Trasparenza Rifiuti Costabissara

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Costabissara

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Costabissara

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti - Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio/Spazzamento strade

Comune di COSTABISSARA (VI)

INFORMATIVA - TARI 2020

(TASSA RIFIUTI)

COME SI CALCOLA LA TARI

La TARI si compone di una parte fissa ed una variabile, oltre tributo provinciale, senza applicazione diretta dell’iva al contribuente (iva solamente per tari corrispettivo).

- La parte fissa è determinata tenendo conto delle componenti del costo del servizio di igiene urbana (investimenti e relativi ammortamenti, spazzamento strade ecc.)

- La parte variabile copre i costi del servizio rifiuti integrato (raccolta, trasporto, trattamento, riciclo, smaltimento) ed è rapportata alla quantità di rifiuti presumibilmente prodotti

a) MODALITÀ DI CALCOLO PER LE UTENZE DOMESTICHE

Si moltiplica la superficie “calpestabile” dei locali (ovvero i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature) per la tariffa fissa unitaria, e poi si aggiunge la tariffa variabile

All'importo del Tributo occorre aggiungere:

- (5 %) per TRIBUTO PROVINCIALE per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene ambientale, previsto dall’articolo 19 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504.

b) MODALITÀ DI CALCOLO PER LE UTENZE NON DOMESTICHE

(classificate in base alle 30 categorie merceologiche previste dal D.P.R. n. 158/99)

Si moltiplica la superficie “calpestabile” dei locali (ovvero i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature) per la tariffa fissa unitaria della categoria di appartenenza e si aggiunge il prodotto tra la superficie dei locali e la tariffa variabile della categoria di appartenenza

All'importo del Tributo occorre aggiungere:

- (5 %) per TRIBUTO PROVINCIALE per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene ambientale, previsto dall’articolo 19 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504.

SUPERFICIE IMPONIBILE

La tariffa è commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte, sulla base dei criteri determinati con il regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158. Fino all’attuazione delle disposizioni di interscambio catastale, la superficie delle unità immobiliari a destinazione ordinaria iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano assoggettabile al tributo è costituita da quella calpestabile (ovvero i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature) dei locali e delle aree suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati. Ai fini dell’applicazione del tributo si considerano le superfici dichiarate o accertate ai fini della Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani di cui al decreto legislativo 13 novembre 1993, n° 507 (TARSU), o della Tariffa di igiene ambientale prevista dall’articolo 49 del decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22 (TIA1) o dall’articolo 238 del decreto legislativo 3 aprile 2006 n . 152 (TIA 2) o della TARES (art.14 DL n.201/2011)

PRESUPPOSTO DELL’IMPOSTA

Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

Si intendono per:

-  locali, le strutture stabilmente infisse al suolo chiuse su tre lati verso lesterno, anche se non conformi alle disposizioni urbanistico-edilizie;

-  aree scoperte, sia le superfici prive di edifici o di strutture edilizie, sia gli spazi circoscritti che non costituiscono locale, come tettoie, balconi, terrazze, campeggi, dancing e cinema allaperto, parcheggi;

-  utenze domestiche, le superfici adibite di civile abitazione;

-  utenze non domestiche, le restanti superfici, tra cui le comunità, le attività commerciali, artigianali, industriali, professionali e le attività produttive in genere.

Sono escluse dal tributo:

-       le aree scoperte pertinenziali o accessorie a civili abitazioni, quali i balconi e le terrazze scoperte, i posti auto scoperti, i cortili, i giardini e i parchi;

-       le aree comuni condominiali di cui all'art. 1117 c.c. che non siano detenute o occupate in via esclusiva, come androni, scale, ascensori, stenditoi o altri luoghi di passaggio o di utilizzo comune tra i condomini

-       quella parte di superficie ove per specifiche caratteristiche strutturali e per destinazione si formano, di regola, rifiuti speciali.

 

RIDUZIONE DELL’IMPOSTA

La tariffa si applica in misura ridotta alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:

-  nucleo familiare con reddito complessivo costituito esclusivamente da pensione sociale oppure da pensioni non superiori alla pensione minima INPS erogata a lavoratori dipendenti con reddito, calcolato ai fini ISEE, non superiore a 7.500 euro: riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile;

-  nucleo familiare composto da vedova o vedovo, con figli a carico, che percepisca esclusivamente pensione di reversibilità e con reddito calcolato ai fini ISEE non superiore a 12.000 euro: riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile;

-   nucleo familiare avente fra i suoi componenti persone con disabilità grave o con invalidità al cento per cento, la cui condizione sia certificata da parte degli organi competenti e con reddito calcolato ai fini ISEE non superiore a 12.000 euro: riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile;

-  nuclei familiari i cui componenti sono tutti di età superiore a 70 anni e con reddito calcolato ai fini ISEE non superiore a 12.000 euro: riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile;

-  famiglie numerose con numero di figli pari almeno a tre e fascia di reddito, calcolata ai fini ISEE, inferiore a 7.500,00 euro: riduzione del 35% nella parte fissa e nella parte variabile;

-  famiglie numerose con numero di figli pari almeno a tre e fascia di reddito, calcolata ai fini ISEE, ricompreso tra 7.500,00 e 10.000 euro: riduzione del 25% nella parte fissa e nella parte variabile;

-  famiglie numerose con numero di figli pari almeno a tre e fascia di reddito, calcolata ai fini ISEE, ricompreso tra 10.000 e 15.000 euro: riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile.

Il diritto alle agevolazioni sopra descritte si ottiene presentando una dichiarazione all’ufficio tributi entro il 31 gennaio, corredata dal certificato ISEE.

 

CHI DEVE VERSARE IL TRIBUTO – TARI

CHI POSSIEDE o DETIENE a qualsiasi titolo, locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

TERMINI E MODALITA’ DI VERSAMENTO

TERMINI

Le date di scadenza delle rate di versamento per l’anno 2020 sono :

- 1^ RATA scadenza 30 SETTEMBRE 2020

- 2^ RATA scadenza 16 NOVEMBRE 2020

 

MODALITÀ

Tramite modello F24 utilizzando il codice COMUNE D107 ed il codice tributo 3944.

Sarà il Comune  ad effettuare il calcolo del tributo ed a predisporre ed inviare il modello F/24

Si evidenzia che i Contribuenti sono comunque tenuti al versamento del tributo anche qualora il Comune non abbiano provveduto al calcolo e predisposizione dei bollettini di versamento, entro le stesse scadenze di versamento.

DICHIARAZIONE TARI

I soggetti passivi del tributo presentano la dichiarazione TARI entro il MESE SUCCESSIVO dalla data di inizio del possesso o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili a tributo.

La dichiarazione, redatta su modello messo a disposizione dal comune, ha effetto anche per gli anni successivi sempreché non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo; in tal caso, la dichiarazione va presentata entro il mese successivo a quello in cui sono intervenute le predette modificazioni.

 

Per informazioni:

                                                                                                                    Ufficio Tributi del Comune di

COSTABISSARA

Tel:  0444/290616

Email:  tributi@comune.costabissara.vi.it

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
ECOCENTRO
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
DUE COMPONENTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
UFFICI
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
BAR - PASTICCERIE
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Tariffa utenza domestica

Tariffa

 fissa

Tariffa

variabile

1  .1

USO DOMESTICO-UN COMPONENTE

      0,274025

    41,461043

1  .2

USO DOMESTICO-DUE COMPONENTI

      0,321979

    82,922086

1  .3

USO DOMESTICO-TRE COMPONENTI

      0,359658

   103,652607

1  .4

USO DOMESTICO-QUATTRO COMPONENTI

      0,390486

   134,748390

1  .5

USO DOMESTICO-CINQUE COMPONENTI

      0,421313

   165,844172

1  .6

USO DOMESTICO-SEI O PIU` COMPONENTI

      0,445291

   191,757324


 

Tariffa utenza non domestica

Tariffa

 fissa

Tariffa

variabile

2.1

MUSEI,BIBLIOTECHE,SCUOLE,ASSOCIAZIONI,LUOGHI DI CU

      0,259059

     0,444745

2.3

AUTORIMESSE E MAGAZZINI SENZA ALCUNA VENDITA DIRET

      0,231993

     0,396228

2.4

CAMPEGGI,DISTRIBUTORI CARBURANTI,IMPIANTI SPORTIVI

      0,340256

     0,583021

2.6

ESPOSIZIONI,AUTOSALONI

      0,197194

     0,341241

2.7

ALBERGHI CON RISTORAZIONE

      0,634115

     1,087606

2.11

UFFICI,AGENZIE,STUDI PROFESSIONALI

      0,587716

     1,006743

2.12

BANCHE ED ISTITUTI DI CREDITO

      0,235859

     0,406740

2.13

NEGOZI ABBIGLIAMENTO,CALZATURE,LIBRERIA,CARTOLERIA

      0,382788

     0,659032

2.14

EDICOLA,FARMACIA,TABACCAIO,PLURILICENZE

      0,695979

     1,195153

2.15

NEGOZI PARTICOLARI QUALI FILATELIA,TENDE E TESSUTI

      0,320924

     0,550676

2.17

ATTIVITA` ARTIGIANALI TIPO BOTTEGHE:PARRUCCHIERE,B

      0,572250

     0,980058

2.18

ATTIVITA` ARTIGIANALI TIPO BOTTEGHE:FALEGNAME,IDRA

      0,398255

     0,685717

2.19

CARROZZERIA,AUTOFFICINA,ELETTRAUTO

      0,545184

     0,933966

2.20

ATTIVITA` INDUSTRIALI CON CAPANNONI DI PRODUZIONE

      0,355723

     0,608897

2.21

ATTIVITA` ARTIGIANALI DI PRODUZIONE BENI SPECIFICI

      0,421454

     0,720488

2.22

RISTORANTI,TRATTORIE,OSTERIE,PIZZERIE,PUB

      3,723492

     6,385743

2.24

BAR,CAFFE`,PASTICCERIA

      2,432063

     4,168482

2.25

SUPERMERCATO,PANE E PASTA,MACELLERIA,SALUMI E FORM

      1,067169

     1,833161

2.26

PLURILICENZE ALIMENTARI E/O MISTE

      0,595449

     1,018872

2.27

ORTOFRUTTA,PESCHERIE,FIORI E PIANTE,PIZZA AL TAGLI

      2,772320

     4,751504

 

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 2.941,33 t
Cluster: Comuni con medio-alto livello di benessere e attrazione economica localizzati nelle zone pianeggianti del nord-est - € 0
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 77,03%
Fattori di contesto del comune: € 8,639016
Economie e diseconomie di scala: € 0,4931
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 3
Impianti di trattamento meccanico biologico: 6
Discariche: 10
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 17,603 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 14,42%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 54,82%
Rifiuti smaltiti in discarica: 12,43%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

RIDUZIONE DELL’IMPOSTA

La tariffa si applica in misura ridotta alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:

-  nucleo familiare con reddito complessivo costituito esclusivamente da pensione sociale oppure da pensioni non superiori alla pensione minima INPS erogata a lavoratori dipendenti con reddito, calcolato ai fini ISEE, non superiore a 7.500 euro: riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile;

-  nucleo familiare composto da vedova o vedovo, con figli a carico, che percepisca esclusivamente pensione di reversibilità e con reddito calcolato ai fini ISEE non superiore a 12.000 euro: riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile;

-   nucleo familiare avente fra i suoi componenti persone con disabilità grave o con invalidità al cento per cento, la cui condizione sia certificata da parte degli organi competenti e con reddito calcolato ai fini ISEE non superiore a 12.000 euro: riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile;

-  nuclei familiari i cui componenti sono tutti di età superiore a 70 anni e con reddito calcolato ai fini ISEE non superiore a 12.000 euro: riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile;

-  famiglie numerose con numero di figli pari almeno a tre e fascia di reddito, calcolata ai fini ISEE, inferiore a 7.500,00 euro: riduzione del 35% nella parte fissa e nella parte variabile;

-  famiglie numerose con numero di figli pari almeno a tre e fascia di reddito, calcolata ai fini ISEE, ricompreso tra 7.500,00 e 10.000 euro: riduzione del 25% nella parte fissa e nella parte variabile;

-  famiglie numerose con numero di figli pari almeno a tre e fascia di reddito, calcolata ai fini ISEE, ricompreso tra 10.000 e 15.000 euro: riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile.

Il diritto alle agevolazioni sopra descritte si ottiene presentando una dichiarazione all’ufficio tributi entro il 31 gennaio, corredata dal certificato ISEE.

Regolamento TARI o regolamento per l’applicazione di una tariffa di natura corrispettiva
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
30/09/2020
50,00%
2° rata
16/11/2020
50,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
Vedere Regolamento
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Ufficio TRIBUTI

TEL 0444.290616

email: TRIBUTI@COMUNE.COSTABISSARA .VI.IT

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione