Trasparenza Rifiuti Pavia di Udine
Trasparenza Rifiuti Pavia di Udine

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Pavia di Udine

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Pavia di Udine

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Pavia di Udine

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.

AVVISI

SI INFORMA CHE , A SEGUITO DELL'EMERGENZA COVID, IL CENTRO DI RIUSO RIMANE CHIUSO FINO A DATA DA DESTINARSI.

SI RICORDA CHE, A SEGUITO DELL'EMERGENZA CORONAVIRUS, GLI UFFICI POSSONO ESSERE CONTATTATI TELEFONICAMENTE O TRAMITE POSTA ELETTRONICA.

SI PUO' ACCEDERE AGLI UFFICI SOLO PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO.


Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti
Lavaggio strade


Per informazioni in merito alla TARIFFAZIONE TARI potete rivolgervi all’Ufficio Tributi

Orario : lunedì, martedì  9:30 - 12:30 ;


giovedì  16:00-18:00;

Telefono: 0432/646141  0432/646140 

e-mail: tributi@comune.paviadiudine.ud.it 


Per informazioni in merito alla GESTIONE DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI e LAVAGGIO STRADE  potete rivolgervi all'Ufficio Tecnico - settore Lavori Pubblici

Orario : lunedì 16:00 - 18:00 ;

mercoledì, giovedì e venerdì 10:30-12:30;

Telefono: 0432/646150

e-mail: tecnico@comune.paviadiudine.ud.it 





Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti


Il gestore del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti non ha al momento attivi sportelli fisici per reclami o segnalazioni sulla raccolta.

Per quanto riguarda il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti, eventuali reclami o segnalazioni possono essere inoltrate telefonicamente o via e- mail oppure rivolgendosi al Comune di Pavia di Udine - ufficio tecnico.

Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
  • RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA

Il comune di Pavia di Udine attua il sistema di raccolta differenziata porta a porta che si articola, in relazione al materiale, come indicato nel calendario di raccolta.

  • COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Il comune di Pavia di Udine incentiva le buone pratiche per la riduzione dei rifiuti, attraverso il compostaggio domestico. E' possibile richiedere gratuitamente al comune un composter ad uso domestico ed ottenere, previa richiesta di riduzione per compostaggio domestico, una riduzione del 10% dell'importo della quota variabile.

Modello di richiesta composter e di richiesta di riduzione in calce allegati.

  • SERVIZIO RITIRO PANNOLINI USATI

Il servizio prevede la raccolta dei pannolini usati, separatamente dal secco residuo, tramite l'utilizzo di sacchetti di colore verde da ritirare in ecopiazzola.

Il servizio di raccolta viene effettuato una volta alla settimana nella giornata delmartedì.I sacchetti, chiusi con l'apposito laccio, dovranno essere posizionati su suolo pubblico nel punto abituale di conferimento dalle ore 20:00 alle ore 24:00 della sera del giorno di raccolta. In caso di festività il servizio non verrà effettuato.

All'interno del sacchetto verde è possibile conferire esclusivamente pannolini, pannoloni e traverse salvaletto.

Si ricorda che è sempre possibile raccogliere i pannolini nei sacchi gialli e conferiti nella giornata di raccolta del secco residuo.

Il servizio è attivabile solo su richiesta diretta ad A&T2000 Spa telefonando al numero verde  800.482.760 o inviando una mail all'indirizzo info@aet2000.it. Si invita l'utenza a dare tempestiva comunicazione anche in caso di disdetta del servizio.

Informativa in calce allegata.

  • SERVIZIO DI AUSILIO AL CONFERIMENTO (RITIRO INGOMBRANTI)

Il servizio di ausilio al conferimento consiste nella raccolta e trasferimento del rifiuto di grandi dimensioni dall'abitazione dell'utente al centro di raccolta a cura di un soggetto autorizzato dal gestore A&T2000 Spa.

Il servizio è attivabile su richiesta da parte delle utenze domestiche del Comune di Pavia di Udine, sottoscrivendo l'apposito modulo e trasmettendolo ad A&T2000 a mezzo e-mail info@aet2000.it o a mezzo fax 0432/691361. Si può conferire fino ad un massimo di n. 5 pezzi per turno di raccolta. L'utente dovrà posizionare i propri rifiuti di norma su suolo pubblico in prossimità della propria abitazione, dalle 17:00 della sera prima sino alle 06:00 del giorno di raccolta.  

Informativa e modulistica in calce allegata.

  • CENTRO DI RIUSO

All'interno dell'Eco- Piazzola è stato predisposto il "Centro di Riuso" con l'obiettivo di integrare la raccolta differenziata favorendo il riuso di ciò che è ancora utile ed in buono stato di conservazioni, pronti per essere riutilizzati.

I materiali che si possono conferire sono: mobili ed arredi, casalinghi, oggettistica, indumenti, apparecchiature elettriche marchiate CEE, biciclette e pubblicazioni.

Il conferimento presso il centro di riuso può essere attuato da privati cittadini, imprese o enti residenti o con sede legale nel Comune di Pavia di Udine, mentre il prelievo/ riutilizzo dei materiali / oggetti può essere effettuato da privati cittadini, associazioni di volontariato onlus, organismi "no profit", istituti scolastici residenti o aventi sede legale in Friuli Venezia Giulia.

Orari di apertura: ogni venerdì dalle ore 14:00 alle 18:00

    Regolamento

  • ECOPIAZZOLA

L' Ecopiazzola del Comune di Pavia di Udine è situata a Risano in via Chiasottis (strada per Tissano).

Le tipologie di materiali conferibili sono: carta e cartone, imballaggi plastici e lattine, plastiche dure, vetro e lastre di vetro, legno, metalli, organico umido (verde in genere), oli alimentari esausti, olio minerale, rifiuti metallici, pitture e vernici pericolose, bombolette spray, toner, imballaggi vuoti che contenevano sostanze pericolose, RAEE gruppi 1,2,3,4,5 (apparecchiature elettriche ed elettroniche), batterie al piombo, pile scariche, inerti, rifiuti ingombranti, pneumatici fuori uso e farmaci scaduti.

    Orari di apertura:

        Periodo invernale (01 novembre - 31 marzo)

        - martedì, giovedì e sabato: dalle 13:00 alle 17:00;

       - venerdì : dalle 08:30 alle 12:30 

       - prima domenica del mese: dalle 08:30 alle 12:30 

        Periodo estivo (01 aprile - 31 ottobre)

        - martedì, giovedì e sabato: dalle 15:00 alle 19:00;

       - venerdì: dalle 08:30 alle 12:30 

       - prima domenica del mese: dalle 08:30 alle 12:30 

  • SERVIZIO SPAZZAMENTO STRADE

Il servizio è gestito in proprio dal Comune e attivato sulla base delle esigenze.




Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Al momento non sono previste campagne straordinarie.
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Ecopiazzola
Orari di apertura: Periodo invernale (01 novembre - 31 marzo) - martedì, giovedì e sabato: dalle 13:00 alle 17:00; - venerdì e prima domenica del mese: dalle 08:30 alle 12:30 Periodo estivo (01 aprile - 31 ottobre) - martedì, giovedì e sabato: dalle 15:00 alle 19:00; - venerdì e prima domenica del mese: dalle 08:30 alle 12:30
Centro di Riuso
Orari di apertura : ogni venerdì dalle 14:00 alle 18:00

Il centro di raccolta è un’area attrezzata e custodita dove è possibile conferire alcune tipologie di rifiuti urbani ed assimila



SI INFORMA CHE, A SEGUITO DELL'EMERGENZA  COVID, IL CENTRO DI RIUSO RIMANE CHIUSO.

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Il servizio è gestito in proprio dal Comune e attivato sulla base delle esigenze.
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
ABITAZIONE CON 2 OCCUPANTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ABITAZIONE CON 5 OCCUPANTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
BAR, CAFFE', PASTICCERIE
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ATT. ARTIGIANALI TIPO BOTTEGHE: PARRUCCHIERE, BARBIERE, ESTETISTA
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Utenza domestica: la tassa viene calcolata tenendo conto dei metri quadri dell'abitazione e degli accessori, del numero di occupanti e dei giorni di occupazione, aggiungendo all'importo il 4%(addizionale quota Regione).Il totale del dovuto va arrotondato all'unità di euro.

Utenza non domestica: la tassa viene calcolata moltiplicando la superficie calpestabile dei locali, in cui si produce rifiuto urbano e assimilabile a quello urbano, sia per tariffa fissa sia per la tariffa variabile, in base alla tipologia di attività corrispondente, rapportando l'importo ai giorni di occupazione dell'anno e aggiungendo all'importo ottenuto il 4%  (addizionale quota Regione).  Il totale del dovuto va arrotondato all'unità di euro.

Sono stati proposti 4 esempi pratici. Le tariffe applicate sono quelle relative alla Tari 2019, non avendo ad oggi ancora approvato tariffe per l'anno 2020.


RIDUZIONI E AGEVOLAZIONI

Le riduzioni si applicano alla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione se debitamente dichiarate nei termini di presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione o, in mancanza, dalla data di presentazione della relativa dichiarazione.

RIDUZIONI UTENZE DOMESTICHE 

-  del 30% per abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni nell'anno solare e per abitazioni occupate da soggetti che risiedono o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno all'estero;

-  del 10% della quota variabile per chi abbia avviato il compostaggio dei propri scarti organici;

- del 40% per le utenze poste a una distanza superiore a 500 metri dal più vicino punto di conferimento, per superfici non superiori a 200 metri;

- del 20% nei periodi di mancato svolgimento del servizio.

RIDUZIONI UTENZE NON DOMESTICHE

-  del 25% ai locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale od ad uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 180 giorni nell'anno solare, rilevabile da licenze o atti assentivi rilasciati dai competenti organi o da dichiarazione del titolare;

- la percentuale, in proporzione alla quantità dei rifiuti assimilati avviati al recupero, della quota variabile fino ad un massimo del 60% su presentazione di dichiarazione ai sensi del DPR 445/2000 e documentazione entro febbraio dell'anno successivo;

- importo quantificato rapportando le superfici imponibile e lo stanziamento previsto annualmente in sede di deliberazione delle tariffe per le utenze non domestiche, afferenti alle categorie:


  • 7 -  Alberghi con ristorazione;
  • 8 -  Alberghi senza ristorazione;
  • 22- Osterie, pizzerie, pub, ristoranti, trattorie;
  • 23- Birrerie, hamburgherie, mense;
  • 24- Bar, caffé, pasticceria;

da richiedere con apposita dichiarazione, ai sensi del DPR 445/2000, attestante la quantità di rifiuti ritirati dal distributore e oltre documento utile a comprova della quantità/qualità del rifiuto reso e allegando copia del contratto di adesione al sistema del vuoto a rendere;

- del 40% per le utenze poste a una distanza superiore a 500 metri dal più vicino punto di conferimento;

- del 20% nei periodi di mancato svolgimento del servizio.

Per maggiori dettagli vedasi il Regolamento.


CONGUAGLIO

Qualora venga presentata una dichiarazione di variazione/ cessazione dell'utenza e/o si verifichi una variazione, per la quale è previsto che si provveda d'ufficio all'aggiornamento, successivamente all'invio dei bollettini, il Comune provvede ad effettuare il ricalcolo dell'importo dovuto ed inviarlo al contribuente.


IMPOSTE APPLICATE (TEFA)

L’articolo 1, comma 822, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020) ha attribuito alla Regione Friuli Venezia Giulia, a decorrere dal 1° gennaio 2017, il Tributo per l'Esercizio delle Funzioni di tutela, protezione e igiene dell'Ambiente (TEFA), di cui all'articolo 19 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, e all'articolo 1, comma 666, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, e ad essa è versato il relativo gettito. La regione Friuli Venezia Giulia può disciplinare il tributo nei limiti previsti dalla normativa statale, compresa la determinazione della sua misura.

Ai sensi dell’art. 10, commi 18 e 19 della Legge regionale 30 marzo 2018, n. 14 (Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili), a decorrere dal periodo d’imposta in corso all’1 gennaio 2019, l’aliquota del tributo è determinata nella misura del 4 per cento per tutto il territorio della regione Friuli Venezia Giulia.
Fino alla data di entrata in vigore della disciplina regionale continuano ad applicarsi la normativa e le misure del tributo vigenti in ciascuna provincia, anche se soppressa in attuazione della legge costituzionale 28 luglio 2016, n. 1, con attribuzione del gettito direttamente alla Regione. 





Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: t
Cluster: - €
Tariffa nazionale di base:
Raccolta differenziata: %
Fattori di contesto del comune:
Economie e diseconomie di scala:
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento:
Impianti di trattamento meccanico biologico:
Discariche:
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: %
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: %
Rifiuti smaltiti in discarica: %
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Nel regolamento comunale non sono previste riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale.
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
PagoPA
Costi dipendenti dal prestatore di servizio scelto

Il Comune di Pavia di Udine riscuote il tributo comunale sui rifiuti, inviando ai contribuenti inviti di pagamento, nei quali sono specificati per ogni utenza le somme dovute. 

Il tributo comunale per l'anno di riferimento deve essere versato tramite modello F24 ovvero tramite bollettino di conto corrente postale o tramite altre modalità di pagamento offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari e postali.


Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Al momento per l'anno 2020, non sono state deliberate le tariffe e non sono state fissate le scadenze.
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

RAVVEDIMENTO OPEROSO: 

Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti che possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento dell'imposta dovuta, degli interessi calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito e della sanzione in misura ridotta, ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 472/1997.

Il contribuente che abbia quindi omesso il pagamento dell'imposta o della tassa comunale entro i termini previsti dalle disposizioni vigenti, può effettuare il ravvedimento operoso, sempre che la violazione non sia stata constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche amministrative di accertamento da parte del Servizio Tributi, per le quali l'autore o i soggetti solidamente obbligati non ne siano venuti a conoscenza.

ACCERTAMENTO 

L'omesso, insufficiente o tardivo versamento non regolarizzato, sono accertate d'ufficio, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo all'anno per il quale il tributo è dovuto, a pena di decadenza, un avviso di accertamento con l'applicazione delle sanzioni ed interessi.

L'omessa o infedele presentazione della dichiarazione è accertata notificando al soggetto passivo un avviso di accertamento, a pena di decadenza entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione è stata o avrebbe dovuto essere presentata, un avviso di accertamento d'ufficio o in rettifica.

LE SANZIONI:

- in caso di omesso o insufficiente pagamento si applica la sanzione del 30%  dell'imposta dovuta, ovvero della differenza dell'imposta dovuta;

- in caso di omessa presentazione della dichiarazione originaria o di variazione si applica la sanzione dal 100% al 200% dell'imposta dovuta con un minimo di € 50,00;

- in caso di infedele dichiarazione si applica la sanzione dal 50% al 100% dell'imposta dovuta con un minimo di € 50,00;

- in caso di mancata esibizione o trasmissione di atti e documenti ovvero per la mancata restituzione di questionari nei sessanti giorni dalla richiesta, si applica una sanzione amministrativa da € 100,00 a € 50,00;

- in caso di omissione o errore che attengono ad elementi non incidenti sull'ammontare del tributo, si applica una sanzione amministrativa da € 100,00 a € 50,00.


Le sanzioni sono ridotte di un terzo se, entro il termine della proposizione del ricorso, interviene acquiescenza dell'utente, con pagamento del tributo se dovuto, della sanzione ridotta e degli interessi.


INTERESSI:

sono calcolati giorno per giorno con decorrenza alla data di esigibilità del tributo, applicando gli interessi nella misura del vigente taso legale incrementato di 2 punti percentuali:
2,50% dal 01/01/2015 al 31/12/2015
2,20% dal 01/01/2016 al 31/12/2016
2,10% dal 01/01/2017 al 31/12/2017
2,30% dal 01/01/2018 al 31/12/2018
2,80% dal 01/01/2019 al 31/12/2019
2,05% dal 01/01/2020



Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Qualsiasi variazione ( modifica superficie locali, inizio/variazione/fine disponibilità o uso degli stessi, ecc) deve essere tempestivamente comunicata all'Ufficio Tributi, e comunque entro 60 giorni dalla variazione, compilando i modelli di dichiarazione.

Gli uffici sono a disposizione per informazioni e/o chiarimenti, telefonicamente allo 0432/646141 - 140, a mezzo posta elettronica tributi@comune.paviadiudine.ud.it o personalmente presso la sede municipale di Pavia di Udine nei seguenti orari : lunedì e martedì dalle 9:30 alle 12:30 e giovedì dalle 16:00 alle 18:00.(Fino al perdurare dello stato di emergenza è possibile accedere agli uffici esclusivamente previo appuntamento).

Il rimborso, o la compensazione con gli importi dovuti al Comune allo stesso titolo, delle somme versate e non dovute deve essere richiesto dal contribuente entro il termine di cinque anni dal giorno del versamento.



Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Al momento non è stata attivata nessuna procedura per l'invio dei documenti di riscossione in formato elettronico.