Trasparenza Rifiuti Limana
Trasparenza Rifiuti Limana

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Limana

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Limana

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Limana

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti - Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade


 Si specifica che il Comune gestisce quanto concerne le Tariffe Tari, mentre i rapporti con i contribuenti sono di competenza di Bellunum s.r.l. 


AGGIORNAMENTO: SI AVVISA CHE L'UFFICIO TARI SARA' CHIUSO DAL 3 AL 8 MAGGIO 2021.

 


Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti - Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
  


Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso



E' possibile visionare altri grafici, relativi all'andamento della raccolta differenziata del Comune di Limana, accedendo al documento di seguito riportato.

Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Il servizio non segue una programmazione settimanale ma reso secondo necessità

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

APPLICAZIONE DELLA TARIFFA:


La tariffa è composta da una quota fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, riferite in particolare agli investimenti per opere e ai relativi ammortamenti, e da una quota variabile, rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, alle modalità del servizio fornito e all’entità dei costi di gestione, in modo che sia assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio, compresi i costi di smaltimento.

La tariffa è articolata nelle fasce di utenza domestica e di utenza non domestica.

L’insieme dei costi da coprire attraverso la tariffa sono ripartiti tra le utenze domestiche e non domestiche secondo criteri razionali. A tal fine, i rifiuti riferibili alle utenze non domestiche possono essere determinati anche in base ai coefficienti di produttività Kd di cui alle tabelle 4a e 4b, Allegato 1, del decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158.

 

Più nel dettaglio:

 

1) Utenze domestiche: la quota fissa della tariffa per le utenze domestiche è determinata applicando alla superficie dell’alloggio e dei locali che ne costituiscono pertinenza le tariffe per unità di superficie parametrate al numero degli occupanti, secondo le previsioni di cui al punto 4.1, Allegato 1, del decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n.158, in modo da privilegiare i nuclei familiari più numerosi.

La quota variabile della tariffa per le utenze domestiche è determinata in relazione al numero degli occupanti, secondo le previsioni di cui al punto 4.2, Allegato 1, del decreto del Presidente della Repubblica

27 aprile 1999, n. 158.

I coefficienti rilevanti nel calcolo della tariffa sono determinati nella delibera tariffaria.

 

2) Utenze non domestiche: la quota fissa della tariffa per le utenze non domestiche è determinata applicando alla superficie imponibile le tariffe per unità di superficie riferite alla tipologia di attività svolta, calcolate sulla base di coefficienti di potenziale produzione secondo le previsioni di cui al punto 4.3, Allegato 1, del decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158.

La quota variabile della tariffa per le utenze non domestiche è determinata applicando alla superficie imponibile le tariffe per unità di superficie riferite alla tipologia di attività svolta, calcolate sulla base di coefficienti di potenziale produzione secondo le previsioni di cui al punto 4.4, Allegato 1, del decreto del

Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158. I coefficienti rilevanti nel calcolo della tariffa sono determinati per ogni classe di attività contestualmente all’adozione della delibera tariffaria.

 

RIDUZIONI PREVISTE:

 

La tariffa si applica in misura ridotta, nella quota fissa e nella quota variabile, alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:


a) abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183

giorni nell’anno solare: riduzione del 30%;

 

b) abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero:

riduzione del 30%;

 

c) fabbricati rurali ad uso abitativo: riduzione del 30%;

 

d) per le utenze domestiche relative ad una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato ed iscritti nell’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso, il tributo TARI è applicato per ciascuna annualità in misura ridotta di due terzi;


e) alle utenze non domestiche che effettuano il compostaggio aerobico individuale per residui costituiti da sostanze naturali non pericolose nell’ambito delle attività agricole e vivaistiche è applicata una riduzione ella

tariffa dovuta per la gestione dei rifiuti urbani pari al 10%;

 

f) alle utenze domestiche che effettuano compostaggio aerobico per i propri rifiuti organici da cucina, sfalci e potature da giardino è applicata una riduzione ella tariffa dovuta per la gestione dei rifiuti urbani pari al 10%;

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 1.948,50 t
Cluster: Comuni montani localizzati lungo l’arco alpino e nelle zone dell’appennino centro-nord - € 16,06542976
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 88,44%
Fattori di contesto del comune: € 36,29129025
Economie e diseconomie di scala: € 0,62244
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 3
Impianti di trattamento meccanico biologico: 5
Discariche: 10
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 33,607 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 13,39%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 55,83%
Rifiuti smaltiti in discarica: 14,73%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Potranno essere previste premialità incentivanti, ulteriori riduzioni ed esenzioni, anche attraverso l'applicazione dell'ISEE, rispetto a quelle previste.


Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
PagoPA
Costi dipendenti dal prestatore di servizio scelto
In attivazione

Il pagamento è effettuato al Comune mediante gli strumenti messi a disposizione ed ammessi dalla normativa.

Per gli utenti impossibilitati  (es. residenti estero) è prevista la possibilità di versare con bonifico bancario a favore del Comune.


Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
10/12/2020
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
10/12/2020
50,00%
2° rata
30/04/2021
50,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Al contribuente che non versi alle prescritte scadenze le somme indicate nell’invito di pagamento, è notificato, anche a mezzo raccomandata A.R. e a pena di decadenza entro i termini di Legge, avviso di accertamento per omesso o insufficiente pagamento. 


L’avviso indica le somme da versare in unica rata entro il termine di proposizione del ricorso, con addebito delle spese di notifica, ai sensi del comma 792 dell’articolo 1 della Legge 160/2019.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Errori o variazioni negli importi possono essere segnalati utilizzando i seguenti recapiti: 

Sede Ufficio Tributi per il servizio di gestione tariffe e rapporti con gli utenti:

Via Roma, 90 Limana (BL) 

Telefono 0437/966122

e-mail tributi2.limana@valbelluna.bl.it

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

E’ possibile richiedere l’invio elettronico della bolletta contattando: 

Ufficio Tributi

Via Roma, 90 Limana (BL) 

Telefono 0437/966122

e-mail tributi2.limana@valbelluna.bl.it


Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti