Trasparenza Rifiuti Cesate
Trasparenza Rifiuti Cesate

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cesate

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cesate

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Cesate

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio/Spazzamento strade

Da mercoledì 1° luglio 2020 la Società Econord S.p.A. sarà la nuova affidataria del servizio di Igiene Urbana e spazzamento meccanico del suolo pubblico.

Il nuovo servizio non apporterà cambiamenti né sui giorni né sugli orari di raccolta.

Essendo scaduto il precedente appalto, la società Econord S.p.A., ha vinto la nuova gara presentando l’offerta tecnicamente migliore.



Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio/Spazzamento strade

ECONORD SPA

Numero verde: 800 629 649 dal lunedì al sabato 08:00-12:00.

Servizio Numero verde da usare per:


  • ritiro rifiuti ingombranti
  • ritiro del verde


Nei prossimi giorni sarà consegnato direttamente a casa il calendario dei ritiri.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Ecologia all’indirizzo e-mail: ecologia@comune.cesate.mi.it

o contattare il numero 02.99.471.232



Gestore spazzamento manuale delle strade 

Spazio aperto

Via Gorki 5 – 20146 Milano 

telefono 02 48 955 476 - 02 48 955 377 - fax 02 48 955 500 - info@spazioaperto.coop


Piattaforma

COOP Aurora

Via Roma, 40 - 20011 Corbetta (MI)

e-mail: info@auroracooperativa.org - e-mail PEC: auroracooperativa@pec.it

Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
In caso di disservizi (mancate raccolte) o dubbi, o per prenotare i Servizi di Raccolta a Chiamata (ingombranti, sfalci e potature) è a disposizione di tutti i cittadini il numero verde della società Econord, appaltatrice del nuovo servizio: chiamare l’ 800.629.649 dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 12:00.
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

PER GARANTIRE IL DECORO URBANO I RIFIUTI VANNO DEPOSITATI FUORI DALLE PROPRIE ABITAZIONI O CORTILI ENTRO LE ORE 6:00 DEL GIORNO DI RACCOLTA E NON PRIMA DELLE ORE 20:00 DEL GIORNO PRECEDENTE.
LA RACCOLTA E' PREVISTA NELLA FASCIA ORARIA TRA LE ORE 6:00 E LE ORE 12:00.
Si ricorda che nei cestini porta-rifiuti è assolutamente vietato conferire rifiuti domestici. Eventuali trasgressioni verranno severamente punite.


Alla Piattaforma Ecologica di via Po puoi portare tutti i rifiuti recuperabili e quelli autorizzati. L’accesso è gratuito
Lunedì - Martedì - Giovedì - Venerdì 9.00 - 12.30 / 14.30 - 17.00 
Mercoledì 9.00 - 12.00 
Sabato 9.00 - 12.30 / 14.30 - 17.00




Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI


UMIDO

Alimenti deteriorati, avanzi di cibo, briciole di pane, scarti di frutta e verdura, 

bustine di the, caffè, carta assorbente da cucina, cenere da legname, 

fiori appassiti (in piccole quantità), gusci di uovo, di frutta secca, lische di pesce, 

tovaglioli di carta usati.

COME avviene la raccolta

I secchielli contenenti i sacchetti in mater-bi dovranno essere posti all'esterno

delle abitazioni dalle ore 20,00 antecedenti il giorno di raccolta alle ore 6,00

del giorno di raccolta indicato dal calendario.

 

Carta Cartone e Tetra Pak

Giornali, riviste, cartoni e tetrapak (contenitori per latte, succhi di frutta, ecc.).

COME avviene la raccolta

Legati con uno spago al fine di ridurre il volume ed evitare dispersioni sul territorio,

oppure inseriti in sacchetti o scatole anch'esse di carta o cartone. Dovranno essere

posti all'esterno delle abitazioni dalle ore 20,00 antecedenti il giorno di raccolta

alle ore 6,00 del giorno di raccolta indicato dal calendario.


SECCO

Penne, posate di plastica, carta oleata, cocci di ceramica, pannolini, lettiera per

animali.

COME avviene la raccolta

In sacchi TASSATIVAMENTE trasparenti, in modo che gli operatori della

raccolta possano vedere il contenuto. I sacchi dovranno essere posti

all'esterno delle abitazioni dalle ore 20,00 antecedenti il giorno di raccolta alle

ore 6,00 del giorno di raccolta indicato dal calendario.

 

PLASTICA E ALLUMINIO

Bottiglie in plastica, lattine in metallo, flaconi in plastica di prodotti per l'igiene e

detersivi, sacchetti e pellicole in plastica, pellicola film plastico e di alluminio da

imballaggio, cassette della frutta in plastica, piatti e bicchieri di plastica puliti,

vaschette, scatolette e contenitori per alimenti anche in polistirolo, tutti i

contenitori contrassegnati con PE, PET, PVC, PP, PS.

COME avviene la raccolta

Inseriti nei sacchi gialli trasparenti, dovranno essere posti all'esterno delle

abitazioni dalle ore 20,00 antecedenti il giorno di raccolta alle ore 6,00 del giorno di

raccolta indicato dal calendario.


VETRO

Bottiglie, bicchieri, vasi e barattoli di vetro.

COME avviene la raccolta

Nell'apposito bidoncino di colore blu, senza utilizzare sacchetti in plastica, i

bidoncini dovranno essere posti all'esterno delle abitazioni dalle ore 20,00

antecedenti il giorno di raccolta alle ore 6,00 del giorno di raccolta indicato dal

calendario. 

NON ESPORRE VETRO NEI SACCHI DI PLASTICA O NELLE SCATOLE.


SERVIZI DI RACCOLTA A CHIAMATA SOLO SU PRENOTAZIONE AL NUMERO VERDE 800 629 649


I SERVIZI DEVONO ESSERE ANTICIPATAMENTE PRENOTATI AL NUMERO VERDE CHIAMANDO DAL LUNEDÌ AL SABATO DALLE ORE 08:00 ALLE 12:00.
IL MATERIALE PRENOTATO DOVRÀ ESSERE ESPOSTO TRA LE ORE 20:00 DEL GIORNO PRECEDENTE E LE ORE 06:00 DEL GIORNO DI RACCOLTA,
DAVANTI ALLE PROPRIE ABITAZIONI, SENZA CREARE INTRALCIO ALLA CIRCOLAZIONE ED AI PASSANTI. 

DOVRÀ ESSERE ESPOSTO SOLO IL MATERIALE PRENOTATO.


Raccolta domiciliare Ingombranti e R.A.E.E.

Quando: Mercoledì con frequenza mensile (ultimo mercoledì del mese)

Cosa: Mobili, poltrone, divani, elementi di arredo, frigoriferi,
lavatrici, lavastoviglie, televisori, materiale ferroso.
Come: rifiuti devono essere separati per tipologia e, in caso di mobili, smontati.
Non si effettuano sgombri di cantine, solai e altri locali.
In alternativa i rifiuti ingombranti possono essere autonomamente conferiti
presso la Piattaforma Ecologica.
 

Raccolta domiciliare Sfalci e Potature
Quando: Giovedì con frequenza come sotto riportato:
FREQUENZA MENSILE: ultimo Giovedì di Aprile, Agosto, Ottobre e Novembre
FREQUENZA QUINDICINALE: secondo e ultimo Giovedì del mese di Maggio, Giugno, Luglio e Settembre.
Il servizio non verrà effettuato nei mesi di: Gennaio, Febbraio, Marzo e Dicembre.
ATTENZIONE: Il conferimento di Erba e Foglie non può essere effettuato in sacchetti di plastica, si rende necessario l'utilizzo di contenitori non superiori a 240 lt.
POTATURA di PIANTE e RAMI dovranno essere conferiti in un massimo di 3 fascine a
utenza, legate, della lunghezza massima di 1,50 mt. e di peso non superiore a 5 Kg per fascina.

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
ABITAZIONE CON 2 OCCUPANTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ABITAZIONE CON 4 OCCUPANTI
Per un'utenza Domestica di 150mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
AUTORIMESSE E MAGAZZINI SENZA ALCUNA VENDITA DIRETTA
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
BAR,CAFFE', PASTICCERIA
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 5.276,78 t
Cluster: Comuni con elevata densità abitativa, bassa età media e localizzazione prevalente nel centro-sud - € 45,224617
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 75,37%
Fattori di contesto del comune: € 26,748978
Economie e diseconomie di scala: € 0,26308
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 5
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 9,722 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 49,8%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 33,26%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,05%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Per le riduzioni applicate il riferimento è ai seguenti articoli del Regolamento TARI in vigore:

Art. 18. Riduzioni per le utenze non domestiche 

Art. 18-bis. Riduzioni per la raccolta differenziata riferibili alle utenze domestiche

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Modelli precompilati inviati insieme all’invito al pagamento
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso



Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

In caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento della TARI alle prescritte scadenze viene irrogata la sanzione del 30% dell’importo omesso o tardivamente versato, stabilita dall’art. 13 del D.Lgs. 472/97. 

Per la predetta sanzione non è ammessa la definizione agevolata ai sensi dell’art. 17, comma 3, del D.Lgs. 472/97. 

Il tasso di interesse applicato al recupero della TARI è pari al tasso di interesse legale, calcolato con maturazione giorno per giorno, con decorrenza dal giorno in cui è divenuta esigibile. 

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Obbligo di dichiarazione

1. I soggetti passivi del tributo devono dichiarare ogni circostanza rilevante per l’applicazione del tributo e in particolare: 

a) l’inizio, la variazione o la cessazione dell’utenza; 

b) la sussistenza delle condizioni per ottenere agevolazioni o riduzioni; 

c) il modificarsi o il venir meno delle condizioni per beneficiare di agevolazioni o riduzioni. 

Le utenze domestiche residenti non sono tenute a dichiarare il numero dei componenti la famiglia anagrafica e la relativa variazione. 
2. La dichiarazione deve essere presentata: 
a) per le utenze domestiche, dall'intestatario della scheda di famiglia nel caso di residenti e nel caso di non residenti dal detentore a qualsiasi titolo; 
b) per le utenze non domestiche, dal soggetto legalmente responsabile dell’attività che in esse si svolge; 
c) per gli edifici in multiproprietà e per i centri commerciali integrati, dal gestore dei servizi comuni. 

3. Se i soggetti di cui al comma precedente non vi ottemperano, l’obbligo di dichiarazione deve essere adempiuto dagli eventuali altri detentori o possessori, con vincolo di solidarietà. La dichiarazione presentata da uno dei coobbligati ha effetti anche per gli altri.

 

Contenuto e presentazione della dichiarazione 
1. I termini e le modalità di dichiarazione sono disciplinati dal Regolamento in vigore.
2. La dichiarazione, originaria, di variazione o cessazione, relativa alle utenze domestiche deve contenere: 
a) per le utenze di soggetti residenti, i dati identificativi (dati anagrafici, residenza, codice fiscale) dell’intestatario della scheda famiglia; 
b) per le utenze di soggetti non residenti, i dati identificativi del dichiarante (dati anagrafici, residenza, codice fiscale) e il numero dei soggetti occupanti l’utenza; 
c) l’ubicazione, specificando anche il numero civico e se esistente il numero dell’interno, e i dati catastali dei locali e delle aree; 
d) la superficie e la destinazione d’uso dei locali e delle aree; 
e) la data in cui ha avuto inizio l’occupazione o la conduzione, o in cui è intervenuta la variazione o cessazione; 
f) la sussistenza dei presupposti per la fruizione di riduzioni o agevolazioni. 
3. La dichiarazione, originaria, di variazione o cessazione, relativa alle utenze non domestiche deve contenere: 
a) i dati identificativi del soggetto passivo (denominazione e scopo sociale o istituzionale dell’impresa, società, ente, istituto, associazione ecc., codice fiscale, partita I.V.A., codice ATECO dell’attività, sede legale); 
b) i dati identificativi del legale rappresentante o responsabile (dati anagrafici, residenza, codice fiscale); 
c) l’ubicazione, la superficie, la destinazione d’uso e i dati catastali dei locali e delle aree; 
d) la data in cui ha avuto inizio l’occupazione o la conduzione, o in cui è intervenuta la variazione o cessazione; 
e) la sussistenza dei presupposti per la fruizione di riduzioni o agevolazioni. 
4. Ai fini dell’attività di accertamento, il Comune, per le unità immobiliari a destinazione ordinaria iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano, può considerare, sino all’attivazione delle procedure di allineamento tra dati catastali e i dati relativi alla toponomastica e la numerazione civica interna ed esterna, come superficie assoggettabile al tributo quella pari all’80 per cento della superficie catastale determinata secondo i criteri stabiliti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 1998, n. 138

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione