Trasparenza Rifiuti Caronno Pertusella
Trasparenza Rifiuti Caronno Pertusella

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Caronno Pertusella

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Caronno Pertusella

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Caronno Pertusella

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
A decorrere dal 1° GENNAIO 2016 è istituita nel territorio di CARONNO PERTUSELLA, in sostituzione dei precedenti tributi sui rifiuti, la TARIFFA CORRISPETTIVA CON SISTEMI DI MISURAZIONE PUNTUALE DELLA QUANTITA’ DI RIFIUTI CONFERITI AL SERVIZIO PUBBLICO, calcolata ai sensi della normativa prevista dal comma 668 articolo 1 Legge 147/2013, a copertura dei costi economici relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento.
La Tariffa corrispettiva ha natura di entrata patrimoniale basata su un rapporto sinallagmatico di corrispettività tra quanto pagato dall’utente ed il servizio al medesimo reso e si colloca nell’alveo delle entrate non tributarie di diritto pubblico, configurandosi come una prestazione patrimoniale imposta, ai sensi dell’art. 23 della Costituzione. Avendo natura di corrispettivo per il servizio reso all’utenza è soggetta ad IVA ai sensi dell’art.1, comma 668, della Legge n. 147/2013.
I conseguenti proventi, al netto della relativa IVA che costituisce debito erariale, sono ricavi economici del servizio e controbilanciano i costi economici complessivi della gestione.
Il servizio di raccolta, trasporto, spazzamento e lavaggio delle strade è in appalto alla società ECONORD SPA di Varese, l’intero sistema integrato di igiene urbana è strutturato attraverso la raccolta dei rifiuti differenziati prodotti sul territorio.
ECONORD SPA
L’attività di fatturazione e la gestione utenti è da sempre interna all’Ente COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA ed è gestita dall’Ufficio Tributi con l’ausilio di uno specifico applicativo gestionale fornito dalla MAGGIOLI INFORMATICA. 
UFFICIO TRIBUTI COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Il servizio di raccolta, trasporto, spazzamento e lavaggio delle strade è in appalto alla società ECONORD SPA di Varese, l’intero sistema integrato di igiene urbana è strutturato attraverso la raccolta dei rifiuti differenziati prodotti sul territorio.
ECONORD SPA
Via Giordani 35
21100 Varese (VA) 
Reg. imprese di Varese N. 01368180129
R.E.A. di Varese 176425
P.IVA 01368180129
0332 226336
info@econord.it
L’attività di fatturazione e la gestione utenti è da sempre interna all’Ente ed è gestita dall’Ufficio Tributi con l’ausilio di uno specifico applicativo gestionale fornito dalla MAGGIOLI INFORMATICA. 
Il servizio telefonico non prevede un apposito call-center, l’utente può rivolgersi direttamente all’Ufficio Tributi dell’Ente, dove il personale risponde negli orari di servizio alle telefonate o alle mail nell’arco del proprio orario lavorativo. 
Per le telefonate non sono previsti tempi d’attesa e sono disponibili 5 recapiti telefonici a cui gli addetti rispondono per le questioni riguardanti la tariffa, come ad esempio le modalità di iscrizione, variazione o cessazione, le informazioni sulle modalità di pagamento o la richiesta di note di accredito. 
Lo sportello, dell’ufficio Tributi , è aperto al pubblico 11 ore settimanali e compila al contribuente la relativa modulistica. Nei giorni di non apertura al pubblico i contribuenti si rivolgono all’ufficio URP.
UFFICIO TRIBUTI COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA
PIAZZA ALDO MORO 1
P.IVA 00440710127
21042 CARONNO PERTUSELLA - VA -
02 96512209
02 96512208
02 96512210
02 96512235
02 96512601
tributi@comune.caronnopertusella.va.it
comune.caronnopertusella@pec.regione.lombardia.it
Per le segnalazioni legate al servizio raccolta sul territorio o le segnalazioni di abbandono rifiuti possono devono essere inviate al servizio URP e IGIENE URBANA dell’Ente.
I tempi di evasione di reclami e richieste di informazioni e i procedimenti di competenza dell’Ente sono riportati nella tabella che segue. Le tempistiche sono riferite a pratiche standard. In caso di pratiche che presentano un livello di complessità elevato o necessitino di integrazioni, l’evasione è in ogni caso assicurata nel rispetto di quanto previsto dalla L. 241/1990, che prevede la conclusione del procedimento entro 30 giorni dalla presentazione.
UFFICIO IGIENE URBANA COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA
PIAZZA ALDO MORO 1
P.IVA 00440710127
21042 CARONNO PERTUSELLA - VA -
02 96512308
02 96512307
lavori_pubblici@comune.caronnopertusella.va.it
comune.caronnopertusella@pec.regione.lombardia.it
UFFICIO URP COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA
PIAZZA ALDO MORO 1
P.IVA 00440710127
21042 CARONNO PERTUSELLA - VA -
02 96512304
urp@comune.caronnopertusella.va.it
comune.caronnopertusella@pec.regione.lombardia.it
Si avvisa la cittadinanza che tutti gli uffici comunali 
garantiscono i servizi all’utenza telefonicamente, via e-mail, telematicamente e, solo per le urgenze, previo appuntamento in sede
 al fine di evitare la presenza simultanea di più utenti.
MODULISTICA PER ATTIVAZIONE/CESSAZIONE UTENZA
https://www.comune.caronnopertusella.va.it/index.php/it/area-documentale-alias/modulistica/imu/tariffa-rifiuti
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile
ECONORD SPA
http://www.econord.it/
COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA
https://www.comune.caronnopertusella.va.it/index.php/it/area-documentale-alias/modulistica
I tempi di evasione di reclami e richieste di informazioni e i procedimenti di competenza dell’Ente sono riportati nella tabella che segue. Le tempistiche sono riferite a pratiche standard. In caso di pratiche che presentano un livello di complessità elevato o necessitino di integrazioni, l’evasione è in ogni caso assicurata nel rispetto di quanto previsto dalla L. 241/1990, che prevede la conclusione del procedimento entro 30 giorni dalla presentazione.
       TIPOLOGIA        MODALITA’        TEMPISTICA
Richiesta informazione -sportello,telefono - in tempo reale
-mail , portale -entro 24h
Pratica di iscrizione- variazione, cessazione  -sportello - in tempo reale
- mail, portale - entro 5 giorni 
Pratica per rettifica/annullamento -sportello - in tempo reale
- mail, portale - entro 5 giorni 
Richiesta di rimborso/riversamento -protocollo - entro 180 giorni come da regolamento
-mail, portale 
Richiesta rateizzazioni -protocollo -entro 5 giorni
-mail, portale
Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione
Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Per la corretta comprensione delle informazioni e dei dati richiesti nel file QUALITA’ CONTRATTUALE, si precisa che la gestione della TARIFFA avviene in conformità ai dettami della normativa vigente (L. 147/2013) e secondo quanto previsto dal Regolamento della  TARIFFA CORRISPETTIVA CON SISTEMI DI MISURAZIONE PUNTUALE DELLA QUANTITA’ DI RIFIUTI CONFERITI AL SERVIZIO PUBBLICO approvato con deliberazione di CC n.3 del 08/02/2016 e s.m.i..
non è prevista un’apposita Carta della qualità del servizio per la tipologia di attività svolta dall’ente in merito a gestione bollettazione e rapporto con gli utenti se non quanto previsto nel Regolamento capo V art. 22 
Per i servizi in capo al Gestore legati alla gestione della raccolta e dello smaltimento rifiuti è prevista una speciale sezione nella documentazione dell’appalto (Capitolato speciale d’Appalto)
https://www.comune.caronnopertusella.va.it/index.php/it/aree-tematiche/igiene-urbana
http://www.econord.it/
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
La Tariffa corrispettiva è articolata nelle fasce di utenza domestica e di utenza non domestica.
il riparto dell’onere complessivo per la copertura dei costi fissi fra utenze domestiche ed utenze non domestiche viene determinato in funzione del valore complessivo (espresso in metri quadrati) delle superfici assoggettate a tassazione per ciascuna delle due considerate macro classi di utenti, mentre, in applicazione di quanto previsto dall’art. 14 del regolamento comunale, la quota variabile della tariffa è calcolata sul numero effettivo dei conferimenti di rifiuto indifferenziato (sacco viola con microchip personalizzato);
TARIFFA PARTE FISSA UTENZE DOMESTICHE
Fatto X il volume di costi fissi del servizio di igiene urbana da coprire con il ricavo derivante dai corrispettivi posti a carico della macro classe delle utenze domestiche – sulla base delle risultanze del piano economico finanziario della gestione – il riparto di tale onere fra i nuclei famigliari (ovvero il concorso alla copertura dei costi fissi da parte di ciascun nucleo famigliare) è determinato sulla base del seguente modello:
a)    una quota pari al 20% dei costi fissi del servizio rifiuti e igiene urbana riferiti alla macro classe delle utenze domestiche è ripartita in modo uguale ed indistinto fra il numero complessivo delle utenze domestiche. Se N1 è il numero delle utenze domestiche (ovvero il numero delle fatture attive emesse a carico della macro classe delle utenze domestiche), ciascuna utenza avrà indistintamente a carico una quota di costi fissi pari a X*20% / N1;
b)    una quota pari al 35% dei costi fissi del servizio rifiuti e igiene urbana riferiti alla macro classe delle utenze domestiche è ripartita in base al numero dei cittadini residenti, integrato dal numero degli utenti del servizio non residenti, ed attribuita a ciascuna utenza in ragione del numero dei componenti il nucleo familiare. Se N2 è il numero dei residenti, N3 il numero degli utenti del servizio non residenti e nj il numero dei componenti il jesimo nucleo famigliare, l’onere posto a carico del jesimo nucleo famigliare sarà pari a [X*35% / (N2 + N3)] * nj;
c)    una quota pari al 45% dei costi fissi del servizio rifiuti e igiene urbana riferiti alla macro classe delle utenze domestiche è ripartita in funzione delle superfici degli immobili che, anche potenzialmente, sono idonei a produrre rifiuti. Se St è la superficie totale degli immobili delle N1 utenze domestiche (comprese le relative pertinenze) e Sj la superficie dell’immobile del jesimo nucleo famigliare (comprese le pertinenze), l’onere posto a carico del jesimo nucleo famigliare sarà pari a [X*45% / St] * Sj.
TARIFFA PARTE FISSA UTENZE NON DOMESTICHE
Per la parte componente tariffaria delle utenze non domestiche riferita alla copertura dei costi fissi, si prendono a riferimento, nel limite del possibile, i coefficienti di produttività Ka e/o Kc di cui alle tabelle 4a e 4b, Allegato 1, del decreto del Presidente  della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158. 
TARIFFA PARTE VARIABILE
Per la parte variabile della tariffa variabile si prende come base di calcolo il costo di riferimento suddiviso per il numero di sacchi dei rifiuti indifferenziati, dotati di microchip, conferiti, tenendo conto del peso medio stimato degli stessi.
ESEMPI di tariffa
ABITAZIONE NUCLEO FAMILIARE 3 COMPONENTI MQ. 100
QUOTA FISSA PER ABITAZIONE € 31,11
QUOTA FISSA PER 3 COMPONENTI € 68,87
QUOTA FISSA PER MQ.  € 65,79
QUOTA VARIABILE 1 CONFERIMENTO € 3,73
€ 169,50
IVA 10% € 16,95
ADDIZIONALE PROVINCIALE 4% SU IMPONIBILE € 6,78
€ 193,00
ABITAZIONE NUCLEO FAMILIARE 4 COMPONENTI MQ. 100
QUOTA FISSA PER ABITAZIONE € 31,11
QUOTA FISSA PER 4 COMPONENTI € 91,83
QUOTA FISSA PER MQ.  € 65,79
QUOTA VARIABILE 1 CONFERIMENTO € 3,73
€ 192,46
IVA 10% € 19,25
ADDIZIONALE PROVINCIALE 4% SU IMPONIBILE € 7,69
€ 219,00
RISTORANTE DI MQ. 126
QUOTA FISSA € 1402,95
QUOTA VARIABILE 1 CONFERIMENTO € 3,73
€ 1.406,68
IVA 10% € 14,07
ADDIZIONALE PROVINCIALE 4% SU IMPONIBILE € 56,26
€ 1.477,00
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2017)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 7.463,33 t
Cluster: Comuni con elevata densità abitativa, bassa età media e localizzazione prevalente nel centro-sud - € 45,22461704
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 87,41%
Fattori di contesto del comune: € 18,24975426
Economie e diseconomie di scala: € 0,17778
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 8
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 28,231 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 46,89%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 36,4%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,76%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
 Alle utenze domestiche che provvedono a smaltire in proprio gli scarti compostabili e vegetali compostabili provenienti da attività di giardinaggio (foglie, erba e ramaglie) 
verrà riconosciuta una riduzione per utente sulla parte fissa della tariffa da definirsi con apposito provvedimento. La riduzione è proporzionale alla durata dell’occupazione.
 A tal fine, gli utenti devono utilizzare le modalità idonee, a cui deve corrispondere un unico nucleo familiare, e presentare al Comune la comunicazione dell’attivazione del servizio.
Il Comune potrà effettuare controlli per verificare la correttezza del comportamento dell’utente, revocando, in caso di riscontro negativo, l’applicazione dell’agevolazione.
All’utenza, il cui nucleo è composto anche da bambini di età inferiore ai tre anni, verrà consegnata una fornitura di sacchi di colore verde privi di microchip. L’utilizzo dei sacchi di colore verde non concorre al calcolo della componente variabile della Tariffa.
All’utenza, nel cui nucleo sono presenti uno o più soggetti che per diverse ragioni (anziani allettati, disabili…) fanno uso di presidi medici ospedalieri usa e getta (pannoloni, traverse……), verrà consegnata una fornitura di sacchi di colore azzurro privi di microchip. L’utilizzo dei sacchi di colore azzurro non concorre al calcolo della componente variabile della Tariffa.
Per accedere alla fornitura prevista dal comma 5, l’utente interessato o persona da questi delegata, è tenuto a presentare apposita richiesta secondo la modulistica resa disponibile dal Comune, corredata da bolla di consegna del presidio medico ospedaliero di prodotti usa e getta o certificazione medica a firma del medico curante.
Il Comune, nell’ambito degli interventi socio-assistenziali, accorda ai soggetti che versino in condizione di grave disagio sociale ed economico un sussidio per il pagamento della Tariffa corrispettivo, limitatamente ai locali direttamente abitati.
Le agevolazioni di cui al comma precedente sono iscritte in bilancio come autorizzazioni di spesa e la relativa copertura è assicurata da risorse diverse dai ricavi del servizio di gestione dei rifiuti.
La Tariffa corrispettiva è ridotta di:
€. 100,00 per nuclei familiari con reddito ISEE pari o inferiore a €. 8.000,00 
 €. 50,00 per nuclei familiari con reddito ISEE pari o inferiore a €. 12.000,00
Sono esenti dalla Tariffa le unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili ricoverati in istituto, con correlato conseguente cambio di residenza, purché risultino effettivamente non locate, o comunque, non utilizzate a qualsiasi titolo da altro soggetto. L’esenzione deve essere richiesta dal contribuente e decorre dall’anno successivo a quello della richiesta.
Le riduzioni e esenzioni tariffarie sopra indicate competono a richiesta dell’interessato e decorrono dall’anno della richiesta. Il contribuente è tenuto a dichiarare il venir meno delle condizioni che danno diritto alla loro applicazione entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione di variazione. Le stesse cessano comunque alla data in cui vengono meno le condizioni per la loro fruizione, anche se non dichiarate.
Le riduzioni e le esenzioni di cui al presente articolo sono iscritte in bilancio come autorizzazioni di spesa 
 e la relativa copertura è assicurata da risorse diverse dai proventi del tariffa di competenza dell’esercizio al quale si riferisce l’iscrizione stessa.

Alle utenze non domestiche, attività commerciali e industriali che producono e distribuiscono beni alimentari, verrà riconosciuta una riduzione in misura percentuale sulla parte variabile della tariffa secondo le modalità da definirsi con apposito Regolamento approvato dalla Giunta Comunale.


ANNO 2021 MISURE STRAORDINARIE DI ABBATTIMENTO DELLA PRESSIONE TARIFFARIA

per le utenze non domestiche la cui attività è stata sospesa ex lege nell’ambito delle disposizioni di rango nazionale per il contrasto alla diffusione del contagio da covid-19 (bar, ristoranti, pizzerie, attività  artigianali e commerciali), viene, in via automatica, azzerato l’importo dovuto a titolo di rateo mensile della componente tariffaria fissa per ciascun mese di sospensione legale dell’attività, con riferimento ai seguenti periodi:

a) ultimo quadrimestre dell’anno 2020 (a conguaglio integrativo dell’abbattimento tariffario già riconosciuto nella fatturazione TARIP 2020 per sospensione delle attività del primo lockdown);

b) primo semestre dell’anno 2021;

la simulazione effettuata per l’applicazione della considerata misura straordinaria di abbattimento della pressione tariffaria, in ragione della composizione del target dei destinatari, rende una stima dei conseguenti minori ricavi attesi pari a € 109.876,33. I ricavi derivanti dall’applicazione della componente tariffaria fissa alle utenze non domestiche, pertanto, si riducono a € 332.890,48 (abbattimento selettivo della pressione tariffaria sulle utenze non domestiche in ragione del 24,82%); al netto delle risorse assorbite dalla misura straordinaria di cui sopra, residua un ulteriore spazio finanziario di € 107.244,41 per eventuali ulteriori misure aggiuntive di abbattimento della pressione tariffaria, che

viene impiegato in favore delle utenze domestiche, in abbattimento della componente tariffaria fissa legata al numero dei componenti il nucleo famigliare;

la componente tariffaria per ciascun componente il nucleo famigliare, già determinata in € 22,9579, viene abbattuta a € 17,1479 (riduzione di € 5,8100),

con conseguente minori ricavi attesi per € 107.244,41; ne consegue che lo spazio finanziario complessivamente disponibile per l’introduzione, nell’anno 2021, di

misure straordinarie di abbattimento della pressione tariffaria (somme vincolate in avanzo di amministrazione in ragione di € 217.120,74) viene impiegato come di seguito:

a) abbattimento pressione tariffaria su componente tariffaria fissa utenze domestiche: € 107.244,41,

b) abbattimento pressione tariffaria su componente tariffaria fissa utenze non domestiche: € 109.876,33;

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Addebiti diretti SDD
Costi dipendenti dalla propria banca creditrice
PagoPA
Costi dipendenti dal prestatore di servizio scelto
Il COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA emette le fatture una volta all’anno e le trasmette agli utenti con relativa DELEGA DI PAGAMENTO F24
via posta ordinaria
all'indirizzo di posta elettronica fornito dal contribuente
via pec
con  scadenza come da Regolamento
16 LUGLIO/16 SETTEMBRE/16 DICEMBRE con possibilità di pagamento in unica soluzione entro il 16 SETTEMBRE.
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
Unica
NaN/NaN/NaN
100,00%
Rata
Entro il
%
Il COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA emette le fattureuna volta all’anno e le trasmette agli utenti con relativa DELEGA DI PAGAMENTO F24
via posta ordinaria
all'indirizzo di posta elettronica fornito dal contribuente
via pec
con  scadenza come da Regolamento
16 LUGLIO/16 SETTEMBRE/16 DICEMBRE con possibilità di pagamento in unica soluzione entro il 16 SETTEMBRE.
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto
Il COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA invia l'anno successivo alla spedizione della fattura un sollecito massivo per segnalare il mancato pagamento accordando al contribuente
30 giorni utili per il pagamento
Decorso tale termine invia un ulteriore sollecito con raccomandata prima di attivare le procedure esecutive per il recupero del credito.
Il CONSIGLIO COMUNALE nella prossima sedura del 2 LUGLIO 2020 approverà il REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE COMUNALI
che recepisce le nuove norme in materia di accertamento esecutivo e di rateizzazione di somme dovute
Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Il servizio telefonico non prevede un apposito call-center, l’utente può rivolgersi direttamente all’Ufficio Tributi dell’Ente, dove il personale risponde negli orari di servizio alle telefonate o alle mail nell’arco del proprio orario lavorativo. 
Per le telefonate non sono previsti tempi d’attesa e sono disponibili 5 recapiti telefonici a cui gli addetti rispondono per le questioni riguardanti la tariffa, come ad esempio le modalità di iscrizione, variazione o cessazione, le informazioni sulle modalità di pagamento o la richiesta di note di accredito. 
Lo sportello, dell’ufficio Tributi , è aperto al pubblico 11 ore settimanali e compila al contribuente la relativa modulistica. Nei giorni di non apertura al pubblico i contribuenti si rivolgono all’ufficio URP.
UFFICIO TRIBUTI COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA
PIAZZA ALDO MORO 1
P.IVA 00440710127
21042 CARONNO PERTUSELLA - VA -
02 96512209
02 96512208
02 96512210
02 96512235
02 96512601
tributi@comune.caronnopertusella.va.it
comune.caronnopertusella@pec.regione.lombardia.it
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
La comunicazione del proprio indirizzo di posta elettronica può essere fatto direttamente contattando
UFFICIO TRIBUTI COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA
PIAZZA ALDO MORO 1
P.IVA 00440710127
21042 CARONNO PERTUSELLA - VA -
02 96512209
02 96512208
02 96512210
02 96512235
02 96512601
tributi@comune.caronnopertusella.va.it
comune.caronnopertusella@pec.regione.lombardia.it
Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti