Trasparenza Rifiuti Cepagatti
Trasparenza Rifiuti Cepagatti

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cepagatti

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cepagatti

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Cepagatti
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti

Tariffe e rapporti con gli utenti            COMUNE DI CEPAGATTI          www.comune.cepagatti.pe.it

Raccolta e trasporto rifiuti                   CO.SVE.GA S.R.L.                       www.cosvega.it


Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l'invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, segnalazioni di disservizi, prenotazioni del servizio di ritiro su chiamata, richieste di riparazione delle attrezzature per la raccolta domiciliare, nonché recapiti e orari degli sportelli online e fisici (ove presenti).

PER RECLAMI, INFORMAZIONI, RETTIFICA IMPORTI AVVISI DI PAGAMENTO, RATEIZZAZIONE, ATTIVAZIONE/VARIAZIONE/CESSAZIONE SERVIZIO, PRENOTAZIONI INGOMBRANTI, ECOSPORTELLO

GESTORE COMUNE DI CEPAGATTI


Numero Verde

telefono

800 066 301

0859740342

 

 

Posta ordinaria

Cepagatti Via R. D’Ortenzio n.4

 

 

PEC

tributi@pec.comune.cepagatti.pe.it

 

 

E-mail

tributi@comunecepagatti.it

 

 

Sportello sito in

Cepagatti Via R. D’Ortenzio n.4 P.T. stanza n. 3

 

 

        Orari e giorni apertura sportello

lunedì, giovedì, venerdì 9.00-12.00

martedì 9.00-12.00 / 15.00-18.00

 GESTORE COSVEGA SRL

 

Prenotazioni servizio di ritiro su chiamata

Dal lunedì al venerdì: 08:30 12:30 con risposta diretta

800 135 476

Segreteria

085/4918804

Dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:30

Email

segreteria@cosvega.it

PEC

cosveg@pec.cosvega.it



ECOSPORTELLO

Lunedì 9:00 12:00 Villanova

Martedì 9:00 12:00 Cepagatti

Mercoledì 9:00 12:00 Villanova

Mercoledì 16:00 19:00 Cepagatti

Giovedì 9:00 12:00; 16:00 19:00 Cepagatti

Venerdì 9:00 12:00 Villanova


Modulistica per l'invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell'utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

Tipologia di rifiuto

CARTA E CARTONE

Cosa mettere nel contenitore

Giornali e riviste, libri, quaderni, fotocopie e fogli vari, scatole di pasta e detersivo, cartoni piegati, imballaggi di cartone, scatole per alimenti, poliaccoppiati per alimenti e bevande (tipo Tetra Pak). Possono essere conferite anche le carte che hanno piccole frazioni di materiale diverso (ad esempio la finestra di plastica sulle buste o sui contenitori della pasta).

Cosa NON mettere nel contenitore

Nylon, cellophane e borsette, copertine plastificate, carta unta, sporca di colla, carta oleata, carta chimica dei fax o autocopiante, scontrini, carta carbone, fazzoletti di carta sporchi, pergamena, tovaglioli e carta casa sporchi di residuo organico (questi ultimi devono essere inseriti nel sacchetto dell'organico).

Colore del contenitore e/o sacchi

BIANCO

Modalità di raccolta

Le utenze singole conferiscono il materiale in prossimità del suolo pubblico contenuto negli appositi contenitori (se in dotazione) o, in caso di volumi maggiori, in aggiunta con sacchetti di carta, scatole, legato con spago; per le utenze condominiali vengono collocati nella proprietà privata contenitori di aggregazione.

Nei territori dove il Comune ha assimilato i rifiuti speciali non pericolosi prodotti dalle utenze non domestiche ai rifiuti urbani, le stesse utenze hanno una dotazione di contenitori in base alle proprie esigenze. 

Frequenza

Settimanale

 

Tipologia di rifiuto

PLASTICA/METALLI

Cosa mettere nel contenitore

Tutto ciò che è imballaggio e confezioni in plastica, cioè tutto quello che al momento dell'acquisto conteneva qualcos'altro. Ad esempio, bottiglie di acqua e bibite, shampoo, flaconi (ad es. per detergenti, prodotti cosmetici liquidi), contenitori per liquidi in genere, reti contenenti frutta e verdura, vaschette del gelato, il vasetto dello yogurt, le confezioni per le uova, cassette per la frutta, pellicole per alimenti, vaschette di polistirolo, vasi per piante e fiori. Da maggio 2012 anche i piatti e i bicchieri in plastica (non le posate) vanno nel contenitore/sacco giallo. Da ottobre 2013 anche le grucce in plastica si raccolgono con la plastica.

Cosa NON mettere nel contenitore

Tutto ciò che non è imballaggio. Ad esempio, tutti gli arredi (sedie e tavoli), la plastica dura (giocattoli, articoli casalinghi, elettrodomestici, custodie per CD, DVD, VHS), posate in plastica.

Colore del contenitore e/o sacchi

GIALLO

Modalità di raccolta

Le utenze singole conferiscono il materiale in prossimità del suolo pubblico contenuto negli appositi contenitori (se in dotazione) o in sacchi semitrasparenti; per le utenze condominiali vengono collocati nella proprietà privata contenitori di aggregazione.

Nei territori dove il Comune ha assimilato i rifiuti speciali non pericolosi prodotti dalle utenze non domestiche ai rifiuti urbani, le stesse utenze hanno una dotazione di contenitori in base alle proprie esigenze. 

Frequenza

Settimanale

 

Tipologia di rifiuto

VETRO

Cosa mettere nel contenitore

Tutti i contenitori (imballi) composti esclusivamente in vetro, anche se hanno delle piccole frazioni estranee, come ad esempio bottiglie (anche con il tappo), barattoli, vasetti, bicchieri. In ogni caso, tutto il materiale, per poter essere conferito, non deve contenere evidenti residui del contenuto.

Cosa NON mettere nel contenitore

Tutto ciò che non è imballaggio, come lastre di vetro, o è vetro mescolato con altri componenti, come ad esempio le lampadine, i neon, il vetro pirex, gli specchi e i cristalli, gli occhiali, oggetti in ceramica e porcellane e quelli che non entrano nel contenitore (ad esempio damigiane).

Colore del contenitore e/o sacchi

VERDE

Modalità di raccolta

Le utenze singole conferiscono il materiale in prossimità del suolo pubblico contenuto negli appositi contenitori; per le utenze condominiali vengono collocati nella proprietà privata contenitori di aggregazione.

Nei territori dove il Comune ha assimilato i rifiuti speciali non pericolosi prodotti dalle utenze non domestiche ai rifiuti urbani, le stesse utenze hanno una dotazione di contenitori in base alle proprie esigenze.

Frequenza

Settimanale

 

Tipologia di rifiuto

ORGANICO

Cosa mettere nel contenitore

Scarti di cucina, avanzi di cibi, alimenti avariati, gusci d'uovo, lische, scarti di verdura e frutta, fondi di caffè, filtri di tè, fiori recisi e piante domestiche, pane vecchio, tovaglioli di carta e carta casa unti e/o con residui organici, ceneri spente di caminetti, piccole ossa.

Cosa NON mettere nel contenitore

Liquidi e cibi bollenti, potature e ramaglie e tutto ciò che non è di natura organica, come ad esempio pannolini e assorbenti, stracci anche se bagnati.

Colore del contenitore e/o sacchi

MARRONE

Modalità di raccolta

Le utenze singole conferiscono il materiale in prossimità del suolo pubblico contenuto in sacchetti compostabili all'interno degli appositi contenitori in dotazione; per le utenze condominiali i sacchetti compostabili vengono conferiti in contenitori di aggregazione collocati nella proprietà privata.

Nell’area vasta del Comune di Penne la frazione organica viene gestita attraverso il compostaggio domestico.

Le utenze non domestiche sono fornite di una dotazione di contenitori in base alle proprie esigenze.

Frequenza

Tre volte a settimana   

 

 

 

 

 

Tipologia di rifiuto

SECCO RESIDUO

Cosa mettere nel contenitore

Gomma, cassette audio e video, CD, cellophane, posate di plastica, secchielli, bacinelle, giocattoli, penne, piccoli oggetti in plastica e bakelite, carta carbone, carta oleata, carta plastificata, calze di nylon, stracci non più riciclabili, cocci di ceramica, pannolini e assorbenti, cosmetici, polveri dell'aspirapolvere, scarpe vecchie, piccoli oggetti in legno verniciato, oggetti in plastica, lettiere di piccoli animali domestici.

Cosa NON mettere nel contenitore

Tutti i rifiuti riciclabili o ciò che può essere riutilizzato.

Colore del contenitore e/o sacchi

GRIGIO

Modalità di raccolta

Le utenze singole conferiscono il materiale in prossimità del suolo pubblico contenuto negli appositi contenitori o in sacchi semitrasparenti; le utenze condominiali conferiscono il materiale in contenitori di aggregazione posti nella proprietà privata (se in dotazione) o in sacchi semitrasparenti.

Nei territori dove il Comune ha assimilato i rifiuti speciali non pericolosi prodotti dalle utenze non domestiche ai rifiuti urbani, le stesse utenze hanno una dotazione di contenitori in base alle proprie esigenze.

Frequenza

Settimanale

 

Tipologia di rifiuto

PANNOLINI E PANNOLONI

Cosa mettere nel contenitore

Pannolini per bambini e pannoloni per anziani.

Modalità di raccolta

Il servizio di ritiro gratuito di pannolini/pannoloni (supplementare alla raccolta del secco residuo) è prestato alle famiglie con bambini che utilizzano pannolini o con anziani facenti uso in maniera continuativa di pannoloni per adulti.

Esso è attivato su richiesta presentando un apposito modulo all'azienda che gestisce il servizio di igiene urbana e va disdetto nel momento in cui non si ha più necessità del servizio.

Per la frequenza consultare il calendario di raccolta sul sito www.cosvega.it

 

Tipologia di rifiuto

INGOMBRANTI E RAEE

Cosa mettere nel contenitore

mobili (armadi, tavoli, poltrone, divani, reti per letto, sedie, etc.), materassi, elettrodomestici (frigoriferi, congelatori, condizionatori, lavatrici, lavastoviglie, piani cottura, forni, TV, computer, ecc.).

Modalità di raccolta

Le modalità di raccolta degli ingombrati variano a seconda del proprio Comune di residenza; le tipologie di servizio possono essere le seguenti:

-          Conferimento presso il Centro Ambiente del proprio Comune;

-          Servizio di ritiro domiciliare gratuito, da prenotare telefonando al numero telefonico dedicato.

Tutti i servizi sono riservati alle utenze domestiche.

Verificare i servizi attivi per il proprio Comune nel sito www.cosvega.it

Frequenza

Settimanale  

 

 

Tipologia di rifiuto

SFALCI E POTATURE

Cosa mettere nel contenitore

Erba, sfalci, potature.

Cosa NON mettere nel contenitore

Materiali non compostabili, scarti di cucina.

Modalità di raccolta

Le modalità di raccolta di sfalci e potature variano a seconda del proprio Comune di residenza; le tipologie di servizio possono essere le seguenti:

-          Conferimento presso il Centro Ambiente del proprio Comune;

-          Servizio di ritiro domiciliare gratuito telefonando al numero telefonico dedicato.

Tutti i servizi sono riservati alle utenze domestiche e, in alcuni Comuni, alle utenze non domestiche che non svolgono attività florovivaistiche, orticoltura e manutenzione aree verdi.

Verificare i servizi attivi per il proprio Comune nel sito www.cosvega.it

Frequenza

Settimanale  

 

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell'ambito territoriale in cui è ubicata l'utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

I servizi di pulizia del suolo sono svolti con modalità e frequenze variabili a seconda della programmazione degli stessi prevista in ciascun territorio comunale.

Lo spazzamento stradale può essere svolto nei seguenti modi:

  • Spazzamento meccanizzato: prevede l'utilizzo di autospazzatrici di diversa capacità;

  • Spazzamento misto: prevede l'utilizzo di autospazzatrici con l'ausilio di operatore a terra fornito di apposita attrezzatura;

  • Spazzamento manuale: prevede l'utilizzo esclusivo di operatori a terra forniti di apposita attrezzatura.

Contestualmente ai servizi sopra descritti, gli operatori a terra di norma svolgono il servizio di svuotamento dei cestini gettacarte e di pulizia caditoie, con frequenze stabilite a seconda delle programmazioni predefinite dalle varie Amministrazioni comunali.

Di seguito la programmazione dei servizi per macroarea

 

Servizio

Zona

Frequenza

Fascia oraria

Spazzamento meccanico

Centro urbano

Giornaliero escluso festivi

6 - 12

Manuale e cestini

Centro storico

Giornaliero escluso festivi

10 - 12

Pulizia mercato

Centro storico

Domenica

12:30 – 14:30

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

Le tariffe della Tari, suddivise tra utenze domestiche e utenze non domestiche, vengono annualmente definite con deliberazione del Consiglio Comunale consultabile sul sito del Comune di CEPAGATTI nei servizi online cartella TARI e pubblicate sul sito del Ministero dell’economia e finanze.


Per le utenze domestiche l’importo dovuto viene calcolo moltiplicando la tariffa “Parte Fissa”, correlata alla superficie calpestabile detenuta espressa in metri quadrati e sommando l’importo della tariffa “Parte Variabile” determinato in base al il numero dei componenti presenti nell’immobile.

 

Per le utenze non domestiche la tariffa si diversifica sulla base delle tipologie di attività (categorie) previste dal D.P.R. 158/1999, infatti l’importo dovuto viene calcolato moltiplicando la tariffa “Parte Fissa e Parte Variabile”, stabilita per ogni categoria, per la superficie calpestabile detenuta espressa in metri quadrati sia si tratti di locali, sia di aree scoperte.


Alla tassa si aggiunge la percentuale dovuta per il TEFA (Tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell'ambiente) di competenza della Provincia di Pescara. A partire dall’1.1.2021 il versamento degli importi dovuti a titolo di TEFA deve essere effettuato utilizzando lo specifico codice tributo “TEFA” istituito da Agenzia delle Entrate, pertanto, quanto dovuto a titolo di TEFA dovrà essere versato separatamente da quanto dovuto a titolo di TARI.

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2018)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 5.693,02 t
Cluster: Comuni con elevata densità abitativa, bassa età media e localizzazione prevalente nel centro-sud - € 44,64826323
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 76,68%
Fattori di contesto del comune: € 81,23798163
Economie e diseconomie di scala: € 0,23231
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 0
Impianti di trattamento meccanico biologico: 5
Discariche: 6
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 12,171 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 0%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 19,59%
Rifiuti smaltiti in discarica: 30,22%
Informazioni per l'accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

il bonus consiste nell’applicazione di una riduzione, sulla tariffa variabile, nella misura del 15% in favore dei soggetti che, alla data di presentazione dell’istanza, siano in possesso dei seguenti requisiti:

· nuclei familiari con un ISEE non superiore ad euro 8.265,00;

· nuclei familiari con almeno 4 figli a carico, con un ISEE non superiore ad euro 20.000,00.

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza della modalità di pagamento gratuita prevista dal TQRIF.
Modello Semplificato F24
Gratuita
SENZA COMMISSIONI
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all'anno in corso
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l'indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l'utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell'importo dovuto
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all'utente o alle caratteristiche dell'utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rettifica degli importi addebitati, liberamente accessibile e scaricabile, nonché le tempistiche e le modalità di rettifica degli importi non dovuti da parte del gestore.
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell'Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
I recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento, gli interventi di competenza del gestore, con indicazione di quelli che possono essere attivati direttamente dall'utente, secondo quanto previsto dall'articolo 52 del TQRIF.

COMUNE/Ente di Governo

 

Gestore Tariffa

Gestore attività di raccolta e trasporto rifiuti

Gestore attività di lavaggio e spazzamento strade

Cepagatti

Comune di Cepagatti

Comune di Cepagatti (PE) - Sito istituzionale

Numeri di riferimento: 0859740329/0859740342

Co.Sve.Ga. S.r.l.

https://www.cosvega.it

Numero Verde: 800135476

Co.Sve.Ga. S.r.l.

https://www.cosvega.it

Numero Verde: 800135476

Il posizionamento della gestione nell'ambito della matrice degli schemi regolatori, di cui all'Articolo 3 del TQRIF.
Il Comune di Cepagatti è collocato all'interno dello Schema regolatore I
Gli standard generali di qualità di competenza del gestore ai sensi del TQRIF, ivi inclusi gli eventuali standard aggiuntivi o migliorativi individuati dall'Ente territorialmente competente e il grado di rispetto di tali standard, con riferimento all'anno precedente.
La tariffa media applicata alle utenze domestiche e l'articolazione dei corrispettivi applicati alle utenze domestiche e non domestiche.
Modalità e termini per l'accesso alla rateizzazione degli importi.
Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.