Trasparenza Rifiuti Castel San Giorgio
Trasparenza Rifiuti Castel San Giorgio

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Castel San Giorgio

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Castel San Giorgio

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Castel San Giorgio

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti

Per informazioni di dettaglio visionare il seguente link: http://www.comune.castelsangiorgio.sa.it/index.php/informazioni-per-il-cittadino/2017/02/8161-ufficio-tributi-iuc


Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti

La Tassa sui rifiuti viene gestita direttamente dal Comune.
Premesso che, secondo quanto stabilito dal Regolamento Comunale che disciplina l’applicazione del Tributo Comunale sui Rifiuti, chiunque occupi, detenga o conduca locali ed aree scoperte tassabili, è tenuto a presentare apposita dichiarazione, su modello messo a disposizione dall’Ufficio Tributi, avente effetto anche per gli anni successivi qualora non intervengano variazioni.

Si ricorda che la dichiarazione di cui sopra è da presentare ogniqualvolta che:
– abbia inizio il possesso, l’occupazione o la detenzione di locali ed aree assoggettabili al tributo;
– si verifichi una variazione di quanto precedentemente dichiarato (cambio di abitazione, variazione di metratura ecc..)
– si verifichi la cessazione del possesso, occupazione o detenzione dei locali ed are precedentemente dichiarati.

Tutte le denunce di cui sopra dovranno essere inviate all’Ufficio Tributi del Comune con le seguenti modalità:

  • a mezzo PEC utilizzando il seguente indirizzo amministrazione@pec.comune.castelsangiorgio.sa.it;
  • a mezzo servizio postale indirizzando la busta a Comune di Castel San Giorgio, P.zza A.Amabile n. 1, 84083 – Castel San Giorgio (SA);
  • a mano consegnando direttamente all’Ufficio Protocollo presso l’URP – Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Castel San Giorgio, P.zza A.Amabile n. 1, 84083 – Castel San Giorgio (SA);

L’Ufficio Tributi resta a disposizione per qualsiasi chiarimento o informazione:

Sportello: Martedì e Giovedì dalle 9.30 alle 12.30 – Martedì dalle 16.30 alle 19.00

Telefono: 081 - 5163286 – 081 - 5163279

Fax: 081 - 5161900

Email: tributi@comune.castelsangiorgio.sa.it; a.fimiani@comune.castelsangiorgio.sa.it

Pec: amministrazione@comune.castelsangiorgio.sa.it;


Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile


Richieste di informazioni, reclami o rettifiche relative all’importo addebitato o al pagamento , suggerimenti e proposte di miglioramento del servizio, possono essere inviate con il modulo allegato che può essere presentato:

1) in carta libera presso il protocollo generale dell’ente;
2) inviando una PEC ad: amministrazione@pec.comune.castelsangiorgio.sa.it;
3) inviando una e-mail a f.chessa@comune.castelsangiorgio.sa.it oppure a tributi@comune.castelsangiorgio.sa.it oppure a.fimiani@comune.castelsangiorgio.sa.it;
4) telefonando ai numeri -081.5163286 - 081.5163279 

5) recandosi presso l’Ufficio Tributi del Comune di Castel San Giorgio, sito in Via Europa n. 56 - I piano, nei giorni di martedì e giovedì, dalle ore 09.30 alle ore 12.30, e martedì, dalle ore 16.30 alla ore 19.00




Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Tutte le informazioni relative al calendario e orari vigenti per la raccolta dei rifiuti urbani sono reperibili al seguente indirizzo: http://www.differenziatacastelsangiorgio.it/. Sulla Home del portale si dovrà scegliere la zona di appartenenza per il relativo calendario.
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Tutte le informazioni per il corretto conferimento della raccolta dei rifiuti urbani sono reperibili al seguente indirizzo: http://www.differenziatacastelsangiorgio.it/.
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
La pulizia strade viene effettuata dal lunedì al sabato nelle ore antimeridiane.
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
ESEMPIO CALCOLO ABITAZIONE CON UN OCCUPANTE
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:

Dal 1 gennaio 2014 le tariffe sui rifiuti sono calcolate secondo la normativa prevista dal D.P.R. 158/99 pertanto le tariffe applicate alle utenze domestiche sono suddivise in una quota fissa, da applicare alla superficie imponibile differenziata in relazione al numero dei componenti del nucleo familiare, ed una quota variabile che è un importo in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare.

Eventuali variazioni che interverranno dopo l'emissione del ruolo saranno conteggiate in fase di suppletivo l'anno successivo. Le ricordiamo che in caso di trasferimento in altra abitazione dovrà essere presentata una disdetta e una eventuale nuova denuncia, in modo da ricalcolare l’importo dovuto.

Per le utenze non domestiche sia la quota fissa che quella variabile sono in proporzione ai metri quadrati ed in funzione dell’attività svolta.

All’importo ottenuto dal calcolo dell’imposta dovuto viene applicato un 5% di addizionale provinciale.

Per le utenze domestiche il calcolo della tari è così articolato:

(Tariffa Fissa x Superficie x (giorni / 365) + Tariffa Variabile x (giorni / 365) – Riduzioni)+5% addizionale provinciale

Per le utenze non domestiche il calcolo della tari è così articolato:

(Tariffa Fissa x Superficie x (giorni / 365) + Tariffa Variabile x Superficie x (giorni / 365) – Riduzioni)+5% addizionale provinciale

Per quanto riguarda l’anno 2020, è stata applicata la deroga prevista dal D.L. n. 18 del 17/03/2020 art. 107 comma 5, e pertanto sono state approvate le tariffe TARI adottate per l’anno 2019 anche per l’anno 2020, provvedendo entro il 31 dicembre 2020 alla determinazione ed approvazione del piano economico finanziario del servizio rifiuti (PEF) per il 2020, in conformità con le nuove disposizioni Arera.


Per maggiori dettagli sulle tariffe da applicare si rimanda alla sezione dedicata al servizio tributi del Comune di Castel San Giorgio : http://www.comune.castelsangiorgio.sa.it/index.php/informazioni-per-il-cittadino/2017/02/8161-ufficio-tributi-iuc, dove sono riportare le delibere di approvazione delle tariffe TARI per le varie annualità.



Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 5.241,81 t
Cluster: Comuni con elevata densità abitativa, bassa età media e localizzazione prevalente nel centro-sud - € 45,224617
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 77,87%
Fattori di contesto del comune: € 82,558128
Economie e diseconomie di scala: € 0,253278
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 1
Impianti di trattamento meccanico biologico: 7
Discariche: 2
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 21,897 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 34,24%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 3,18%
Rifiuti smaltiti in discarica: 4,82%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Ai sensi dell'art. 24 del Regolamento TARI 2020, approvato con delibera di C.C. n. 21 del 30/07/2020, sono disciplinate le riduzioni per le utenze domestiche nel modo seguente:

1. La tariffa si applica in misura ridotta, nella quota fissa e nella quota variabile, ai sensi dell’art. 1, comma 659, della Legge 27/12/2013, n. 147, alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:

a.    abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni nell’anno solare: riduzione del 30 %;

b.    abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero: riduzione del 30 %;

2.    Ai sensi dell’art. 9 bis del Decreto legge 47/2014 è riconosciuta una riduzione di 2/3 per le utenze non domestiche possedute dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso.

3.    Le riduzioni di cui ai commi precedenti si applicano dalla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione se debitamente dichiarate e documentate nei termini di presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione o, in mancanza, dalla data di presentazione della relativa dichiarazione, a pena di decadenza dal diritto al beneficio.

4.    Successivamente all’approvazione di un apposito Regolamento, alle utenze domestiche che avvieranno il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito, con trasformazione  biologica su  superficie  non  pavimentata  nelle  vicinanze  della  propria abitazione, del materiale prodotto si applicherà una riduzione del 10%. La riduzione sarà subordinata alla presentazione, entro il marzo dell’anno precedente, di apposita istanza, attestante di aver attivato il compostaggio domestico in modo continuativo nell’ anno di riferimento e corredata dalla documentazione attestante l’acquisto dell’apposito contenitore. Suddetta istanza sarà valida anche per gli anni successivi, purché non siano mutate le condizioni, con obbligo per il soggetto passivo di comunicare la cessazione dello svolgimento dell’attività di compostaggio. Con la presentazione della sopra citata istanza il medesimo autorizza  altresì  il  Comune  o  soggetto gestore  a  provvedere  a  verifiche,  anche periodiche,  al  fine  di accertare la reale pratica di compostaggio.

5.    Le riduzioni di cui al presente articolo cessano di operare alla data in cui ne vengono meno le condizioni di fruizione, anche in mancanza della relativa dichiarazione.


Ai sensi dell'art. 28 del Regolamento TARI 2020, approvato con delibera di C.C. n. 21 del 30/07/2020, sono disciplinate le agevolazioni / riduzioni nel modo seguente:

1. La tariffa si applica con riduzione del 15% nella parte fissa e nella parte variabile, alle utenze che si trovano nelle seguenti condizioni:

a)    Nuclei familiari al cui interno vi sia un minore portatore di handicap uguale o superiore al 66%;

b)   Nuclei familiari al cui interno vi sia un portatore di handicap al 100 %, con accompagnamento e/o di cui all’art. 3, comma 3 della Legge 104/1992;

c)    Nuclei familiari al cui interno vi sia un trapiantato;

d)   Nuclei familiari il cui reddito familiare derivi esclusivamente da assegno sociale o pensione sociale (dimostrabile con modello ISEE);

e)      Nuclei familiari che versino in condizioni di grave disagio economico-sociale, aventi modello ISEE non superiore a € 8.265,00;

2.    Le agevolazioni di cui al comma precedente sono iscritte in bilancio come autorizzazioni di spesa e la relativa copertura è assicurata da risorse diverse dai proventi del tributo di competenza dell'esercizio al quale si riferisce l'iscrizione stessa.

3.    Tutte le agevolazioni e riduzioni di cui al presente articolo devono essere appositamente richieste dal soggetto passivo con la presentazione della dichiarazione di cui al successivo art. 31, a pena di decadenza dal diritto al beneficio, a condizione che il contribuente sia in regola con i pagamenti della TARI.



Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita

Sarà cura dell’Amministrazione Comunale inviare i modelli F24 precompilati per il pagamento del tributo secondo le scadenze stabilite.

Il pagamento tramite modello F24 potrà avvenire presso gli sportelli bancari e postali del territorio nazionale ed è esente da commissioni.

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
30/09/2020
100,00%
Rata
Entro il
%
1° rata
30/09/2020
20,00%
2° rata
30/10/2020
20,00%
3° rata
30/11/2020
20,00%
4° rata
31/01/2021
20,00%
5° rata
31/03/2021
20,00%

Si comunica che l’art. 1, comma 738, della Legge 27 dicembre 2019, n. 160 ha abolito, con decorrenza dal 2020, l’Imposta Unica Comunale, ad eccezione della Tassa sui Rifiuti (TARI), la quale pertanto è stata confermata.

Il Comune di Castel San Giorgio, in applicazione della deroga prevista dal D.L. n. 18 del 17/03/2020 art. 107 comma 5, ha previsto il pagamento della TARI per l’anno 2020 applicando le tariffe approvate con Delibera del Consiglio Comunale n° 22 del 30/07/2020, confermando le stesse tariffe già adottate per l'anno 2019. I pagamenti devono essere effettuati tramite i modelli F24 precompilati allegati all'avviso di pagamento (unica modalità di pagamento prevista per questo tributo e pagabili presso qualsiasi ufficio postale o bancario), utilizzando il seguente codice tributo:

"3944" denominato "TARI - tassa sui rifiuti - art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.".

Il pagamento della somma dovuta dovrà avvenire in cinque rate aventi le seguenti scadenze:


  1. 30/09/2020
  2. 30/10/2019
  3. 30/11/2020
  4. 31/01/2021
  5. 31/03/2021.
È possibile, tuttavia, effettuare il pagamento in un’unica soluzione entro il 30/09/2020 utilizzando l'apposito modello di versamento F24 allegato.


Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto


RAVVEDIMENTO OPEROSO:

Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento (cd. RAVVEDIMENTO OPEROSO) dell’imposta dovuta, degli interessi calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito e della sanzione in misura ridotta.


Il contribuente che abbia quindi omesso il pagamento dell'imposta o della tassa comunale entro i termini previsti dalle disposizioni vigenti, può effettuare il ravvedimento operoso, sempre che la violazione non sia stata già constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche amministrative di accertamento da parte del Servizio Tributi, per le quali l'autore o i soggetti solidalmente obbligati non ne siano venuti a conoscenza.

-----------------------------------------


ACCERTAMENTO PER OMESSO/PARZIALE VERSAMENTO:
In caso di ritardato od omesso pagamento TARI, il comune di Castel San Giorgio invia un sollecito di pagamento/avviso per omesso/parziale versamento.


Relativamente alle sanzioni:

In caso di omesso o insufficiente pagamento si applica la sanzione del 30% dell'imposta dovuta, ovvero della differenza dell'imposta dovuta.

In caso di omessa presentazione della dichiarazione originaria o di variazione si applica la sanzione del 100%

In caso di infedele o incompleta dichiarazione si applica la sanzione del 50%


Relativamente agli interessi sono calcolati giorno per giorno a decorrere dal giorno successivo alla scadenza legale applicando i tassi annuali.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Il Comune non ha predisposto una modulistica specifica per le segnalazioni.

Per segnalazioni inerenti eventuali importi errati i cittadini possono rivolgersi a :

– Ufficio Tributi Comunale telefonando al numero 081 - 5163286 e 081 - 5163279 oppure inviando una mail a tributi@comune.castelsangiorgio.sa.it e f.chessa@comune.castelsangiorgio.sa.it o recandosi di persona in ufficio nei seguenti giorni e orari: martedì e giovedì dalle 09.30 alle 12,30 e martedì pomeriggio dalle 16,30 alle 19,00.


Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Per tutti i contribuenti interessati, che non abbiano ricevuto la bollettazione con modalità ordinarie, è possibile ricevere l’invito al pagamento TARI anche via email.

A tal uopo il contribuente dovrà comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica all’UFFICIO TRIBUTI inviando una mail ai seguenti recapiti:

tributi@comune.castelsangiorgio.sa.it

a.fimiani@comune.castelsangiorgio.sa.it;

l.corvino@comune.castelsangiorgio.sa.it

f.chessa@comune.castelsangiorgio.sa.it