Trasparenza Rifiuti Cavour

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cavour

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Cavour

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’odine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Lavaggio/Spazzamento strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti


Ruolo del gestore: Tariffe e rapporti con gli utenti

Indirizzo: Comune di Cavour  - Ufficio  Tributi

Telefono : 0121  6114  interno 5

Mail       : tributi@comune.cavour.to.it


Orario di ricevimento al pubblico:

Ubicazione: palazzo comunale, primo piano



Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Per  eventuali  reclami o richiesta di informazioni rivolgersi  al Comune di Cavour - Ufficio Tributi  Tel 0121 6114  interno 5   e mail: tributi@comune.cavour.to.it
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Campagne di raccolta rifiuti
  • CAMPAGNA DI SMALTIMENTO PLASTICHE PROVENIENTI DAL COMPARTO AGRICOLO: RACCOLTA RIFIUTI PLASTICI DI RPOVENIENZA AGRICOLA IN PROGRAMMA MERCOLEDI' 22 LGUGLIO 2020 DALLE ORE 8,30 ALLE ORE 11,30 PRESSO L'AREA DELIMITATA DI PIAZZA SOLFERINO
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
UTENZA DOMESTICA NUCLEO 2 COMPONENTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
UTENZA NON DOMESTICA CAT. 11 - UFFICI
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

A decorrere dal 1 gennaio 2014 è in vigore il nuovo tributo comunale sui rifiuti (TARI), che  ha  sostituito integralmente il precedente regime di prelievo sui  rifiuti e  viene definita e riscossa dal Comune in cui ha sede l'immobile.

La  TARI è  dovuta  da  chiunque possegga o detenga locali o aree scoperte a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti. Pertanto, l'allacciamento anche ad uno solo servizio pubblico (gas, acqua o energia elettrica) o la presenza di arredo implica l'assoggettabilità al tributo.

La TARI  viene applicata su due grandi categorie di utenze: le UTENZE DOMESTICHE (privati cittadini) e le UTENZE  NON DOMESTICHE (locali per uffici o attività commerciali e d'impresa) e si compone di:

- PARTE  FISSA  determinata in base alle componenti essenziali del costo del servizio di igiene ambientale (investimenti, ammortamenti, personale) e legata alla superficie degli immobili;

- PARTE VARIABILE  rapportata alla quantità di  rifiuti raccolti, al servizio fornito, all'entità dei costi di gestione e legata alla reale produzione di rifiuti.


UTENZE DOMESTICHE

Per  le  utenze domestiche l'importo della TARI  è  calcolato in base a due  fattori:

- PARTE  FISSA:  proporzionale ai metri quadrati dell'abitazione

- PARTE VARIABILE: proporzionale al numero di persone che vivono nell'abitazione. Per le utenze residenti il dato viene fornito dall'anagrafe comunale e periodicamente controllato ed aggiornato, mentre per le utenze non residenti, per le seconde case e per le utenze domestiche di persone giuridiche viene stabilito un numero di occupanti medio di due componenti.


UTENZE NON DOMESTICHE

Per  le  utenze non domestiche l'importo della TARI  è  calcolato in base a due  fattori:

- METRI QUADRATI del  locale destinato all'attività;

- CAPACITA' DI PRODUZIONE di rifiuti tipica di ciascuna attività si utilizzano per il calcolo appositi coefficienti di produzione, stabiliti dalla norma (secondo la logica che "un negozio di frutta e verdura produce più rifiuti di una cartolibreria").


Sono  previste  le seguenti  riduzioni:

RIDUZIONI PER LE UTENZE DOMESTICHE

 

1. Alle utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto e che risultino iscritte all’Albo dei Compostatori, si applica una riduzione del 10,00% da applicarsi alla sola parte variabile della tariffa. La riduzione è subordinata alla presentazione di apposita istanza attestante la decorrenza di attivazione del compostaggio domestico corredata dalla documentazione inerente l’acquisizione dell’apposito contenitore oppure da apposita autodichiarazione attestante l’utilizzo di modalità alternative di compostaggio domestico (esempio: fossa, cumulo, concimaia). La predetta istanza/autodichiarazione sarà valida anche per gli anni successivi purché non siano mutate le condizioni con obbligo, per il soggetto passivo, di comunicare al Comune la cessazione dello svolgimento dell’attività di compostaggio domestico. Con la presentazione della sopra citata istanza il medesimo autorizza, altresì, il Comune a provvedere a verifiche, anche periodiche, al fine di accertare la reale pratica di compostaggio. Vengono ritenute valide ai fini TARI le istanze per tale finalità già acquisite agli atti per la tassazione con la precedente forma di prelievo tributario in materia di rifiuti.

2. La riduzione di cui al presente articolo cessa di operare alla data in cui ne venga meno la condizione di fruizione, anche in mancanza della relativa dichiarazione.

3. Per le utenze domestiche non stabilmente attive la tariffa variabile è ridotta del 25% a condizione che le abitazioni siano tenute a disposizione da soggetti residenti, o scritta all’A.I.R.E. del Comune che abbiano dimora per più di sei mesi all’anno all’estero o in altro Comune italiano e che vengano utilizzate nel corso dell’anno per una durata non superiore a 90 giorni e che nella dichiarazione il soggetto passivo dichiari di non cedere l’alloggio in locazione, comodato o in uso gratuito.


RIDUZIONI PER LE UTENZE NON DOMESTICHE

 

1. La tassa si applica in misura ridotta del 30%, nella sola parte variabile, ai locali diversi dalle abitazioni ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 183 giorni nell’anno solare anche non continuativi.

2. La predetta riduzione si applica se le condizioni di cui al primo comma risultano da licenza o atto assentivo rilasciato dai competenti organi per l’esercizio dell’attività o da dichiarazione rilasciata dal titolare a pubbliche autorità.

3. La riduzione di cui al precedente comma 1 si applica dalla data di effettiva sussistenza della condizione di fruizione se debitamente dichiarata e documentata nei termini di presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione o, in mancanza, dalla data di presentazione della relativa dichiarazione.

4. La riduzione di cui al presente articolo cessa di operare alla data di cui ne venga meno la condizione di fruizione, anche in mancanza della relativa dichiarazione.

5. Alle attività agrituristiche così come definite dalla L.R. 23 febbraio 2015, n. 2, è riconosciuta una riduzione parial 10% da applicarsi alla sola parte variabile della tariffa.


 









 


Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 2.629,00 t
Cluster: Comuni con basso livello di benessere con localizzazione in zone pianeggianti lungo tutto il territorio nazionale - € 22,603088
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 49,71%
Fattori di contesto del comune: € 48,066254
Economie e diseconomie di scala: € 0,513379
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 2
Impianti di trattamento meccanico biologico: 10
Discariche: 14
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 20,323 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 23,59%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 21,62%
Rifiuti smaltiti in discarica: 24,77%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
  In  caso  di  difficoltà  economiche  è  possibile  richiedere  rateizzazione, presentando istanza  all'ufficio tributi  del Comune di Cavour



Regolamento TARI o regolamento per l’applicazione di una tariffa di natura corrispettiva
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

 Per l’anno 2020 le  scadenze  per  il  pagamento  sono  le  seguenti:


- rata n. 1 con scadenza 31 luglio (pari al 33,33 %)

- rata n. 2 con scadenza 30 settembre (pari al 33,33 %)

- rata n. 3 con scadenza 16 novembre (pari al 33,33 %)


- rata in soluzione unica con scadenza 31 agosto (pari al 100 %)

 


Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
In  caso di omesso  versamento, si  può  ricorrere  al  ravvedimento  operoso,  mediante  richiesta  come  da  allegati  moduli
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile



I contribuenti che abbiano verificato un’incongruenza nei dati di dettaglio dell’invito al pagamento ricevuto contattano  l'uffici tributi  telefonicamente  al n.  0121 6114  interno 5  o inviando  mail tributi@comune.cavour.to.it

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Ai sensi di quanto previsto dalla Delibera dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA) n. 444/2019/R/RIF del 31/10/2019 “Disposizioni in materia di trasparenza nel servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati” l’utente può richiedere, con apposita comunicazione scritta da inviare all’ufficio Tributi, che venga attivata la modalità elettronica per l’invio delle bollette (notifica di recapito elettronico e accesso al Portale per la visualizzazione e download delle bollette). In caso di attivazione della modalità di invio elettronica l’utente:

  • è consapevole che, solo a seguito della prima notifica ricevuta via email di emissione e disponibilità della bolletta on line, deve accedere ed effettuare la registrazione al Portale, al fine di poter creare e disporre delle credenziali di accesso autenticate;

  • è responsabile della visualizzazione e scarico dei documenti resi disponibili tramite il Portale e della verifica del buon fine del pagamento;

  • si impegna a mantenere attivo l’account di posta elettronica comunicato per la notifica di recapito elettronico delle bollette;

  • si impegna a comunicare, in caso di variazioni, i nuovi dati e riferimenti immediatamente all’ufficio tributi del Comune: in caso di mancata comunicazione di variazione è responsabilità dell’utente il mancato recapito della bolletta.