Trasparenza Rifiuti Bormio
Trasparenza Rifiuti Bormio

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Bormio

Logo Anutel

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Bormio

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Bormio

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti
Il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani indifferenziati e differenziati del Comune di Bormio e la gestione del Centro di raccolta rifiuti in località Ask, sono stati affidati alla società S.EC.AM. S.p.A.
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti


COMUNE DI BORMIO

Recapiti e Orari sportello assistenza Via Peccedi 1 – Bormio (so)

dal lunedi’ al venerdi’ 9.00 – 12.00


Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

S.EC.AM. S.P.A. 

Per segnalazioni, disservizi ed ulteriori informazioni è possibile:

  •  rivolgersi al numero di telefono: 0342215338

         Il servizio è a disposizione:

         dal lunedì al giovedì (8:30 - 12:30 / 14:30 - 17:30) 

         venerdì (8:30 - 12:30 / 14:30 - 16:00);

COMUNE DI BORMIO

L'ufficio tributi è a disposizione per informazioni e chiarimenti:

riferimento: Pietro Bradanini

telefono: 0342 912211

mail: pietro.bradanini@comune.bormio.so.it



Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

CENTRO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI LOCALITÀ' ASK

_________________________________________________________

ORARI DI APERTURA

Lunedì: 09:00 - 12:00

Martedì, mercoledì e Giovedì: 14:00 - 19:00

Sabato: 09:00 - 12:00 / 14:00 alle 19:00

_________________________________________________________

ACCESSO ALLA STRUTTURA

Per conferire i rifiuti al centro di raccolta Ask è necessario essere muniti di apposita tessera rilasciata dall'Ufficio Tributi del Comune di Bormio.

_________________________________________________________

TIPOLOGIA RIFIUTI URBANI AUTORIZZATI

• Carta/cartone,

• imballaggi carta,

• plastica,

• vetro (bottiglie.),

• legno,

• metalli,

• frigoriferi

• Tv/monitor,

• macerie da demolizione,

• sfalci e potature,

RAEE (apparecchi elettronici)

Grosse quantità di rifiuti ed ingombranti devono essere conferiti autonomamente presso il centro di raccolta in località Viera, esclusivamente durante gli orari di apertura.

_________________________________________________________

TIPOLOGIA RIFIUTI PERICOLOSI AUTORIZZATI

• pile,

• farmaci,

• accumulatori al piombo,

olio minerale,

• oli commestibili (vegetale),

• toner esauriti,

• neon,

latte di vernici.

Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto

RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA

CARTA E CARTONE

COSA METTERE NEL SACCO AZZURRO?

Giornali,

riviste,

libri,

cartoncino,

cartone ondulato,

tetrapak (cartone del latte e del succo).

X CARTA OLEATA,

X CARTA PLASTIFICATA.

Il sacco azzurro deve essere posizionato a bordo strada il giorno prestabilito.

QUANDO VIENE RITIRATO?

Tutti i MARTEDÌ indicati nel calendario.

 

PLASTICA DI PROVENIENZA DOMESTICA, ALLUMINIO E BANDA STAGNATA

COSA METTERE NEL SACCO GIALLO?

buste e sacchetti di plastica,

bottiglie di plastica,

flaconi in plastica per l’igiene,

flaconi di prodotti per la casa,

barattoli in banda stagnata per alimenti (piselli, pelati, tonno…).

X GIOCATTOLI,

X CARTA PLASTIFICATA,

X CUSTODIE CD E CASSETTE.

Il sacco giallo deve essere posizionato a bordo strada il giorno prestabilito.

QUANDO VIENE RITIRATO?

Tutti i VENERDÌ indicati nel calendario.

 

CONTENITORI DI VETRO

COSA METTERE NELLA CAMPANA O NEI CONTENITORI INTERRATI DEL VETRO?

Bottiglie di vetro,

Vasetti di vetro.

X TAPPI DELLE BOTTIGLIE,

X CONTENITORI IN CERAMICA,

X MAIOLICA,

X PLASTICA,

X ALTRI RIFIUTI DIVERSI DAL VETRO.

Il vetro deve essere conferito sfuso nelle campane stradali e/o negli appositi contenitori interrati.

 

RIFIUTO INDIFFERENZIATO O R.S.U.

COSA METTERE NEL SACCO NERO?

Tutto quello che rimane dopo aver separato carta, vetro, plastica e dopo aver separato i rifiuti urbani pericolosi (pile, farmaci, latte di vernice), ad esempio:

carta plastificata,

piatti e vasellame,

plastiche non riciclabili,

giocattoli di plastica,

custodie per CD e cassette,

zainetti, portamatite,

rifiuti non riciclabili,

avanzi di domestici.

Il sacco nero deve essere posizionato a bordo strada il giorno prestabilito.

QUANDO VIENE RITIRATO?

NELLE GIORNATE INDICATE NEL CALENDARIO.

 

ATTENZIONE: i rifiuti riciclabili non devono contenere residui organici.

Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
LE INFORMAZIONI PRESENTI IN QUESTA SEZIONE VENGONO ACQUISITE AUTOMATICAMENTE DAL CATASTO NAZIONALE DEI RIFIUTI ISPRA.
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili
ABITAZIONE CON 3 OCCUPANTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
ABITAZIONE CON 5 OCCUPANTI
Per un'utenza Domestica di 100mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
BAR, PASTICCERIA
Per un'utenza Non domestica di 200mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
AUTORIMESSE E MAGAZZINI SENZA ALCUNA VENDITA DIRETTA
Per un'utenza Non domestica di 300mq il totale dovuto, considerando l'addizionale provinciale pari al 4,00% % e un periodo di 365 giorni, ammonta a , calcolato applicando:
Tariffa fissa:
Tariffa variabile:
Riduzione:
Percentuale riduzione:
Quota fissa:
Quota variabile:
Totale imposta:
Totale:
Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 3.925,43 t
Cluster: Comuni a forte vocazione turistica con alto livello di benessere, bassa densità abitativa e con localizzazione prevalente in zone montane o litoranee - € 78,941238
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 65,65%
Fattori di contesto del comune: € 52,857937
Economie e diseconomie di scala: € 0,348775
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 19
Impianti di trattamento meccanico biologico: 8
Discariche: 5
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 62,947 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 49,8%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 33,26%
Rifiuti smaltiti in discarica: 5,05%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

Per le riduzioni e agevolazioni applicate il riferimento è ai seguenti articoli del Regolamento TARI in vigore:


Art. 23. Riduzioni per le utenze domestiche

Art. 24. Riduzioni per le utenze non domestiche non stabilmente attive

Art. 25. Riduzioni per il recupero

Art. 25/bis. Riduzioni da compostaggio per utenze non domestiche

Art. 26. Riduzioni per inferiori livelli di prestazione del servizio

Art. 28. Cumulo di riduzioni e agevolazioni

Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
PagoPA
Costi dipendenti dal prestatore di servizio scelto

È possibile effettuare il pagamento del modulo pagoPA allegato ai documenti ricevuti, con:

  • il servizio Paga on-line” sul sito dell'Agenzia delle entrate-Riscossione e sull’App Equiclick;
  • i canali telematici delle banche, di Poste Italiane e di tutti gli altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti al nodo pagoPA. La lista completa dei PSP aderenti e le informazioni sui canali di pagamento attivati sono reperibili sul sito di pagoPA

Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
30/11/2020
50,00%
2° rata
30/12/2020
50,00%

Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

Al contribuente che non versi alle prescritte scadenze le somme indicate nell'invito di pagamento è notificato, anche a mezzo raccomandata A.R. e a pena di decadenza entro il 31 dicembre del quinto anno successivo all’anno per il quale il tributo è dovuto, avviso di accertamento per omesso o insufficiente pagamento. L’avviso indica le somme da versare in unica rata entro sessanta giorni dalla ricezione, con addebito delle spese di notifica, e contiene l’avvertenza che, in caso di inadempimento, si applicherà la sanzione per omesso pagamento di cui all'articolo 35, comma 1 del Regolamento attualmente in vigore, oltre agli interessi di mora, e si procederà alla riscossione coattiva con aggravio delle spese di riscossione.

Gli interessi di mora, di rateazione e di rimborso sono computati nella misura del vigente tasso legale incrementato di due punti percentuali.

Gli interessi sono calcolati con maturazione giorno per giorno con decorrenza dal giorno in cui sono divenuti esigibili.




Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

Il rimborso delle somme versate e non dovute deve essere richiesto dal contribuente entro il termine di cinque anni dal giorno del versamento, ovvero da quello in cui è stato accertato il diritto alla restituzione. 

Il rimborso viene effettuato entro centottanta Giorni dalla data di presentazione dell’istanza.


Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione