Trasparenza Rifiuti Cornate d'Adda
Trasparenza Rifiuti Cornate d'Adda

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cornate d'Adda

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cornate d'Adda

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Cornate d'Adda
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l'invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, segnalazioni di disservizi, prenotazioni del servizio di ritiro su chiamata, richieste di riparazione delle attrezzature per la raccolta domiciliare, nonché recapiti e orari degli sportelli online e fisici (ove presenti).
L’Ufficio Tributi resta a disposizione per qualsiasi chiarimento o informazione telefonicamente ai n. 039 6874 230/231/232 o direttamente allo sportello previo appuntamento.
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell'utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Raccolte settimanali
martedì:
Umido
mercoledì:
Multipack e vetro
venerdì:
Umido e secco
Raccolte quindicinnali
martedì:
Carta
Esporre i rifiuti dalle ore 21.00 del giorno precedente alle ore 6.00 del giorno di raccolta
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Non sono previste campagne straordinarie
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Vedi quanto indicato nel calendario CEM di raccolta rifiuti
Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani di cui all'articolo 5 del TQRIF, liberamente scaricabile.
Approvata dalla Giunta Comunale con delibera n. 41 del 25 giugno 2020
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell'ambito territoriale in cui è ubicata l'utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Cornate e Porto
Lunedì:
Dalle ore 06:00 alle ore 08:00 Una volta a settimana
Colnago e Villa Paradiso
Mercoledì:
Dalle ore 06:00 alle ore 08:00 Una volta a settimana
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

Calcolo della TARI


Le tariffe sono deliberate annualmente dal Consiglio Comunale.
Per le utenze domestiche il calcolo avviene moltiplicando la tariffa unitaria (composta da una parte fissa ed una variabile) per la superficie calpestabile detenuta espressa in metri quadrati, tenendo conto anche del numero dei componenti il nucleo familiare. 
Per le utenze non domestiche il calcolo avviene moltiplicando la tariffa unitaria (composta da una parte fissa ed una variabile) per la superficie calpestabile detenuta espressa in metri quadrati, sia che si tratti di locali sia di aree scoperte operative. 
Alla tassa si aggiunge il 5% a titolo di Tributo provinciale per l’Esercizio delle Funzioni Ambientali (TEFA), che viene riversato alla Provincia.
Nel Regolamento Comunale TARI sono previste delle riduzioni di tariffa. E' possibile ottenerle presentando il modulo di domanda entro 30 giorni dall'inizio dell'occupazione (per acquisto, locazione o uso).


Le riduzioni per abitazione possibili sono le seguenti:
locali ad uso abitativo tenuti a disposizione, senza occupanti (seconde case), da soggetti residenti nel Comune;
abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale, non stabilmente attive od altro uso limitato e discontinuo non superiore a 183 giorni nell’anno solare;
abitazioni esclusivamente occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero o occupate dai cittadini iscritti all’AIRE;
chi effettua il compostaggio domestico e non conferire la frazione umida al servizio di raccolta pubblico, come da richiesta di riduzione DA PRESENTARE al Servizio Ecologia.


Riduzioni le utenze non domestiche:
la riduzione per aver avviato al recupero nell’anno una parte dei rifiuti prodotti nei locali occupati;
la riduzione per il locali diversi dalle abitazioni ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo ma ricorrente, purché non superiore a 180 giorni solari nell’anno; tale riduzione si applica se le condizioni risultano da licenza o atto assentivo rilasciato da competenti organi per l’esercizio dell’attività e da dichiarazione rilasciata dal titolare a pubbliche autorità;
l’esenzione per la zona di produzione rifiuti speciali non assimilati e/o pericolosi, oppure sostanze escluse dalla normativa sui rifiuti al cui smaltimento sono tenuti a provvedere a proprie spese i relativi produttori;
la riduzione per la zona di produzione di rifiuti speciali non assimilati e/o pericolosi nel caso non sia obiettivamente possibile o sia sommamente difficoltoso individuare le superfici escluse dalla tassa;
la riduzione per la zona di produzione di produzione di rifiuti assimilati agli urbani superiori ai limiti quantitativi individuati nel Regolamento Comunale “Servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani ed assimilati e per le raccolte differenziate”.


L'eventuale conguaglio viene fatto con l'avviso di pagamento a saldo in unica soluzione entro il 31 dicembre.   


Per consentire una corretta emissione degli inviti al pagamento i contribuenti presentano entro 90 giorni, dal momento in cui accadono, le istanze di:
Inizio del possesso o detenzione di locali e/o aree assoggettabili al tributo;
Variazione qualora si verifichino condizioni che determinino un diverso ammontare del tributo (es. variazione superficie, cambio destinazione d’uso, il verificarsi o il venir meno delle condizioni che danno luogo a esenzioni, riduzioni o agevolazioni previste dal regolamento, ecc.);
Cessazione del possesso o detenzione di locali e/o aree assoggettati al tributo.


E’ possibile stampare la modulistica presente nel sito:
https://www.comune.cornatedadda.mb.it/component/k2/item/246-tari-tassa-sui-rifiuti.html
https://comune.cornatedadda.mb.it/modulistica-e-regolamenti/item/476-moduli-tari


compilarla in ogni sua parte, e presentarla:


allo sportello;
a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo: comune.cornatedadda@cert.legalmail.it;
a mezzo posta ordinaria indirizzata a Ufficio Tributi - Via Alessandro Volta n.29, 20872 Cornate d'Adda (MB).




Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2018)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 4.003,78 t
Cluster: Comuni con medio-alto livello di benessere e attrazione economica localizzati nelle zone pianeggianti del nord-est - € 0,076435574
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 80,41%
Fattori di contesto del comune: € 26,33418138
Economie e diseconomie di scala: € 0,32686
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 18
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 8
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 8,733 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 47,87%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 38,52%
Rifiuti smaltiti in discarica: 4,85%
Informazioni per l'accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Ad oggi non sono ancora note l’entità e la procedura di applicazione del nuovo “bonus sociale TARI” (previsto dall’art. 57bis comma 2 del DL 124/2019 convertito in L. n. 157/2019).
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza della modalità di pagamento gratuita prevista dal TQRIF.
Modello Semplificato F24
Gratuita

I modelli F24 possono essere pagati senza alcuna commissione presso:

 

  • Sportello bancario

  • Sportello postale 

  • Per via telematica

     

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all'anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
01/08/2022
50,00%
2° rata
31/12/2022
50,00%

Per  l'anno 2021 la TARI si versa con le tempistiche indicate.

 

Vengono spediti all’indirizzo di residenza di ciascun contribuente due inviti al pagamento, con allegati i relativi “mod. F24 semplificati” precompilati, con le informazioni relative all’utenza, l’importo e le scadenze.

 

In caso di mancata ricezione dell’invito di pagamento è opportuno contattare l'ufficio tributi ai numeri 039 6874 230-231-232 per riceverne copia anche via mail.

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l'indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l'utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell'importo dovuto

In caso di mancato pagamento si procederà all'emissione di avviso di accertamento, al quale saranno applicate le sanzioni pari al 30% dell’imposta dovuta, gli interessi di legge e il recupero dei costi per l’emissione del provvedimento.


Prima di ricevere l'accertamento è possibile richiedere all’ufficio tributi copia del modello F24 in modo tale da procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all'utente o alle caratteristiche dell'utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rettifica degli importi addebitati, liberamente accessibile e scaricabile, nonché le tempistiche e le modalità di rettifica degli importi non dovuti da parte del gestore.

Per segnalazioni in merito alla determinazione degli importi addebitati contattare l’Ufficio Tributi del Comune:
 

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

È possibile richiedere l’invio degli avvisi di pagamento TARI IN FORMATO ELETTRONICO, utilizzando il modulo di AUTORIZZAZIONE INVIO DOCUMENTAZIONE TRAMITE POSTA ELETTRONICA da inoltrare alla PEC comune.cornatedadda@cert.legalmail.it

Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell'Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
I recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento, gli interventi di competenza del gestore, con indicazione di quelli che possono essere attivati direttamente dall'utente, secondo quanto previsto dall'articolo 52 del TQRIF.
Il posizionamento della gestione nell'ambito della matrice degli schemi regolatori, di cui all'Articolo 3 del TQRIF.
Il Comune di Cornate d'Adda è collocato all'interno dello Schema regolatore I
Gli standard generali di qualità di competenza del gestore ai sensi del TQRIF, ivi inclusi gli eventuali standard aggiuntivi o migliorativi individuati dall'Ente territorialmente competente e il grado di rispetto di tali standard, con riferimento all'anno precedente.
La tariffa media applicata alle utenze domestiche e l'articolazione dei corrispettivi applicati alle utenze domestiche e non domestiche.
Modalità e termini per l'accesso alla rateizzazione degli importi.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI)

Art. 35 – Rateizzazione del tributo

1. Gli avvisi di pagamento di cui all’articolo 33 possono essere, a richiesta del contribuente, ulteriormente rateizzati nei casi di seguito specificati:
a) ai contribuenti che dichiarino mediante autocertificazione ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 di essere beneficiari del bonus sociale per disagio economico previsto per i settori elettrico e/o gas e/o per il settore idrico;
b) ai contribuenti con un ISEE non superiore ad euro 12.000, previa presentazione dell’ISEE stesso;
c) ai contribuenti che registrano, a parità di presupposto imponibile, un incremento della TARI superiore del 30% rispetto all’importo medio pagato nei due anni antecedenti a quello di riferimento.
2. L’importo di ogni singola ulteriore rata non può essere inferiore a 100 euro.
La richiesta di ulteriore rateizzazione deve essere presentata non oltre dieci giorni antecedenti la scadenza dell’importo che si intende rateizzare.
La scadenza delle ulteriori rate non può superare la scadenza ordinaria successiva.
3. In caso di mancato pagamento delle ulteriori rate, il contribuente si intende decaduto dal beneficio della ulteriore rateizzazione, fermo restando che, perdurando l’omesso versamento della TARI, ai fini della notifica dell’atto di accertamento esecutivo di cui all’articolo 1, comma 792, legge 27 dicembre 2019, n. 160, la data cui riferire l’omesso versamento, ai fini del calcolo degli interessi moratori di cui all’articolo 1, comma 165, legge 27 dicembre 2006, n. 296, rimane la data di scadenza ordinaria deliberata dal Comune.
Nel caso di ritardati versamenti imputabili ad omissioni o ritardi del Comune si applica quanto previsto dall’articolo 10, comma 2, legge 27 luglio 2000, n. 212.
4. Per quanto non disciplinato dal presente articolo, si rimanda al Regolamento Comunale per la Disciplina Generale delle Entrate.

Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI)

Art. 30 – Presentazione della dichiarazione
1. La dichiarazione deve essere presentata entro 90 giorni solari dalla data di inizio del possesso o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo, utilizzando gli appositi moduli messi gratuitamente a disposizione degli interessati, anche sul proprio sito web e consegnata secondo le modalità ivi previste. Il modello deve essere compilato in tutte le sue parti e il contribuente è tenuto a fornire tutte le indicazioni e gli eventuali documenti richiesti.
La dichiarazione, debitamente sottoscritta dal soggetto dichiarante, può essere consegnata o direttamente presso lo sportello fisico o a mezzo posta con raccomandata a/r o a mezzo fax, allegando fotocopia del documento d’identità, o posta elettronica o PEC o, infine, tramite lo sportello online. La denuncia si intende consegnata all’atto del ricevimento da parte del Comune, nel caso di consegna diretta, alla data di 19 spedizione risultante dal timbro postale, nel caso di invio postale, o alla data del rapporto di ricevimento nel
caso di invio a mezzo fax, all’atto di caricamento nel caso di dichiarazione compilata online.
2. Il modello di dichiarazione predisposto dal Comune riporta le principali informazioni sulle condizioni di erogazione del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, quali le condizioni di erogazione dei servizi di raccolta, trasporto, spazzamento e lavaggio delle strade e le corrette modalità di conferimento dei rifiuti, e, infine, le indicazioni per reperire la Carta di qualità. Le informazioni di cui al periodo precedente, possono essere fornite anche attraverso un rimando ai siti internet del soggetto gestore dei rifiuti e/o del Comune nel
portale Trasparenza per la gestione dei rifiuti urbani.
3. La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi qualora non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo. In caso contrario la dichiarazione di variazione o cessazione va presentata entro 90 giorni solari dalla modifica, nei termini e con le modalità di cui ai precedenti commi. Nel caso di pluralità di immobili posseduti, occupati o detenuti la dichiarazione deve riguardare solo quelli per i quali si è verificato l’obbligo dichiarativo di variazione o cessazione.
All’atto della presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione, il Comune rilascia una ricevuta, quale attestazione di presa in carico della dichiarazione, equivalente alla richiesta di erogazione del servizio. Il Comune comunica al contribuente il codice utente ed il codice utenza attribuito, la data a partire dalla quale è dovuta la TARI, di norma con il primo avviso di pagamento TARI inviato al contribuente. Per l’invio di comunicazioni ed il recapito degli avvisi di pagamento, il Comune, fatte salve le richieste dei contribuenti in
relazione alle modalità di recapito da utilizzare, utilizza fonti ufficiali, quali l’indirizzo di residenza anagrafica, il domicilio fiscale, la sede legale risultante nella Camera di Commercio, l’indirizzo risultante dall’anagrafe dei contribuenti (PuntoFisco).
4. Gli uffici comunali, in occasione di richiesta di residenza, rilascio di licenze, autorizzazioni o concessioni, possono invitare il contribuente a presentare la dichiarazione nel termine previsto, fermo restando l’obbligo del contribuente di presentare la dichiarazione anche in assenza di detto invito.
5. Le richieste di cessazione del servizio producono i loro effetti dalla data in cui è intervenuta la cessazione se la relativa richiesta è presentata entro il termine di cui al comma 3, ovvero dalla data di presentazione della richiesta se successiva a tale termine.
6. Le richieste di variazione del servizio che comportano una riduzione dell’importo da addebitare al contribuente producono i loro effetti dalla data in cui è intervenuta la variazione se la relativa richiesta è presentata entro il termine di cui al comma 3, ovvero dalla data di presentazione della richiesta se successiva a tale termine. Diversamente, le richieste di variazione che comportano un incremento dell’importo da addebitare all’utente producono sempre i loro effetti dalla data in cui è intervenuta la variazione.
7. Nel caso di presentazione di dichiarazione di variazione o cessazione, fermo restando gli effetti ai fini dell’applicazione della TARI, così come disciplinati nei precedenti commi 5 e 6, il Comune invia al contribuente una comunicazione di presa in carico della dichiarazione, ai sensi del precedente comma 3.
8. In deroga a quanto disposto dal comma 6, gli effetti delle richieste di variazione di cui all’articolo 238, comma 10, del d. lgs. n. 152/2006, decorrono dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello della comunicazione.
9. Nel caso di decesso o emigrazione del contribuente, i familiari conviventi o gli eredi dello stesso, dovranno provvedere alla presentazione della dichiarazione di variazione entro 90 giorni solari. In mancanza di dichiarazione spontanea, l’utenza sarà volturata d’ufficio ad uno degli altri soggetti residenti maggiorenni.