Trasparenza Rifiuti Cortona

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cortona

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cortona

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie

AVVISI

TASSA RIFIUTI ANNO 2020


Gli avvisi di pagamento per la tassa rifiuti anno 2020 sono stati spediti il giorno 02.09.2020.

La scadenza per il pagamento in una unica soluzione è il 01.12.2020.

Altrimenti si può pagare in tre rate di pari importo scadenti:

30.09.2020

31.10.2020

31.12.2020

Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio/Spazzamento strade

Sei Toscana - Servizi ecologici integrati Toscana Srl

C.f. e p.iva 01349420529

Sede amministrativa: via Simone Martini 57, 53100 Siena

Sede legale: via Fontebranda 65, 53100 Siena

Telefono: 0577 1524435

Fax: 0577 1524439

Email: segreteria@seitoscana.it

PEC: seitoscana@legalmail.it


NUMERO VERDE 800 127 484 per prenotazione servizio ritiro rifiuti ingombranti e richiesta informazioni (gratuito sia da cellulare che da rete fissa)


A partire dal 1° gennaio 2014 Sei Toscana è il gestore del servizio integrato dei rifiuti urbani nelle province dell'Ato (Ambito territoriale ottimale) Toscana Sud, che comprende le province di ArezzoGrossetoSiena e sei comuni della provincia di Livorno


Il sistema di raccolta integrata predisposto da Sei Toscana consente di affiancare alla raccolta dei rifiuti solidi urbani indifferenziati tutte le tipologie di raccolta differenziata: organico, carta, plastica, vetro, alluminio, tetrapak. I servizi di raccolta si svolgono sia attraverso contenitori stradali (cassonetti tradizionali o con sistemi di accesso controllato con riconoscimento dell’utenza) che attraverso il sistema del ritiro domiciliare, in cui gli utenti devono raccogliere i rifiuti nei sacchetti e mastelli dati in dotazione dall’azienda e conferirli in strada nei giorni e negli orari stabiliti del relativo calendario. Sei Toscana è attiva sul territorio anche con servizi di spazzamento e pulizia di vie e piazze cittadine, gestione dei centri di raccolta e tutta una serie di servizi accessori ed opzionali a disposizione sia dei privati che delle Amministrazioni locali.

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti

PER SEGNALAZIONI E RECLAMI:

https://seitoscana.it/segnalazioni-reclami-consigli


Fax (0577 1524439): tutte le richieste di informazioni, i reclami, le segnalazioni possono essere inviate anche via fax;


Caselle di posta elettronica sono a disposizione dei cittadini le seguenti caselle di posta elettronica: segreteria@seitoscana.it

ingombranti@seitoscana.it

reclami@seitoscana.it


Centralino telefonico aziendale per la distribuzione delle chiamate di fornitori, amministratori, partner aziendali, ecc., da dirigere verso i vari uffici preposti. L’operatore è attivo dalle 08.30 alle 13.00 e dalle 13.30 alle 17.15, dal lunedì al giovedì e dalle 08,30 alle 13,00 il venerdì.


Portale internet aziendale, www.seitoscana.it contenente informazioni generali di servizio e puntuali secondo la territorialità. Attraverso appositi form on line, sul portale è possibile effettuare richieste di servizi, segnalazioni, inviare reclami, scaricare documentazione, ecc.


Sportelli aperti al pubblico: - presso la sede dell’azienda in Via Simone Martini 57, Siena aperto dal lunedì al giovedì dalle 08.30 alle 13.00 e dalle 13.30 alle 17.15, e il venerdì dalle 08,30 alle 13.


Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Raccolta domiciliare (porta a porta)
lunedì:
Multi materiale Leggero
mercoledì:
carta e Cartone
venerdì:
Indifferenziato

La raccolta dei rifiuti nel territorio comunale è così articolata:

1) Raccolta domiciliare (porta a porta):

  • Cortona centro storico, il calendario è suddiviso in utenze domestiche e utenze non domestiche
  • Camucia, Ossaia, Vallone, Sodo, Tavarnelle
  • Monsigliolo, Fossa del Lupo, Fratta e Montecchio

2) Raccolta ad accesso controllato con 6 Card 

Pierle - Mercatale - Mengaccini - S. Andrea di Sorbello


3) Raccolta stradale

in tutto il resto del territorio, pianura e montagna cortonese


Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

Nel territorio comunale sono presenti due centri di raccolta.

1. Centro di raccolta Cortona - Località Biricocco (Camucia)

2. Centro di raccolta Terontola - Via dei Landrucci - Terontola


Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

PER INFORMAZIONI E SEGNALAZIONI L'UFFICIO COMPETENTE COMUNALE E' Ufficio Ambiente e Protezione Civile del Comune di Cortona Loc. Vallone 52044 Cortona (AR) - ITALIA Tel. (+39) 0575 678408 Tel. (+39) 0575 678397 Fax. (+39) 0575 678626 E-mail: l.ortolani@comune.cortona.ar.it http://www.comunedicortona.it/il-comune/lavori-pubblici/ambiente/raccolta-differenziata/


ISTRUZIONI PER IL CORRETTO CONFERIMENTO DEI RIFIUTI URBANI

 

Il Testo Unico Ambientale (d.lgs 152/2006) definisce la raccolta differenziata come: "la raccolta in cui un flusso di rifiuti è tenuto separato in base al tipo ed alla natura dei rifiuti al fine di facilitarne il trattamento specifico". La raccolta differenziata costituisce perciò il primo importante strumento per il raggiungimento degli obiettivi di riciclo e recupero e per il completamento del ciclo integrato dei rifiuti.

 

Carta e Cartone

 

SI Giornali e riviste • Libri • Quaderni • Buste • Fogli • Scatole • Cartone a pezzi • Cartoncini di ogni tipo • Documentazioni di archivi • Registri • Schede • Tabulati • Sacchetti di carta • Volantini pieghevoli e pubblicitari • Fascette in cartoncino

 

NO Piatti e bicchieri di carta • Carta accoppiata con altri materiali (es: tetrapak, purepak) • Carta forno • Carta plastificata • Carta carbone • Carta oleata • Carta chimica dei fax • Fotografie • Carta e cartone con evidenti residui di cibo

 

Schiacciare e spezzare le scatole di cartone prima di gettarle. Ridurne il volume permette di avere più spazio nei cassonetti e di poter lavorare meglio il materiale presso l’impianto di valorizzazione • Eliminare nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici dal cartone prima di metterlo nel cassonetto • La carta fotografica, la carta forno e la carta chimica (fax, scontrini) non si possono riciclare e devono essere conferiti nei contenitori dei rifiuti indifferenziati

 

Multimateriale (imballaggi in plastica, alluminio e poliaccoppiati)

 

SI Piatti e bicchieri di plastica privi di residui organici • Bottiglie e contenitori in plastica con la scritta pet, pe, pvc, pp-ps • Vaschette in pvc e polistirolo e alluminio (es: uova, carne e verdure) • Lattine e scatolette cellophane (es. sacchetti di pasta e delle merendine) shoppers in plastica• Tubetti vuoti (alimentari e cosmetici)• Retine per verdure • Contenitori per bevande ed alimenti in materiale poliaccoppiato (es: tetrapak, purepak ) • Bombolette spray vuote (es: panna, deodorante, lacche) • Contenitori vuoti di prodotti per l’igiene personale e della casa • Sacchetti di patatine • Imballaggi di prodotti surgelati • Confezioni rigide/flessibili per alimenti in genere (es: affettati, formaggi, frutta e verdura)• Contenitori per yogurt e dessert • Film e pellicole • Buste per il confezionamento di capi di abbigliamento • Blister e contenitori rigidi sagomati (es: contenitori di articoli da cancelleria, di pile, di prodotti informatici)

 

NO Ceramica (es: piatti, tazze) • Rifiuti da medicazione • Beni durevoli in plastica (es: elettrodomestici, casalinghi, complementi d’arredo) • Giocattoli • Posate in plastica e metallo • Videocassette, CD e DVD • Articoli per l’edilizia • Barattoli per colle, vernici e solventi • Grucce appendiabiti • Borse e zainetti • Cartellette • Portadocumenti • Componentistica ed accessori auto • Imballaggi con evidenti residui del contenuto (rifiuto pericoloso, non pericoloso e putrescibile) • Oggetti in terracotta • Barattoli che contenevano prodotti tossici e infiammabili • Lampadine • Sacchetti biodegradabili • Teglie in pirex • Oggetti in cristallo

 

Svuotare sempre i contenitori prima di conferirli nel multimateriale. Le vaschette per alimenti in alluminio si raccolgono con il multimateriale. Accertarsi che non ci siano residui organici quando vengono conferite • I contenitori in poliaccoppiato per bevande e alimenti (tetrapak, purepak, ecc…) si raccolgono con il multimateriale • Piatti e bicchieri di plastica possono essere raccolti con il multimateriale e avviati a riciclo previa assenza di evidenti residui di cibo.

 

Vetro

 

SI Contenitori in vetro • Bottiglie in vetro • Vasetti e barattoli in vetro

 

NO Ceramica (es: piatti, tazze) • Componentistica ed accessori auto • Imballaggi con evidenti residui del contenuto (rifiuto pericoloso, non pericoloso e putrescibile) • Oggetti in terracotta • Barattoli che contenevano prodotti tossici e infiammabili • Lampadine • Teglie in pirex • Oggetti in cristallo

 

Organico

 

SI Scarti alimentari • Alimenti deteriorati • Piccoli ossi • Gusci d’uovo • Fondi di tè o caffè • Fiori ed erba secca • Fogliame e piccole potature • Paglia • Segatura • Ceneri di legna fredde • Stoviglie, shoppers e altro materiale biodegradabile • Pannolini e altri rifiuti compostabili ai sensi della norma UNI EN 13432 • Tappi di sughero

 

NO Ossi di grandi dimensioni • Oggetti in tessuto o pelle • Lettiere di animali domestici • Pannolini non compostabili • Oli vegetali • Inerti

 

Le piccole potature del giardino, le foglie secche, i ramoscelli ed il legno tagliato in piccoli pezzi si raccolgono nei contenitori per i rifiuti organici. • Le ceneri del camino si gettano nei contenitori dei rifiuti organici solo quando si sono raffreddate (dopo almeno 48 ore), altrimenti si può innescare un nuovo processo di combustione ed il cassonetto può prendere fuoco.

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

Carta dei servizi e standard di qualità (art. 32, co 1 d.lgs. 33/2013)

https://seitoscana.it/societa-trasparente/carta-servizi-standard-qualita

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Lo spazzamento delle strade e vicoli di Cortona viene svolto tutti i giorni tranne la domenica

I lavaggi dei vicoli del centro storico di Cortona vengono effettuati il lenedì e il venerdì

Lo spazzamento a Camucia viene svolto tutti i giorni tranne la domenica

Lo spazzamento a Terontola viene svolto il martedì e il sabato

Lo spazzamento a Mercatale viene svolto il mercoledì

Nelle frazioni di Riccio, Montecchio, Fratta e Tavarnelle viene svolto lo spazzamento meccanizzato ogni 15 giorni

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
ABITAZIONE DUE COMPONENTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,70% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ABITAZIONE TRE OCCUPANTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,70% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
BAR, CAFFE', PASTICCERIA
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,70% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
NEGOZI ABBIGLIAMENTO, CALZATURE, LIBRERIE, CARTOLERIE, FERRAMENTA E ALTRI BENI DUREVOLI
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,70% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Si riportano alcuni esempi pratici di calcolo della TARI.

Le tariffe applicate negli esempi sono quelle relative alla TARI anno 2020.

Gli esempi non tengono conto delle riduzioni che possono essere applicate solo alla quota fissa, solo alla quota variabile oppure ad entrambe le voci.

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 12.662,94 t
Cluster: Poli urbani - € 38,492393
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 31,97%
Fattori di contesto del comune: € 98,107269
Economie e diseconomie di scala: € 0,103814
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 6
Impianti di trattamento meccanico biologico: 16
Discariche: 9
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 36,751 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 11,89%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 15,18%
Rifiuti smaltiti in discarica: 28,92%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Per il solo anno 2020, in considerazione della eccezionale condizione di pandemia da Covid-19 e dei conseguenti gravi effetti sulle attività economiche, è stabilita una riduzione pari al 25% della parte variabile del tributo, calcolata sulle tariffe 2019, per le categorie di utenze non domestiche da 1 a 30, con esclusione delle categorie 9-10-12-14-25-28 e delle utenze che hanno presentato alla Prefettura di Arezzo la comunicazione di prosecuzione delle attività ai sensi die DPCM del 22/03/20 e del 10/04/20
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Il Comune di Cortona, assieme all'avviso TARI, invia i modelli F24 per il pagamento, utilizzabili presso sportelli bancari, postali e più in generale presso gli intermediari abilitati; inoltre può essere utilizzato per il pagamento con Home Banking.

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
01/12/2020
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
30/09/2020
33,33%
2° rata
31/10/2020
33,33%
3° rata
31/12/2020
33,33%

Il regolamento comunale prevede, di norma, queste scadenze:

prima rata pari al 33,33% - scadenza 31 agosto

seconda rata pari al 33,33% - scadenza 31 ottobre

terza rata pari al 33,33% - scadenza 31 dicembre

in alternativa, pagamento in unica soluzione - scadenza 30 novembre.

Per il solo anno 2020 la prima rata anzichè scadere il 31.08.2020 scade il 30.09.2020 e il pagamento in una unica soluzione anzihè il 30.11.2020 scade il 01.12.2020.

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Si riporta un estratto del regolamento comunale TASSA RIFIUTI

Art. 32. Accertamento

1. L’omessa o l’infedele presentazione della dichiarazione è accertata notificando al soggetto passivo, anche a mezzo raccomandata A.R. inviata direttamente dal Comune, a pena di decadenza entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione è stata o avrebbe dovuto essere presentata, avviso di accertamento d’ufficio o in rettifica.

2. L’avviso di accertamento specifica le ragioni dell’atto e indica distintamente le somme dovute per tributo, tributo provinciale, sanzioni, interessi di mora, e spese di notifica, da versare in unica rata entro sessanta giorni dalla ricezione, e contiene l’avvertenza che, in caso di inadempimento, si procederà alla riscossione coattiva con aggravio delle spese di riscossione e degli ulteriori interessi di mora.

3. Gli accertamenti divenuti definitivi valgono come dichiarazione per le annualità successive all’intervenuta definitività.

 

Art. 33. Sanzioni

1. In caso di omesso o insufficiente versamento del tributo risultante dalla dichiarazione si applica la sanzione del 30% di ogni importo non versato. Per i versamenti effettuati con un ritardo non superiore a quindici giorni, la sanzione di cui al primo periodo, oltre alle riduzioni previste per il ravvedimento dal comma 1 dell'articolo 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472, se applicabili, è ulteriormente ridotta ad un importo pari ad un quindicesimo per ciascun giorno di ritardo.

2. In caso di omessa presentazione della dichiarazione, anche relativamente a uno solo degli immobili posseduti, occupati o detenuti, si applica la sanzione amministrativa dal cento al duecento per cento del tributo dovuto, con un minimo di 50 euro.

3. In caso di infedele dichiarazione si applica la sanzione amministrativa dal cinquanta al cento per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.

4. In caso di mancata, incompleta o infedele risposta al questionario di cui all’articolo 33, comma 2, entro il termine di sessanta giorni dalla notifica dello stesso, si applica la sanzione amministrativa da euro 100 a euro 500. La contestazione della violazione di cui al presente comma deve avvenire, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è commessa la violazione.

5. Le sanzioni previste per l’omessa ovvero per l’infedele dichiarazione sono ridotte a un terzo se, entro il termine per ricorrere alle commissioni tributarie, interviene acquiescenza del contribuente con il pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione e degli interessi.

6. Si applica, per quanto non specificamente disposto, la disciplina prevista per le sanzioni amministrative per la violazione di norme tributarie di cui al decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472.

7. La sanzione è ridotta, sempreché la violazione non sia stata già constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di accertamento delle quali l'autore o i soggetti solidalmente obbligati, abbiano avuto formale conoscenza:

a)      a un decimo del minimo nei casi di mancato pagamento del tributo o di un acconto, se esso viene eseguito nel termine di trenta giorni dalla data della sua commissione;

b)      a un decimo del minimo di quella prevista per l'omissione della presentazione della dichiarazione, se questa viene presentata con ritardo non superiore a novanta giorni;

c)      a un ottavo del minimo, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro l’anno successivo a quello nel corso del quale è stata commessa la violazione; a un sesto del minimo se la regolarizzazione interviene oltre tale termine.

 

Art. 34. Riscossione

1. Il Comune riscuote la TARI dovuta in base alle dichiarazioni inviando ai contribuenti, anche per posta semplice, inviti di pagamento che specificano per ogni utenza le somme dovute per tributo, e tributo provinciale, suddividendo l’ammontare complessivo in tre rate bimestrali. Le suddette rate scadono, di norma, alla fine dei mesi di agosto, ottobre e dicembre con facoltà di effettuare il pagamento in unica soluzione entro il mese di novembre[1].  Per il solo anno 2020 le rate avranno la seguente scadenza: 30 settembre 2020 - 31 ottobre 2020 - 31 dicembre 2020; con facoltà di effettuare il pagamento in unica soluzione entro il 01.12.2020.[2]

2. Il tributo comunale per l’anno di riferimento è versato al Comune mediante bollettino di conto corrente postale, ovvero tramite modello di pagamento unificato di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.

3. Al contribuente che non versi alle prescritte scadenze le somme indicate nell’invito di pagamento è notificato, anche a mezzo raccomandata A.R. e a pena di decadenza entro il 31 dicembre del quinto anno successivo all’anno per il quale il tributo è dovuto, avviso di accertamento per omesso o insufficiente pagamento. L’avviso indica le somme da versare in unica rata entro sessanta giorni dalla ricezione, con addebito delle spese di notifica, e contiene l’avvertenza che, in caso di inadempimento, si applicherà la sanzione per omesso pagamento di cui all’articolo 33, comma 1, oltre agli interessi di mora, e si procederà alla riscossione coattiva con aggravio delle spese di riscossione. Si applica il terzo comma dell’articolo 32.

 

Art. 35. Interessi

1. Gli interessi di mora, di rateazione e di rimborso sono computati nella misura del vigente tasso legale.

2. Gli interessi sono calcolati con maturazione giorno per giorno con decorrenza dal giorno in cui sono divenuti esigibili.


[1] Comma modificato con delibera di Consiglio Comunale n. 17 del 18.03.2017; il testo previgente (in vigore dal 01.01.2015 al 31.12.2016 ex delibera n. 41 del 06.07.2015) era il seguente: “Il Comune riscuote la TARI dovuta in base alle dichiarazioni inviando ai contribuenti, anche per posta semplice, inviti di pagamento che specificano per ogni utenza le somme dovute per tributo, e tributo provinciale, suddividendo l’ammontare complessivo in quattro rate bimestrali, scadenti, di norma, alla fine dei mesi di ottobre, dicembre, febbraio dell’anno successivo e aprile dell’anno successivo, con facoltà di effettuare il pagamento in unica soluzione entro il mese di gennaio dell’anno successivo”

 

[2] Questo periodo è stato inserito con delibera di consiglio comunale del luglio 2020.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile


Il CODICE COMUNE (Belfiore) del Comune di Cortona è

D077

Il versamento della TARI, effettuato tramite modello F24 allegato all'avviso, utilizza il seguente codice tributo:

3944: Tari - tassa sui rifiuti;

Per eventuali recuperi d'imposta, i codici tributo (F24) sono:

3945: interessi su Tari - tassa sui rifiuti;
3946: sanzioni su Tari - tassa sui rifiuti.


Nel caso in cui ci si accorga di aver effettuato, per errore, un versamento con un codice ente diverso da D077 (Comune di Cortona):

- se l'errore di digitazione è stato fatto da parte di un intermediario (banca, posta, ecc), lo stesso intermediario dovrà provvedere ad annullare la delega di pagamento emessa e riemetterla con codice ente corretto. In questo modo il versamento viene automaticamente sottratto al comune sbagliato e riversato al comune di Cortona.

- se l'errore di digitazione è stato causato dal contribuente, ad esempio tramite erronea compilazione del modello F24 in Home Banking, egli dovrà rivolgersi al comune che ha ricevuto erroneamente il versamento per richiedere il riversamento al Comune di Cortona, sul conto corrente di tesoreria unica, n. 0062455; in questo caso andrà indicata nella causale del versamento, il codice fiscale del contribuente e il tributo/anno che si sta riversando. Copia della richiesta di riversamento va inviata, per conoscenza, anche al Comune di Cortona.

Anche il Comune di Cortona, nel caso di introito di un versamento di competenza di altro comune, effettuerà il riversamento al Comune di competenza secondo le procedure sopra indicate. 


Per eventuali comunicazioni in merito a variazioni di metratura, chiusura o variazioni di utenze, o più in generale variazioni nei dati relativi all'utente o all'utenza, si può inviare una e-mail all'Ufficio Tributi del Comune di Cortona: tributi@comune.cortona.ar.it oppure contattare l'Ufficio Tributi stesso ai numeri: 0575 637255 - 0575 637267 - 0575 637231

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Al momento non è ancora attiva la modalità per la ricezione in formato elettronico e non più cartaceo dell’avviso di pagamento TARI. Tuttavia tale modalità sarà attiva per la TARI di competenza dell’anno 2021 (invio previsto mese di agosto del 2021). Nei prossimi mesi nella home page del sito www.comunedicortona.it verranno fornite precise indicazioni ai contribuenti che vorranno optare per questa tipologia di invio della bolletta.