Trasparenza Rifiuti Collazzone
Trasparenza Rifiuti Collazzone

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Collazzone

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Collazzone

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Collazzone

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
SIA Società Igiene Ambientale S.p.A.

Sede legale, impianto ed uffici:
Olmeto, Voc. Casanova
06055 Marsciano (PG)

Tel. 075/879971
Fax. 075/8784053

Email: info@siaambiente.it
PEC: s.i.a.spa@legalmail.it

Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade

NUOVO SERVIZIO WHATSAPP

whatsapp

Questo servizio mette a disposizione dei cittadini un ulteriore canale di comunicazione con il nostro Ufficio Clienti Sia Ambiente, tramite l’applicazione di messaggistica Whatsapp.
Tutti i cittadini che utilizzano quest’applicazione, possono contattare l’ufficio clienti
al numero 335 829 88 32 e riceveranno la risposta ai propri quesiti direttamente su Whatsapp.

Importante! Il seguente numero non è abilitato alle telefonate ma esclusivamente alla messaggistica (chat). 

Il servizio sarà attivato durante gli stessi orari del numero verde sotto riportato.

QUANDO?

Dal lunedì al sabato dalle 8:30 alle 13:00
Dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 17.00

Se chiami da fisso NUMERO VERDE: 800.382.738

Se chiami da mobile: 075.044.0892




Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Da lunedì 2 novembre su tutti i territori serviti da SIA viene modificato il calendario di raccolta domiciliare dei rifiuti per ragioni organizzative e di ottimizzazione del servizio. La modifica riguarda in particolare la raccolta della frazione indifferenziata che si sposta al lunedì e al martedì (e non più, quindi il venerdì e il sabato) e la raccolta di carta che passa, conseguentemente al venerdì e al sabato (e non più il lunedì e martedì).

Questa la nuova organizzazione di raccolta settimanale, con i nuovi calendari che sono in corso di distribuzione a tutte le utenze:

  • lunedì e martedì – frazione indifferenziata
  • mercoledì e giovedì – plastica
  • venerdì e sabato – carta
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

La raccolta dei rifiuti domestici è organizzata con il sistema domiciliare o porta a porta.
Ogni famiglia dispone di 4 contenitori con i quali separare i rifiuti che produce in casa: un contenitore per la carta, uno per il vetro, uno per la plastica ed uno destinato alla raccolta di rifiuti indifferenziati.
I cassonetti che vengono consegnati alle famiglie singole sono normalmente da 240 litri cadauno. Invece per le utenze condominiali fino a 10 famiglie i cassonetti sono da 1.000 litri.
I cassonetti devono essere posizionati all’esterno dell’abitazione la sera prima del ritiro, che avviene secondo il calendario elaborato da SIA.

Sanzioni per i comportamenti scorretti

Il servizio di raccolta domiciliare dei rifiuti domestici prevede la rimozione dei vecchi contenitori stradali, ad eccezione delle campane del vetro. Questo modello di gestione costringe ad una maggiore responsabilizzazione da parte degli utenti che conferiscono i rifiuti al servizio pubblico. I cittadini che si renderanno responsabili di “comportamenti errati”, come ad esempio l’abbandono di rifiuti o la scorretta differenziazione dei rifiuti, potrebbero incorrere in sanzioni economiche variabili a seconda dell’infrazione commessa.

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

La Carta dei Servizi di gestione dei rifiuti urbani (di seguito: “Carta dei Servizi”) è un documento che individua i principi, le regole, gli standard qualitativi dei servizi, al fine di tutelare le esigenze dei Cittadini-Utenti nel rispetto dei principi di efficacia, efficienza ed economicità.

La Carta dei Servizi rappresenta l’impegno del soggetto gestore ad assicurare il massimo livello di qualità del servizio nei confronti dei Cittadini-Utenti, nel rispetto dei principi, delle regole e degli standard in essa prestabiliti, in modo da garantire la chiarezza del rapporto ed il miglioramento continuo del servizio anche attraverso l’individuazione di idonei strumenti di controllo e monitoraggio.

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Una strada ben pulita è sicuramente un ottimo biglietto da visita.
Tuttavia il servizio di spazzamento oggi tende sempre più al raggiungimento di obiettivi che vanno oltre il semplice decoro urbano.
Con la pulizia delle strade pubbliche si cerca di garantire ai cittadini idonee condizioni di igiene del territorio in cui vivono.

È evidente, pertanto, che un servizio di spazzamento ben organizzato, e quindi perfettamente in grado di garantire adeguati standard di qualità in termini di igiene e decoro, trova diretto riscontro nella soddisfazione dei cittadini.
La percezione positiva dei cittadini risulta fondamentale in quanto su questo servizio come su altri, si vengono ad accentrare le attenzioni ed i giudizi che gli utenti fanno non soltanto sul corretto svolgimento del servizio in generale, ma in particolare anche sul grado di civiltà della stessa società.

Il servizio di spazzamento stradale ha acquisito negli anni un’importanza crescente diventando un servizio fondamentale nella moderna realtà urbana e tanto da rientrare tra i servizi di “pubblica utilità“ che le Amministrazioni Comunali offrono ai cittadini.

Le tecniche attraverso cui viene erogato il servizio di spazzamento fanno capo alle metodologie e alle tecnologie impiegate sul territorio: in particolare possiamo distinguere tra Spazzamento Manuale e Spazzamento Meccanico.
I rifiuti raccolti durante lo svolgimento del servizio sono essenzialmente materiali di piccola pezzatura quali polvere, sassi, bottiglie e mozziconi.
Tutti questi rifiuti vengono poi destinati allo smaltimento in discarica.

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

UTENZE DOMESTICHE


La tassa dovuta per i locali destinati ad abitazione si calcola moltiplicando la quota fissa della tariffa, individuata in base al numero degli occupanti, per la superficie (metri quadrati) dell’immobile; a tale importo va sommata la quota variabile della tariffa, sempre riferita al numero degli occupanti.

Alle pertinenze delle utenze domestiche, quali cantine, autorimesse, depositi o altri locali simili non si applica la parte variabile della tariffa. La tassa dovuta va quindi calcolata moltiplicando la quota fissa della tariffa, individuata in base al numero degli occupanti, per la superficie (metri quadrati) dell’immobile.

Agli importi così ottenuti si aggiunge il tributo TEFA (tributo per l'esercizio delle funzioni ambientali), pari al 5%.


UTENZE NON DOMESTICHE

La tassa  si calcola moltiplicando la quota fissa della tariffa, individuata in base alla categoria di attività, per la superficie (metri quadrati) dell’immobile; a tale importo va sommata la quota variabile della tariffa, sempre riferita alla categoria di attività, anch’essa moltiplicata per la superficie (metri quadrati) dell’immobile.

Agli importi così ottenuti si aggiunge il TEFA (tributo per l'esercizio delle funzioni ambientali),  pari al 5%.



RECAPITI

UFFICIO TRIBUTI

dott.ssa Federica Baldini

tel. 075-8781725

ufficiotributi@comune.collazzone.pg.it

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 1.567,01 t
Cluster: Comuni con bassa numerosità e densità abitativa, elevato numero di famiglie, età media avanzata, localizzati in aree vaste di carattere interno montano - € 42,3629508
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 62,36%
Fattori di contesto del comune: € 93,4531508
Economie e diseconomie di scala: € 0,87673
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 0
Impianti di trattamento meccanico biologico: 5
Discariche: 5
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 48,73 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 0%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 21,57%
Rifiuti smaltiti in discarica: 38,78%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Avviso per il riconoscimento di un contributo finalizzato al parziale pagamento della TARI in favore dei cittadini colpiti dalla situazione economica determinatasi per effetto dell'emergenza COVID-19 - Scadenza delle domande fissata per il 21/01/2021 ore 13:00
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

1^ rata - 28 febbraio 2020 - versamento di un acconto nella misura del 40 per cento calcolato in base alle tariffe vigenti l’anno precedente

Il residuo da pagare, calcolato sulla differenza tra la tariffa dovuta nell’anno in corso e l’acconto, sarà versato per i due terzi entro la scadenza della seconda rata (20 ottobre) e il saldo entro la scadenza della terza rata

2^ rata – 20 ottobre 2020 

3^ rata – 2 dicembre 2020 

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
RAVVEDIMENTO OPEROSO – INFORMATIVA
In caso di mancato pagamento del tributo la sanzione è disciplinata dall’art. 13 del D. Lgs 471/97 il quale testualmente dispone: “Chi non esegue, in tutto o in parte, alle prescritte scadenze, i versamenti in acconto, i versamenti periodici, il versamento di conguaglio o a saldo dell'imposta risultante dalla dichiarazione, detratto in questi casi l'ammontare dei versamenti periodici e in acconto, ancorchè non effettuati, è soggetto a sanzione amministrativa pari al trenta per cento di ogni importo non versato, anche quando, in seguito alla correzione di errori materiali o di calcolo rilevati in sede di controllo della dichiarazione annuale, risulti una maggiore imposta o una minore eccedenza detraibile. Per i versamenti effettuati con un ritardo non superiore a novanta giorni, la sanzione di cui al primo periodo è ridotta alla metà. Salva l'applicazione dell'articolo 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472, per i versamenti effettuati con un ritardo non superiore a quindici giorni, la sanzione di cui al secondo periodo è ulteriormente ridotta a un importo pari a un quindicesimo per ciascun giorno di ritardo." E’ importante rammentare che con la conversione in Legge del decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020 (articolo 10-bis del Dl 124/201pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24/12/2019) viene esteso ai tributi locali il ravvedimento lungo oltre l'anno dopo la scadenza, già disponibile per i tributi erariali. Quindi oltre che con il tradizionale ravvedimento operoso come di seguito illustrato, adesso è possibile effettuare versamenti per imposte dopo un anno dalla scadenza prevista per il pagamento (e fino a due anni) con una sanzione pari al 4,29% (1/7 della sanzione) e dopo due anni con una sanzione del 5% (1/6 della sanzione). Il cd. “ravvedimento lungo” (uno o due anni oltre la scadenza) è possibile solo se la violazione non sia stata già contestata dagli uffici. Di seguito viene fornito un prospetto riepilogativo delle possibilità di ravvedimento operoso concesse dalle disposizioni di legge sopra riportate. (VEDI FILE ALLEGATO)
 
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti