Trasparenza Rifiuti Castelnuovo Rangone

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Castelnuovo Rangone

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Castelnuovo Rangone

Logo Anutel

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Lavaggio strade
Raccolta e trasporto rifiuti
Tariffe e rapporti con gli utenti


Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
Segnalare ogni eventuale disservizio all'UFFICIO AMBIENTE al fine di poter attivare per tempo i necessari controlli. 

(tel: 059-534852 - e.mail: ambiente@comune.castelnuovo-rangone.mo.it)

oppure accedendo a www.comuni-chiamo.com/@castelnuovorangone da Pc o smartphone.


In alternativa è possibile segnalare disservizi direttamente al gestore: https://www.gruppohera.it/clienti/casa/casa_servizio_clienti/suggerimenti_reclami/









Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

1.     I calendari relativi ai servizi di raccolta “stradale” sono disponibili sempre tramite “il Rifiutologo”, disponibile sia in versione web sia tramite App "ilRifiutologo" e scaricabile gratuitamente dagli store: per sapere giorni e orari della raccolta porta a porta basta inserire la via di residenza e cliccare su "calendario". Si riceverà anche una notifica push con gli orari in cui esporre i sacchetti.

Ulteriori informazioni sono reperibili all’indirizzo internet:
https://www.gruppohera.it/clienti/casa/casa_servizio_ambiente/casa_racc_diff/casa_rifiutologo/32175.html;


2.      L'isola ecologica di Castelnuovo Rangone si trova in Via Case Bruciate ed è accessibile nei seguenti giorni ed orari:

martedì e giovedì 8.00 – 12.00 e 13.30 - 17.30

sabato 8.30 - 12.00 e 13.30 - 17.30

L'isola ecologica di Montale si trova in via Sciascia 1/a ed è aperta:

mercoledì 8.30 - 12.00

venerdì 13.30 - 17.30

sabato 8.30 - 12.00 e 13.30 - 17.30


Ulteriori informazioni sui Centri di Raccolta del territorio comunale sono reperibili all’indirizzo internet:
https://www.gruppohera.it/clienti/casa/casa_servizio_ambiente/casa_racc_diff/casa_stazioni_ecologiche/32175.html;



Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

       Per istruzioni relative al corretto conferimento dei rifiuti utilizzare “il Rifiutologo”, disponibile sia in versione web sia tramite App "ilRifiutologo", scaricabile gratuitamente dagli store e con alcune funzioni aggiuntive rispetto alla versione web. E’ ad esempio possibile:

·       inviare una segnalazione da smartphone scattando una foto per comunicare direttamente ad Hera un problema sui servizi ambientali;

·       effettuare la lettura del codice a barre di molti dei prodotti in commercio per avere informazioni precise sul corretto smaltimento di tutte le componenti;

·       inserire città, via e numero civico di residenza per avere informazioni precise su come conferire i rifiuti.

Per ulteriori informazioni visitare la pagina:

https://www.gruppohera.it/clienti/casa/casa_servizio_ambiente/casa_racc_diff/casa_rifiutologo/32175.html

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile

La Carta della qualità del Servizio è reperibile all’indirizzo internet:

https://www.gruppohera.it/clienti/casa/casa_servizio_ambiente/casa_ambiente_carta_servizi/32175.html;

Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso

Percentuale di raccolta differenziata anno 2019: 73,5%

Rifiuti Urbani prodotti anno 2019: 9.898,31 tonnellate.

Rifiuti Urbani differenziati anno 2019: 6.871,65 tonnellate.



Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Le informazioni relative alle attività di spazzamento e lavaggio delle strade sono reperibili all’indirizzo internet: 

https://www.gruppohera.it/clienti/casa/casa_servizio_ambiente/casa_servizi_ambientali/casa_pulizia_strade/32175.html.

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
UTENZA DOMESTICA CON 1 OCCUPANTE
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
UTENZA DOMESTICA A DISPOSIZIONE
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
UTENZA NON DOMESTICA - MAGAZZINO
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
UTENZA NON DOMESTICA - BAR
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ATTIVITA NON DOMESTICA - ATTIVITA' INDUSTRIALE
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ATTIVITA' NON DOMESTICA - ATTIVITA' ARTIGIANALE DI PRODUZIONE BENI SPECIFICI
Per un'utenza Non domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 5,00% e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 10.526,21 t
Cluster: Comuni con medio-alto livello di benessere e attrazione economica localizzati nelle zone pianeggianti del nord-est - € 0
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 70,73%
Fattori di contesto del comune: € 1,783221
Economie e diseconomie di scala: € 0,129405
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 9
Impianti di trattamento meccanico biologico: 9
Discariche: 9
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 18,707 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 38,86%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 20,97%
Rifiuti smaltiti in discarica: 17,39%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Con Delibera di Consiglio Comunale nr. 66 del 24/06/2020 sono state approvate le seguenti agevolazioni per le UTENZE DOMESTICHE:

- esenzione dal pagamento della tassa per i nuclei famigliari economicamente svantaggiati individuati dalla "Struttura Welfare Locale - Sportello sociale di Castelnuovo Rangone" sulla base della elencazione nominativa fornita dal Servizio Sociale Professionale (SSP) dell'Unione Terre di Castelli.

- riduzione del 50% della TARI annua (quota fissa + quota variabile) dovuta dai nuclei familiari in possesso di un valore ISEE o ISEE corrente fino a € 10.000,00, esclusi quelli che godono dell'esenzione concessa dal Welfare.

- riduzione del 30% della TARI annua (quota fissa + quota variabile) dovuta dai nuclei familiari in possesso di un valore ISEE o ISEE corrente compreso tra € 10.000,01 e 15.000,00 esclusi quelli che godono dell'esenzione concessa dal Welfare.

A condizione che presentino apposita richiesta allegando ISEE o ISEE CORRENTE in corso di validità, all'Ufficio Tributi, a pena di decadenza, entro il 15/11/2020.


Per le UTENZE NON DOMESTICHE sono state applicate, pertanto non è necessario presentare richiesta, le seguenti agevolazioni:

- una riduzione del 30% sull'intera tassa 2020 (quota fissa + quota variabile) alle seguenti categorie di utenze:

01 MUSEI, BIBLIOTECHE, SCUOLE

02 CINEMATOGRAFI E TEATRI

04 CAMPEGGI, DISTRIBUTORI CARBURANTI

06 ESPOSIZIONI, AUTOSALONI

08 ALBERGHI SENZA RISTORANTE

11 UFFICI, AGENZIA, STUDI PROFESSIONALI

13 NEGOZI ABBIGLIAMENTO, CALZATURE

15 NEGOZI FILATERIA, TENDE E TESSUTI

17 BOTTEGHE PARRUCCHIERE, BARBIERE

18 BOTTEGHE FALEGNAME, IDRAULICO

19 CARROZZERIA, AUTOFFICINA, ELETTRAUTO

21 ATTIVITA' ARTIGIANALI DI PRODUZIONE

22 RISTORANTI, TRATTORIE, OSTERIE

23 MENSE, BIRRERIE, AMBURGHERIE

24 BAR, CAFFE', PASTICCERIA

27 ORTOFRUTTA, PESCHERIE, FIORI E PIANTE

30 DISCOTECHE, NIGHT CLUB

- una riduzione del 25% della quota variabile alle categorie:

3 AUTORIMESSE E MAGAZZINI

20 ATTIVITA' INDUSTRIALI




Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita

Il modello F24 è allegato al documento TARI 2020  oppure è possibile stamparlo dal portale accessibile con le credenziali inviate con il documento TARI 2019, nel caso sia stato effettuato un primo accesso, o che verranno inviate con il documento TARI 2020.


Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
30/09/2020
50,00%
2° rata
16/12/2020
50,00%
Per l'anno 2020, a seguito dell'emergenza COVID-19, le scadenze sono state posticipate con deliberazione del C.C. nr. 66 del 24/06/2020.
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Il ravvedimento operoso è un istituto giuridico che consente al contribuente che non ha assolto correttamente ad un adempimento tributario di correggere in autonomia l’errore commesso, versando:

  1. l'eventuale tributo non corrisposto entro la scadenza di pagamento prevista;

  2. una sanzione notevolmente ridotta rispetto a quella prevista per l’errore commesso;

  3. gli interessi moratori calcolati sull’eventuale tributo tardivamente versato.

Le regole del ravvedimento operoso sono previste all’art. 13, decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472, nella parte applicabile ai tributi locali. Per il ravvedimento del tardivo versamento entro il termine di 90 giorni dalla scadenza di pagamento originariamente prevista (quindi nei casi di ravvedimento sprint, breve o medio), il predetto articolo deve essere combinato con quanto previsto all’art. 13, comma 1, decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 471.

Il ravvedimento operoso è in ogni caso ammesso fintantoché la violazione non sia già stata contestata dall’ufficio ovvero non siano iniziate attività amministrative di accertamento o di controllo di cui il contribuente abbia avuto formale conoscenza.

Di seguito vengono illustrate le modalità di calcolo e versamento del ravvedimento operoso. Tali indicazioni debbono essere considerate valide esclusivamente nel campo dei tributi locali e solo per il ravvedimento di errori, anche solo formali, commessi per tributi di competenza del comune di Castelnuovo Rangone.

SANZIONE DA RAVVEDIMENTO OPEROSO

Il contribuente che deve correggere un errore commesso nell’applicazione dei tributi comunali, deve autodeterminare la sanzione da ravvedimento operoso da versare: che si ottiene riducendo, secondo regole del ravvedimento, la sanzione minima prevista per l’errore commesso.

La misura della riduzione dipende a sua volta dalla natura dell’errore commesso e dal ritardo con cui si provvede ad effettuare il ravvedimento, rendendolo sempre più oneroso all’aumentare del ritardo con cui viene effettuato.

Nel caso dei principali tributi locali (IMU, TARI e TASI), la sanzione minima prevista è pari:

  • al 30% del tributo tardivamente versato;

  • al 50% del tributo tardivamente versato a seguito di infedele dichiarazione, con un minimo di €. 50,00;

  • al 100% del tributo tardivamente versato a seguito di omessa dichiarazione, con un minimo di €. 50,00.

    Per la correzione di errori formali che non incidono sull’ammontare del tributo da versare, cioè nei casi di tardiva presentazione o di rettifica di infedele dichiarazione senza determinazione di maggior tributo da versare, la percentuale di riduzione della sanzione in caso di ravvedimento si applica alla sanzione minima prevista per l’omissione o l’infedeltà della dichiarazione, pari d €. 50,00.

Ravvedimento sprint (applicabile solo ai casi di tardivo versamento)

In caso di pagamento del tributo entro il 14-esimo giorno successivo a quello in cui il versamento doveva essere effettuato, la misura della sanzione da applicare è pari allo 0,1% del tributo non versato per ogni giorno di ritardo.

 

Ravvedimento breve (applicabile solo ai casi di tardivo versamento)

In caso di pagamento del tributo con un ritardo che va dal 15-esimo al 30-esimo giorno successivo a quello in cui il versamento doveva essere effettuato, la misura della sanzione da applicare è pari all’ 1,50% del tributo non versato.

Ravvedimento medio

Applicabile in caso ravvedimento a partire dal 31-esimo ed entro il 90-esimo giorno successivo rispetto alla data di scadenza originariamente prevista per il pagamento.

Misura della sanzione:     1,67% dell’importo tardivamente versato

5,55% dell’importo tardivamente versato a seguito di infedele dichiarazione

10,00% dell’importo tardivamente versato a seguito di omessa dichiarazione

La misura della sanzione da ravvedimento è determinata applicando alla sanzione minima prevista per la violazione commessa la riduzione prevista: all’art. 13, comma 1, d. lgs. 472/1997:

  • a-bis): riduzione ad un nono del tributo tardivamente versamento*;

  • a-bis): riduzione ad un nono del tributo tardivamente versamento a seguito di infedele dichiarazione;

  • c): riduzione ad un decimo del tributo tardivamente versamento a seguito di omessa dichiarazione.

(*) la misura della sanzione per tardivo versamento è determinata applicando la riduzione ad un nono della sanzione per tardivo versamento ridotta alla metà ai sensi dell’art. 13, comma 1, d. lgs 471/1997.

Ravvedimento lungo

Applicabile in caso ravvedimento a partire dal 91-esimo ed entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui è stata commessa la violazione.

Misura della sanzione:     3,75% dell’importo tardivamente versato

6,25% dell’importo tardivamente versato a seguito di infedele dichiarazione

12,50% dell’importo tardivamente versato a seguito di omessa dichiarazione

La misura della sanzione da ravvedimento è determinata applicando alla sanzione minima prevista per la violazione commessa la riduzione ad un ottavo prevista all’art. 13, comma 1, lett. b), d. lgs. 472/1997 del tributo tardivamente versato.

Ravvedimento lunghissimo

Applicabile in caso ravvedimento entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno successivo a quello in cui è stata commessa la violazione.

Misura della sanzione:     4,29% dell’importo tardivamente versato

7,14% dell’importo tardivamente versato a seguito di infedele dichiarazione

14,29% dell’importo tardivamente versato a seguito di omessa dichiarazione

La misura della sanzione da ravvedimento è determinata applicando alla sanzione minima prevista per la violazione commessa la riduzione ad un settimo prevista all’art. 13, comma 1, lett. b-bis), d. lgs. 472/1997 del tributo tardivamente versato.

Ravvedimento massimo

Applicabile in caso ravvedimento oltre il termine previsto per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno successivo a quello in cui è stata commessa la violazione.

Misura della sanzione:     5,00% dell’importo tardivamente versato

8,33% dell’importo tardivamente versato a seguito di infedele dichiarazione

16,67% dell’importo tardivamente versato a seguito di omessa dichiarazione

La misura della sanzione da ravvedimento è determinata applicando alla sanzione minima prevista per la violazione commessa la riduzione ad un sesto prevista all’art. 13, comma 1, lett. b-ter), d. lgs. 472/1997 del tributo tardivamente versato.

REGOLE DI DETERMINAZIONE DEGLI INTERESSI DA RAVVEDIMENTO OPEROSO

Gli interessi da applicare all’imposta non tempestivamente versata devono essere calcolati applicando al numero di giorni decorrenti dal giorno successivo alla data di versamento originariamente prevista e fino alla data di effettivo versamento,ad un tasso di interesse pari a quello legale approvato annualmente con decreto del Ministero dell’Economia e finanze e di seguito riepilogato per i vari anni di interesse:

  • anno 2020: tasso legale annuo pari a 0,05%

  • anno 2019: tasso legale annuo pari a 0,80%

  • anno 2018: tasso legale annuo pari a 0,30%

  • anno 2017: tasso legale annuo pari a 0,10%

  • anno 2016: tasso legale annuo pari a 0,20%

  • anno 2015: tasso legale annuo pari a 0,50%

  • anno 2014: tasso legale annuo pari a 1,00%

MODALITA’ DI VERSAMENTO

Nel caso dei tributi locali non esistono dei codici tributo dedicati al versamento degli interessi e delle sanzioni da ravvedimento operoso. Pertanto, all’atto della compilazione del modello di pagamento F24, le maggiorazioni da ravvedimento operoso devono essere sommate al tributo che viene tardivamente corrisposto. Le sanzioni e degli interessi da ravvedimento vengono versate, cioè, con lo stesso codice del tributo cui si riferiscono.

Nella compilazione del modello F24, in caso di ravvedimento, è richiesto di apporre un “flag” nella casella dedicata ed individuata con la dicitura “Ravv”, come di seguito indicato:



Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

I Contribuenti che debbano segnalare eventuali errori nella determinazione del dovuto TARI possono contattare direttamente l'UFFICIO TRIBUTI

telefonando ai numeri 059-534876 059-534877 059-534820

oppure scrivendo a tributi@comune.castelnuovo-rangone.mo.it


Eventuali comunicazioni in merito a variazioni di metratura, chiusura o variazioni di utenze, o più in generale variazioni nei dati relativi all'utente o all'utenza possono essere fornite utilizzando i moduli allegati.


Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione

Il documento TARI 2019,  il documento TARI 2020 e i relativi modelli F24 possono essere visualizzati e stampati accedendo al portale utilizzando le credenziali inviate con il documento TARI 2019, nel caso sia stato effettuato un primo accesso, o che verranno inviate con il documento TARI 2020.