Trasparenza Rifiuti Bozzolo
Trasparenza Rifiuti Bozzolo

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Bozzolo

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Bozzolo

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Bozzolo

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti
Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Si prega di segnalare tempestivamente eventuali disservizi in merito alla raccolta differenziata porta a porta al numero verde di Mantova Ambiente s.r.l. 800473165.

Allo stesso numero verde, oltre che all'indirizzo e-mail clienti@teaspa.it, è possibile rivolgersi per ogni ulteriore informazione o segnalazione, anche in merito alla gestione della propria utenza e posizione tariffaria.

Per ogni tipo di segnalazione, anche in merito al servizio di spazzamento e lavaggio strade, ci si può sempre rivolgere al Comune di Bozzolo, mediante il modulo sottostante, da consegnare all'Ufficio Protocollo, all'Ufficio Tributi o da inoltrare alla pec istituzionale: comune.bozzolo@pec.regione.lombardia.it

Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Consultare l'ecocalendario 2021, recapitato ad ogni utente, disponibile in formato cartaceo presso il Comune oppure scaricabile da questa pagina, per il calendario dettagliato del servizio porta a porta.

L'ecocalendario 2021 contiene anche una breve guida per la corretta differenziazione e i contatti di Mantova Ambiente s.r.l. e del Comune di Bozzolo per la maggior parte delle esigenze legate all'utenza.

Sempre sull'ecocalendario 2021, è possibile consultare l'orario di apertura del centro di Raccolta di via Tezzoglio (vicino al depuratore), che per comodità riportiamo anche di seguito (è necessario recarsi al centro di raccolta entro 15 minuti dalla chiusura):


            Orario da aprile a settembre:

            lunedì 17-19

            mercoledì 17-19

            giovedì 17-19

            sabato 8-12


            Orario da ottobre a marzo:

            lunedì 14:30-16:30

            mercoledì 14:30-16:30

            giovedì 14:30-16:30

            sabato 8-12


Si ricorda che sono disponibili sul territorio cassonetti chiusi a chiave per la raccolta di pannolini e pannoloni, dedicati alle famiglie residenti con bambini e anziani (per informazioni e per richiedere la chiave, compilare il modulo sottostante e recarsi presso gli Uffici Tecnico o Tributi tel. 0376-910823, 0376-910824).                                    

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta

Ad oggi non sono previste campagne straordinarie di raccolta rifiuti urbani.

Informazioni relative a campagne straordinarie di raccolta rifiuti urbani saranno tempestivamente fornite ai cittadini, attraverso i mezzi di comuicazione di cui il Comune dispone, compreso il presente sito.

Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

Sull'ecocalendario 2021, recapitato agli utenti a domicilio in versione cartacea e disponibile sul presente sito e sul sito di Mantova Ambiente s.r.l. (www.mantovaambiente.it), sono fornite le principali indicazioni per un corretto conferimento dei rifiuti urbani, in merito ai vari servizi di raccolta e trasporto rifiuti urbani.


Servizio porta a porta (principali indicazioni):

1) QUANDO ESPORRE: ricordarsi di esporre i sacchi e i contenitori dati in dotazione fuori dalle abitazioni o attività la sera prima del giorno di raccolta;

2) CARTA: il materiale sfuso non verrà ritirato; va quindi legato con corda in pacchi di peso non superiore ai 15 kg, oppure inserito in sacchi di carta o in scatoloni a perdere di proprietà dell'utente;

3) IMBALLAGGI IN PLASTICA: vanni conferiti privi di residui;

4) ORGANICO: utilizza solo il contenitore marrone grande; il contenitore marrone piccolo va usato esclusivamente nell'abitazione;

5) SFLACI E POTATURE: gli sfalci d'erba, i fiori recisi e le piccole potature devono essere conferiti all'interno dell'apposito bidone carrellato (da richiedere per l'attivazione del servizio); le fascine, di dimensione fino a 1,20 mt di lunghezza, devono essere esposte accanto al bidone, legate con corda o spago naturale; è possibile conferire un massimo di 3 bidoni carrellati e di 5 fascine per volta.


Centro di raccolta di via Tezzoglio (per i materiali ricompresi anche nel servizio porta a porta, si ricorda agli utenti che è possibile conferire al centro di raccolta solo eccezionali quantità di materiale differenziato; infatti, per la raccolta differenziata ordinaria, gli utenti devono necessariamente utilizzare il servizio porta a porta; ciò al fine di non incrementare inutilmente i costi di gestone del centro di raccolta stesso):

1) MATERIALI CONFERIBILI: carta, plastica, vetro, ferro, ingombranti (mobili, materassi, divani, reti, ecc.), sfalci e potature, legno, oli alimentari;

2) SOLO DI PROVENIENZA DOMESTICA: pericolosi (farmaci, batterie e accumulatori al piombo, pile, vernici, toner, cartucce di stampa), inerti (in piccole quantità), RAEE – Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (lavatrici, frigoriferi, congelatori, televisori, monitor, computer, stampanti, videoregistratori, videocamere, ferri da stiro, neon, aspirapolvere, asciugacapelli, rasoi elettrici, friggitrici, tostapane, frullatori), oli minerali.


Raccolta pannolini e pannoloni:

sul territorio del Comune di Bozzolo (MN) sono disponibili cassonetti chiusi a chiave, per la raccolta di pannolini o pannoloni, dedicati alle famiglie residenti con bambini e anziani; dopo avere richiesto e ottenuto la chiave, presso gli Uffici Tecnico o Tributi (tel. 0376 910823, 0376-910824), è necessario inserire i pannolini o pannoloni in un qualsiasi sacco per la raccolta indifferenziata, ponendo poi il sacco in uno dei cassonetti dislocati sul territorio comunale.


Raccolta indumenti:

sono disponibili appositi contenitori in piazza Marcora e all'esterno del centro di raccolta di via Tezzoglio.


Dove lo butto?

Sul sito di Mantova Ambiente s.r.l. è disponibile sia un'app sia una breve guida per la corretta raccolta differenziata.

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Carta della qualità del servizio vigente.
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta

Il servizio di spazzamento e lavaggio delle strade è effettuato sul territorio comunale, suddiviso in opportune zone di intervento, con cadenza periodica settimanale o, in alcuni casi, quindicinale, a seconda delle esigenze.

Si rimanda alla tavola di intervento predisposta dall'Ufficio Tecnico.

Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili

Il corrispettivo rifiuti

La tariffa rifiuti, o meglio il corrispettivo per i rifiuti, è quanto ciascun utente corrisponde per la copertura del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero per tutte le attività che vengono svolte dai gestori, ad esempio: la raccolta, il trasporto, il trattamento dei rifiuti urbani, lo spazzamento e il lavaggio delle strade, il rapporto con gli utenti.


La determinazione della tariffa rifiuti prende in considerazione diversi elementi, riferiti all’anno solare precedente, ad esemipio: i metri quadri di abitazioni e attività, la produzione effettiva di rifiuti avvenuta l’anno precedente, la percentuale di raccolta differenziata sempre riferita all’anno precedente, la produzione stimata di rifiuti relativa a tutte le utenze domestiche e non domestiche, il numero delle utenze domestiche e non domestiche servite, il numero degli abitanti residenti, in base all’ultimo dato Istat disponibile, ecc.


Le tariffe si conformano ai criteri contenuti nel DPR 158/1999 e sono approvate dal Consiglio Comunale con deliberazione, con effetto dal primo gennaio dell'anno di riferimento, che contiene tutti i coefficienti e i parametri utili.


Le tariffe sono composte da una quota fissa e da due quote variabili, sono articolate in utenze domestiche (le famiglie), e utenze non domestiche (utenze industriali, artigianali commerciali) e, come detto, assicurano la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio, indicati nel Piano Economico Finanziario  (PEF) deliberato dal Comune.


La quota fissa è la parte che copre i costi del servizio, in particolare gli investimenti e gli ammortamenti per gli impianti di raccolta e di trattamento; di questi costi fanno parte anche lo spazzamento e il lavaggio delle strade.

La tariffa per la quota fissa di ogni categoria è ottenuta col seguente prodotto:

quota unitaria (espressa in €/mq) per la superficie dell'abitazione (indicata in mq) corretta per un coefficiente di adattamento (Ka), quest'ultimo desumibile dalle tabelle 1a e 1b del DPR 158/1999.


La quota variabile, invece, è la parte di bolletta che dipende dai costi della raccolta differenziata, dal riciclo e dal trattamento dei materiali. 


La tariffa per la quota variabile si calcola con parametri diversi per le utenza domestiche (le famiglie) e per le utenze non domestiche (le utenze industriali, artigianali, commerciali):

  • per le utenze domestiche è un importo fisso in funzione del numero di componenti del nucleo familiare, determinato come prodotto di una quota unitaria (espressa in kg) per un coefficiente di adattamento (Kb) per il costo unitario (€/kg);
  • per le utenze non domestiche è un importo €/mq definito in funzione della categoria di attività, determinato come prodotto di una quota unitaria (espressa in kg/mq) per un coefficiente di adattamento (Kd) per il costo unitario (€/kg).


La quota variabile a misura è riferita ai costi della raccolta del rifiuto indifferenziato (secco residuo), ovvero di tutto ciò che non si è riusciti ad avviare alla raccolta differenziata.


La tariffa per la quota variabile a misura è data dal prodotto della quota unitaria (espressa in €/litro) per i volumi di rifiuto secco conferiti al servizio, ed in particolare:

  • per le utenze domestiche la produzione attesa media annua del secco residuo è determinata in base ai coefficienti di produttività Kb (Kg/utenza/die in base al numero dei componenti del nucleo familiare);
  • per le utenze non domestiche la produzione attesa media annua del secco residuo è determinata in base ai coefficienti di produttività Kd (Kg/utenza/anno in base al tipo di attività);
  • entrambi i coefficienti sopra citati sono commisurati alla percentuale di raccolta differenziata ottenuta nel precedente anno e alla produzione reale dell’anno precedente;
  • per ogni svuotamento si considera conferita dall’utente l’intera volumetria del contenitore esposto, non rilevando se lo stesso sia parzialmente pieno.


L'addizionale provinciale, nella misura stabilita dalla legge, è applicata sulla somma di tutte le quote, al netto di eventuali riduzioni.


Per ulteriori informazioni, dettagli e per gli esempi relativi al calcolo delle bollette, si rimanda alla pagina del gestore Mantova Ambiente srl.

Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 2.261,01 t
Cluster: Comuni con basso livello di benessere con localizzazione in zone pianeggianti lungo tutto il territorio nazionale - € 22,603088
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 88,57%
Fattori di contesto del comune: € 63,730103
Economie e diseconomie di scala: € 0,61265
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 5
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 25,892 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 49,8%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 33,26%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,05%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Il regolamento per la disciplina del corrispettivo per i rifiuti in luogo della TARI, anno 2020, approvato con DCC n. 37 del 28/09/2020, all'art. 21, comma 1, prevede: "La delibera di approvazione delle tariffe può attivare ulteriori agevolazioni, anche in forma di esenzione, per il sostegno alla non capacità contributiva della famiglia, per sostegno a forme di associazionismo, di vario genere quale culturale, rivolta al mondo giovanile, umanitario, cantieri, contrasto alle ludopatie ecc. ovvero in caso di situazioni episodiche dovute a situazioni emergenziali (quali ad esempio epidemiche, sismiche o similari).

Per l'anno 2020, con DCC n. 38 del 28/09/2020 di Approvazione delle tariffe per il corrispettivo rifiuti in luogo della TARI, sono state attivate le seguenti agevolazioni, sotto riportate in forma sintetica:

  • in ottemperanza alle deliberazioni ARERA n. 158/2020/R/rif del 05/05/2020, di “Adozione di misure urgenti a tutela delle utenze del servizio di gestione integrata dei rifiuti, anche differenziati, urbani ed assimilati, alla luce dell’emergenza da COVID-19”, e n. 238/2020/R/rif del 23/06/2020, di “Adozione di misure per la copertura dei costi efficienti di esercizio e di investimento del servizio di gestione integrata dei rifiuti, anche differenziati, urbani e assimilati, per il periodo 2020-2021 tenuto conto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
  • considerata la necessità di intervenire, in tutte le forme possibili, nel contrasto ai crescenti fenomeni di ludopatia, si riconosce un’agevolazione tariffaria alle attività classificate nelle categorie 14, 22 e 24 che, per l’anno 2020, garantiranno la non installazione/dismissione di apparecchi, di cui all’art. 110, comma 6, lettera a) del T.U.L.P.S. (c.d. “slot machine”), secondo le seguenti modalità applicative: a) nella misura del 50% della quota fissa e della quota variabile, da concedersi già nella fattura del 2020; b) per l'ottenimento della agevolazione, l'utente dovrà presentare apposita dichiarazione, resa ai sensi del D.P.R. 445/2000, art. 47, da presentarsi all'ufficio tributi del Comune entro 15 giorni dalla pubblicazione della presente delibera e secondo il modello allegato alla delibera stessa (Allegato E) a pena di decadenza, attestante la non installazione di "slot machine" per l'intero anno 2020, ovvero la dismissione di tali apparecchi già avvenuta nel corso del 2020; c) l'utente che all'atto della presentazione della dichiarazione non si trovasse in regola con i pagamenti delle fatture degli anni precedenti, non sarà ammesso all'agevolazione per l'anno 2020.



Si ricorda che ai sensi dell'art. 20 del regolamento, in linea generale, "le riduzioni, di norma e salvo diversa esplicita disposizione, non sono cumulabili tra loro; ad ogni utenza verrà assegnata la riduzione più vantaggiosa".


Per le ulteriori agevolazioni previste dal regolamento ed ordianariamente attivabili dagli utenti, si rimanda nel dettaglio al sito web del gestore Mantova Ambiente srl.


Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Si rinvia alla pagina del gestore Mantova Ambiente srl per le informazioni necessarie in merito alle modalità di pagamento ammesse, anche elettroniche, e alla loro gratuità.
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso

Il regolamento per la disciplina del corrispettivo per i rifiuti in luogo della TARI, anno 2020, approvato con DCC n. 37 del 28/09/2020, all'articolo 30 stabilisce che: "il corrispettivo per i rifiuti è versato al gestore in due rate, la prima scadente entro il mese di marzo, riferita al primo semestre dell’anno, e la seconda scadente entro il mese di settembre, riferita al secondo semestre dell’anno. Qualora sessanta giorni prima della scadenza della rata non siano state ancora approvate le tariffe per l’anno di riferimento, la rata in scadenza è computata in acconto e sulla base delle tariffe in vigore nel precedente anno e si procede al conguaglio nella prima fattura successiva.


E' prevista la possibilità di eccezioni in caso di annualità con situazioni emergenziali (quali ad esempio epidemiche, sismiche o similari) per le quali la scadenza delle rate può essere modificata e indicata nella delibera di approvazione delle tariffe.

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Ai sensi dell'art. 31 del regolamento per la disciplina del corrispettivo rifiuti in luogo della TARI, anno 2020, il gestore sollecita il pagamento delle somme non puntualmente versate attraverso un richiamo nella fattura successiva, nonché tramite specifico atto di costituzione in mora, inviato a mezzo raccomandata A.R o P.E.C. e indicante gli importi da versare in unica rata ed il termine di versamento.


Il ritardato pagamento della fattura comporta l’applicazione degli interessi di mora di cui all’articolo 29 per ogni giorno di ritardo, decorrenti dal giorno successivo alla data di scadenza indicata nella fattura stessa, oltre alle eventuali spese di sollecito, determinate forfettariamente in 10 euro oltre IVA di legge se dovuta.


Persistendo l’inadempimento, il Gestore provvede alla riscossione coattiva secondo le disposizioni di legge applicabili, con addebito all’utente moroso delle spese relative al procedimento. Il Gestore può procedere alla riscossione coattiva anche attraverso la cessione del credito ad idonea società specializzata nel rispetto della normativa vigente.


Ai sensi dell'art. 29, gli interessi di mora, fissati nella misura del tasso legale aumentato di due punti percentuali, sono applicati in conformità alle disposizioni dell’articolo 1, comma 802, della legge n. 160/2019.


Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile
Si rinvia alle pagine del gestore Mantova Ambiente srl per le segnalazioni e le informazioni in merito ad eventuali rimborsi.
Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Si rinvia alle pagine del gestore Mantova Ambiente srl per tutte le modalità di pagamento attivate e le singole modalità di attivazione, comprese le modalità elettroniche.