Trasparenza Rifiuti Borgone Susa
Trasparenza Rifiuti Borgone Susa

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Borgone Susa

Portale di Trasparenza per la Gestione Rifiuti

Comune di Borgone Susa

Logo Anutel
Trasparenza Rifiuti Borgone Susa

INFO

Questa è la sezione del sito dell’Ente dedicata al rispetto degli obblighi di trasparenza tramite siti internet previsti dall’articolo 3 del TESTO INTEGRATO IN TEMA DI TRASPARENZA (TITR) allegato alla deliberazione ARERA n. 444/2019. Il comma 3.1 prevede un elenco di informazioni che devono essere riportate suddiviso in lettere che vanno dalla a) alla s). Per favorire la chiara identificazione da parte degli utenti delle informazioni inerenti all’ambito territoriale in cui si colloca l’utenza, nonché la comprensibilità delle medesime informazioni la struttura segue pertanto l’ordine dettato da ARERA e a fianco di ogni voce è riportato il riferimento normativo cui l’Ente adempie.
Ragione sociale del gestore che eroga il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, ovvero del gestore che effettua le attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, del gestore della raccolta e trasporto e del gestore dello spazzamento e lavaggio delle strade, qualora tali attività siano effettuate da soggetti distinti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Si rende noto che la pulizia delle isole ecologiche e lo svuotamento dei cestini stradali viene effettuato dal personale del Comune di Borgone Susa, mentre gli altri servizi vengono eseguiti dalla società ACSEL s.p.a.
Recapiti telefonici, postali e di posta elettronica per l’invio di richieste di informazioni, segnalazione di disservizi e reclami nonché, ove presenti, recapiti e orari degli sportelli fisici per l’assistenza agli utenti
Tariffe e rapporti con gli utenti
Raccolta e trasporto rifiuti - Spazzamento, pulizia e lavaggio strade
Modulistica per l’invio di reclami, liberamente accessibile e scaricabile

Eventuali disservizi o reclami possono essere segnalati direttamente via e-mail a:


tributi@comune.borgonesusa.to.it


Indicando:

- Cognome e Nome

- Il servizio oggetto della segnalazione 

-L'indirizzo dell'utenza a cui il servizio si riferisce.-

- Numero di telefono



Calendario e orari vigenti relativi alla raccolta dei rifiuti urbani, con riferimento a tutte le modalità di raccolta a disposizione dell’utente, ivi inclusi i centri di raccolta e con esclusione delle eventuali modalità di raccolta per cui non è effettuabile una programmazione

Il Comune di Borgone Susa ha adottato il servizio di raccolta porta a porta solo per il rifiuto non riciclabile (indifferenziato), che viene effettuato mediante il conferimento di appositi cassonetti di colore verde che devono essere esposti entro le ore 6,00 del Lunedì, il servizio viene svolto anche in caso di festività.


I rifiuti riciclabili (carta, vetro, plastica, organico, verde) vengono conferiti dall'utente nelle apposite isole predisposte. Si precisa che i cassonetti sono chiusi con delle apposite chiavi al fine di consentire che all'interno dell'isola possano conferire solamente gli occupanti degli immobili di una certa zona individuata dal Comune. L'utente nel momento in cui effettua una nuova occupazione di un immobile dovrà farsi consegnare la chiave per l'apertura del cassonetto dal proprietario dell'immobile o in alternativa, nel caso in cui il proprietario non ne fosse in possesso dall'Ufficio Tributi del Comune (0119646562)


CENTRI DI RACCOLTA (ecocentri)

Per il conferimento di altre tipologie di rifiuto sono disponibili i seguenti ecocentri che permettono al cittadino di conferire gratuitamente , secondo le regole stabilite,  i rifiuti

https://www.acselspa.it/ecocentri-2/




Informazioni in merito a eventuali campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e a nuove aperture o chiusure di centri di raccolta
Non sono previste nuove aperture o campagne specifiche.
Istruzioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e trasporto
Centro di raccolta rifiuti di Sant'Antonino di Susa
COSA SI PUÒ PORTARE: verde in piccole quantità,imballaggi in carta e cartone, imballaggi in plastica e metalli, vetro, legno, vernici, tessili, RAEE-R1 clima e freddo, RAEE-R2 grandi bianchi, RAEE-R3 tv e monitor, RAEE-R4 piccoli elettrodomestici, RAEE-R5 sorgenti luminose, oli e grassi commestibili, oli minerali, farmaci e medicinali, pneumatici, batterie al piombo, pile, rifiuti ingombranti metallici, ingombranti, cartucce toner esaurite, inerti, TFC.
Carta della qualità del servizio vigente, liberamente scaricabile
Percentuale di raccolta differenziata conseguita nel Comune o nell’ambito territoriale in cui è ubicata l’utenza, con riferimento ai tre anni solari precedenti a quello in corso
Calendario e orari di effettuazione del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade oppure, ove il servizio medesimo non sia oggetto di programmazione, frequenza di effettuazione del servizio nonché, in ogni caso, eventuali divieti relativi alla viabilità e alla sosta
Regole di calcolo della tariffa, con indicazione in forma fruibile per gli utenti, anche attraverso esempi, delle variabili su cui si basa il calcolo della quota fissa e della quota variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio, delle imposte applicabili



Regole di calcolo della tariffa

Per calcolare la TARI dovrai calcolare la quota fissa e la quota variabile, distinguendo se si tratta di un immobile ad uso domestico o non domestico.

Gli elementi utili per il calcolo TARI sono i seguenti:

  1. superficie in metri quadri
  2. periodo di riferimento
  3. nucleo familiare
  4. quota fissa
  5. quota variabile
  6. quota provinciale 5% dell’imponibile

Per utenze domestiche

La quota fissa della TARI si ottiene moltiplicando la superficie in metri quadri dell’immobile per la relativa tariffa fissa (determinata dal Comune di residenza in base al numero di persone che occupano l’immobile) secondo la formula
METRI QUADRATI X TARIFFA FISSA.

La quota variabile della TARI è, invece, determinata dal Comune in base al numero di persone che occupano l’immobile.

Le due quote vengono sommate e, al risultato ottenuto, viene applicato il tributo provinciale pari al 5% dell’imponibile.

Per utenze non domestiche

La quota fissa della TARI si ottiene moltiplicando la superficie in metri quadri dell’immobile per la relativa tariffa fissa (determinata dal Comune di residenza in base alla relativa categoria di appartenenza) secondo la formula
METRI QUADRATI X TARIFFA FISSA.

La quota variabile della TARI si ottiene moltiplicando la superficie in metri quadri dell’immobile per la relativa tariffa variabile (determinata dal Comune di residenza in base alla propria categoria di appartenenza) secondo la formula
METRI QUADRATI X TARIFFA VARIABILE.

Le due quote vengono sommate e, al risultato ottenuto, viene applicato il tributo provinciale pari al 5% dell’imponibile.


Agevolazioni per utenze domestiche:


E' possibile richiedere l'applicazione delle seguenti riduzioni alla tariffa applicata:
1) riduzione del 10% della quota variabile della tariffa, per le utenze domestiche che si impegnino ad utilizzare esclusivamente pannolini lavabili, in alternativa a quelli usa e getta, quando sia presente almeno un componente della famiglia di età inferiore ai 36 mesi.
2) il tributo è ridotto del 50% e del 25% per i locali adibiti ad abitazione da parte di nuclei familiari in situazione di disagio economico risultante da attestazione ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), il cui importo risulta pari rispettivamente a 8.265,00€ e 9.000,00€;
3) La tariffa è ridotta del 20 %, limitatamente alla quota variabile, per le utenze domestiche che risultano regolarmente iscritte nell’Albo compostatori di cui al Regolamento Comunale sull’autocompostaggio e che rispettano le norme ivi indicate;

4) riduzione tariffaria del 30% per le abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo comunque non superiore a 183 giorni nell’anno solare


Agevolazioni per le utenze non domestiche:



1) La tariffa è ridotta del 10 %, limitatamente alla quota variabile, per le utenze non domestiche che risultano regolarmente iscritte nell’Albo compostatori di cui al Regolamento Comunale sull’autocompostaggio e che rispettano le norme ivi indicate 

2) gli esercizi di vicinato (superficie di vendita non superiore a 150mq) a destinazione commerciale, che adottano sistemi” alla spina” per la vendita di prodotti alimentari (comprese le bevande) e non alimentari, normalmente venduti con imballo, beneficiano della riduzione del 5% della quota variabile della tariffa. Qualora tale attività (sistemi di vendita “alla spina”) risulti quella prevalente (l’attività con il più elevato volume d’affari) si applicherà la percentuale di riduzione del 50% della quota variabile della tariffa. 

3) i pubblici esercizi beneficiano della riduzione del 10% della quota variabile della tariffa, se somministrano, attraverso sistemi di depurazione a norma di legge, esclusivamente l’acqua del pubblico acquedotto, con rinuncia di vendita di altre acque in bottiglia.

4) Relativamente all'emergenza COVID-19 viene prevista  l’esenzione della quota variabile T.A.R.I. in proporzione ai giorni effettivi di chiusura imposta alle attività imprenditoriali e, più precisamente:

  • Da 30 a 45 giorni di chiusura: 10% di riduzione rispetto alla quota annuale del 100%;
  • Da 46 a 90 giorni di chiusura: 19% di riduzione rispetto alla quota annuale del 100%;
  • Da 91 a 120 giorni di chiusura: 29% di riduzione rispetto alla quota annuale del 100%;








Variabili di base per la determinazione della quota fissa e della quota variabile della TARI (dati 2016)
Generali
Rifiuti urbani prodotti: 910,46 t
Cluster: Comuni montani localizzati lungo l’arco alpino e nelle zone dell’appennino centro-nord - € 16,03606
Tariffa nazionale di base: € 130,4543
Raccolta differenziata: 71,7%
Fattori di contesto del comune: € 44,451336
Economie e diseconomie di scala: € 1,296387
Impianti Regionali
Impianti di incernerimento e coincernerimento: 2
Impianti di trattamento meccanico biologico: 10
Discariche: 14
Distanza tra il comune e gli impianti (media ponderata con le tonnellate smaltite): 15,081 Km
Gestione rifiuti urbani negli impianti regionali
Rifiuti smaltiti in impianti di incenerimento e coincenerimento: 23,59%
Rifiuti trattati in impianti di compostaggio, digestione anaerobica e trattamento integrato: 21,62%
Rifiuti smaltiti in discarica: 24,77%
Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste
Il tributo è ridotto del 50% e del 25% per i locali adibiti ad abitazione da parte di nuclei familiari in situazione di disagio economico risultante da attestazione ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), il cui importo risulta pari rispettivamente a 8.265,00€ e 9.000,00€. I soggetti interessati, al fine di poter usufruire della riduzione, devono presentare richiesta all’Ufficio Tributi del Comune, allegando attestazione ISEE in corso di validità per l’annualità oggetto di riduzione.
Modalità di pagamento ammesse con esplicita evidenza di eventuali modalità di pagamento gratuite
Modello Semplificato F24
Gratuita
Il pagamento con F24 risulta essere gratuito per il contribuente
Scadenze per il pagamento della tariffa riferita all’anno in corso
Rata
Entro il
%
1° rata
01/09/2020
50,00%
2° rata
02/12/2020
50,00%
Informazioni rilevanti per il caso di ritardato od omesso pagamento, ivi inclusa l’indicazione, per quanto applicabile, del tasso di interesse di mora e/o di penalità e/o sanzioni, nonché tutte le indicazioni utili affinché l’utente sia messo in condizione di procedere tempestivamente al pagamento dell’importo dovuto

A seguito del mancato pagamento dell'avviso bonario inviato tramite posta ordinaria:

- applicazione delle spese di notifica pari a : 5,18€


A seguito del mancato pagamento del sollecito di pagamento nei tempi stabiliti:

- applicazione della sanzione amministrativa pari al 30% del tributo versato oltre alle spese di notifica pari a 5,18€


Si ricorda che è possibile procedere ad una richiesta di pagamento dilazionata del tributo con importo mensile non inferiore a 50,00€ con rate non superiori a 24 mesi.

Procedura/e per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati, e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, con relativa modulistica, ivi inclusi i moduli per la richiesta di rimborsi, liberamente accessibile e scaricabile

E' possibile contattare il responsabile del procedimento Fabrizio Ala al seguente numero: 0119646562 interno 2

E' possibile scrivere un'e-mail inviandola a: tributi@comune.borgonesusa.to.it

Indicazione della possibilità di ricezione dei documenti di riscossione in formato elettronico nonché della relativa procedura di attivazione
Per chi volesse ricevere la richiesta di pagamento direttamente via e-mail deve effettuare richiesta tramite il seguente indirizzo e-mail: tributi@comune.borgonesusa.to.it