Trasparenza Rifiuti Orgiano
Trasparenza Rifiuti Orgiano

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Orgiano

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Orgiano

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Orgiano
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade

Cos'è la TARI

A decorrere dal 1 gennaio 2014, con legge 147 del 27 dicembre 2013, in sostituzione della Tares, è stata istituita la TARI, o Tassa Rifiuti, quale componente dell’imposta unica comunale IUC, a copertura dei costi del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento/recupero dei rifiuti urbani e assimilati.

Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione di locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

Nel caso di più proprietari o più detentori (es: coinquilini), la TARI è intestata ad uno di essi con vincolo di solidarietà tra gli occupanti o tra i proprietari. Nel caso di soggetti residenti, la TARI è intestata all’intestatario della scheda anagrafica.

Le tariffe TARI sono commisurate alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte, e sulla base dei criteri determinati dal regolamento di cui al DPR 27 aprile 1999 n. 158.

La TARI viene applicata alla superficie calpestabile dell’immobile che si calcola considerando la superficie totale al netto dei muri interni, dei pilastri e dei muri perimetrali.

Da chi deve essere pagata

La TARI (Tassa Rifiuti) è dovuta da chi detiene, a qualsiasi titolo, locali o aree scoperte e cioè il proprietario oppure dall’affittuario (detentore) o occupante a qualsiasi titolo;

Nel caso di detenzione temporanea non superiore ai 6 mesi nel corso dello stesso anno solare, la TARI è dovuta dal possessore dei locali o delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione o superficie;

La presenza di arredo oppure l’attivazione anche di uno solo dei pubblici servizi di erogazione idrica, elettrica, calore, gas, telefonica o informatica costituisce presunzione semplice dell’occupazione o conduzione dell’immobile e della conseguente attitudine alla produzione di rifiuti.

Dichiarazione TARI

L'obbligazione tributaria decorre dal giorno in cui si sono realizzati i presupposti di cui al primo punto e determina l'obbligo per il soggetto passivo di presentare apposita dichiarazione di inizio occupazione/detenzione o possesso di locali od aree, utilizzando l'apposto modulo scaricabile da questo portale.

La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo.

La dichiarazione deve essere presentata entro 90 (novanta) giorni da quando:

a) ha inizio il possesso, l'occupazione o la detenzione dei locali ed aree

b) si verifica la variazione di quanto precedentemente dichiarato

c) si verifica la cessazione del possesso, occupazione o detenzione dei locali ed aree precedentemente dichiarate.

La dichiarazione può essere presentata direttamente agli uffici comunali, oppure spedita a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento A/R o tramite PEC, allegando fotocopia del documento d’identità.


Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l'invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, segnalazioni di disservizi, prenotazioni del servizio di ritiro su chiamata, richieste di riparazione delle attrezzature per la raccolta domiciliare, nonché recapiti e orari degli sportelli online e fisici (ove presenti).
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Per l’invio di richieste di informazioni e di segnalazioni l'ufficio Tributi è aperto al pubblico con i seguenti orari:

LUNEDI - MARTEDI' - GIOVEDI' E VENERDI' DALLE 9.00 ALLE 12.30

MERCOLEDI' DALLE 15.00 ALLE 18.00


Per l'invio di richieste di informazioni, segnalazioni di disservizi e reclami relativi alla raccolta  è attivo il seguente numero verde dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30:

800188777

e può essere utilizzato l'indirizzo WEB

www.utilya.it


Modulistica per l'invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell'utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Si riportano di seguito gli orari di apertura dell'ecocentro che si trova ad Orgiano in Via del Crearo


Orario estivo (aprile - ottobre)

• Lunedì 14.30 - 16.00

• Mercoledì 9.00 - 12.00

• Sabato 9.00 - 12.00 / 14.30 - 17.00


Orario invernale (novembre - marzo)

• Lunedì 14.30 - 16.00

• Mercoledì 9.00 - 12.00

• Sabato 9.00 - 12.00

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
ECOCENTRO DI ORGIANO - UFFICIO AMBIENTE
L'ecocentro è gestito dalla ditta UTILYA. Al Centro di Raccolta è possibile conferire - gratuitamente - tutti quei rifiuti urbani che, per tipologia o dimensioni , non possono essere raccolti con il servizio porta a porta/stradale ordinario. Cosa si può conferire: cartucce esauste di toner per fotocopiatrici e stampanti, farmaci scaduti, ingombranti (materassi, mobili, arredi in genere, ecc.), materiali in legno o assimilati, oggetti in plastica rigida (taniche, bacinelle, cassette, ecc.), oli minerali e vegetali, prodotti e contenitori T/F – Vernici, pile esauste, RAEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), rifiuti pericolosi (vernici, solventi, batterie, d'auto, ecc.), rottami ferrosi, scarti di orti e giardini. Cosa non si può conferire: materiali contenenti amianto.

Si riportano di seguito gli orari di apertura dell'ecocentro:


• Mercoledì 9.00 - 12.00

• Sabato 9.00 - 12.00

                 14.30 - 17.00

Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani di cui all'articolo 5 del TQRIF, liberamente scaricabile.
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell'ambito territoriale in cui è ubicata l'utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Il servizio di spazzamento è un servizio complementare che comprende le attività di spazzamento di suolo pubblico o privato adibito ad uso pubblico su strade, marciapiedi, parcheggi, piazze, slarghi, portici (esclusi giardini, verde pubblico ed in genere superfici senza pavimentazione rigida).

Il servizio è effettuato con cadenza quindicinale programmata ad inizio anno per prevedere la pulizia dell'intero territorio comunale.

In caso di necessità verrà attivato il servizio aggiuntivo di spazzamento straordinario.

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Tutte le informazioni di calcolo della tariffa sono riportate nel regolamento allegato sotto


Lo sviluppo matematico del calcolo della quota fissa e di quella variabile del tributo è eseguito secondo i seguenti metodi:

Utenze domestiche:

Quota fissa: superficie dei fabbricati x tariffa a mq.

Quota variabile: tariffa annuale riferita al numero di occupanti.

Utenze non domestiche:

Quota fissa: superficie dei fabbricati x tariffa a mq della categoria di appartenenza.

Quota variabile: superficie dei fabbricati x tariffa a mq della categoria di appartenenza
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2018)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 1.228,51 t
Cluster: Comuni con basso livello di benessere con localizzazione in zone pianeggianti lungo tutto il territorio nazionale - € 22,46876067
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 75,47%
Fattori di contesto del comune: € 38,59711358
Economie e diseconomie di scala: € 1,10202
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 3
Impianti di trattamento meccanico biologico: 6
Discariche: 12
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 25,613 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 12,63%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 55,25%
Rifiuti smaltiti in discarica: 14,78%
Informazioni per l'accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Quanto complessivamente dovuto, può essere ridotto anche fino al suo intero ammontare nei confronti degli utenti assistiti dal Comune che versano in condizione di grave disagio sociale ed economico. La riduzione potrà avvenire esclusivamente su specifica istanza annuale al Settore Servizi Sociali da parte del titolare dell’utenza.
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza della modalità di pagamento gratuita prevista dal TQRIF.
Modello Semplificato F24
Gratuita
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all'anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
17/06/2024
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
17/06/2024
50,00%
2° rata
16/12/2024
50,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l'indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l'utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell'importo dovuto
Agli utenti che non versino alle prescritte scadenze le somme indicate negli avvisi di pagamento sarà notificato un avviso di accertamento nel quale sarà quantificato e liquidato il tributo dovuto. L’avviso di accertamento potrà ricomprendere anche più annualità del tributo e sarà maggiorato delle spese di notifica e di procedimento. Le somme indicate nell’avviso di accertamento dovranno essere versate in unica soluzione entro 60 giorni dalla data di avvenuta notifica (salvo eventuale concessione di un piano di rientro rateizzato). In caso di mancato o parziale pagamento dell’importo liquidato nel termine indicato, contestualmente con la quantificazione del tributo dovuto ovvero con separato e successivo atto, al contribuente saranno irrogate le sanzioni previste dal comma 695 dell’art. 1 della Legge n. 147 del 2013 (30% dell’importo del tributo non versato); in caso di provvedimento separato e successivo, le sanzioni saranno a loro volta maggiorate delle spese di notifica e di procedimento. La riscossione coattiva delle somme accertate dal Comune a titolo di tributo, interessi, sanzioni e spese, in caso di omesso o insufficiente versamento nei termini stabiliti, sarà eseguito direttamente dal Comune ovvero da uno dei concessionari abilitati.


Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all'utente o alle caratteristiche dell'utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rettifica degli importi addebitati, liberamente accessibile e scaricabile, nonché le tempistiche e le modalità di rettifica degli importi non dovuti da parte del gestore.
Per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa inviare un e-mail al seguente indirizzo b.lovato@comune.orgiano.vi.it.
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell'Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
I recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento, gli interventi di competenza del gestore, con indicazione di quelli che possono essere attivati direttamente dall'utente, secondo quanto previsto dall'articolo 52 del TQRIF.
Il posizionamento della gestione nell'ambito della matrice degli schemi regolatori, di cui all'Articolo 3 del TQRIF.
Il Comune di Orgiano è collocato all'interno dello Schema regolatore
Gli standard generali di qualità di competenza del gestore ai sensi del TQRIF, ivi inclusi gli eventuali standard aggiuntivi o migliorativi individuati dall'Ente territorialmente competente e il grado di rispetto di tali standard, con riferimento all'anno precedente.
La tariffa media applicata alle utenze domestiche e l'articolazione dei corrispettivi applicati alle utenze domestiche e non domestiche.
Modalità e termini per l'accesso alla rateizzazione degli importi.

 Il gestore dell’attività di gestione tariffe e rapporto con gli utenti è tenuto a garantire la possibilità di ulteriore rateizzazione di ciascuna delle rate di cui al precedente
a) agli utenti che dichiarino mediante autocertificazione ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 445/00 di essere beneficiari del bonus sociale per disagio economico previsto per i settori elettrico e/o gas e/o per il settore idrico;
b) a ulteriori utenti che si trovino in condizioni economiche disagiate, individuati secondo i criteri definiti dall’Ente territorialmente competente;
c) qualora l’importo addebitato superi del 30% il valore medio riferito ai documenti di riscossione emessi negli ultimi due (2) anni
 Al documento di riscossione dovranno essere allegati i bollettini per il pagamento rateale dell’importo dovuto.
 L’importo della singola rata non potrà essere inferiore ad una soglia minima pari a cento (100) euro, fatta salva la possibilità per il gestore di praticare condizioni di rateizzazione migliorative indipendentemente dall’importo dovuto.
 La richiesta di ulteriore rateizzazione da parte dell’utente che ne ha diritto deve essere presentata entro la scadenza del termine di pagamento riportato nel documento di riscossione.
Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.

L'obbligazione tributaria decorre dal giorno in cui si sono realizzati i presupposti di cui al primo punto e determina l'obbligo per il soggetto passivo di presentare apposita dichiarazione di inizio occupazione/detenzione o possesso di locali od aree, utilizzando l'apposto modulo scaricabile da questo portale.

La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo.

La dichiarazione deve essere presentata entro 90 (novanta) giorni da quando:

a) ha inizio il possesso, l'occupazione o la detenzione dei locali ed aree

b) si verifica la variazione di quanto precedentemente dichiarato

c) si verifica la cessazione del possesso, occupazione o detenzione dei locali ed aree precedentemente dichiarate.

La dichiarazione può essere presentata direttamente agli uffici comunali, oppure spedita a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento A/R o tramite PEC, allegando fotocopia del documento d’identità.