Trasparenza Rifiuti Luserna San Giovanni

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Luserna San Giovanni

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Luserna San Giovanni

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.

AVVISI

Vista l'attuale situazione relativa all'emergenza COVID19, potrebbero ancora essere in vigore delle limitazioni circa l'accesso agli uffici. Consigliamo quindi, di contattare gli stessi prima di recarsi agli sportelli.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti
Spazzamento, pulizia e lavaggio strade


Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Sotto è riportato il link per i reclami nei confronti del gestore della raccolta e del trasporto dei rifiuti.

Per reclami e informazioni nei confronti degli altri soggetti (gestore delle tariffe e dei rapporti con gli utenti e gestore del lavaggio e dello spazzamento delle strade) consultare la sezione 3.1.b RECAPITI del presente portale.

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

L'ecoisola di Luserna San Giovanni si trova in Str. raccordo via I Maggio - V.le Matteotti, i cittadini possono però recarsi in tutte le ecoisole del Consorzio Acea Pinerolese (portando con se il codice fiscale dell'intestatario della bolletta TARI). Per consultare l'elenco delle ecoisole e i relativi orari di apertura consultare il link "Orari ecoisole" in basso.

Il sistema di raccolta stradale di prossimità è invece gestito tramite gli ecopunti dislocati sul territorio comunale. Istruzioni sulla raccolta sono consultabili tramite il link in basso.


Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Eventuali divieti relativi alla viabilità ed alla sosta sono pubblicati all'albo pretorio on-line del Comune di Luserna San Giovanni, e sono qui consultabili.

Lo spazzamento delle strade è effettuato con la frequenza riportata nel file "frequenza spazzamento" sotto allegato (contenente un estratto del progetto di servizio per la pulizia di piazze, strade e portici comunali per il periodo 01.10.2019 - 31.12.2022).


Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Abitazione di 80 mq. con tre residenti per 180 giorni
Per un'utenza Domestica di 80mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 180 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Abitazione di 60 mq. con due residenti per l'anno intero
Per un'utenza Domestica di 60mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Bar di 100 mq. per l'anno intero
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Le riduzioni applicabili a utenze domestiche e non domestiche (distanza dal cassonetto superiore a 1.500 mt, persone ricoverate in casa di riposo ecc.) sono riportate sugli atti di approvazione della tariffa caricate sul presente portale al punto 3.1.I, e sono applicabili su richiesta.

Sugli avvisi di pagamento è presente un meccanismo di conguaglio, in modo da recuperare eventuali differenze tra emesso e dovuto dell'anno n, sulle bollette emesse l'anno n+1.

Una componente della TARI è la TEFA, tributo attribuito alla Città metropolitana di Torino a fronte delle funzioni amministrative svolte in materia di tutela ambientale: il tributo viene riscosso dal Comune con l'emissione degli avvisi di pagamento TARI (e ne rappresenta il 5%) e poi viene riversato alla Città Metropolitana.

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 3.695,28 t
Cluster: Comuni montani localizzati lungo l’arco alpino e nelle zone dell’appennino centro-nord - € 16,03606
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 52,13%
Fattori di contesto del comune: € 73,504539
Economie e diseconomie di scala: € 0,35801
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 2
Impianti di trattamento meccanico biologico: 10
Discariche: 14
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 20,323 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 23,59%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 21,62%
Rifiuti smaltiti in discarica: 24,77%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Le agevolazioni TARI accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale sono riportare negli atti di approvazione della tariffa caricati sul presente portale al punto "3.1.l ATTI APPROVAZIONE TARIFFA"

In particolare, il modulo per la richiesta di agevolazione per i residenti in grave difficoltà economica (scaricabile sotto) è da presentare tassativamente entro e non oltre il 31 marzo di ogni anno (con copia dell'ISEE in corso di validità) e nel caso il nucleo familiare abbia un valore ISEE non superiore ad € 5.000,00.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita

Attenzione: il pagamento può essere effettuato esclusivamente tramite modello F24  presso qualsiasi sportello bancario o postale dell'intero territorio nazionale (anche on-line) e presso tutte le tabaccherie abilitate. L'ufficio non può incassare direttamente la TARI.

In caso di smarrimento dei modelli F24 precompilati è possibile rivolgersi all'ufficio tributi per la stampa o l'invio di un duplicato.

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
30/09/2020
100%
Rata
Entro il
%
1° rata
16/07/2020
33,330%
2° rata
30/09/2020
33,330%
3° rata
16/12/2020
33,340%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

In caso di ritardato pagamento saranno dovuti, oltre alla tassa, anche le sanzioni (come previsto dall'art. 13 del Decreto legislativo del 18/12/1997 n. 472 e successive modificazioni) e gli interessi legali vigenti.

Il versamento dovrà essere effettuato utilizzando i seguenti codici:

- 3944: Tari - tassa sui rifiuti;
- 3945: interessi su Tari - tassa sui rifiuti;

- 3946: sanzioni su Tari – tassa sui rifiuti.


In caso di omesso o insufficiente versamento del tributo si applica la sanzione del 30% dell'importo non versato.


In caso di omessa presentazione della dichiarazione si applica la sanzione amministrativa del 100% del tributo dovuto, con un minimo di 50 euro.

In caso di infedele dichiarazione si applica la sanzione amministrativa del 50% del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.

Le sanzioni per omessa e infedele dichiarazione sono ridotte ad un terzo se, entro il termine per la proposizione del ricorso, interviene acquiescenza del contribuente con il pagamento del tributo, se dovuto, e della sanzione e degli interessi.


Sulle somme dovute a titolo di tributo a seguito di violazione contestate si applicano gli interessi nella misura del tasso legale vigente.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

SEGNALAZIONE DI ERRORI e RICHIESTA DI RIMBORSI

Per segnalare errori o variazioni (o per chiedere rimborsi) è possibile presentare domanda in carta libera all'Ufficio Tributi del Comune di Luserna San Giovanni (che è gestore delle tariffe e dei rapporti con gli utenti) i cui contatti sono riportati nella sezione "3.1.b RECAPITI" del presente portale. I rimborsi, quando non è possibile la compensazione, vengono evasi entro 180 giorni dalla richiesta con accredito sul conto corrente bancario o postale indicato dal contribuente.


DENUNCIA TARI INIZIALE, DI VARIAZIONE e di CESSAZIONE

La TARI non viene applicata automaticamente sulla base dell'espletamento di pratiche anagrafiche o altre pratiche comunali (es. nuovi insediamenti commerciali) ma è necessario dichiarare all'ufficio tributi ogni nuova conduzione / occupazione / variazione e ogni eventuale cessazione, fatta eccezione per le variazioni dei componenti il nucleo familiare, così come risultanti in anagrafe, intervenute successivamente alla dichiarazione iniziale o di variazione (non devono essere dichiarate le variazioni relative alla modifica del numero dei componenti famigliari quando si tratta di soggetti residenti nello stesso nucleo famigliare). La dichiarazione di cessata occupazione/detenzione o possesso dei locali o delle aree deve essere presentata dal dichiarante, dai soggetti conviventi o da eventuali eredi. 

A titolo esemplificativo i motivi più ricorrenti che implicano un obbligo di nuova denuncia, denuncia di variazione o cessazione sono:


  • le nuove occupazioni effettuate da soggetti a seguito di immigrazione da altro comune o di costituzione di una nuova famiglia;
  • il trasferimento nell'ambito del Comune;
  • il cambio di intestazione della denuncia nei casi di subentro per decesso o emigrazione del precedente dichiarante;
  • i casi di emigrazione o trasferimento ad altro Comune.

La denuncia deve contenere obbligatoriamente tutti i dati richiesti, e in alternativa alla compilazione in maniera autonoma da parte del contribuente (qui il modulo PDF) è possibile e preferibile recarsi allo sportello dell’ufficio tributi per redigere un modello di denuncia che verrà poi stampato dall’ufficio e controfirmato dal contribuente.


IMMOBILI VUOTI, NON UTILIZZATI e PRIVI DI UTENZE

Gli immobili vuoti, non utilizzati, e privi di utenze possono essere esentati dal pagamento TARI dietro la presentazione di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Gli avvisi di pagamento delle utenze non domestiche vengono solitamente spediti via PEC (gli indirizzi solitamente sono automaticamente reperiti dall'ufficio dal portale IniPEC del Ministero dello Sviluppo Economico), ma è possibile richiedere che gli stessi vengano anche spediti in copia ad un indirizzo e-mail (e di essere avvisati tramite un SMS ogni volta che l'ufficio effettui un invio).

La possibilità di ricevere gli avvisi di pagamento TARI via e-mail è stata estesa anche alle utenze domestiche (in sostituzione dell'invio cartaceo). Per chiedere l'attivazione del servizio, nel caso in cui non sia stato fatto al momento della dichiarazione di iscrizione/variazione, è possibile contattare via e-mail l'ufficio tributi.