Trasparenza Rifiuti Pavia

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Pavia

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Pavia

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Tariffe e rapporti con gli utenti
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade

Per informazioni, segnalazioni e reclami sui SERVIZI DI ASM PAVIA, è disponibile il numero verde gratuito 800.193.890, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00, e al sabato dalle 8.30 alle 12.30.

E' disponibile anche l'APP di Ioamopavia, gratuitamente, per Android e per iOS. Da smartphone e tablet, per scoprire come conferire ogni tipologia di rifiuto, controllare i calendari della raccolta porta a porta, trovare i centri di raccolta più vicini, prenotare il ritiro ingombranti e tanto altro.


L'UFFICIO TARI DEL COMUNE riceve gli utenti solo su appuntamento. Si prega di inoltrare la richiesta tramite posta elettronica o tramite telefono, ai contatti sotto indicati. Gli operatori rispondono dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30.


E' obbligatorio indicare C.F., sintetica motivazione e recapito telefonico.



Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Per segnalazioni e reclami sul SERVIZIO DI IGIENE URBANA - ASM PAVIA, è disponibile il numero verde gratuito 800.193.890, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00, e al sabato dalle 8.30 alle 12.30.

Per segnalazioni e reclami sul SERVIZIO DI GESTIONE DELLE TARIFFE E SULLE BOLLETTE TARI - COMUNE DI PAVIA SERVIZIO TRIBUTI, gli operatori rispondono ai numeri 0382 399366 o 399338 o 399361, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, e-mail tributipv@comune.pv.it.

Per informazioni, segnalazioni e reclami è possibile utilizzare i moduli disponibili ai seguenti link:

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Accedendo al link sottostante e selezionando la propria via di residenza, è possibile scaricare il calendario e gli orari della raccolta differenziata "porta a porta" nel Comune di Pavia.

E' inoltre disponibile la mappa dei contenitori stradali per la raccolta degli altri materiali riciclabili non raccolti "porta a porta" (micro raee, pile, lampadine e oli vegetali).

Nel Comune di Pavia sono disponibili servizi a richiesta per raccolta pannolini / pannoloni e ingombranti / raee.

Privati e imprese possono conferire i propri rifiuti presso la piattaforma ecologica di Montebellino; si invita a consultare le condizioni.



Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

Nessun aggiornamento disponibile.

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Accedendo al link sottostante è possibile consultare le informazioni per il corretto conferimento dei rifiuti nel Comune di Pavia.
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile


Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta



Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
BAR, PASTICCERIA
Per un'utenza Non domestica di 150mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO
Per un'utenza Non domestica di 120mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ABITAZIONE CON 1 OCCUPANTE
Per un'utenza Domestica di 55mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ABITAZIONE CON 3 OCCUPANTI
Per un'utenza Domestica di 110mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

TUTTI GLI UTENTI sono tenuti a presentare una dichiarazione TARI al Servizio Tributi del Comune, per segnalare inizio e cessazione delle utenze o condizioni che determinano variazione delle condizioni di tassabilità.

La tariffa si compone di una PARTE FISSA e di una PARTE VARIABILE.

Per le UTENZE DOMESTICHE si procede al calcolo in questo modo: si moltiplica la parte fissa per la superficie dell'immobile, e si somma una parte variabile calcolata in ragione del numero dei componenti. Alla tassa così calcolata si applica il 5% per il tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene ambientale previsto dal D. Lgs. 30/12/1992 n. 504.

Per le UTENZE NON DOMESTICHE si procede al calcolo in questo modo: si moltiplica la parte fissa per la superficie dell'immobile, si somma poi la parte variabile moltiplicata per la superficie dell'immobile. Alla tassa così calcolata si applica il 5% per il tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene ambientale previsto dal D. Lgs. 30/12/1992 n. 504.

La TARI 2020 viene riscossa con acconto, pari al 90% della TARI calcolata con le tariffe dell'anno 2019, le cui scadenze sono indicate alla sezione 3o; l'Amministrazione effettuerà una bollettazione a conguaglio dell’imposta dovuta ad esito della rideterminazione delle tariffe per l’anno 2020.

Informazioni sulle riduzioni, esenzioni ed agevolazioni che possono essere riconosciute alle utenze, sono disponibili sullo Sportello on Line del Comune di Pavia, unitamente ai moduli per presentare le dichiarazioni o le istanze.

Informazioni di dettaglio nel Regolamento comunale, scaricabile alla sezione 3m.

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 41.997,14 t
Cluster: Poli urbani - € 38,492393
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 53,52%
Fattori di contesto del comune: € 108,943207
Economie e diseconomie di scala: € 0,029859
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 5
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 11,479 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 49,8%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 33,26%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,05%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

I nuclei familiari che versano in condizioni di particolare disagio possono ottenere un contributo per il versamento della TARI, anche fino alla concorrenza dell’importo totale.

L'agevolazione deve essere richiesta entro il 31 dicembre di ciascun anno, utilizzano il modulo "contributo TARI per utenze domestiche", disponibile sullo Sportello on line del Comune di Pavia. La richiesta sarà esaminata dai Servizi Sociali, che provvederanno a comunicarne l'accoglimento.

I nuclei familiari numerosi, con tre o più figli fiscalmente a carico, e in cui il reddito annuo complessivo lordo ai fini IRPEF non sia superiore a 60.000,00 €, il Comune si sostituisce parzialmente al contribuente nel pagamento parziale dell’importo; resta a carico del contribuente la tariffa calcolata per 4 componenti.

L'agevolazione deve essere richiesta entro il 31 dicembre di ciascun anno, utilizzando il modulo "sostituzione TARI per utenze domestiche", disponibile sullo Sportello on line del Comune di Pavia. La richiesta sarà esaminata dal Servizio Tributi, che provvederà a comunicarne l'accoglimento.



Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
il pagamento può essere effettuato presso gli sportelli bancari, postali, e tramite home banking
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

Il Comune di Pavia, allo scopo di sostenere l'economia del territorio, duramente provata dall'emergenza Covid-19, ha stabilito di prorogare il versamento delle rate dei tributi comunali TARI

TARI utenze domestiche:

  • 1^rata 30 giugno
  • 2^rata o unica soluzione 31 luglio
  • 3^rata 31 agosto

TARI utenze non domestiche:

  • 1^rata 15 settembre
  • 2^rata o unica soluzione 15 ottobre
  • 3^rata 16 novembre
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
  • In caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento della TARI risultante dalla dichiarazione e dagli avvisi di pagamento al contribuente è notificato, anche a mezzo posta raccomandata con avviso di ricevimento, un sollecito di pagamento, contenente un termine per effettuare il versamento. Decorso inutilmente tale termine, il Comune provvede a notificare atto di accertamento per omesso, insufficiente o tardivo versamento del tributo, con applicazione della sanzione pari al 30% dell'importo non versato o tardivamente versato.

  • In caso di infedele dichiarazione, si applica la sanzione amministrativa dal 50% al 100% del tributo dovuto, con un minimo di 50 Euro.

  • In caso di omessa presentazione della dichiarazione, anche relativamente a uno solo degli immobili occupati o detenuti, si applica la sanzione amministrativa dal 100% al 200% del tributo dovuto, con un minimo di 50 Euro.

  • Le sanzioni sono ridotte a un terzo se, entro il termine per la proposizione del ricorso, interviene acquiescenza del contribuente, con pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione e degli interessi.
  • Si applica per quanto non specificamente disposto, la disciplina prevista per le sanzioni amministrative per la violazione di norme tributarie di cui al Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n. 472. 
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

COME PRESENTARE I MODULI

I moduli possono essere compilati sullo Sportello on line, qualora si disponga di autenticazione con SPID o CNS. SOLO qualora non disponibili questi due sistemi di autenticazione, è possibile scaricare i moduli e inviarli, debitamente compilati e unitamente a scansione di un documento di identità, a tributipv@comune.pv.it.

VARIAZIONI DEI DATI DELL'UTENTE

Il Comune provvede ad inviare l'avviso TARI determinato sulla base dei dati dichiarati dal contribuente; il numero di occupanti per le utenze domestiche dei residenti è determinato dalla situazione registrata in Anagrafe al 1° di gennaio.

Qualora il contribuente, ricevendo un avviso, rilevi di non aver debitamente segnalato variazioni che possono determinare un diverso ammontare della tassa, DEVE tempestivamente provvedere ad effettuare le dichiarazioni, secondo le modalità descritte nel precedente paragrafo.

RIMBORSI E COMPENSAZIONI

I rimborsi devono essere richiesti entro 5 anni dal giorno in cui è avvenuto l'errato versamento, utilizzando l'apposito modulo "domanda di rimborso per errato versamento".

Un eventuale credito può essere utilizzato per chiedere una compensazione con altro tributo comunale, servendosi del modulo "domanda di compensazione tra crediti e debiti tributari".

I moduli devono essere compilati e inviati nelle modalità descritte nel primo paragrafo.

ERRORI NEL VERSAMENTO DELLA TASSA

Nel caso in cui sia stato commesso un errore formale nel versamento con modello F24 (dati personali del contribuente, anno tributo, codice tributo), è possibile chiederne la correzione.

Se il contribuente versa la TARI ad un Comune non competente, compilando in modo errato il campo "codice ente" del modello di versamento F24, può comunicare l'errore commesso e chiedere il riversamento dell'importo al Comune competente. La domanda va presentata al comune che ha erroneamente ricevuto il versamento.

I moduli devono essere compilati e inviati nelle modalità descritte nel primo paragrafo.



Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Gli utenti potranno richiedere di ricevere l'avviso TARI in formato elettronico, in alternativa a quello cartaceo.

Nei documenti inviati dal 1° luglio 2020 verranno indicate le modalità di attivazione di questo servizio.

Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti