Trasparenza Rifiuti Lomagna
Trasparenza Rifiuti Lomagna

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Lomagna

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Lomagna

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Lomagna

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Di seguito i numeri verdi di SILEA Spa relativamente ai servizi di RACCOLTA UMIDO, CARTA, VIOLA, TRASPARENTE E CARTA.


Per reclami invece inerenti i servizi di FATTURAZIONE e RAPPORTO CON GLI UTENTI TARI contattare l'UFFICI TRIBUTI del COMUNE DI LOMAGNA al numero telefonico 0399225132-31 o inviare specifica mail all'indirizzo mail: tributi@comune.lomagna.lc.it

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
CENTRO RACCOLTA RIFIUTI - Orario Estivo (dal 1 aprile al 30 settembre) - Via del Roccolo - Lomagna
lunedì:
dalle ore 12,30 alle ore 15,30
mercoledì:
dalle ore 13,30 alle ore 18,00
venerdì:
SOLO PER LE DITTE: dalle ore 13,30 alle ore 16,30
sabato:
dalle ore 8,30 alle ore 12,00 e dalle ore 13,30 alle ore 18,00
CENTRO RACCOLTA RIFIUTI - Orario Invernale (dal 1 ottobre al 31 marzo) - Via del Roccolo
lunedì:
dalle ore 12,30 alle ore 16,30
mercoledì:
dalle ore 13,30 alle ore 17,00
venerdì:
SOLO PER LE DITTE: dalle ore 13,30 alle ore 16,30
sabato:
dalle ore 8,30 alle ore 12,00 e dalle ore 13,30 alle ore 17,00


Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

In caso di necessità il Comune di Lomagna aderisce al programma “Road Trash” promosso dalla Provincia di Lecco, che provvede direttamente ad interventi localizzati di allontanamento rifiuti.

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso

PERCENTUALE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA: 77%

Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Il territorio comunale viene spazzato con mezzi meccanici OGNI MERCOLEDI', con inizio del servizio alle ore 5.00

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
ABITAZIONE DI UTENTE CON NUCLEO FAMILIARE COMPOSTO DA 3 PERSONE
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

UTENZE DOMESTICHE

-          Per l’abitazione: Quota fissa TARI approvata nell’anno (in funzione del numero di componenti il nucleo familiare) x mq dell’alloggio  + Quota viabile TARI approvata nell’anno (in funzione del numero di componenti il nucleo familiare)

-          Per il box/cantina: Quota fissa TARI approvata nell’anno (in funzione del numero di componenti il nucleo familiare) x mq del box/cantina

-          Al totale delle quote sopra determinate (nel caso di piu’ alloggi e piu’ box/cantine di tutti gli importi determinati come sopra descritto), dedotte eventuali riduzioni riconosciute,  va applicata ulteriormente la quota di Addizionale Provinciale (Tributo Provinciale) nella percentuale stabilita annualmente dalla competente provincia, generalmente il 5%.

Il calcolo e’ riferito  all’intero anno, se il presupposto di occupazione fosse riferito a un periodo inferiore all’anno il calcolo sopra indicata va rapportato al numero di giorni corretto.

Esempio di calcolo ANNO 2020

Alloggio di 100 mq e n. 1 box di 25 mq, contribuente con nucleo familiare composto da 3 persone:

-          Abitazione: Quota fissa e quota variaibile anno 2020 (per nuclei di 3 persone):  € 0,63 x 100 mq = € 63,00 + € 52,78 = €  115,78

-          Box : quota fissa anno 2020 (per nuclei di 3 persone): € 0,63 x25 mq = € 15,75

-          € 115,78 + € 15,75 – nessuna riduzione = € 131,53 + Add. Prov. 5% € 6,58 = TOT. ANNUO € 138,10


UTENZE NON DOMESTICHE

-          Per tutte le utenze non domestiche (suddivise in 31 categorie stabilite dal Ministero) il calcolo viene eseguito moltiplicando alla superficie imponibile la Quota fissa + la Quota variabile TARI approvate nell’anno  per la specifica categoria in cui rientra l’attività esercitata.

-          Al totale cosi’ ottenuto, dedotte eventuali riduzioni riconosciute, va applicata ulteriormente la quota di Addizionale Provinciale (Tributo Provinciale) nella percentuale stabilita annualmente dalla competente provincia, generalmente il 5%.

Il calcolo e’ riferito  all’intero anno, se il presupposto di occupazione fosse riferito a un periodo inferiore all’anno il calcolo sopra indicata va rapportato al numero di giorni corretto

Esempio di calcolo  ANNO 2020

        Attività artigianale di produzione di beni specifici (cat. 21) di 500 mq:

-          Quota fissa + quota variabile anno 2020: € 1,15 + € 1,27 = € 2,42 x 500 mq = € 1.210,00

-          € 1.210,00 – nessuna riduzione = € 1.210,00 + Add. Prov. € 60,50 = TOT. ANNUO € 1.270,00


RIDUZIONI APPLICABILI AGLI UTENTI DOMESTICI :

(indicate direttamente sui moduli di dichiarazione delle superfici che i contribuenti sono tenuti a presentare):

ARTT. 23 e 23/BIS REGOLAMENTO TARI 

- ABITAZIONE CON UNICO OCCUPANTE: RIDUZIONE 10%;

- ABITAZIONE TENUTA A DISPOSIZIONE PER USO STAGIONALE O ALTRO USO LIMITATO E DISCONTINUO NON SUPERIORE A 183 GG  NELL'ANNO SOLARE: 30%;

- ABITAZIONE OCCUPATA DA SOGGETTI CHE RISIEDONO O ABBIANO LA DIMORA, PER PIU' DI SEI MESI ALL'ANNO, ALL'ESTERO: RIDUZIONE DEL 30%;

- RIDUZIONE COMPOSTAGGIO FRAZIONE UMIDA: 20% SULLA SOLA PARTE VARIABILE.


RIDUZIONI APPLICABILI AGLI UTENTI NON DOMESTICI :

ARTT. 24 e 25 REGOLAMENTO TARI

- LOCALI DIVERSI DALLE ABITAZIONI ED AREE SCOPERTE ADIBITE AD USO STAGIONALE O NON CONTINUATIVO MA RICORRENTE, PURCHE' NON SUPERIORE A 183 GG NELL'ANNO SOLARE E PURCHE' TALI CONDIZIONI SIANO RISULTANTI DALLA LICENZA O DALL'ATTO ASSENTIVO RILASCIATO DAI COMPETENTI ORGANI PER L'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA': RIDUZIONE DEL 30% PARTE FISSA E PARTE VARIABILE;

- LOCALI DIVERSI DALLE ABITAZIONI OGGETTO DI SOSPENSIONE DELL'ATTIVITA' SEGNALATA DA APPOSITA SCIA: RIDUZIONE DEL 30% SULLA SOLA PARTE VARIABILE;

- RIDUZIONE DELLA SOLA QUOTA VARIABILE, A CONSUNTIVO, SOTTOFORMA DI RIMBORSO IN PROPORZIONE ALLE QUANTITA' DI RIFIUTI ASSIMILATI CHE IL PRODUTTORE DIMOSTRI DI AVER AVVIATO AL RICICLO NELL'ANNO DI RIFERIMENTO, MEDIANTE SPECIFICA DOCUMENTAZIONE PRESENTATA DAL CONTRIBUENTE (formulari, autorizzazione al riciclo ecc.) .


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 2.109,89 t
Cluster: Comuni con medio-alto livello di benessere e attrazione economica localizzati nelle zone pianeggianti del nord-est - € 1,035027916
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 73,09%
Fattori di contesto del comune: € -6,972011905
Economie e diseconomie di scala: € 0,63694
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 8
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 18,548 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 46,89%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 36,4%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,76%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

NON SONO PREVISTE RIDUZIONI TARIFFARIE ACCORDATE AGLI UTENTI IN STATO DI DISAGIO ECONOMICO E SOCIALE

In tali ipotesi il cittadino deve rivolgersi all'Ufficio dell’Assistente Sociale.


Nell'anno 2020,  in occasione dell’emergenza Covid-19,  Arera ha previsto - e l’Ente ha disposto con proprio Regolamento -all'art. 27/ter -  di accordare un’agevolazione a favore delle Utenze Domestiche che già usufruiscono del “bonus sociale”, accordato, per l’anno 2020, in ragione del 50% della quota variabile della tassa rifiuti dovuta.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
F24 che viene consegnato direttamente dall’ufficio con la consegna dell'avviso di pagamento, ad ogni scadenza di pagamento.
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
31/05/2021
40,00%
2° rata
30/09/2021
40,00%
3° rata
10/12/2021
20,00%

L'ASSOLVIMENTO DELLA TASSA RIFIUTI DEVE AVVENIRE IN TRE RATE, ALLE SEGUENTI SCADENZA:

- 31 MAGGIO

- 30 SETTEMBRE

- 10 DICEMBRE

UTILIZZANDO I MODELLI CHE VERRANNO TRASMESSI DALL'UFFICIO TRIBUTI AL RECAPITO DI OGNI CONTRIBUENTE.

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Entro l’anno successivo a quello di emissione dell’avviso di pagamento della TARI (che viene emesso in corso d’anno), l’ufficio tributi emette un primo “SOLLECITO”, che viene notificato al contribuente tramite raccomandata r.r. Sul predetto sollecito viene richiesto il pagamento della TARI indicata nell’avviso consegnato l’anno precedente e che risulta parzialmente o totalmente non pagato,  non viene addebitata nessuna ulteriore somma. Il contribuente e’ tenuto a versare quanto dovuto entro 30 gg dalla ricezione del sollecito, tramite il modello F24 che viene allegato allo stesso.

Se non vi provvede entro il termine indicato l’ufficio emette un secondo atto, un vero e proprio “ATTO DI ACCERTAMENTO” per il recupero del tributo non assolto, e all’importo del tributo dovuto vengono aggiunti la sanzione nella misura del 30%,  gli interessi al tasso legale previsto dai competenti organi governativi (eventualmente aumentato, secondo le disposizioni normative)  e le spese di notifica. L’atto viene elaborato sotto forma di  atto giudiziario, e con il medesimo si invita il contribuente ad assolvere a quanto dovuto entro 60 gg dalla notifica. Anche in tal caso l’ufficio allega all’avviso notificato apposito mod. F24 per poter eseguire il versamento. Ai sensi della vigente normativa tale atto di accertamento e' da considerarsi a tutti gli effetti “esecutivo”. 

Se anche quanto richiesto con il predetto atto di accertamento non viene assolto, nei termini di legge e sopra indicati, l’Ente affida al concessionario della Riscossione Coattiva la pratica affinche’ il predetto soggetto esegua le procedure previste dalle norme vigenti per il recupero del credito.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

E' POSSIBILE RICEVERE I DOCUMENTI TARI (AVVISO DI PAGAMENTO) E RELATIVI MODELLI DI PAGAMENTO IN FORMA ELETTRONICA, TRASMETTENDO UN'APPOSITA RICHIESTA A MEZZO MAIL ALL'INDIRIZZO MAIL DEL PROTOCOLLO DEL COMUNE DI LOMAGNA: protocollo@comune.lomagna.lc.it .

TALE  RICHIESTA  DOVRA' ESSERE SOTTOSCRITTA DALL'INTESTATARIO DEL TRIBUTO, CHE DOVRA' ALLEGARE ALLA STESSA  ANCHE UNA COPIA DEL PROPRIO DOCUMENTO DI IDENTITA'. 

NEL TESTO DELLA RICHIESTA SI DOVRA' RIPORTARE LA SEGUENTE FORMULA:

 "IL SOTTOSCRITTO ___________TITOLARE DELL'UTENZA TARI DI VIA____________AL NUMERO CIVICO____ CHIEDE DI RICEVERE PER IL FUTURO A MEZZO MAIL L'AVVISO DI PAGAMENTO TARI ALL'INDIRIZZO MAIL___________________. SI IMPEGNA A SEGNALARE AL COMUNE EVENTUALI VARIAZIONI DELLO STESSO INDIRIZZO MAIL SOPRA COMUNICATO.