Trasparenza Rifiuti Gubbio

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Gubbio

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Gubbio

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
1. Per informazioni in merito alla GESTIONE DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI l'utente potrà rivolgersi a GESENU Gestione Servizi Nettezza Urbana S.P.A. (si riporta, qui sotto, il link al servizio clienti del gestore).   

Ulteriori informazioni potranno essere richieste al Servizio Ambiente del Comune di Gubbio:

 

SI RICORDA CHE A CAUSA DELL'EMERGENZA SANITARIA IN CORSO L'ACCESSO AGLI UFFICI DEL SERVIZIO AMBIENTE (P.zza Quaranta Martiri edificio ex Ospedale 3° piano) E' CONSENTITO SOLO PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO.

 

Le utenze domeniche, servite dal “porta - porta”,  potranno ritirare i mastelli e buste così come le compostiere direttamente ai magazzini comunali in Loc. Venata tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 11:00 alle ore 12:00.

Le utenze non domestiche invece dovranno far richiesta direttamente all’ufficio URP del Comune di Gubbio: urp@comune.gubbio.pg.it che provvederà a girare la richiesta direttamente a GESENU incaricata della consegna. 

2.    Per informazioni in merito alla TARIFFAZIONE TARI l'utente potrà rivolgersi al SERVIZIO TRIBUTI del Comune di Gubbio (serviziotributi@comune.gubbio.pg.it):  
  • Responsabile: dott.ssa Lucia Cecili 0759237611;

  • Dott. Ragni Calzuola Danilo 0759237604;

  • Rag. Mariotti Paola 0759237608;

 

Orari di apertura al pubblico:dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00; martedì e giovedì anche dalle 15:30 alle 17:30.

 

SI RICORDA CHE A CAUSA DELL'EMERGENZA SANITARIA IN CORSO L'ACCESSO AGLI UFFICI DEL SERVIZIO TRIBUTI (San Pietro – L.go Alberaioli)  E' CONSENTITO, PREFERIBILMENTE, PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO E COMUNQUE RISPETTANDO TUTTE LE NORMATIVE PREVISTE DAI DPCM (mascherina, igenizzante, distanziamento).

 

 

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Segnalazioni/reclami potranno essere inviati dagli utenti facendo riferimento ai seguenti recapiti:

COMUNE DI GUBBIO – Ufficio Relazioni con il Pubblico 

Via della Repubblica, 15 - 06024 – Gubbio (PG)

tel. 0759237246 Scalamonti Lorella

tel. 0759237253 Berettoni Laura

Email: urp@comune.gubbio.pg.it




================================================================================================


2 - Segnalazione e richieste relative alla gestione della raccolta dei rifiuti. L'utente dovrà rivolgersi a GESENU Gestione Servizi Nettezza Urbana S.P.A. (la pagina web del gestore consente la compilazione di un modulo da inviare al gestore).

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Nella gran parte  territorio del Comune di Gubbio è istituito il servizio di raccolta dei rifiuti porta-porta.

In alcune parti del territorio comunale il servizio di raccolta porta-porta può essere non completo (è il caso, ad es. di quelle frazioni nelle quali i rifiuti organici devono essere conferiti dall'utente nei cassonetti posizionati lungo le vie dei centri serviti), oppure sostituita - ad es. al di fuori dei centri abitati - dai contenitori per la raccolta stradale (l'utente non ha a disposizione cassonetti propri, ma deve conferire i rifiuti in quelli più prossimi alla propria abitazione).

Il calendario di raccolta dei rifiuti nel territorio del Comune di Gubbio è consultabile nel sito internet di GESENU Gestione Servizi Nettezza Urbana S.P.A. (il link al sito è riportato qui sotto).    

Per conoscere gli orari di raccolta dei rifiuti sarà sufficiente, per l'utente, inserire il nome della via della propria abitazione. E' possibile eseguire il download e la stampa del calendario.

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

EMERGENZA COVID-19.

A causa dell'emergenza sanitaria in corso GESENU Gestione Servizi Nettezza Urbana S.P.A. ha predisposto una specifica modalità di gestione per la raccolta dei rifiuti in attuazione delle linee guida generali dell'Istituto superiore di sanità per il contenimento dell'emergenza da Covid-19 (link sotto riportato).


GESENU Gestione Servizi Nettezza Urbana S.P.A. comunica anche la riattivazione dei servizi di Raccolta del verde di potatura e Ritiro degli Ingombranti su prenotazione: "A partire da oggi, lunedì 20 Aprile 2020, verranno rimodulati e rimessi a regime il servizio domiciliare di raccolta del verde e quello di ritiro ingombranti. Entrambi i servizi possono essere richiesti contattando il nostro Ufficio Clienti".

Ogni informazione è disponibile nel sito internet di Gesenu, accessibile cliccando sul link sotto riportato.


Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

 

Il Centro di Raccolta (CDR) del Comune di Gubbio si trova in Loc. Venata.

Gli orari di apertura e le modalità di conferimento al CDR sono disponibili accedendo al sito internet di GESENU Gestione Servizi Nettezza Urbana S.P.A. (link sotto riportato).

 

Sempre accedendo al sito internet di GESENU Gestione Servizi Nettezza Urbana S.P.A. è possibile ottenere:

- istruzioni per una corretta raccolta differenziata dei rifiuti (link sotto riportato);

- istruzioni per il ritiro degli ingombranti (link sotto riportato);

- istruzioni per il conferimento di pannoloni e pannolini (link sotto riportato);

- istruzioni per il conferimento di sfalci e potature (link sotto riportato);

- istruzioni per il conferimento di olio vegetale (link sotto riportato);

- istruzioni per il compostaggio domestico.


Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
La Carta dei Servizi di GESENU Gestione Servizi Nettezza Urbana S.P.A. è disponibile sul sito internet del gestore (vedi link sotto riportato). La Carta è disponibile per il download e la stampa.
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

Qui di seguito si riportano, con un esempio per l'utenza domestica e uno per l'utenza non domestica, le regole di calcolo del tributo.


Utenza domestica: la tariffa è divisa in una “quota fissa” (€/mq) e in una “quota variabile per famiglia” (€/utenza). La quota fissa e quella variabile aumentano all’aumentare del numero dei componenti la famiglia.

Es. Famiglia con 4 componenti che occupa un’abitazione di 90 mq (esempio con tariffe in vigore per l'anno 2019):

Quota fissa € 0,74826/mq

Quota variabile € 188,45/utenza

Il calcolo del tributo dovuto è cosi determinato:

a) € 0,74826 x 90 = € 67,34 (quota fissa)

b) € 188,45 (quota variabile)

c) € 67,34+188,45 = € 255,79 (quota fissa + quota variabile)

d) € 255,79 x 5% = € 12,79 (tributo provinciale 5%)

e) € 255,79 + € 12,79 = € 268,58 (TOTALE dovuto nell’anno)


Utenza non domestica: la tariffa è divisa in una “quota fissa” (€/mq) e in una “quota variabile per categoria” (€/mq). La quota fissa e quella variabile sono diversificate a seconda della categoria di appartenenza dell’utenza (ad. es. alberghi con ristorante, mense/birrerie/amburgherie, bar/caffè/pasticceria, ecc…).

Es. Albergo con ristorante che occupa un locale di 150 mq (esempio con tariffe in vigore per l'anno 2019):

Quota fissa € 3,27697/mq

Quota variabile € 2,08844/mq

Il calcolo del tributo dovuto è cosi determinato:

a) € 3,27697x 150 = € 491,55 (quota fissa)

b) € 2,08844x 150 = € 312,66 (quota variabile)

c) € 491,55 + € 312,66 = € 804,21 (quota fissa + quota variabile)

d) € 804,21 x 5% = € 40,21 (tributo provinciale)

e) € 804,21 + € 40,21 = € 844,42 (TOTALE dovuto nell’anno)

L’obbligazione tributaria decorre dal  in cui ha avuto inizio l’occupazione e cessa il giorno  in cui termina l’occupazione.


Le riduzioni applicabili sono quelle stabilite dal regolamento TARI del Comune di Gubbio (per la cui consultazione si rinvia alla successiva sezione M).


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 15.783,58 t
Cluster: Comuni con elevato grado di attrazione economica e localizzazione nell’hinterland delle grandi città - € 31,441797
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 48,65%
Fattori di contesto del comune: € 92,62558
Economie e diseconomie di scala: € 0,083711
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 0
Impianti di trattamento meccanico biologico: 5
Discariche: 5
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 36,02 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 0%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 22,98%
Rifiuti smaltiti in discarica: 39,79%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Le riduzioni applicate sono dettagliatamente riportate nel regolamento comunale, allegato alla sezione M, art. 12.

Per il corrente anno (2020)  è stata inserita una specifica riduzione per le categorie non domestiche inerente al periodo di chiusura imposto per contrastare l'emergenza COVID-19. Nel caso in cui non sia stata applicata tale riduzione ma il contribuente ritenga di averne diritto si invita a prendere contatti con il Servizio Tributi ai recapiti già indicati.



Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Per il pagamento della TARI l'utente riceve dal Comune appositi modelli di pagamento F24 precompilati. Il pagamento dovrà essere effettuato in banca, posta o presso altri soggetti abilitati, oppure per via telematica, secondo le scadenze indicate negli avvisi di scadenza inviati.


Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

Per 2020 il Comune di Gubbio, tenuta in considerazione l'emergenza COVID-19, ha fissato le seguenti scadenze per il pagamento della TARI:

 

Utenze Domestiche:

prima rata in acconto (30%) scadenza 30 giugno 2020;

seconda rata in acconto (30%) scadenza 30 settembre;

terza rata a saldo (conguaglio tariffe 2020) 2 dicembre 2020.

Utenze non domestiche:

prima rata in acconto (50%) scadenza 31 ottobre 2020;

seconda rata a saldo (conguaglio tariffe 2020) 2 dicembre 2020.

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

La Tari non è un tributo in autoliquidazione, è il Comune ad inviare, alle scadenze di anno in anno deliberate, gli avvisi di pagamento ed i modelli F24.

Nell'avviso di pagamento sono opportunamente indicati: dati anagrafici, codice catastale del Comune, codici tributo e importo necessari al pagamento.

In caso di mancato pagamento dell'avviso sopradescritto, si provvederà alla notifica di un sollecito di pagamento ed in caso di persistente morosità alla successiva irrogazione della sanzione prevista dall’art. 13 del D.Lgs 471/1997, oltre all’addebito di spese ed interessi al tasso stabilito dal vigente regolamento comunale in materia di entrate.

Anche in questi ultimi due casi si provvedrà all'invio di un documento contenente tutti i dati necessari per il pagamento del dovuto.


Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Dichiarazione.

E' essenziale che l'utente provveda a dichiarare al Comune l'occupazione, l'eventuale variazione o cessazione  dell'immobile entro 90 giorni dalla variazione.

L'utente deve indicare ogni circostanza rilevante per l'applicazione del tributo (ad. es. decorrenza dell'occupazione, numero degli occupanti, superficie dell'immobile, cessazione dell'occupazione, categoria tariffaria, sussistenza delle condizioni per ottenere agevolazioni o riduzioni, modificarsi o venir meno delle condizioni per beneficiare di agevolazioni o riduzioni, ecc...).

La dichiarazione dell'utente, se tempestivamente e correttamente presentata, consente al Comune di gestire il tributo nel migliore dei modi e mette l'utente medesimo nella condizione di ricevere i documenti necessari al pagamento alle prescritte scadenze (e dunque di non incorrere nelle sanzioni previste dalla legge).

Per la dichiarazione TARI il contribuente potrà utilizzare l'allegato modello, da restituire al Comune mediante consegna diretta all'Ufficio oppure a mezzo raccomandata a/r, posta elettronica o PEC (va sempre allegato un documento d'identità).

La dichiarazione TARI può anche essere compilata presso l'Ufficio Tributi. Un operatore assisterà l'utente nella redazione del documento.

La corretta compilazione della dichiarazione dovrebbe, in linea di massima, impedire errori nel versamento del Tributo

Codice catastale.

Il codice catastale del Comune di Gubbio è E256.

L'errore che più spesso si riscontra al momento del pagamento della TARI è quello relativo al codice catastale.

Nel modello di pagamento F24 il codice catastale (campo "codice ente") individua il Comune destinatario del pagamento.


Eventuali richieste di informazioni o richieste di rettifica relative all'importo addebitato devono essere inviate all’Ufficio Tributi tramite PEC  all'indirizzo comune.gubbio@postacert.umbria.it o e-mail all'indirizzo protocollo@comune.corciano.pg.it o in via cartacea, mediante spedizione postale alla sede comunale (P.zza Grande n. 9 - 06024 Gubbio - PG), o consegna manuale presso lo sportello dell’Ufficio Protocollo, alla sede di Via della Repubblica n. 15.

Il Servizio Tributi è comunque sempre disponibile alla compilazione dei moduli di seguito riportati presso la propria sede in P.zza San Pietro, L.go Alberaioli.



Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
E' possibile comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica all’indirizzo serviziotributi@comune.gubbio.pg.it per ricevere gli avvisi di pagamento e le altre comunicazioni riportate nell’art. 9 della deliberazione ARERA n. 444/2019 in formato elettronico.