Trasparenza Rifiuti Paglieta
Trasparenza Rifiuti Paglieta

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Paglieta

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Paglieta

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Paglieta

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade

Il Comune di Paglieta ricade nel territorio della Provincia di Chieti della Regione Abruzzo. Le ultime elezioni comunali si sono svolte nel 2019 a maggio, con la nomina a Sindaco dell'Avv. Ernesto GRAZIANI.

Per le tariffe e i rapporti con gli utenti, occorre rivolgersi all'Ufficio Tributi presso la Sede Municipale in Via Martelli di Matteo n.° 10.

L'ufficio osserva i seguenti orari di apertura: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 09:00 alle ore 12:30 (eccetto il Martedì) e anche nei pomeriggi di Martedì e Giovedì dalle ore 15:30 alle ore 18:30. 

A causa dell'Emergenza Coronavirus, si riceve solo previo appuntamento e in caso di necessità improrogabili telefonando al numero 0872/80821. E' possibile inviare richieste, documenti, quesiti tramite mail all'indirizzo pec: tributi@pec.comune.paglieta.ch.it oppure alla seguente mail: tributi@comune.paglieta.ch.it 



La Eco.Lan S.p.A. è una società per azioni a totale capitale pubblico costituita da 59 Comuni Soci. Soddisfa le esigenze legate alla gestione integrale dei rifiuti (raccolta, trasporto, recupero/riciclo e smaltimento dei rifiuti urbani) di una popolazione di circa 200.000 abitanti, residenti nel vasto territorio Frentano, Sangro-Aventino, Ortonese-Marrucino e Alto Vastese. E' possibile contattare la Società telefonando al numero verde 800.020229 dalle ore 08:30 alle ore 13:30, oppure scrivendo a info@ecolanspa.it

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Eco.Lan Spa ha anche una sede operativa in Loc. Cerratina (Lanciano), raggiungibile al numero 0872/50454.  
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
https://www.ecolanspa.it/modulistica/
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
La raccolta differenziata può generare dubbi riguardo al corretto conferimento dei rifiuti. Consulta la guida in allegato per differenziare senza stress. E' per il bene della nostra casa, la Terra che ci ospita. 
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso

Al seguente link, è possibile raggiungere la pagina riferita al Comune di PAGLIETA, del sito di ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale). 

https://www.catasto-rifiuti.isprambiente.it/index.php?

Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
ABITAZIONE CON 2 COMPONENTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ABITAZIONE CON 4 COMPONENTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
UTENZA NON DOMESTICA UFFICI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
UTENZA NON DOMESTICA RISTORANTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
La Tassa Rifiuti è disciplinata dalla normativa nazionale e dal Regolamento approvato con deliberazione di Consiglio Comunale. Con altra deliberazione, il Consiglio Comunale approva le tariffe vigenti, per anno di imposta. La tariffa si compone di due parti: quota fissa e quota variabile. Per le utenze domestiche, la quota fissa riguarda la superficie, la quota variabile riguarda i componenti. Per le utenze non domestiche, la quota fissa e la quota variabile riguardano la categoria di attività NON domestica svolta. Nella delibera di approvazione delle tariffe, il Consiglio Comunale decide in quale percentuale ripartire, tra utenze domestiche e utenze non domestiche, l'incidenza dei costi fissi e variabili desunti dal piano finanziario. La tariffa è giornaliera. I valori della quota fissa e della quota variabile derivano dai coefficienti di produttività dei rifiuti, distinti per utenze domestiche (Ka e Kb) e utenze non domestiche (Kc e Kd). Il dovuto è formato anche dall'addizionale provinciale al 5%.  
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 1.258,42 t
Cluster: Comuni con basso livello di benessere con localizzazione in zone pianeggianti lungo tutto il territorio nazionale - € 22,603088
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 64,12%
Fattori di contesto del comune: € 89,668579
Economie e diseconomie di scala: € 0,941947
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 0
Impianti di trattamento meccanico biologico: 6
Discariche: 7
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 19,494 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 0%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 18,2%
Rifiuti smaltiti in discarica: 26,68%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

RIDUZIONI COMPONENTI E RIDUZIONI TARIFFARIE AI SENSI DEGLI ARTT. 14-22-23-24 DEL VIGENTE REGOLAMENTO TARI (APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N.° 39 DEL 31.07.2020)


DETERMINAZIONE DEL NUMERO DEGLI OCCUPANTI DELLE UTENZE DOMESTICHE

ART. 14

4. I soggetti che risultano residenti nel Comune ad una determinata unità abitativa possono non essere considerati, ai fini della determinazione del numero dei componenti, nei seguenti casi:
a) anziano dimorante in casa di riposo;
b) soggetto che svolge attività di studio o di lavoro in un altro Comune italiano o all’estero per un periodo superiore a 6 mesi, a condizione che il soggetto passivo produca contratto di affitto registrato dell’immobile ubicato nel luogo in cui lo studente e/o lavoratore esercita la propria attività. In tali casi per usufruire delle suddette agevolazioni, la dichiarazione di cui all’art. 30 deve essere presentata annualmente.

ART. 22
RIDUZIONE PER COMPOSTAGGIO PER LE UTENZE DOMESTICHE
1. Ai sensi dell’art. 1, comma 658, della Legge 27/12/2013, n. 147, la tariffa del tributo è ridotta nella seguente ipotesi:
a) Per le utenze domestiche che provvedono a smaltire in proprio gli scarti compostabili mediante compostaggio domestico è prevista una riduzione del 10% della quota variabile della tariffa del tributo, con effetto dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello di presentazione di apposita istanza nella quale si attesta che verrà praticato il compostaggio domestico per l’anno successivo in modo continuativo.

ART. 23
RIDUZIONI TARIFFARIE PER LE UTENZE DOMESTICHE
1. Ai sensi dell’art.1, comma 659, della Legge27.12.2013, n.° 147, la tariffa del tributo, relativamente alla parte variabile, è ridotta nelle seguenti ipotesi:
a) Abitazione con unico occupante: riduzione del 10%;
b) Abitazione tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso limitato o discontinuo: riduzione del 30%;
c) Locali diversi dalle abitazioni ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo ma ricorrente: riduzione del 30%;
d) Abitazione occupate da soggetti che risiedono o dimorano abbiano la dimora, per più di sei mesi all’anno, all’estero: riduzione del 30%;
e) Fabbricati rurali ad uso abitativo: riduzione del 10%.
Ai fini del riconoscimento della riduzione di cui alla lett. e), la ruralità del fabbricato deve risultare dai registri catastali.
2. Ai sensi del D.L. 28 marzo 2014, n.° 47, art. 9 bis, la tariffa è ridotta del 66% per l’abitazione principale dell’unica unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani pensionati nei paesi di residenza ed iscritti all’AIRE a condizione che la stessa non risulti locata o data in comodato d’uso.
3. Le riduzioni tariffarie sopra indicate competono a richiesta dell’interessato e decorrono dall’anno successivo a quello della richiesta, salvo che non siano richieste contestualmente alla dichiarazione di inizio occupazione/detenzione o possesso o di variazione, nel cui caso hanno la stessa decorrenza della dichiarazione.

ART. 24
ALTRE AGEVOLAZIONI
Ai sensi dell’art. 1, comma 660, della Legge 27.12.2013, n.° 147 il tributo è ridotto per le seguenti fattispecie:
1. Nel caso di immobili posseduti o condotti da unico occupante con invalidità pari al 100% e portatore di handicap di cui all’art.3 comma 3 della Legge n.° 104/1992, certificata dall’autorità sanitaria competente, si applica unicamente la quota fissa. Nel caso di più componenti il nucleo familiare, con presenza di familiari in stato dichiarato di invalidità pari al 100% e portatore di handicap di cui all’art.3 comma 3 della Legge n.° 104/1992, comporta la riduzione del numero dei componenti pari al numero di soggetti invalidi. Il beneficio riguarda esclusivamente i cittadini residenti nel Comune di Paglieta.

Le riduzioni tariffarie sopra indicate competono a richiesta dell’interessato e decorrono dall’anno successivo a quello della richiesta, salvo che non siano domandate contestualmente alla dichiarazione di inizio possesso/detenzione o di variazione tempestivamente presentata, nel cui caso hanno la stessa decorrenza della dichiarazione.

Il contribuente è tenuto a dichiarare il venir meno delle condizioni che danno diritto alla loro applicazione entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione di variazione. Le riduzioni cessano comunque alla data in cui viene meno le condizioni per la loro fruizione, anche se non dichiarate.


RIDUZIONE EMERGENZA COVID-19 PER LE UTENZE NON DOMESTICHE 

2. In caso di gravi calamità naturali, gravi emergenze sanitarie e altri gravi eventi di natura straordinaria, anche limitatamente a determinate aree del territorio comunale, in presenza di provvedimenti delle autorità competenti che determinano la sospensione di attività imprenditoriali di natura commerciale, artigianale e professionali si applica la riduzione di una percentuale della parte variabile delle tariffe per le utenze non domestiche da calcolare in proporzione al periodo di sospensione.

4. Le riduzioni tariffarie previste al punto 2, vengono attribuite direttamente dall’ufficio a seguito dei provvedimenti delle autorità competenti che determinano la sospensione dell’attività nell’anno di competenza. Nel caso di utenze non domestiche che sospendono la loro attività volontariamente a seguito dell’emanazione dei suddetti provvedimenti, la riduzione tariffaria può essere riconosciuta a richiesta dell’interessato sempre nei limiti della percentuale di cui al comma 2. L’istanza deve essere formulata ai sensi del D.P.R. n.° 445/2000 con l’indicazione dettagliata delle motivazioni e del periodo di sospensione e deve essere prodotta entro il 31 dicembre dell’anno in cui si verifica l’evento.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
I modelli F24 per il pagamento della TARI, sono recapitati tramite posta ordinaria, unitamente agli avvisi.
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
16/10/2020
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
16/10/2020
50,00%
2° rata
16/02/2021
50,00%
Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 40 del 31/07/2020, sono state determinate le scadenze di versamento della Tassa Rifiuti per l'anno 2020.
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

RAVVEDIMENTO OPEROSO:

In caso di versamenti errati e/o insufficienti, i contribuenti possono avvalersi del Ravvedimento Operoso, ovvero effettuare un pagamento spontaneo per regolarizzare la propria posizione. Tale pagamento deve comprendere gli interessi al tasso legale annuo e la sanzione ridotta. E' possibile applicare il Ravvedimento Operoso a meno che la violazione non sia stata già contestata e/o comunque non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche amministrative di accertamento da parte del Servizio Tributi, per le quali l'autore o i soggetti solidalmente obbligati non ne siano venuti a conoscenza.


ACCERTAMENTO PER OMESSO/PARZIALE VERSAMENTO:

In caso di omessa o infedele denuncia TARI, l'ufficio che le rileva, è tenuto a formalizzare la contestazione con i relativi atti di accertamento. La sanzione applicata in caso di omessa denuncia è pari al 100% dell'imposta dovuta per l'anno accertato. In caso di infedele denuncia, si applica la sanzione del 50%. A queste sanzioni, applicate sul primo anno di violazione (causa prescrizione, si possono contestare al massimo i 5 anni antecedenti) si somma la sanzione per omesso pagamento pari al 30% dell'imposta.


Interessi legali annui

01.01.2015 – 31.12.2015 DM Economia 11.12.2014 0,50 %
01.01.2016 – 31.12.2016 DM Economia 11.12.2015 0,20 %
01.01.2017 – 31.12.2017 DM Economia 07.12.2016 0,10 %
01.01.2018 – 31.12.2018 DM Economia 13/12/2017 0,30 %
01.01.2019 – 31.12.2019 DM Economia 12/12/2018 0,80 %
01.01.2020 – DM Economia 12/12/2019 0,05 %
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

La Tassa rifiuti si calcola tenendo conto della superficie assoggettabile e del numero dei componenti (residenti o convenzionali da regolamento). La tariffa è giornaliera e risente, quindi, delle possibili variazioni connesse all'immobile e agli occupanti, soprattutto dopo l'elaborazione del ruolo che si può paragonare a una fotografia della banca dati, scattata in un preciso momento dell'anno di imposta. Per richiedere rettifiche, riduzioni, sgravi  si può utilizzare il modello allegato. Si ricorda a tutti i contribuenti l'obbligo normativo di presentare apposita DICHIARAZIONE ai fini TARI per ogni nuova iscrizione, variazione, cessazione per evitare di ricevere spiacevoli atti di accertamento.

In caso di pagamento già effettuato, si allega il modulo per richiedere il rimborso.

Si ricorda che il codice catastale del comune di PAGLIETA è G237 e va indicato nell'apposito spazio nel modello di pagamento F24.

Qualora si verifichino errori di digitazione per i pagamenti effettuati, occorrerà contattare l'Ufficio Tributi per eventuali richieste di riversamenti a Comuni competenti.

Il codice tributo per la TARI è 3944. 

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione