Trasparenza Rifiuti Colledara
Trasparenza Rifiuti Colledara

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Colledara

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Colledara

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Colledara
Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l'invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, segnalazioni di disservizi, prenotazioni del servizio di ritiro su chiamata, richieste di riparazione delle attrezzature per la raccolta domiciliare, nonché recapiti e orari degli sportelli online e fisici (ove presenti).
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade

UFFICIO TRIBUTI - COMUNE DI COLLEDARA (TE)


Orari di apertura:


  •     lunedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 
  •     mercoledì dalle ore 10.00 alle ore 12.00
  •     venerdì dalle ore 10.00 alle ore  12.00


Numero VERDE Rifiuti: 800 121 121


Responsabile di Settore: Dott.ssa Romina Di Giacinto

Collaboratore: Casaccia Giorgio


per ulteriori informazioni collegarsi al sito: www.moteambiente.com 





Modulistica per l'invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell'utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
La raccolta differenziata è la corretta modalità di gestione dei rifiuti urbani - obbligatoria per legge – secondo la quale tutti i cittadini, enti, aziende e istituzioni devono separare preventivamente i rifiuti depositandoli negli appositi contenitori e/o campane colorati collocati sia in strada sia all’interno dei condomini, nelle scuole, nelle aziende e negli uffici.
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell'ambito territoriale in cui è ubicata l'utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Le informazioni, ove possibile, verranno automaticamente acquisite dal catasto nazionale dei rifiuti ISPRA
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Il lavaggio e lo spazzamento delle strade è effettuato dal Gestore Mo.TE. al bisogno, senza programmazione. Nel caso di divieti relativi alla viabilità e alla sosta vengono date le opportune indicazioni al momento ed in base alle necessità.
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
UTENZA DOMESTICA - DUE COMPONENTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 184,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 0,4
Tariffa variabile: € 135,16
Quota fissa: € 0,40 * 100 * (365/365) = € 40,00
Quota variabile: € 135,16 * (365/365) = € 135,16
Totale imposta: € 40,00 + € 135,16 = € 175,16
Totale: € 175,16 + 5 % = € 183,92
Totale arrotondato: € 184,00
UTENZA NON DOMESTICA - BAR CAFFE' PASTICCERIE
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni , ammonta a € 1943,00 calcolato applicando:
Tariffa fissa: € 4,06
Tariffa variabile: € 14,44
Quota fissa: € 4,06 * 100 * (365/365) = € 406,00
Quota variabile: € 14,44 * 100 * (365/365) = € 1.444,00
Totale imposta: € 406,00 + € 1.444,00 = € 1.850,00
Totale: € 1.850,00 + 5 % = € 1.942,50
Totale arrotondato: € 1943,00

Regole di calcolo della tariffa

Per calcolare la TARI dovrai calcolare la quota fissa e la quota variabile, distinguendo se si tratta di un immobile ad uso domestico o non domestico.

Gli elementi utili per il calcolo TARI sono i seguenti:

1.   superficie in metri quadri

2.   periodo di riferimento

3.   nucleo familiare

4.   quota fissa

5.   quota variabile

6.   quota provinciale 5% dell’imponibile

 

Per utenze domestiche

La quota fissa della TARI si ottiene moltiplicando la superficie in metri quadri dell’immobile per la relativa tariffa fissa (determinata dal Comune di residenza in base al numero di persone che occupano l’immobile) secondo la formula
METRI QUADRATI X TARIFFA FISSA.

La quota variabile della TARI è, invece, determinata dal Comune in base al numero di persone che occupano l’immobile.

Le due quote vengono sommate e, al risultato ottenuto, viene applicato il tributo provinciale pari al 5% dell’imponibile.

Esempio

Consideriamo un nucleo composto da 3 componenti e abitazione di 100 m² su base annua (365 gg)

Ipotizziamo che il Comune abbia deliberato le seguenti tariffe:

·          tariffa parte fissa: 0.951 euro

·          tariffa parte variabile (considerando 3 componenti): 137,81 euro

·          quota provinciale: 5%

Secondo la modalità corretta di calcolo si ottiene:

Parte fissa TARI

0,951 € x 100 m²

95,10 €

Parte variabile TARI

x 3 Componenti

137,81 €

Quota Provinciale

0,05 x (95,10 + 137,81)

11,65 €

Totale TARI

95,10 + 137,81 + 11,65

244,56 €

Totale Arrotondato

245,00 €


Per utenze non domestiche

La quota fissa della TARI si ottiene moltiplicando la superficie in metri quadri dell’immobile per la relativa tariffa fissa (determinata dal Comune di residenza in base alla relativa categoria di appartenenza) secondo la formula
METRI QUADRATI X TARIFFA FISSA.

La quota variabile della TARI si ottiene moltiplicando la superficie in metri quadri dell’immobile per la relativa tariffa variabile (determinata dal Comune di residenza in base alla propria categoria di appartenenza) secondo la formula
METRI QUADRATI X TARIFFA VARIABILE.

Le due quote vengono sommate e, al risultato ottenuto, viene applicato il tributo provinciale pari al 5% dell’imponibile.

Esempio

Consideriamo un negozio di abbigliamento di 100 m², categoria di appartenenza 13 su base annua (365 gg)

Ipotizziamo che il Comune abbia deliberato le seguenti tariffe:

·          tariffa parte fissa: 1,543 euro

·          tariffa parte variabile (considerando la categoria di appartenenza): 1,644 euro

·          quota provinciale: 5%

Secondo la modalità corretta di calcolo si ottiene:

Parte fissa TARI

0,4680 € x 100 m²

46,80 €

Parte variabile TARI

2,4950 € x 100 m²

249,50 €

Quota Provinciale

0,05 x (46,80 + 249,50)

14,82 €

Totale TARI

46,80 + 249,50 + 14,82

311,12 €

Totale Arrotondato

311,00 €

    

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2018)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 886,18 t
Cluster: Comuni montani localizzati prevalentemente lungo l'arco appenninico del centro-sud - € 57,74490557
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 69,01%
Fattori di contesto del comune: € 95,10142451
Economie e diseconomie di scala: € 1,57172
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 0
Impianti di trattamento meccanico biologico: 5
Discariche: 6
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 28,783 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 0%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 19,59%
Rifiuti smaltiti in discarica: 30,22%
Informazioni per l'accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza della modalità di pagamento gratuita prevista dal TQRIF.
Modello Semplificato F24
Gratuita

Codici tributo per il  ritardato pagamento. In caso di ritardato pagamento saranno dovuti, oltre alla tassa, anche le sanzioni e gli interessi.


Il versamento dovrà essere effettuato utilizzando i seguenti codici:
3944: Tari - tassa sui rifiuti;
3945: interessi su Tari - tassa sui rifiuti;
3946: sanzioni su Tari - tassa sui rifiuti.

Per gli Enti Pubblici, il versamento del tributo può essere effettuato:

1. tramite il modello F24 EP, utilizzando i seguenti codici tributo:
365E: Tari - tassa sui rifiuti;
366E: interessi su Tari - tassa sui rifiuti;
367E: sanzioni su Tari - tassa sui rifiuti
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all'anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
31/07/2023
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
31/07/2023
25,00%
2° rata
31/08/2023
25,00%
3° rata
30/09/2023
25,00%
4° rata
31/10/2023
25,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l'indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l'utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell'importo dovuto

IN CASO DI OMESSO PAGAMENTO SI PUO' PROCEDERE AL RAVVEDIMENTO OPEROSO. (SI ALLEGANO LE MODALITA' DI CALCOLO IN BASE ALLA NORMATIVA VIGENTE)


I soggetti che occupano o detengono i locali o le aree scoperte devono presentare denuncia, entro il 30 gennaio dell’anno successivo a quello in cui è intervenuta la modifica

Ai  sensi del Regolamento TARI modificato ed approvato con delibera di Consiglio  n. 8 del 29/04/2016 e’ prevista una sanzione dal 100% al 200% del tributo non versato con un minimo di 50,00 euro per omessa presentazione della dichiarazione o per infedele dichiarazione

E’ prevista una sanzione pari al 30% del tributo o del maggiore tributo dovuto in caso di accertamento della violazione.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all'utente o alle caratteristiche dell'utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rettifica degli importi addebitati, liberamente accessibile e scaricabile, nonché le tempistiche e le modalità di rettifica degli importi non dovuti da parte del gestore.

OGNI SEGNALAZIONE DI ERRORE PUO' ESSERE EFFETTUATA TELEFONICAMENTE ALL'UFFICIO TRIBUTI IL LUNEDI', MERCOLEDI' E VENERDI' MATTINA DALLE 10:00 ALLE 12:00 AL NUMERO: TEL. 0861/698877


Le segnalazioni possono essere altresì effettuate in carta semplice con indicato il nome, cognome , codice fiscale, recapito telefonico, recapito mail e/o PEC e contenuto della segnalazione, debitamente firmate e corredate della fotocopia del documento d'identità. Potranno essere inoltrate:

1) a mano direttamente all'ufficio protocollo del comune;

2) inviate per e-mail tramite pec all'indirizzo: postacert@pec.comune.colledara.te.it, 

3) tramite raccomandata AR all'indirizzo COMUNE DI COLLEDARA - UFF. TRIBUTI - VIA SAN PAOLO 64042 COLLEDARA (TE)

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
E' in fase di predisposizione l'area web Tributi nella quale con accesso tramite SPID, CIE e APP IO sarà possibile accedere ai propri documenti di riscossione in formato elettronico. 
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell'Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti
I recapiti telefonici per il servizio di pronto intervento, gli interventi di competenza del gestore, con indicazione di quelli che possono essere attivati direttamente dall'utente, secondo quanto previsto dall'articolo 52 del TQRIF.
Il posizionamento della gestione nell'ambito della matrice degli schemi regolatori, di cui all'Articolo 3 del TQRIF.
Il Comune di Colledara è collocato all'interno dello Schema regolatore I
Gli standard generali di qualità di competenza del gestore ai sensi del TQRIF, ivi inclusi gli eventuali standard aggiuntivi o migliorativi individuati dall'Ente territorialmente competente e il grado di rispetto di tali standard, con riferimento all'anno precedente.
La tariffa media applicata alle utenze domestiche e l'articolazione dei corrispettivi applicati alle utenze domestiche e non domestiche.
Modalità e termini per l'accesso alla rateizzazione degli importi.
La richiesta di rateizzazione degli importi va richiesta con istanza da parte del contribuente
Modalità e termini per la presentazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio.