Trasparenza Rifiuti Cesano Boscone

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cesano Boscone

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cesano Boscone

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio strade
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Numero verde per informazioni, segnalazioni, reclami e prenotazioni ritiro ingombranti a domicilio:

numero verde

Attivo da Lunedì a Venerdì dalle ore 8.00 alle ore 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00
Sabato
 dalle 8.00 alle 12.00 (in altri orari con segreteria)


Per inviare reclami è possibile scaricare la app Municipium ed inviare una segnalazione.

Scarica Junker l'app  o consulta il portale Web Junker


Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Avviso di variazione:
Attenzione da marzo 2020 modifiche alla raccolta di  secco carta  guarda il volantino (148 KB)

Consulta le modalità di raccolta e le disposizioni per il corretto conferimento Ordinanza Dirigenziale 9/2016 (834 KB) .

Utilizzo dei sacchi personalizzati Ordinanza Dirigenziale 8/2017 del 31/10/2017 (699 KB) .

Calendari e orari vigenti relativi alla raccolta rifiuti: scarica l’ ECOcalendario 2020 Zona A (976 KB) e ECOcalendario 2020 Zona B (897 KB) con giorni di raccolta e modalità.

Piattaforma ecologica comunale: orari, modalità di accesso e rifiuti conferibili.

Spazzamento stradale: mappa delle giornate e orari dei divieti di sosta.

Consulta la mappa delle zone di raccolta: cerca la tua via sulla mappa o nella legenda e scopri le giornate di raccolta nella tua zona (Zona A gialla o Zona B blu). 

Al Quartiere Giardino, negli stabili dotati dell'apposito sistema, la raccolta differenziata deve essere fatta utilizzando i contenitori parzialmente interrati (ECOPOINT).

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Piattaforma ecologica
L'accesso è consentito ai soli residenti muniti di documento di identità. L'accesso con furgone (vale sia per i privati che per le ditte) è consentito previa autorizzazione rilasciata dal settore Urbanistica e Ambiente (previa telefonata), si ricorda che per il rilascio della stessa è necessario fornire: la data in cui andrete in Piattaforma, la provenienza e l'elenco dettagliato del materiale che conferirete, la targa del furgone e l'eventuale delega (comprensiva di copia del documento d'identità del delegante) nel caso in cui il produttore del materiale non coincida con chi si recherà in Piattaforma, in assenza di una di queste informazioni non sarà possibile il rilascio dell'autorizzazione. Per il riconoscimento all’ingresso presentarsi con tesserino sanitario.

Orari di apertura

Si comunica che a partire dal giorno giovedì 11 GIUGNO 2020, al fine di controllare i conferimenti e garantire a tutta la cittadinanza di usufruire regolarmente della piattaforma comunale (anche nel fine settimana, giorni di particolare afflusso), entreranno in vigore le seguenti disposizioni:

  • le autorizzazioni a cittadini e utenze non domestiche verranno rilasciate a mezzo posta elettronica e consentiranno i conferimenti solo ed esclusivamente nella giornata di giovedìNon sarà possibile accedere con furgoni negli altri giorni della settimana.
  • cittadini che conferiscono con autovetture e senza autorizzazione non potranno accedere alla piattaforma nella giornata del giovedì.

Gli orari di apertura restano quelli in vigore:

Orario Legale (da marzo a ottobre – FESTIVI ESCLUSI):

  • Lunedì: 8-13 e 14:30-17;
  • Martedì, Mercoledì e venerdì: 8:30-13 e 14:30-17:30;
  • Giovedì: 8:30-13 e 14:30-17:30 – apertura dedicata esclusivamente a conferimenti autorizzati (furgoni e utenze non domestiche) – vietato l’accesso alle autovetture
  • Sabato: 8-13 e 14-17:30;
  • Domenica: 9-13.

Orario Solare (da ottobre a marzo – FESTIVI ESCLUSI):

  • Lunedì, martedì, Mercoledì venerdì e sabato: 8-13 e 14-16:30;
  • Giovedì: 8-13 e 14-16:30 – apertura dedicata esclusivamente a conferimenti autorizzati (furgoni e utenze non domestiche) – vietato l’accesso alle autovetture
  • Domenica: 8-13.

L'accesso è regolato dagli operatori ed è obbligatorio utilizzare la mascherina, mantenere una distanza interpersonale di almeno un metro ed evitare assembramenti all'interno e all'esterno della piattaforma.

Modalita' di accesso

L'accesso è consentito ai soli residenti muniti di documento di identità. L'accesso con furgone (vale sia per i privati che per le ditte) è consentito previa autorizzazione rilasciata dal settore Urbanistica e Ambiente (previa telefonata), si ricorda che per il rilascio della stessa è necessario fornire: la data in cui andrete in Piattaforma, la provenienza e l'elenco dettagliato del materiale che conferirete, la targa del furgone e l'eventuale delega (comprensiva di copia del documento d'identità del delegante) nel caso in cui il produttore del materiale non coincida con chi si recherà in Piattaforma, in assenza di una di queste informazioni non sarà possibile il rilascio dell'autorizzazione.
Per il riconoscimento all’ingresso presentarsi con tesserino sanitario.

Cosa portare

: Materiali ferrosi e pentole, apparecchi elettrici, pile, batterie, lampadine e neon, batterie auto, olii vegetali (di frittura) e minerali, carta, vetro, plastica, scarti vegetali, legno, ingombranti, macerie provenienti da piccole manutenzioni, contenitori etichettati T/F (vernici, solventi), farmaci scaduti.
No: Estintori, bombole a gas, lana di roccia, umido, vestiti e scarpe, parti di motori e telaio, secco (sacchi raccolta indifferenziata), pneumatici, pannelli e manufatti in cartongesso.

 Regolamento per l'utilizzo e la gestione della piattaforma ecologica per la raccolta differenziata (120 KB)

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili


Presupposto per l’applicazione del tributo è il possesso, l’occupazione o la detenzione, a qualsiasi titolo e anche di fatto, di locali o di aree scoperte a qualunque uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati. A titolo esemplificativo sono soggetti alla tassa le abitazioni, i box, le cantine, gli uffici, i negozi, etc.
Il tributo è dovuto da chiunque ne realizzi il presupposto, con vincolo di solidarietà tra i componenti la famiglia anagrafica o tra coloro che usano in comune le superfici stesse.
La tariffa è composta da una quota fissa determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, riferite in particolare agli investimenti per opere e ai relativi ammortamenti, e da una quota variabile, rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, alle modalità del servizio fornito e all’entità dei costi di gestione, in modo che sia assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio, compresi i costi di smaltimento.
Per le utenze domestiche la quota fissa è rapportata alla superficie dell’immobile e la quota variabile al numero degli occupanti.
Per le utenze non domestiche sia la quota fissa che quella variabile sono relazionati alla superficie dell’immobile.

L’obbligazione tariffaria decorre dal giorno in cui ha avuto inizio l’occupazione o la detenzione dei locali ed aree e sussiste sino al giorno in cui ne è cessata l’utilizzazione, purché debitamente e tempestivamente dichiarata.



Per l’anno 2020 verrà recapitato al contribuente un avviso che prevede le seguenti scadenze con pagamento mediante modello F24:
1) prima rata con scadenza 30/04/2020 e seconda rata con scadenza 2/12/2020
oppure
2) soluzione unica con scadenza 2/12/2020

Il pagamento del dovuto potrà essere effettuato:
- presso gli sportelli di qualsiasi banca o posta, senza alcun costo aggiuntivo.
- con il servizio home banking via internet, avendo cura di riportare tutte le informazioni presenti sul modello F24 allegato.


Si raccomanda in particolare di trascrivere correttamente il codice identificativo dell’operazione, il codice catastale dell’Ente (C565) e il codice tributo (3944), oltre che i dati anagrafici del contribuente.

Per informazioni e per richiedere l'invio dei modelli F24 precompilati, scrivere a: TARI@comune.cesano-boscone.mi.it

CLICCA QUI (441 KB) per scaricare le tariffe TA.RI. 2019

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 9.765,67 t
Cluster: Comuni con elevata densità abitativa, bassa età media e localizzazione prevalente nel centro-sud - € 45,224617
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 63,46%
Fattori di contesto del comune: € 67,671936
Economie e diseconomie di scala: € 0,136519
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 5
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 19,217 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 49,8%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 33,26%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,05%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Si raccomanda in particolare di trascrivere correttamente il codice identificativo dell’operazione, il codice catastale dell’Ente (C565) e il codice tributo (3944), oltre che i dati anagrafici del contribuente.
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
02/12/2020
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
30/04/2020
50,00%
2° rata
02/12/2020
50,00%
A causa della crisi sanitaria in corso la scadenza della prima rata è stata posticipata al 30/09/2020. Le bollette saranno recapitate in tempo per poter pagare la rata in questione.
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Spetta al Servizio Entrate Tributarie e Patrimoniali il recupero delle risorse economiche attraverso l’emissione di avvisi di pagamento e di accertamento. In caso di inottemperanza da parte del debitore, il Servizio Entrate attiva anche la riscossione coattiva in collaborazione con un concessionario della riscossione.

Dal 01/07/2020 il concessionario della riscossione è la Società ICA Tributi. Le cartelle anteriormente emesse rimangono in carico al precedente concessionario SORIT.


SANZIONI ED INTERESSI 

1. In caso di omesso o insufficiente versamento risultante dalla dichiarazione, si applica la sanzione del trenta per cento di ogni importo non versato. La medesima sanzione si applica in ogni ipotesi di mancato pagamento nel termine previsto; per i versamenti effettuati con un ritardo non superiore a quindici giorni, la sanzione, oltre alle riduzioni previste per il ravvedimento dal comma 1 dell'articolo 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472, se applicabili, è ulteriormente ridotta ad un importo pari ad un quindicesimo per ciascun giorno di ritardo. La sanzione non è invece applicata quando i versamenti sono stati tempestivamente eseguiti ad ufficio o concessionario diverso da quello competente. 

2. In caso di omessa presentazione della dichiarazione, si applica la sanzione dal 100 per cento al 200 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro. 

3. In caso di infedele dichiarazione, si applica la sanzione dal 50 per cento al 100 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro. 

4. In caso di mancata, incompleta o infedele risposta al questionario di cui al comma 1 dell'articolo 4 del presente regolamento entro il termine di sessanta giorni dalla notifica dello stesso, si applica la sanzione da euro 100 a euro 500. 

5. Le sanzioni di cui ai commi 2, 3, 4 sono ridotte ad un terzo se, entro il termine per la proposizione del ricorso, interviene acquiescenza del contribuente, con pagamento del tributo, se dovuto, della sanzione e degli interessi. 

6. La contestazione della violazione non collegata all’ammontare del tributo deve avvenire, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è commessa la violazione. 

7. Sulle somme dovute per la tassa non versata alle prescritte scadenze si applicano gli interessi moratori nella misura del vigente tasso legale. Tali interessi sono calcolati con maturazione giorno per giorno, con decorrenza dal giorno in cui sono divenuti esigibili. 


Nei casi in cui si dovesse ricevere un avviso di accertamento / ingiunzione, è possibile presentare la richiesta di rateizzazione o, nei casi di maggior o errato versamento, una richiesta di rimborso o di sgravio di una cartella esattoriale. Nel caso in  cui ci fossero delle motivazioni per contestare una avviso di accertamento, è possibile presentare una richiesta di riesame in autotutela

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Contatti

Tel: 0248694625
Fax:0248649624

e-mail: tari@comune.cesano-boscone.mi.it




Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
E' possibile richiedere l'invio tramite e-mail delle bollette inviando una mail a tari@comune.cesano-boscone.mi.it e indicando il codice fiscale dell'intestatario della tassa, la mail a cui inviare le bollette e allegando il documento di identità del richiedente.