si applica la sanzione dal 50 per cento al 100 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.
Le sanzioni In caso di omessa, infedele  denuncia le sanzioni applicate sono ridotte ad un terzo, se entro il termine per la proposizione del ricorso , interviene l’acquiescenza del contribuente , con il pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione ridotta e degli interessi maturati. 
Gli interessi sono applicati al saggio legale.
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

I contribuenti che abbiano verificato un’incongruenza nei dati indicati nell’invito al pagamento ricevuto o che debbano comunicarne una variazione/cessazione devono presentare la dichiarazione Tari.

È possibile scaricare i moduli per le dovute comunicazioni di cui sopra nel sito del Comune di Pieve Ligure nella sezione Modulistica.


Il Codice Comune (Belfiore) del Comune di Pieve Ligure è:

G646


Il versamento della tari, effettuato tramite modello F24 allegato all’avviso ha i seguenti codici tributo:

3944 – Tari tassa rifiuti


Negli avvisi di accertamento i codici tributo sono:

3945 – interessi

3946 – sanzioni


Nel caso il contribuente riceva un sollecito di pagamento dal Comune di Pieve Ligure deve controllare (se ha effettuato il versamento) se è stato digitato correttamente il codice Belfiore.

1) In caso di errore di digitazione di tale codice è necessario verificare chi ha commesso l’errore:

se l’errore di digitazione è stato fatto da parte di un intermediario (banca ,posta ecc), è necessario rivolgersi all’intermediario stesso e richiedere l’annullamento della delega di pagamento emessa e la nuova riemissione con il dato esatto G646. In questo modo il versamento viene corretto all’origine per avere una corretta rendicontazione .

2) Se l’errore di digitazione è stato fatto dal contribuente , ad esempio, tramite la compilazione del modello F24 cartaceo, oppure tramite Home Banking dovrà richiedere all’Ente che ha ricevuto erroneamente il pagamento di procedere al riversamento al Comune di Pieve Ligure. Copia di questa richiesta deve essere inviata anche per conoscenza all’ufficio Tributi del Comune di Pieve Ligure . Il contribuente dovrà inoltre dichiarare che rinuncia a procedere con la richiesta di rimborso.

La stessa procedura verrà effettuata dal Comune di Pieve Ligure in caso di versamento indebito.

I modelli sono disponibili nella sezione modulistica del sito del Comune di Pieve Ligure.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione